Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2009

Top Cover: Jimi Hendrix - All Along The Watchtower

Passano solo pochi mesi dall’incisone originale di Bob Dylan a questa incredibile cover di Jimi ma in realtà tra le versioni c’è tutto un abisso che separa il folk dalla psichedelia. A chi si ostina a considerare le cover un arte “minore” basterebbe far ascoltare cosa riesce a fare Hendrix di questa canzone, stravolgendone il ritmo e il riff di chitarra, riuscendo a mantenere inalterato lo spirito dell’originale. Pubblicato come singolo qualche settimana prima dell’album capolavoro Electric Ladyland, fu l’unico singolo di Hendrix a raggiungere la Top 20 americana e fu la sua definitiva consacrazione in Europa.
Lo tesso Dylan rimase così colpito dalla versione del grande chitarrista di Seattle che per anni la eseguì dal vivo alla maniera di Jimi. Qualcuno ha il coraggio di definirla “solo una cover”?

La scheda su mywayonline


The Clash - I Fought The Law

La versione dei Clash di questio brano è così famosa che molti fan della band ignorano che sia una cover!
I Clash decidono di inserirla nel loro repertorio dopo aver ascoltato in un juke box la versione dei Bobby Fuller Four del 1966 ma la canzone ha una storia piuttosto intricata. Venne scritta da Sonny Curtis , il chitarrista di Buddy Holly nel 1959 ed incisa con scarso successo dai Crickets. Se Buddy il 3 febbraio del 1959 non fosse salito su quel maledetto aereo, probabilmente la canzone sarebbe stata un altro suo successo. Così invece rimase dimenticata finché non venne ripresa dal chitarrista texano Bobby Fuller nel 1962 e poi ripubblicata con successo quattro anni più tardi.Per la cronaca anche Bobby Fuller fece una brutta fine: venne trovato morto nella sua auto in circostanze mai chiarite. Nel 1979 i Clash la reincidono per l’EP The Cost of Living e la loro memorabile versione cattura tutta l’amarezza che da sempre si prova ad ammettere una sconfitta . Dal vivo i Clash cambi…