Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2010

Sanremo 2011: le cover dell'Unità d'Italia

Dopo tante polemiche sono state rese note le canzoni che saranno cantate al Festival di Sanremo in occasione della serata dedicata ai 150 anni dell'Unità d'Italia.
La serata evento - in programma la sera del 17 febbraio si intitolerà "Nata per Unire" e vedrà nomi celebri della canzone italiana alle prese con classici della musica del nostro paese da Giuseppe Verdi a Francesco De Gregori, da Lucio Battisti a ...Toto Cutugno!
Non saranno eseguite invece ne " Bella ciao" ne "Giovinezza" come in un primo tempo si era ipotizzato, anche se in moli hanno pensato che si sia trattato di una trovata promozionale per mantenere alta l'attenzione sull'evento
Questa la lista delle canzoni:

Patty Pravo, Mille lire al mese
Nathalie, Il mio canto libero
Roberto Vecchioni, 'O surdato 'nnammurato
Giusy Ferreri, Il cielo in una stanza
Luca Madonia con Franco Battiato, La notte dell'addio
Max Pezzali, Mamma mia dammi 100 lire
La Crus, Parlami d'…

Dalla Romania Gipsy Moves: la cover di Nah Neh Nah

Arriva dalla Romania uno dei brani dance più caldi del momento. Si tratta della cover del brano "Nah Neh Nah" dei Vaya Con Dios ripreso con il titolo di "Gipsy Moves" dal progetto Vanity, curato dal team di produzione rumeno Deepside Deejays. Il singolo viene pubbicato in tutto il territorio mondiale dall'etichetta italiana Time Records con due speciali remix curati dai produttori del momento Gary Caos e Diva Jones.
La versione originale del brano risale al 1990 ed era contenutro nell'album Night Owls che ottenne un ottenne un ottimo successo nelle classifiche del Nord Europa. In Italia il brano venne riscoperto nel 2000 quando venne scelto come musica per lo spot televisivo dell'Aristion Margherita.
La band dei Vaya Con Dios - poco conosciuta nel nostro paese - è probabilmente la più popolare band proveniete dal Belgio. Nella loro carriera hanno venduto oltre 7 milioni di album e 3 milioni di singoli."Gipsy Moves" è stato presentato con succes…

La cover di Fight For This Love dei Vampire Weekend

La band americana dei Vampire Weekend è stata protagonista della puntata del 16 dicembre di "Live Lounge" la trasmissione di BBC Radio One celebre per le cover proposte dal vivo. La band di Erza Koening ha proposto, oltre al loro nuovo singolo Run, una bella versione live di "Fight For This Love"  singolo che Cheryl Cole ha portato al successo nel corso dell'estate. Il cantante del gruppo ha però candidamente ammesso di aver scoperto solo da poco il nome di Chery Cole, che in effetti è molto più popolare presso il pubblico inglese che la conosce per essere stata la moglie del calciatore del Chelsea Ashley Cole e per aver vinto nel 2002 un popolare talent televisivo.
La versione dai Vampire è decisamente differente dall'originale e piacerà sicuramente ai fan della band che il prossimo 10 gennaio pubblicherà il nuovo album Contra.


Vampire Weekend - Fight For This Love by Pretty Much Amazing

Anche tre cover nel nuovo album di Nick The Nightfly

Ci sono anche tre grandi classici del jazz nel nuovo album di Nick The Nightfly intitolato Nice One. Il disco è composto da 11 brani ed è stato registrato e mixato presso l’Entropya Studio di Perugia da Gabriele Ballabio e Stefano Bechini
Nick, al secolo Malcom MacDonald Charlton, storica voce del programma radiofonico Montecarlo Night, è accompagnato da alcuni tra i più bravi solisti italiani di musica jazz: alla batteria Amedeo Ariano, da vari anni presente sulla scena romana e considerato dal pubblico e dalla critica uno tra i migliori batteristi italiani di jazz, al contrabbasso Dario Rosciglione uno dei sideman più richiesti, al pianoforte Roverto Taranzi vero talento della scena jazzistica, al sax Daniele Scannapieco, tra i più originali sassofonisti italiani, e Gabriele Comeglio che si occupa anche degli arrangiamenti e della direzione dell’orchestra archi e fiati.
Le cover presenti nel disco sono:
"Song For My Father", scritta nel 1964 dal grande pianista jazz Horace…

Gramophonedzie: il singolo nuovo è la cover di Goin' Out of My Head

Dopo lo straordinario successo ottenuto dal singolo di debutto "Why Don't you", ritornano i Gramophonedzie, progetto musicale ideato dal dj e produttore serbo Marko Miličević.
Rimane inalterata la formula vincente del debutto: se il primo singolo era interamente costruito su un sample di "Why Don’t You Do Right?" di Peggy Lee’s, ora il nuovo singolo si basa sul campione di un'altro classico jazz, "Goin' Out Of My Head" di Nancy Wilson, brano che la cantante inglese incise nel 1966.
La versione originale della canzone è però quella del 1964 incisa da Little Anthony & the Imperial e scritta da Teddy Randazzo e da Bobby Weinstein, anche se negli anni la canzone è stata ripresa da decine di artisti in tutto il mondo, da Sergio Mendes a Ella Fitzgerald, da Gloria Gaynor a Petula Clark.
"Out of My Head" è disponibile da oggi sul noto portale Beatport e a fine mese sarà disponibile anche il cd singolo su etichetta Oxyd City con 2 version…

Le cover nel nuovo album di Elisa

E uscito il 30 novembre 'Ivy', il settimo album in studio di Elisa che torna sulla scena discografica con un album che come già anticipato è ricco di remake interessanti.
Sono infatti quattro le cover contenute nel disco e rappresentano la parte certamente più interessante della raccolta.La prima (non solo in ordine di scaletta) è  "1979"  degli Smashing Pumpkins, brano che Billy Corgan scrisse nel 1996 e che la cantante di Monfalcone ricanta in maniera particolarmente convincente.Bella anche la versione di "Ho Messo Via" di Ligabue che però non si distanzia molto dall'originale.Sicuramente sorprendente la scelta di ricantare “I never came” dei Queens Of The Stone Age. Il brano - pubblicato nel 2005 - faceva parte del quarto album di studio della band americana "Lullabies to Paralyze".Poco conosciuta in Italia invece "Pour que l'amour me quitte" di Camille che Elisa canta insieme a Giorgia.La produzione artistica di tutto il lavor…

La cover di Natale per i fan dei R.E.M.

Gli iscritti al fan club della band dei R.E.M. hanno ricevuto anche quest'anno un regalo di Natale molto speciale. La band americana ha inciso una speciale versione del classico natalizio "Chistmas (Baby please come home)", brano scritto da Phil Spector nel lontano 1963 e negli anni interpretato da decine di artisti, dagli U2 a Mariah Carey, dagli Smash Mouth a Joey Ramone.
Nella versione dei R.E.M. però la band non è al completo visto che manca la voce di Michael Stipe e a cantare è invece il bassista Mike Mills. Ad accompagnare la band c'è invece a sorpresa Scott McCaughey cantante dei Minus 5 impegnato al Mellotron e al Glockenspiel.
Il singolo include anche un secondo brano dal misterioso titolo di "IHT>U>EDIYTW"; si tratta della versione strumentale di uno dei brani che faranno parte del nuovo album "Collapse into Now".

Christmas (Baby Please Come Home by Cover Me

I Maroon 5 cantano Mine di Taylor Swift

Che i Maroon 5 amino proporre delle cover sia nei loro album che nei loro concerti è una cosa risaputa. Spesso poi la band di Adam Levine propone versioni di brani decisamente inaspettati. Come è successo in occasione della consegna dei premi americani Artist Of The Year dedicati alla musica country.
La cerimonia è stata trasmessa dal canale televisivo americano CMT.
I Maroon 5 hanno partecipato allo show e hanno proposto a sorpresa un omaggio a Taylor Swift, la giovane star amatissima dai teenager, con una versione rock del suo ultimo successo Mine.
La cover della band californiana è decisamente migliore dell'originale e la stessa Taylor Swift sebra aver apprezzato. La si vede infatti seduta in mezzo al pubblico mentre canta entusiasta assieme ai Maroon 5 e li riprende con il cellulare.



Niccolò Fabi e Mina cantano "Parole Parole"

Nel 1972 arrivò alla numero uno della Hit Parade italiana entrando di diritto nella storia della musica leggera del nostro paese. stiamo parlando di "Parole Parole" brano scritto da Leo Chiosso e Giancarlo Del Re, autori della trasmissione televisiva Teatro 10 per la quale la canzone fu scelta come sigla di chiusura. A cantare il brano erano Mina e Alberto Lupo e negli anni la canzone è stata ripresa da decine di artitisti in tutto il mondo.
Ora riproporla in una versione veramente speciale è Niccolò Fabi, che per l'occasione duetta per la prima volta proprio con Mina. Il brano, in radio dal 1 dcembre, farà parte del progetto “Parole di Lulù” che contiene in un dvd il video-racconto del concerto dello scorso 30 agosto a Casale sul Treja, nella campagna romana. Un appuntamento a cui hanno partecipato, insieme a Niccolò Fabi, alcuni tra i più grandi artisti italiani per ricordare in musica sua figlia Olivia, “Lulù” per i genitori e chi la conosceva, scomparsa a luglio dell…