Passa ai contenuti principali

La cover di Nuntereggae Più di Roy Paci e Aretuska

A trent'anni dalla scomparsa di Rino Gaetano, torna nelle radio una delle sue canzoni più belle in una nuova versione realizzata da Roy Paci & Aretuska.
Si tratta della cover Nuntereggae più , brano che il grande cantautore clabrese cantò 33. Il brano fu pubblicato come singolo nell'estate del 1978 e diede il titolo all'omonimo album.
La canzone era uno sfogo (invettiva no, Rino era estraneo ai toni accesi della politica e li avrebbe dribblati elegantemente ancora oggi) che poteva attualizzarsi ad ogni cambio dei protagonisti della scena pubblica e televisiva, apparve subito semplicemente geniale!
Nessuno osò bollarla come qualunquismo: troppo sottili quelle strofe, troppa dissacrante ironia nel colpire dritto i bersagli. Il brano fu pubblicato su 45 giri anche in Spagna, tradotta con il titolo di Corta el rollo ya.
Oggi Roy Paci riprende “Nuntereggaepiù” con la stessa fulminante irriverenza e la calibra su un presente ben più grottesco e devastato di tre decenni fa. Nella nuova versione del brano compaiono infatti i nuovi partiti e i nuovi protagonisti della vita politica e sociale italiana, da Bruno Vespa al Ministro Gelmini, dall'onorevole Scilipoti all'avvocato Ghedini.
L’album “Dalla parte di Rino” in uscita il 28 giugno 2011 per Sony Music raccoglierà tributo che Roy Paci & Aretuska, Gianluca Grignani, Ron, Neri Per Caso, Daniele Silvestri, Giusy Ferreri, Roberto Vecchioni , PFM, Nathalie, Pierdavide Carone, Patty Pravo, Simone Cristicchi, Tricarico, Giuliano Palma & The Bluebeaters, hanno pensato di realizzare nel trentennale della tragica scomparsa avvenuta nella notte tra l’1 e il 2 giugno 1981.




Questo il testo della nuova versione


Abbasso e alè
abbasso e alè
abbasso e alè con le canzoni
senza fatti e soluzioni
l’immunità
la clandestinità
la sposa in bianco il maschio forte
i ministri puliti i buffoni di corte
ladri di polli
super pensioni
ladri di stato e stupratori
il grasso ventre dei commendatori
diete politicizzate
evasori legalizzati
auto blu
sangue blu
mozzarelle blu
pillole blu
amore blu
rock and blues
NUNTEREGGAEPIU'
Eya alalà
Icpp
Fli Udc
Pdl Pd Lega Pci
Udc Udc Udc Udc

Scilipoti

Avvocato Ghedini, Masi, Minzolini,
Bunga Bunga, la Bossi Fini,
dribbla Totti che passa a Chiellini,
Cassano Zambrotta e poi Pazzini,

la Gelmini

Briatore

Vespa Belpietro Fede Santoro
Tanzi Marchionne Lele Mora Simona Ventura
Morgan Sgarbi Corona
onorevole eccellenza cavaliere senatore
nobildonna eminenza monsignore
vossia cherie mon amour
NUNTEREGGAEPIU'
Ue paisà
il vernissage
il superenalotto
il quarantotto
il sessantotto
il pitrentotto
ed il G8
sulla spiaggia di Lampedusa
indovina ma che illusioni
lotteria per cento milioni
mentre il popolo si gratta
a dama c'è chi fa la patta
a settemezzo c'ho la matta
mentre vedo tanta gente
che non c'ha l'acqua corrente
e non c'ha niente
ma chi me sente...
ma chi me sente
e allora amore mio ti amo
che bella sei
vali per sei
ci giurerei
ma è meglio lei
che bella sei
che bella lei
vale per sei
ci giurerei
sei meglio tu
che bella sei
NUNTEREGGAEPIU'

Commenti

Post popolari in questo blog

Bob Dylan: un triplo album di cover

Bob Dylan ha annunciato a sorpresa l'uscita di un nuovo album per il prossimo 31 marzo. Un album triplo, il primo della sua vita, intitolato Triplicate interamente composto di cover version, prese dal repertorio dei grandi classici della musica americana, con una particolare attenzione alle canzoni rese celebri da Frank Sinatra.
L'album - il 38esimo in stidio nella carriera del cantautore sarà prodotto dallo stesso Dylan (con lo pseudonimo di Jack Frost) e uscirà in vari formati, tra cui triplo CD in digipak a otto pannelli, in digitale, cofanetto deluxe 3 LP in vinile a edizione limitata e confezione numerata.
Per il menestrello di Duluth sarà il terzo cover album in tre anni.

I Coldplay rendono omaggio a Chester Bennington

Anche i Coldplay hanno voluto rendere omaggio a Chester Bennington, il cantante dei Linkin Park morto suicida a soli 41 anni lo scorso 20 luglio.
Durante il concerto tenuto ieri - 1 Agosto 2017 -  a New York presso il MetLife Stadium in New Jersey, Chris Martin e compagni hanno eseguito una toccante cover di "Crawling" , brano che faceva parte dell'album d'esordio della band Hybrid Theory.
Una versione distante dall'originale e che il cantante ha eseguito al pianoforte.
"Questa finirà su YouTube e devo cercare di farla bene" ha detto Chris "E' dedicata a chiunque senta la mancanza di qualcuno".
Al concerto era presente anche Mike Shinoda, amico e collega di Chester, che ha pubblicato su Instagram un breve filmato.

50 anni senza Luigi Tenco: 5 cover indimenticabili

Esattamente 50 anni nella notte tra il 26 e 27 gennaio del 1967 - moriva a Sanremo Luigi Tenco, uno dei più grandi e innovativi personaggi della storia della musica italiana. Aveva solo 28 anni ma con le sue canzoni aveva già segnato in modo indelebile la scena musicale.
In quei giorni Tenco stava partecipando alla 17esima edizione del "Festival della canzone italiana" di Sanremo con "Ciao Amore Ciao". La sera prima il brano era stato eliminato dalla giuria, ottenendo solamente 38 preferenze su 900
Oggi noi di My Way lo vogliamo ricordare con 5 cover da brividi.

Un tributo ai Kinks con il nuovo numero di Mojo

Il lettori della rivista inglese Mojo troveranno in allegato al numero di marzo una interessante iniziativa discografica: un album tributo dedicato ai Kinks con la rilettura integrale del loro album "Something Else" a 50 anni dalla sua pubblicazione. Il disco - il quinto in studio nella carriera della band dei fratelli Davies - arrivò nei negozi nel settembre del 1967 e fu l'ultimo ad essere prodotto dall'americano Shel Talmy, l loro storico produttore fino ad allora, che qui divide il suo ruolo con lo stesso Ray Davies.
L'album conteneva capolavori come "David Watts" (riportata al successo anni più tardi dai The Jam), Death of a Clown (resa nota in Italia dalla cover dei Nomadi con testo di Guccini e il curioso titolo di "Un figlio dei fiori non pensa al domani"), ma soprattutto la meravigliosa "Waterloo Sunset", qui ripresa dall'americano Ty Sagall.

Le HAIM cantano una cover di Shania Twain

Le HAIM hanno reso omaggio a Shania Twain con la cover della hit 'That Don't Impress Me Much”. Le ragazze – che in questi giorni stanno promuovendo il loro nuovo album “Something to tell you” - hanno eseguito il brano negli studi dell’emittente australiana Triple J nel corso della trasmissione Like a Version. Durante l’intervista le tre sorelle Haim hanno dichiarato il loro amore per la cantante canadese. “Se vuoi pensare di avere un appuntamento con una di noi devi sapere che per prima cosa devi essere un fan di Shania Twain” ha scherzato Este mente Sari ha definito la cantante “la fonte di ispirazione nella mia vita”.
"That Don't Impress Me Much” è una delle canzoni più famose del repertorio di Shania Twain che inserì il brano nel suo album del 1997 “Come On Over”. Scritta insieme al produttore Robert John "Mutt" Lange. Il singolo pubblicato alla fine del 1998 raggiunse la numero 7 in USA e la numero 5 in UK. Nel testo la cantante si dichiara poco dispo…