Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2011

Weezer: la cover di Paranoid Android dei Radiohead

I Weezer sono impegnati in questi giorni nelle registrazioni del nuovo album e in una delle pause nelle session si sono cimentati in una cover di un capolavoro dei Radiohead. La band californiana ha infatti registrato una bella versione di Paranoid Android, brano che la band di Thom York aveva inciso nel 1997 e che faceva parte dell'album Ok Computer, probabilmente il migliore della loro carriera. La cover è stata resa disponibile nel canale YouTube uffiiciale dei Weezer e l'ottima qualità audio dell'incisione e la cura con la quale è stato realizzato il video dimostrano che la band ha dedicato grande attenzione al brano. E non è detto che non possa anche essere pubblicato ufficialmente, magari come supplemento video al nuovo album atteso entro la fine dell'anno.
Il gruppo di Rivers Cuomo aveva eseguito per la priva volta dal vivo lo scorso 27 maggio in un concerto a Atlantic City,
In pochi giorni il video del brano ha già quasi raggiunto le 40 mila visualizzazioni.

Due cover nel nuovo album di Mango

Contiene anche due cover il nuovo album di Mango intitolato La Terra Degli Acquiloni. Nel ventesimo album del cantautore lucano trovano spazio due interessanti riletture oltre a nove tracce inedite. La traccia numero otto dell'album è infatti la cover di Volver, brano scritto nel 1935 da Carlos Gardel, cantautore argentino considerato uno dei uno dei  personaggi più importantio nella storia del tango.
Di tutt'altro genere la seconda cover contenuta nell'album, ossia la versione di Starlight dei francesi Superman Lovers, brano che nel 2001 conquistò le classifiche dance mi tutta Europa e sfiorò la vetta della classifica ufficiale inglese.
Alla realizzazione del nuovo album di Mango ha curiosamente partecipato l’intera famiglia del cantante.
La moglie, Laura Valente, anche lei cantante ed ex membro dei Matia Bazar, ha dato il suo contributo anche dal punto di vista della realizzazione stessa e degli arrangiamenti, mentre i figli hanno indossato per la prima volta i panni de…

Lifelines: il nuovo album di cover di Andrea Corr

Andrea Corr pubblica il prossimo 31 maggio 'Lifelines', il suo nuovo album, nel quale troveranno spazio 10 interessanti cover.
Si tratta della prima uscita di Andrea dopo oltre quattro anni e nasce dall’esplorazione profondamente personale, calda e intima della sua ispirazione come artista.
Prodotto da John Reynolds e con la co-produzione su diversi brani di Brian Eno, “Lifelines” contiene una raccolta di canzoni tra loro molto diverse, scelte con cura e talvolta sorprendenti, tutte costruite attorno alla voce sublime ed evocativa di Andrea; canzoni che hanno caratterizzato tutta la vita di Andrea e versioni mozzafiato di brani di artisti come Velvet Underground, Kirsty McColl e Nilsson Harry, Ron Sexsmith, Nick Drake e The Blue Nile. 
Espansivo ma intimo, adulto eppure fortemente vulnerabile, lo strumento principale dell'album è la voce di Andrea e 'Lifelines' ne esprime il talento sotto le forme più varie, spingendo le parti vocali ad estendere ben oltre le sue …

Paul McCartney al lavoro su un album di cover

Secondo quanto raccontato al giornale inglese New Musical Express, il prossimo album di Paul McCartney potrebbe essere un disco di cover. L'ex Beatles, che secondo alcune indiecrezioni sarebbe già al lavoro con uno orchestra di Los Angeles, avrebbe intenzione di pubblicare un omaggio alle canzoni dell'epoca pre-rock.
"È lo stile musicale che amava mio padre", ha dichiarato Sir Paul . "Ho sempre voluto realizzare qualcosa del genere, sin dagli anni dei Beatles, ma non avevo mai trovato il tempo. Sono canzoni che ho sempre ammirato; ho cercato di tenermi alla larga da quelle che mi sembravano più ovvie."
In molte tracce a duettare con Paul ci sarà la cantante jazz Diana Krall. "È musica per quando si torna a casa dal lavoro", aggiunge l'ex-Beatle. "La puoi ascoltare mentre sorseggi un bicchiere di vino."
Ovviamente è ancora da definire sia il titolo che la tracklist dell' album che comunque potrebbe essere pubblicato nel 201…

A Sanremo un tributo ligure a Rino Gaetano

Il 2 giugno di quest'anno ricorre il trentesimo anniversario della scomparsa di Rino Gaetano. Fra le tante iniziative per ricordare il grande cantautore calabrese vi segnalo quella organizzata a Sanremo dal Civ Luce a San Siro e che vedrà la partecipazione di un cast d’eccezione composto da interessanti artisti liguri.
Dalle 19 alle 23 si esibiranno sul palco allestito in Piazza San Siro Chiara Ragnini, il trio Delfino con Marisa Fagnani e Christian Gullone con la Grockbanda.
Gli artisti rivisiteranno i brani del cantautore con interpretazioni originali facendo riascoltare grandi successi come “Gianna”,”Ma il cielo è sempre più blu” o “Nontereggae più” oltre che a proporre alcuni brani del proprio repertorio.
Lo spettacolo, che si preannuncia coinvolgente e di impatto, sarà presentato da Claudio Porchia. "Con questa iniziativa - dichiara Monica Paracchini, presidente del Civ Luce a San Siro – intendiamo ricordare e celebrare un grande cantautore la cui opera ha influenzato …

SoundGirl: la cover di Why di Carly Simon

Potrebbe diventare uno dei tormentoni dell'estate del 2011 la cover realizzata dalle SoundGirl, frizzante trio britannico forlato dalle giovanissime Izzy B (16anni), Olivia (17anni ) e la piccola Nikki che di anni ne ha addirittura solo 14.
Le tre giovanissime ragazze traggono ispirazione dalle più grandi artiste pop, ormai diventate leggenda, come Rihanna, Beyoncè, ma non solo, la nuova girlband si rifà anche alle Spice Girls.
Il loro singolo si intitola: 'I Don't Know Why'  ed è la cover  di Why di Carly Simon. La versione originale era stata pubblicata dalla cantante americana nel 1982 e faceva parte della colonna sonora del film Soup Four One. La pellicola fu un flop ma il brano, che era stato scritto e prodotto da Bernard Edwards e Nile Rogers degli Chic, ottenne un buon successo soprattutto nelle classifiche europee.
Per le SoundGirls si tratta del secondo singolo della carriera e Izzy B, Olivia e Nikki hanno girato il video alle Barbados.

Gianna Nannini: nel tour anche le cover di Modugno e Janis Joplin

Continua con successo il tour 2011 di Gianna Nannini nelle principali piazze italiane. Nella scaletta dei concerti compaiono anche due cover con non sono passate inosservate. La prima è il classico di Domenico Modugno "Volare" che è stata inserita anche nel più recente album della cantante senese "Io e Te".
Sorprende di più invece trovare in scaletta il brano "Io e Bobby McGee" ossia la cover di "Me and Bobby McGee", classico portato al successo da Janis Joplin nel 1971. La Nannini aveva inciso la cover per l'album California del 1979 ma non si tratta di una canzone che ha eseguito molto spesso nei suoi concerti. Il brano era stato scritto da Kris Kristofferson e Fred Foster nel 1969; la prima versione incisa fu quella di Roger Miller ma fu Janis Joplin a rendere leggendario il brano arrivando che però raggiunse la numero uno della classifica USA solo dopo la sua morte.
La traduzione in italiano del brano è della stessa Nannini.

The Baseballs: la cover di Candy Shop di 50 Cent

Dopo il successo ottenuto, anche un po' a sorpresa dall'album d'esordio i The Baseballs ci riprovano, L'album Strike!, (4 volte platino in Finlandia, platino in Svezia, Norvegia, Olanda, doppio platino in Svizzera, disco d’ argento in Inghilterra e d’oro in Germania) conteneva le hit in versione rockabilly di 'Umbrella' e 'Hot n'cold'.
Il disco nuovo, "Strings 'n' Stripes", viene anticipato per il mercato italiano da una cover in chiave surf rock di una hit del rapper di 50 Cent. Niente più gansta rap ma echi alla Beach Boys, ciuffi alla Elvis, drive in e le inconfondibili e divertenti armonie vocali del trio tedesco.
La versione originale di Candy Shop ha raggiunto nel 2005 la vetta della classifica statunitense, diventando il terzo numero uno nella carriera del rapper americano. Il brano, che faceva parte dell'album The Massacre,  è stato nominato ai Grammy Awards 2006 nella categoria Miglior canzone rap, ed agli MTV Video M…

Mario Biondi canta la cover di My Girl

Mario Biondi ritorna con un nuovo singolo e si tratta di una bella versione di "My girl", un classico dei Temptations scritto da Smokey Robinson e da Ronald White, nel 1964. numero uno nelle classifiche statunitensi nel 1965 e in seguito reinterpretato da moltissimi altri artisti (celebre la cover di Otis Redding). Il brano, già in vendita su iTunes (distribuzione Tattica/Kiver), gli è stato commissionato da Peroni Nastro Azzurro, che ha scelto l'inconfondibile voce di Biondi come colonna sonora della sua nuova campagna "primavera-estate" appena lanciata nel Regno Unito con una distribuzione capillare nelle sale cinematografiche, su Internet e nei canali di outdoor tv.
Oltre alla versione in inglese il cantante siciliano ha inciso anche una versione in italiano del brano.
Il tour estivo di Mario Biondi partirà dal Gran Teatro di Roma il 21 maggio. Quello di Roma infatti sarà il primo impegno del cantante catanese che assieme ad una Big Orchestra da 40 element…

Arcade Fire: la cover live di Girs Just Want To Have Fun

Da qualche giorno circola in rete una cover del brano "Girls Just Want To Have Fun" eseguita dal vivo dagli Arcade Fire. Anche se la qualità del video è decisamente lo-fi, la cover merita merita una segnalazione particolare perché è stata eseguita dalla band canadese in duetto con Cyndi Lauper che portò quel brano al successo nel 1983. Si è trattato di un gradito fuori programma per il pubblico del New Orleans Jazz Festival che quest'anno ha ospitato tra gli altri Bon Jovi, Jeff Beck, Kid Rock, Lauryn Hill, Benoit, Decemberists, Strokes, Arcade Fire e Cyndi Lauper.
La band di Win Butler aveva già in passato proposto dal vivo il brano ma nel duetto con la colorita cantante americana sembrano divertirsi veramente molto.
Una curiosità: il brano "Girls Just Want To Have Fun" era stato scritto nel 1979 da Robert Hazard che registrò un demo del brano senza però mai pubblicarlo. Fu il produttore Rick Chertoff a scovare il brano e a proporlo a Cindy Laurer che con que…

Andrea Corr canta Tinseltown In The Rain dei Blue Nile

Andrea Corr ha ha scelto la cover di un brano dei Blue Nile per il suo ritorno sulla scena discografica. Il singolo per ora non è stato ancora pubblicato ufficialmente ma farà parte del suo nuovo album Liflines in uscita alla fine del mese. Il brano è però da questa settimana entrato a far parte della playlist della Radio 2 della BBC che ha inserito il brano come new entry nella sua B List.
Si tratta di una originale rilettura del brano che i Blue Nile incisero nel 1983 e che inserirono nel loro album di debutto "A walk across the rooftoops". Nonostante la bellezza e la popolarità ottenuta, questa di Andrea Corr è la prima cover ufficiale della canzone.
L'album Lifelines, il secondo da solista per l'ex voce dei The Corrs, sarà composto interamente da cover e verrà pubblicato il prossimo 30 maggio su etichetta Atlantic.

Todd Rundgren: album tributo a Robert Johnson

Robert Johnson è sicuramente una leggenda della musica blues. La popolarità del grande chitarrista del Mississippi non accenna a diminuire e si può misurare anche con i molti omaggi tributati alla sua musica. Tributi ancora più numerosi in questi primi mesi dell'anno, forse anche per il fatto che in questo 2011 ricorre il centesimo anniversario della nascita di Johnson, che vide i natali l'8 maggio del 1911 nella piccola cittadina di Hazlehurst, nella contea di Copiah.
L'ultimo omaggio in ordine di tempo arriva da Todd Rundgren, cantante, musicista e produttore americano celebre per il suo lavoro con Meat Loaf, Grand Funk e gli XTC. Il suo nuovo album si intitola “Todd Rungren’s Johnson" e contiene 12 brani scelti tra i classici scritti da Robert Johnson. Le registrazioni sono state realizzate più di un anno mentre nel mese di marzo era stato già pubblicato una versione "short" del disco che conteneva 3 brani che non fanno invece parte di questa raccolta.
Ru…

I Ridillo festeggiano i 20 anni con una cover di Tom Jones

I Ridillo festeggiano i 20 anni di carriera con un nuovo album intitolato Playboys e con la cover di un grande classico della storia della musica. L'ottavo album della band emiliana contiene infatti una divertente versione di "It's Not Unusual" di Tom Jones cantata in italiano ed intitolata "Non E' Normale". In realtà si tratta dunque della cover della versione realizzata da Little Tony nel 1967 per il film musicale "Marinai in coperta" (di Bruno Corbucci) nel quale ovviamente Little Tony era anche protagonista. Curioso il fatto che il titolo originale "It's Not Unusual" ha il significato esattamente opposto (Non è inusuale) di quello scelto da Little Tony.
La versione originale del brano, scritto dal Les Reed e Gordon Mills, fu pubblicata dia Tom Jones nel 1965 e vedeva la partecipazione alla chitarra di un giovanissimo Jimmy Page, futuro chitarrista dei Led Zeppelin.
I Ridillo interpretano il brano con grinta, groove ma anche c…

Jovanotti: la cover di Mare Mare nel concerto di Bologna

Cover a sorpresa nel concerto di Jovanotti tenuto a Bologna lo scorso 5 maggio, davanti ad oltre 13 mila persone. Sul palco del Futurshow sono infatti saliti due amici di Lorenzo, Cesare Cremonini e Luca Carboni. Insieme a loro Jovanotti ha cantato la cover del brano "Mare Mare" di Luca Carboni, accompagnato al basso da Ballo, il fido collaboratore di Cesare Cremonini dai tempi dei Lunapop. La versione originale, scritta insieme a Mauro Malavasi, era stata incisa da Carboni nel 1992, anno nel quale iniziò la collaborazione, in studio e dal vivo, con Jovanotti.
Su Youtube circolano già i video dell'esibizione, anche se purtroppo tutti di qualità audio e video piuttosto scadente.

Dalla Grecia una cover di Belinda Carlisle

La spagnoleggiante “ La Luna ” di Belinda Carlisle ritorna con una nuova versione dance ricantata da Joan Kolova. Prodotto dal team greco formato da Consoul Trainin & Easy Coutiel , “ La Luna ” by Contras è distribuita per l'Italia dalla X Energy. Il singolo comprende le versioni club remixate dai DJ producer italiani Davide "Rivaz" Riva e Relight Orchestra . Il brano era stato già ripreso in passato per il mercato spagnolo e tedesco e lo scorso anno la band greca degli Otherwiew aveva inciso una cover dance del brano che aveva ottenuto un buon successo nei club
La versione origionale di "La Luna", scritta da Rick Nowels, Ellen Shipley, era stata pubblicata da Belinda Carlisle nel 1989. Faceva parte dell'album Runaway Horses e fu pubblicata anche come 45 giri ottenendo un buon successo nelle classifiche UK, in Svizzera, in Germania e anche in Italia.

Aloe Blacc rende omaggio a Jay-Z e Kanye West

Il cantante californiano Aloe Blacc, ospite dell'ultima puntata dello show radiofonico della BBC 1 Live Lounge, ha proposto una sua personale versione di uno dei brani più conosciuti del repertorio di Jay-Z. Oltre ad eseguire dal vivo il singolo "I need A Dollar" con il quale ha conquistato le classifiche USA, Blacc ha dato una prova della sua versatilità con una cover di "99 Problems" canzone che nel 2004 Jay-Z incise nel suo Black Album e che fece vincere al rapper newyorkese un Grammy come miglior brano rap dell'anno.
Rispetto all'originale la versione di Blacc è sicuramente molto più vicina alle atmosfere soul e anche il testo è stato leggermente "limato" in alcuni termini slang che forse non erano del tutto in linea con i programmi della BBC ...
Da notare però che la cover di Blacc contiene anche la citazione di un altro classico della scena hip hop: "Can't tell me nothing" di Kanye West che viene ripresa all'inizio del …

Neri Marcorè canta De André al Concerto del Primo Maggio

Oltre che perfettamente a suo agio nel ruolo di presentatore, Neri Marcorè è stato protagonista a sorpresa anche come cantante al concerto del Primo Maggio di quest'anno. Il bravissimo attore romano ha infatti proposto al pubblico di Piazza San Giovanni una bella versione di "Dolcenera" di Fabrizio De Andrè. Il brano è stato dedicato dal conduttore alla popolazione del Giappone colpito dalla recente tragedia e l'esibizione è stata accompagnata da una suggestiva scenografia nella quale campeggiava la bandiera del Sol Levante. Marcorè ha cantato il brano e suonato la chitarra, accompagnato dall'orchestra.
La versione originale del brano - scritto a quattro mani con Ivano Fossati - faceva parte di Anime Salve, l'album pubblicato da De André nel 1996, l'ultimo della sua carriera. Una parte della canzone è stata anche usata come sigla della trasmissione Che Tempo Che Fa di Rai Tre.