Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2011

Gli America tornano con un album di cover

A quarant'anni dal loro album di debutto che grazie alla celebre "Horse With No Name" raggiunse la vetta della classifica di Billboard, tornano gli America. Il disco nuovo della popolare band americana si intitola "Back Pages" e contiene 12 cover interpretate con stile inconfondibile. Il repertorio scelto da Gerry Beckley e da Dewey Bunnel spazia dai grandi classici degli anni 60 dei Beach Boys, di Simon & Gartunkel o degli Zombies fino a brani più recenti (e sorprendenti) come "Someday we'll know" dei New Radicals o “A Road Song ” dei Fountains Of Wayne.
A chiudere la raccolta il brano di Bob Dylan del 1964 che ha anche suggerito il titolo alla raccolta.

Tracklist:
01 – America (Simon and Garfunkel)
02 – A Road Song (Fountains Of Wayne)
03 – Woodstock (CSN)
04 – Caroline No (Beach Boys)
05 – Someday We’ll Know (New Radicals)
06 – Sailing To Philadelphia (Mark Knopfler)
07 – Crying In My Sleep (Nick Lowe)
08 – Time Of The Season (The Zombie…

I The Presence vincono il Tribute Band Show

Sono i “The Presence”, tributo al Led Zeppelin, i vincitori dalla prima edizione del Tribute Band Show, il programma di La3 che ha visto scontrarsi 16 tra le migliori tribute band italiane, dedicate ai miti del rock e del pop ’60 e ’70. 15 sfide in altrettante puntate andate in onda sulla tv di 3 Italia, disponibile sul canale 143 di Sky e, in streaming, sui videofonini “3” e su www.la3tv.it. In finale i The presence hanno battuto i Waterfall, band di Frosinone tributo agli Eagles.
I “The Presence” sono una band di Milano composta da sei musicisti con in comune la passione per i Led Zeppelin e il rock anni ’70. Si esibiscono regolarmente in locali e manifestazioni nel Nord Italia e propongono un repertorio che comprende tra gli altri brani di Cream, Deep Purple, Lynyrd Skynyrd, Eric Clapton, Jimi Hendrix e ovviamente Led Zeppelin.
Sono già aperti i casting per la nuova edizione del programma; per partecipare è sufficiente caricare un video sul sito www.la3tv.it, nella sezione “Your …

Marco Mengoni rende omaggio a Amy Winehouse

A poche ore dalla tragica scomparsa di Amy Winehouse, sono già molti gli omaggi musicali che le sono stati tributati. Da segnalare quello di un'artista italiano, Marco Mengoni che durante il suo concerto tenuto a Viareggio all'interno del Festival Teatro Canzone. Il cantante viterbese ha chiuso la sua esibizione interpretando alla sua maniera la celebre Back To Black, brano che dava il titolo al secondo album della sfortunata cantante inglese."Se ne è andata una delle più grandi cantanti che avevamo al giorno d'oggi"  ha detto Mengoni al pubblico prima di interpretare in maniera convincente una delle canzoni più intense del repertorio della Winehouse e che la stessa cantante aveva scritto a quattro mani con Mark Ronson.

Anche Patti Smith canta Rolling In The Deep di Adele

Si allunga ancora la lista delle cover di "Rolling In The Deep" il fortunato singolo di Adele contenuto nel nuovo album 21. Ad eseguire il brano dal vivo è stata in questo caso addirittura Patti Smith, che lo scorso 14 luglio ha eseguito una propria personale versione della hit della giovane collega durante un suo concerto newyorchese al Castle Clinton. "Io non ho mai vinto un Grammy ..." ha scherzato la sacerdotessa del punk prima di intonare il brano che ha permesso ad Adele di raggiungere la numero uno nelle classifiche USA.
I fan della Smith hanno sembrato gradire la bella interpretazione del brano e anche la scelta di un branop così pop non sorprende più di tanto visto che l'ultimo album della cantante americana Twelve era interamente composto da cover, non solo di classici del rock, visto che nel disco spiccava una toccante versione di Everybody Wants To Rule The World dei Tears for Fears.
Recentemente Rolling In The Deep era già stata ripresa dal vivo d…

Beady Eye: la cover di Blue Moon inno del City

La passione di Liam Gallagher per il Manchester City è nota a tutti i suoi fan. Quest'anno l'ex voce degli Oasis ha avuto l'onore di incidere - con i Beady Eye - una propria personale versione dell'inno ufficiale della sua squadra del cuore e di realizzare un video della cover che sarà usato per il lancio del nuovo kit 2011- 2012 realizzato dalla Umbro. Il brano in questione è il classico del 1934 "Blue Moon" scritta dal Richard Rodgers e Lorenz Hart. Nonostante il suo tema malinconico, il brano viene cantato allo stadio come fosse un inno eroico ed è da anni il coro con il quale i tifosi del Mancherster City salutano i loro beniamini. Il brano è un vero e proprio standard e negli anni è stato portato al successo da decine di artisti, da Elvis Presley ai Marcels
La cover realizzata dai Beady Eye e intensa e coinvolgente e si mescola con le note del nuovo singolo della band "The Beat Goes On". Liam, con la sua solita modestia, ha dichiarato che la …

La cover di "Sky" di Sonique

Nel 2000 il singolo "Sky" conquietò le classifiche di mezza Europa, in particolare Austria, Belgio, Regno Unito e Finlandia. In Italia il brano fu scelto dalla Vodafone per una celebre spot con protagonista la bella Megan Gale e ciò contribuì non poco al successo del brano che arrivò a sfiorare la vetta della Hit Parade. A cantre il brano era Sonique, cantante e dj inglese che aveva debuttato qualche anno prima come voce della band degli S'Express.
Oggi il brano torna nelle classifiche grazie ad un nuovo arrangiamento pop rock vicino alle sonorità britanniche… e soprattutto grazie alla voce profonda di Renoir. D'origine francese, oltre che cantantautore, Renoir è anche un ballerino e performer e sa sempre come dare emozione quando è sul palco. Spesso protagonista in teatro di musical come Moulin Rouge, Renoir è davvero un artista a tutto tondo. "Sky" è solo il primo brano di un album pieno di cover e canzoni inedite che Renoir pubblicherà in autunno con Ti…

A San Bartolomeo al Mare "Graziani Canta Graziani"

Arriva domani sera, giovedì 14 luglio, a San Bartolomeo al Mare il concerto tributo a Ivan Graziani portato in scena dai figli del musicista scomparso nel 1997, Filippo e Tommy. “Viaggi & Intemperie” è il concerto-avventura di Filippo e Tommy Graziani nell'eredità musicale di Ivan cantautore e padre. Lo spettacolo si avvale della regia di Pepi Morgia, che lo definisce un caleidoscopio di ricordi e emozioni che arrivano dritte al pubblico. Un concerto particolare sin dal principio, con un'apertura affidata a un brano che si intitola "Chiusura", per segnare subito "il confine fra i sogni e la realtà". Parte così, con un pezzo dell'album di esordio di Ivan Graziani ("La città che io vorrei") lo spettacolo avventura dove si intrecciano nomi, persone, luoghi e ricordi per riscoprire da un altro punto di vista le canzoni del cantautore abruzzese scomparso 12 anni fa. Sul palco, oltre a Filippo Graziani voce e chitarra e Tommy Graziani alla batt…

Dalla Francia la cover soul di Seven Nation Army

Arriva dalla Francia l'irresistibile cover in chiave soul di "Seven Nation Army" dei White Stripes, il brano che in Italia è diventato famoso durante i Mondiali di Calcio in Germania. A firmare la cover è stato un giovane cantante francese Ben l'Oncle Soul. Sua madre cantava con Otis Redding, lui è stato praticamente allattato da Aretha Franklin, la sua infanzia è ritmata da Ray Charles, Sam Cooke e Marvin Gaye. La Motown France, la prestigiosa etichetta soul si interessa a lui nel 2008 quando intercetta in Internet dei suoi brani, lo produce e pubblica il suo album di debutto. Ora Ben (vero nome Benjamin Duterde) dopo aver conquistato spontaneamente la homepage di iTunes, è pronto a conquistare anche il pubblico italiano visto che da venerdì 15 Luglio il suo singolo sarà in rotazione radiofonica. Si tratta della cover di Seven Nation Army, che in Francia era stata pubblicata con successo giù nel 2009.
Giovedì 21 luglio Ben l'Oncle Soul sarà in concerto ad Anti…

Linkin Park: la cover di Rolling In The Deep

Si allunga ancora la lista delle cover "ufficiali" di "Rolling The Deep", il singolo di Adele pubblicato alla fine del 2010 che può già essere già considerato un piccolo "classico".
Qualche settimana fa, durante una pausa delle prove di un concerto in Germania, i Linkin Park si erano cimentati nella cover del brano e il video amatoriale realizzato da alcuni fan aveva fatto il pieno di visite su Youtube. Vista forse anche la buona reazione del pubblico, la band ha inserito la cover nei concerto dello scorso 4 luglio alla Roundhouse di Londra ll'interno dell' iTunes Festival 2011. Si tratta di una versione piano e voce cantata da Chester Bennington, diversa da quella che era stata svelata su Youtube. Ora il gruppo di Mike Shinoda ha deciso di pubblicare ufficialmente la cover proprio attraverso iTunes.
La versione originale di "Rolling in the deep" è stato il primo brano di Adele a raggiungere la vetta della classifica di Billboard. e ad…

Adele: una cover live di Bonnie Raitt

"I Can't Make You Love Me" è una delle canzoni più belle del repertorio della cantante americana Bonnie Raitt. Il brano, scritto da Mike Reid e da Allen Shamblin, fu pubblicato nel 1991 come singolo e nell'album Luck of Draw. Da allora la canzone è stata ripresa da decine di artisti, da Prince a George Michael, da Tony Hadley a Kenny Rogers. Anche Adele non è rimasta immune al fascino del brano che la rivista Mojo nel 2000 ha inserito alla posizione numero 8 nella lista delle "100 Canzoni Più Belle di Tutti i Tempi". La cantante inglese ha inserito una sua personale e struggente versione del brano nella scaletta del suo concerto dello scorso 7 luglio alla Camden Roundhouse durante l’iTunes Festival. Adele, che recentemente aveva cancellato le date americane della sua tournée a causa di una laringite, è apparsa in gran forma e ha stregato il pubblico con le canzoni del nuovo album 21. Oltre alla cover di Bonnie Raitt - inedita su disco - la cantante ha prop…

Lotte Kestner: un EP di cover con omaggio a Billy Idol

Lotte Kestner è lo pseudonimo scelto da Anna-Lynne Williams, voce e chitarrista dei Trespassers William, per la sua carriera da solista. Ad accompagnare l'uscita del nuovo album Stolen è arrivato un interessante EP composto da cover. La più interessante è certamente quella d'apertura, un omaggio alla celebre "Eyes without a face" di Billy Idol proposta in una versione acustica chitarra e voce. L'originale nel 1984 fece le fortune dell'ex leader dei Generation X arrivando fino alla numero 4 della classifica USA e diventando la canzone più popolare del suo repertorio.
Quasi irriconoscibile anche la cover di Halo di Beyonce che anche in caso viene proposta anche essa in versione acustica. Decisamente meno note al grande pubblico invece Harmless Spark di David Bazan e Black Metallic dei Catherine Wheel anche esse inserite nella trackist dell' EP.

Tracklist

01 – Eyes Without A Face
02 – If I Were
03 – Halo
04 – Harmless Sparks
05 – Black Metallic

Caro Emerald: la cover di Bad Romance di Lady Gaga

C'è anche la cover di Bad Romance di Lady Gaga tra le extra tracks contenute nella Platinum Edition dell'album di debutto di Caro Emeral. La Time Records ha infatti pubblicato una nuova versione cd + dvd di "Deleted Scenes From The Cutting Room Floor", l'album di debutto della cantante olandese. Il disco, ormai ai vertici delle classifiche in mezza Europa (Uk, Germania, Austria), oggi contiene anche tre brani live e "(Vivere) Riviera Life" cantata in duetto con Giuliano Palma ed un dvd ricco di contenuti speciali. Il dvd è infatti una sorta di greatest hits live dell'artista con ben 14 canzoni. C'è una versione di "Stuck" registrata con un'intera orchestra sinfonica, ce n'è un'altra eseguita live in un club; ci sono quattro canzoni registrate al North Sea Jazz Festival di Rotterdam, ce ne sono due invece registrate a Pinkpop, un altro importante festival musicale olandese… Come se non bastasse, ci sono ben 10 remix, una ve…

Anche i Beatles nel nuovo album di Pat Metheny

Si intitola "What's It All About" il nuovo album di Pat Metheny e raccoglie dieci cover scelte con grande cura dal chitarrista americano. E' un lavoro che Metheny ha descritto come nato sull'onda delle emozioni e dei ricordi della sua infanzia, con alcune delle canzoni che lo hanno accompagnato in quel periodo quando era ragazzino nel natio Missouri.
Le due cover più interessanti della raccolta la prima e l'ultima del disco. L'album infatti si apre con The Sound of Silence, una delle canzoni più famose di Simon e Garfunkel e colonna sonora del film Il Laureato. A chiudere il disco è invece una bella versione di un altro celebre classico degli anni 60 come And I Love Her dei Beatles. L'originale fu incisa dai Fab 4 nel 1964 e inserita nell'album A Hard Day's Night. È l'unico brano del disco eseguito usando una normale chitarra acustica con le corde di nylon, ed anche l'unico con l'interpretazione più fedele all'originale. Molte…