Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2011

Giorgia: la cover di Dettagli di Ornella Vanoni

Anche la terza puntata del Il Più Grande Spettacolo Dopo Il Weekend si è chiusa con una bella cover vintage cantata da Giorgia. Dopo l'omaggio a Mina e quello a Petula Clark, lunedì sera la cantante romana ha scelto di interpretare Dettagli di Ornella Vanoni. Il brano era stato inciso dalla cantante della mala nel 1973 e faceva parte dell'omonimo album. che all'epoca vendette oltre mezzo milione di copie. Ottenne un buon successo anche come 45 giri raggiungendo la posizione numero 13 della Hit Parade. Ma anche il brano della Vanoni era una cover. La versione originale infatti era stata incisa due anni prima da Roberto Carlos, che è anche l'autore della canzone, con il titolo di Dethales. Dettagli è quindi in realtà l'adattamento in italiano di quel brano con il testo tradotto da Bruno Lauzi,
Anche in questo caso l'interpretazione di Giorgia è all'altezza della sua fama e ora comincia ad essere lecito domandarsi se non sarebbe il caso di pubblicare le cove…

Ancora una cover di Wishing On A Star

Gli appassionati di cover sanno bene che non sempre il numero di inetrpeatazioni di un brano dipende dalla popolarità della versione originale. Come nel caso di "Wishing On A Star", brano che nel 1978 fu inciso dai Rose Royce e che faceva parte del loro secondo album. La canzone ebbe un successo tutt'altro che strepitoso visto che in America non riuscì ad entrare nella Top 50 di Billboard, anche se nelle classifiche UK si comportò decisamente meglio.
Negli anni però il brano, che portava la firma di Billie Rae Calvin, è stato ripreso da decine di grandi artisti di estrazione musicale molto differente: da Paul Weller alle Cover Girls, da Beyonce ai MFSB l'elenco è lunghissimo e comprende anche la nostra Irene Grandi che aveva inserito il brano nell'album Canzoni di Natale. In questo ultimo scorcio del 2011 sono curiosamente due le cover del brano in circolazione. Dopo quella inserita da Seal nel suo album Soul II, arriva ora una versione realizzata dai finalisti …

Adele: anche quattro cover nel DVD live

Contiene anche tre cover il nuovo DVD live di Adele in uscita il 29 novembre. Si tratta di "Live at the Royal Albert Hall" e come suggerisce il titolo contiene le immagini del concerto tenuto dalla cantante inglese nella celebre sala londinese lo scorso 22 settembre. Tra le 17 tracce che compongono il live compaiono quattro cover anche se non si tratta di interpretazioni inedite ma di brani che i fan della cantante inglese conoscono molto bene.
"Make You Feel My Love" è un brano di Bob Dylan del 1997 che faceva parte dell'album Time Out Of Mind. Adele lo inserì nel suo debutto 19 grazie al consiglio del suo maneger Jonathan Dickins. E' stato il quinto (e ultimo) singolo estratto dall'album. "Lovesong" è una hit dei Cure che la band di Rober Smith pubblicò come singolo nel 1989 e faceva parte del loro capolavoro Disintegration. Adele aveva già cantato il brano nell'album 21.
"I Can't Make You Love Me" è invece una dolcissima…

Dal Messico una cover da record di Rolling in the Deep

In attesa che Adele ritorni ad esibirsi in pubblico dopo i noti problemi alle corde vocali, ci si può consolare con le cover che circolano in rete. Una in particolare sta riscuotendo un successo veramente sorprendete. Si tratta della versione di "Rolling in the deep" realizzata dai Vázquez Sounds una giovanissima band messicana. Il gruppo è un terzetto formato da tre fratelli: Angie alla voce Gustavo alla batteria e Abelardo al piano e alla chitarra. Il video della loro versione della hit di Adele è stato inserito su Youtube ed in pochi giorni ha raggiunto risultati impressionanti: più 5 milioni e mezzo di visualizzazioni, una percentuale schiacciante di "like" e una infinita lista di commenti entusiastici. Se a ciò aggiungiamo che la loro pagina di Facebook vanta od oggi oltre 125 mila fan e che su Twitter hanno già oltre 20 mila follower, è facile intuire perché i media di tutto il mondo stia iniziano ad occuparsi di loro.
Della cover colpisce sicuramente la br…

Esce a gennaio Chimes of Freedom: Songs of Bob Dylan

Dopo le indiscrezioni circolate negli ultimi mesi arriva ora l'ufficialità. "Chimes of freedom: songs of Bob Dylan honoring 50 years of Amnesty International", sarà pubblicato il 30 gennaio 2012.
La compilation di cover di Bob Dylan il cui incasso andrà a favore di Amnesty International che fu fondata pochi mesi prima della pubblicazione del primo album di Dylan, sarà veramente "monumentale". Sarà composta da ben 4 CD per un totale di 72 canzoni interpretate da moti nomi celebri della musica internazionale alle quali va aggiunta la conclusiva Chimes of Freedom dello stesso Dylan. La versione digitale conterrà 3 pezzi bonus.
Oltre ai nomi che erano già circolati nelle ultime settimane si scopre ora che a cantare la mitica "Blowing in the wind" sarà Ziggy Marley, Carly Simon interpreta "Just Like a Woman" e ai Maroon 5 toccherà il non facile compito di riprendere "I Shall Be released".
Tra le presenze più curiose quella di Ke$ha ch…

Kylie Minogue rende omaggio agli Eurythmics e ai Prefab Sprout

Dopo i successo ottenuto dalla sua ultima tournée arriva nei negozi Aphrodite Les Folies, il DVD di Kylie Minogue con le riprese effettuate nel corso della data londinese dello scorso aprile alla O2 Arena.
Il film concerto è stato registrato in 3D e diretto da William Baker ed è stato già proiettato questa estate nelle sale inglesi e irlandesi.
Tra le 26 canzoni che compongono la scaletta del concerto figurano due cover interessanti. La prima è una versione di "There Must Be an Angel (Playing with My Heart)"  brano degli Eurythmics che la band di Annie Lennox ha inciso nel 1985 e che vedeva la presenza all'armonica del grande Stevie Wonder.
In scaletta anche la cover di un brano "minore" dei Prefab Sprout. Si tratta di "If You Don't Love Me" brano che la band di Paddy Mc Aloon aveva inserito come inedito nella raccolta Life Of Surpises e che aveva ottenuto un inaspettato successo nelle classifiche dance americane. Kylie aveva già inciso il brano…

Mina: nel nuovo album la cover di Ainda Bem

Puntuale come ogni anno Mina ritorna con un nuovo album che arriva giusto in tempo per i regali natalizi. Il disco si intitola Piccolino e contiene 14 tracce. Fra queste spicca la cover di un brano che dimostra l'amore della cantante per la musica brasiliana e che dal prossimo 25 novembre sarà in rotazione radiofonica. Si tratta di "Ainda Bem" brano contenuto nel nuovo album della cantante Maria Monte (già cantante dei Tribalistas) intitolato "O Que Você Quer Saber de Verdade". Il disco è stato pubblicato in Brasile nel settembre di quest'anno arrivando anche alla numero 2 in classifica.
Marisa Monte e Arnaldo Autunes, entrambi componenti dei Tribalistas, sono gli autori  del brano. Massimiliano Pani ha raccontato che hanno mandato a Mina il brano via mail come dei veri fan . "La canzone era accompagnata da una lettera stupenda - rivela ancora il figliomi, -. Questo dimostra la sua credibilità nel mondo". Il disco è stato pubblicato lo scorso 22…

Due cover natalizie per Lady Gaga

Anche Lady Gaga non resiste al fascino delle canzoni natalizie, che per il mercato americano sono una tappa immancabile per quasi tutti i grandi nomi della musica. La signorina Germanotta ha pubblicato infatti un EP intitolato A Very Gaga Holiday che contiene due cover di classici del Natale. Colpisce in particolare che la più trasgressiva tra le star del nuovo millennio abbia scelto di interpretare il più tradizionale dei brani dedicati al Natale, quella White Christmas scritta a Irvin Berlin e portata al successo nel 1942 da Bing Crosy. Il brano è stato inciso negli anni da centinaia di artisti in tutto il mondo Italia compresa dove venne tradotta con il titolo di Bianco Natale. La sola versione di Crosby ha venduto oltre 50 milioni di copie ed è secondo il Guinnes Book od Records il singolo più venduto nella storia della musica.
La seconda cover interpretata da Lady Gaga è un altro classico, anche se meno conosciuto in Italia. Si tratta di "Orange Colored Sky" scritta…

Giorga: la cover di Downtown

Dopo aver cantato "Se Telefonando" nella prima puntata, questa settimana Giorga ha scelto un altro omaggio agli anni sessanta per la seconda puntata del nuovo show di Fiorello. A chiudere la seconda puntata de "Il più grande spettacolo dopo il weekend" è stata infatti una bella versione di Downtown, canzone che Petula Clark aveva portato al successo nel 1965. Il brano era stato scritto da Tony Hutch , che era soprannominato "il Bacharach inglese"
In origine Hatch scrisse la canzone per i Drifters, ma quando la Clark sentì la prima bozza della canzone disse a Clark che se trovava un testo bello come la melodia, la canzone la voleva per lei. Il testo venne completato mezz'ora prima dell'inizio delle sessions di registrazione.
Per il testo Hatch perse ispirazione dal ricordo della prima volta che visitò New York
Il successo in America è arrivato solo un anno più tardi.
Il brano nel 1965 arrivò in vetta della classifica USA mentre in patria la can…

Molte cover nell'ultimo album degli Scorpions

Gli Scorpions chiudono la loro lunga storia con un album ricco di cover. Il disco si intitola Comeblack ed è il diciannovesimo nella quasi quarentennale carriera della band tedesca, che aveva esordito nel 1972 con l'album Lonesome Crow.
Nel loro ultimo lavoro gli Scorpions non hanno però inserito inediti; hanno invece preferito pubblicare una selezione dei loro titoli più famosi ri-eseguiti in studio e una serie di cover degli anni 60-70 che hanno influenzato il gruppo durante la loro carriera. Oltre ai classici della band Meine, Schenker, Jabs & co. hanno, infatti, registrato, alcune pietre miliari della storia della musica, che occupano la seconda parte del disco. Si tratta pero però curiosamente di canzoni molto distanti dal genere hard rock.
Si parte con la cover di "Tainted Love" brano reso celebre dai Soft Cell negli anni 80 ma che nel 1965 era stata incisa da Gloria Jones, la compagna di Marc Boland, leader dei T Rex e personaggio fondamentale della scena gla…

Hollywood: il nuovo album delle Puppini Sisters

Le Puppini Sisters sono un curioso trio vocale che negli ultimi anni ha saputo imporsi all'attenzione del pubblico e della critica grazie ad un repertorio fatto di cover cantate a cappella. Nonostante la loro dichiarata passione per lo swing e il jazz, il loro stile riesce a rimanere moderno tanto che la critica le ha definite "una versione in acido delle Andrew Sisters".
Il gruppo capitanato da Marcella Puppini pubblica ora il quarto album della propria carriera, un omaggio alle star del cinema degli anni 40 e 50 intitolato Hollywood. L'album è stato anticipato dal singolo "Diamonds are a girl's best friend" barano reso celebre da Marylin Monroe nella colonna sonora del film del 1953 Gli Uomini Preferiscono Le Bionde.  In scaletta, oltre ad alcune canzoni inedite, anche un omaggio a Judie Garland con la cover di "Get Happy", classico che ha fatto parte del repertorio di Frank Sinatra e Ella Fitzgerald. Molto originale anche l'arrangiamen…

Il tributo agli U2 alla numero uno della classifica di iTunes

Anche in Italia qualche volta le classifiche di vendita sanno regalare delle sorprese. Questa settimana infatti alla numero uno della classifica degli album più scaricati da iTunes c'è per la prima volta un tribute album. Si tratta di "AHK-toong BAY-bi Covered" disco uscito per festeggiare il 20° anniversario dell'uscita di Ahtung Baby avvenuta nel1991, e che contiene le stesse canzoni dell'album originale reinterpretate da artisti vari.
Tutti i proventi dell'album che è stato messo in vendita su iTunes dalla scorso 15 novembre andranno a favore di "Concern Worldwide" una associazione no profit irlandese che aiuta le popolazioni dei paesi più poveri del pianeta.
Il disco è stato realizzato grazie alla rivista musicale inglese Q e ha visto la partecipazione di grandi nomi i del rock come Patti Smith, Garbage, Depeche Mode e Damien Rice.
Particolarmente importante il brano dei Garbage perchè rappresenta il primo passo verso l'attesa reunion della…

Le cover di grandi classici nel nuovo album di Mario Biondi

Sono ben sette le cover contenute in “Due”, il nuovo doppio album di inediti di Mario Biondi in uscita su etichetta Tattica e distribuito da Indipendente Mente  Diviso in due dischi, il nuovo lavoro vedrà l'artista catanese duettare con giovani artisti ancora poco noti al grande pubblico ma dal riconosciuto talento.  Come nella cover del brano di Irvin Berlin, "Blu Skies" un classico scritto nel lontano 1926 che è cantata insieme a Jeff Cascaro. Il giovane interprete Walter Ricci che interpreta invece il brano dei The Cardinals “The door is still open to my heart” brano scritto nel 1955 da Chuck Willis e portato al successo da Dean Martin. Samantha Iorio che accompagna Biondi nella cover del brano di Deniece Williams, “Free” mentre la pop star danese Hanne Boel duetta con Biondi nella romantica “Funny how time slips away” di Willie Nelson.
Il sassofonista Daniele Scannapieco offre una nuova versione di “Where are you” di Burt Bacharach,
Nell'album saranno inserite a…

Giorgia: la cover di Se Telefonando di Mina

Prima puntata ricca di cover interessanti per il nuovo show di Fiorello che è tornato su Rai 1 con "Il più grande spettacolo dopo il weekend". Debutto che ha visto lo showman siciliano duettare con due grandi nomi della musica italiana come Giorgia e Giuliano Sangiorgi dei Negramaro inseme ai quali ha proposto omaggi musicali a Frank Sinatra, Jimmy Fontana e Caro Emerald.
Ma la cover più riuscita della serata è arrivata con i titoli di coda quando, come annunciato, Giorgia si è cimentata nella cover di "Se telefonando" .
Uno dei brani più celebri (e più difficili) del repertorio di Mina anche se all’epoca della sua pubblicazione nel 1966 non andò oltre l’undicesima posizione nella hit parade.
Tra gli autori del brano figurano Ennio Morricone e un giovane Maurizio Costanzo.
Morricone scrisse la musica traendo ispirazione dalle dal suono delle sirene della polizia di Marsiglia; il tema principale si basa su tre note ripetute che ricordano in effetti quel tipo di suo…

Una cover dei Nirvana nel DVD dei Placebo

C'è anche un omaggio ai Nirvana nel nuovo DVD live dei Placebo uscito lo scorso 31 Ottobre e intitolato We Come In Pieces. Tra le canzoni che la band di Brina Molko ha cantato nel corso del concerto del 28 settembre 2010 alla Brixton Academy di Londra e che è stato immortalato nel DVD, si segnala la bella cover  di All Apologies. La versione originale del brano fu pubblicata dai Nirvana nel 1993; faceva parte del loro terzo album "In Utero" ma fu pubblicata anche come singolo raggiungendo la numero 1 della classifica Modern Rock di Billboard. Negli anni è diventato uno dei brani di Kurt Cobain più ricantati da altri artisti: memorabili in particolare le cover realizzate da Sinead O'Connor e da Herbie Hancock.
I Placebo hanno eseguito eseguito il brano in quasi tutte le date del Battle Of The Sun Tour. Il Dvd We Come In Pieces contiene le immagini di quella che è stata l'ultima tappa della tournée.
La band inglese, che spesso la critica ha accostato proprio al gr…

Arriva nei negozi The 30th Annual John Lennon Tribute

Il 15 Novembre uscirà The 30th Annual John Lennon Tribute, Live From The Beacon Theatre NYC, disponibile in download digitale nei maggiori online stores.Si tratta dell'ennesimo tributo al grande John Lennon, un live album di 15 tracce regstrate lo scorso anno durante la giornata/concerto dedicata ai trent'anni dalla scomparsa di John Lennon. Al concerto che si tenne il 12 novembre dello scorso anno erano presenti tra gli altri artisti come Jackson Browne, Patti Smith, Meshell Ndegeocello, Bettye LaVette ed Aimee Mann
Ciò che rende ancora più prezioso ed importante questo lavoro è che si propone di aiutare la Croce Rossa giapponese, impegnata nei continui aiuti alla popolazione dopo il terribile terremoto e lo tsunami che hanno colpito lo stato otto mesi fa.
La tracklist è composta non solo dai brani del repertorio da solista di Lennon ma anche alcuni classici dei Fab 4.
Per ascoltare l'album in anteprima clicca qui

Power To The People - Rich Pagano
And Your Bird Can Sing …

Biagio Antonacci: la cover di "Amore caro amore bello"

Da venerdì 11 novembre è in airplay radiofonico un nuovo brano di Biagio Antonacci. Si tratta in realtà della cover di "Amore Caro Amore Bello", brano scritto da Mogol e Battisti e portato al successo nel 1971 dal Bruno Lauzi che proprio con quel brano conquistò la sua unica numero uno nella classifica italiana.
E' una delle cinque canzoni che la celebre coppia da autori ha scritto per il cantautore genovese e fu pubblicata dalla Numero Uno, l'etichetta discografica di Lucio Battisti.
Il brano è considerato dalla critica un po' anomalo, praticamente privo di ritornello e su cadenze di rock morbido inedite per un cantante come Lauzi. Ebbe grande successo anche in Francia grazie alla versione francese dal medesimo titolo, eseguita da Hervé Vilard.
La cover di Antonacci fa parte dell'album “COLOSSEO”  registrato a Roma lo scorso Luglio 2011 proprio all'interno del  più maestoso anfiteatro romano di tutti i tempi.
Questo eccezionale evento è stato immortalat…

Maurizio Crozza canta My Way

Non mi capita spesso di occuparmi di parodie, ma in questo caso ne vale la pena. Innanzi tutto perché le doti canore di Maurizio Crozza sono assolutamente innegabili. E poi perché la canzone che il comico genovese ha scelto per aprire la puntata di ieri del suo Italialand in onda su La 7,  è proprio "My way", la canzone che a mio parere meglio rappresenta quello che una cover version può essere.
"My Way" è infatti l'adattamento di Paul Anka di una canzone francese, Comme D’ Habitude, scritta da Claude François e da Jacques Revaux. Anka la sentì nel 1967 durante un viaggio in Europa e quando Sinatra gli chiese di scrivere una canzone per lui gli tornò in mente. In una sola notte di lavoro fece tutto quanto: cambiò il senso del testo e l’umore del brano ma mantenne la melodia originale. Divenne uno dei brani simbolo di Frank Sinatra anche se sembra che il grande The Voice non la amasse particolarmente.
Ma indimenticabile è anche la cover realizzata da Sid Vicio…

Al Medimex un omaggio a Domenico Modugno

Il Medimex è la Fiera delle Musiche del Mediterraneo, un appuntamento unico in Italia, dedicato a tutti i generi musicali, e che ospita operatori e imprese musicali, grandi nomi della musica italiana ed internazionale, festival e network, associazioni di categoria, media, istituzioni culturali e governative provenienti da 21 paesi. L'evento inaugurale de Medimex sarà il tributo Meraviglioso Modugno in programma Giovedi 24 Novembre al Teatro Petruzzelli di Bari.
Le più celebri canzoni di Mr Volare saranno interpretate da grandi nomi della musica italiana come Vinicio Capossela, Simone Cristicchi, Cristina Donà, Mauro Ermanno Giovanardi, Pino Marino, Nada & Fausto Mesolella, Roy Paci, Radiodervish, Peppe Servillo, Daniele Silvestri, Sud Sound System, Paola Turci, Peppe Voltarelli,
Meraviglioso Modugno riporterà l’opera del “cantattore italiano” nel rinato teatro in cui cinquant’anni fa Modugno celebrava il centenario dell’Unità d’Italia con il “Rinaldo in Campo”. Grandi nomi c…

Dal Brasile un album tributo a Ringo Starr

Il lungo elenco dei tributi dedicati ai Fab 4 si arricchisce in questi giorni di un nuovo capitolo. Arriva del Brasile infatti quello che può essere considerato il primo album tributo ufficiale dedicato a Ringo Starr. Il batterista dei Beatles viene celebrato con un disco che contiene però non solo canzoni del suo repertorio solista, a dire il vero molto trascurabile nonostante negli anni abbia pubblicato ben 16 album. Nel tributo trovano spazio quindi anche i due brani che il 71enne batterista ha composto e cantato con i Fab 4 ossia "Don't Pass Me By" (contenuta nel doppio bianco) e "Octopus's Garden" (in Abbey Road).
Fanno parte della raccolta anche le cover di alcune delle canzoni (in totale sono 11) che Ringo ha cantato nei dischi dei Beatles. Fra queste spicca una versione con testo in portoghese della celebre Yellow Submarine che tradotta è diventata Submarino Amarelo.
Tutti brasiliani e poco noti in Italia gli interpreti che partecipano al Tributo …

Tributo a De Andrè della London Symphony Orchestra

Nuovo omaggio alla musica diel grande Fabrizio De André. Il prossimo 22 novembre esce l’album “Sogno N°1”, un tributo alla voce e alle canzoni del grande cantautore genovese firmato dalla London Symphony Orchestra dal celebre e produttore inglese Geoff Westley
Il disco è stato registrato nel mese di settembre agli Abbey Road Studios, i celebri studi londinesi che hanno ospitato le registrazioni dei Beatles.
Il progetto discografico sarà presentato al pubblico il 29 novembre alla Feltrinelli di Genova e il 6 dicembre alla Fnac di Milano.
Geoff Westley, che in Italia è conosciuto soprattutto per aver lavorato con Battisti nell'album Una Giornata Uggiosa e con Baglioni in "Strada Facendo"  ha interpretato le musiche di De Andrè con grande sensibilità artistica traducendole in vere e proprie partiture originali, rese ancora più suggestive dalle sovrapposizioni della voce di Fabrizio. Il risultato è una serie di affreschi orchestrali straordinari e commoventi, in cui Westl…

Amy Winehouse: ascolta la cover di "Our day will come"

"Our day will come" è il nuovo singolo di Amy Winehouse, anteprima per le radio di quello che sarà l'album postumo in arrivo il prossimo mese
Si tratta come avevamo anticipato della versione reggae di un brano poco conosciuto in Italia ma molto amato dal pubblico inglese, Iinciso nel 1963 dai Ruby & The Romantics e scritto da Mort Garson e Bob Hilliard, vendette un milione di copie conquistando il primo posto nella classifica di Billboard e raggiunse la posizione numero 38 nelle charts inglesi. Lunghissima la lista degli artisti che negli anni hanno interpretato il brano: da Doris Day a Cher, da Isaac Hayes fino alla recente versione di Jamie Cullum.
La versione di Amy Winehouse si distingue per l'orinale arrangiamento rock-steady oltre che ovviamente per la straordinaria voce della sfortunata cantante inglese. Le registrazioni della cover risalgono al maggio del 2002; dopo la tragica morte della cantante lo scorso Luglio, alcuni dei produttori e musicisti che …

Pink Martini e Saori Yuki: la cover di Mas Que Nada

Mas Que Nada è una canzone scritta dal musicista brasiliano Jorge Ben e da lui stesso portata al successo nel 1963. Il brano negli anni è stato ripreso da decine di artisti: la versione più celebre è forse quella realizzata da Sérgio Mendes nel 1966 oltre a quella che lo stesso Mendes incise nel 2006 insieme ai Black Eyed Peas.
Ora il brano viene ripreso anche dai Pink Martini, la piccola orchestra di Portland, Oregon, che per l'occasione collabora con una leggendaria cantante giapponese Saori Yuki
L’album si intitola "1969" e contiene hit dal Giappone come il popolare “Blue Light Yokohama,” il classico kayokyoku “Yuuzuki (Evening Moon)”, un versione groovy e urbano di “Mayonaka no Bossa Nova (Midnight Bossa Nova)”, e una registrazione a la Pink Martini della canzone più famosa di Saori Yuki “Yoake no Scat (Melody For A New Dawn)”.
Ma soprattutto Yuki presta la sua voce all’interpretazione di hit internazionali come”Mas Que Nada” di Jorge Ben, (precedentemente cantato …

Soul 2 il nuovo album di Seal

Dopo il successo ottenuto nel 2008 dall'album Soul, Seal ci riprova ora con il secondo capitolo in uscita il prossimo 7 novembre e intitolato Soul 2. Si tratta di una nuova raccolta di classici della musica soul interpretati dalla inconfondibile voce del cantante inglese che ha scelto di rendere omaggio ad alcuni dei suoi miti musicali. Tra le 11 tracce che compongono la raccolta pubblicata dalla Warner, spiccano infatti i capolavori di Al Green, Marvin Gaye, Teddy Pendergrass e Bill Withers. Proprio il classico di Al Green "Let's Stay Together" ha stato scelto come primo singolo dell'album ma in questi giorni la BBC Radio2 ha inserito nella propria playlist anche la cover di "Wishing on a Star" dei Rose Royce.
Il disco - come già il precedente -  è prodotto da David Foster che però in questo caso affiancato da Trevor Horne, suo storico collaboratore di lunga data. Proprio per la produzione del secondo album del cantante inglese, Horn aveva ottenuto ne…

Molte cover nell'album postumo di Amy Winehouse

"Lioness: Hidden Treasures": è questo il titolo dell'attesissimo album postumo di Amy Winehouse che uscirà il prossimo 5 dicembre. Il disco conterrà 12 tracce che sono state selezionate dai collaboratori di lunga data di Amy, i produttori Mark Ronson e Salaam Remi e molte sono delle cover.
«Molte delle persone che hanno lavorato con Amy affermano che non ha mai cantato o suonato una canzone nello stesso modo,» si legge nel comunicato che annuncia il disco. «Ben presto è risultato chiaro a Salaam e Mark che c’era una collezione di brani che meritava di essere ascoltata, una raccolta di canzoni che sono la testimonianza più giusta dell’artista Winehouse e, altrettanto importante, dell’amica Amy».
Scorrendo la tracklist del disco si scoprono brani che i fan della cantante inglese già conoscono bene come la cover di "Valerie" degli Zuton che però sarà presente in una versione più lenta rispetto a quella contenuta nell'album di Mark Ronson. Non sono inedite nepp…

L'Aura e Nek: la cover di Total Eclipse of the Heart

Si intitola "Eclissi del cuore" il nuovo singolo di L'Aura che anticipa l'uscita del nuovo album della cantante bresciana previsto per il gennaio del prossimo anno. Il brano è stato realizzato con la collaborazione di Nek ed è la cover in italiano di "Total Eclipse of the Heart" di Bonnie Tyler. In realtà non si tratta di una cover del tutto nuova visto che L'aura aveva già inserito una versione del brano (senza però Nek) nell'EP Sei Come Me pubblicato nel 2010
L'originale era stato scritto nel 1983 da Jim Steinman, autore di tutti i successi di Meat Loaf e al quale fu in primo momento proposta . Fu l'etichetta discografica del cantante americano a rifiutare il brano che finì così coll'essere inciso dalla cantante  gallese Bonnie Tyler, reduce dal successo del singolo It's a Heartache.
Il brano ha venduto in totale oltre 5 milioni di copie nel mondo raggiungendo la numero uno delle classifiche sia in USA che in Gran Bretagna.
L'…