Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2012

BBC Radio 1's Live Lounge 2012

E' uscito BBC Radio 1's Live Lounge 2012, il nuovo CD  legato alla popolare trasmissione, in onda al sabato sera sul principale canale radiofonico inglese. La caratteristica del programma, condotto dalla bella Fearne Cotton, è quella di proporre ogni settimana una cover interessanti visto che gli ospiti del programma sono chiamati a cimentarsi con brani scelti volutamente tra quelli che appartengono ad un genere musicale distante dal loro.
Quello pubblicato lo scorso 29 ottobre è il settimo Volume della serie che la Sony Music ha dedicato al programma e contiene il meglio della stagione in corso. Sono in totale 37 le canzoni presenti nel doppio album, anche se solo 27 di queste sono delle cover version. In dieci casi è stato scelto di pubblicare le versioni "acustiche" dei brani originali che le band e i cantanti hanno eseguito nel corso dello show. E' stata così esclusa (purtroppo) dalla compilation la bella versione di "Country House" dei Blur che Em…

Anche i Train e Dave Matthews nel Tributo a John Denver

La musica americana rende omaggio a John Denver, lo sfortunato cantante country scomparso in un misterioso incidente aereo nel 1997. Il disco uscirà nel Febbraio del prossimo anno con il titolo di "The music is you: a tribute to John Denver" e vedrà la partecipazione di molti nomi importanti della musica USA. La più conosciuta tra le canzoni scrette da Denver, "Take Me Home Country Road" sarà per esempio cantata da Brandi Carlile giovane stella della scena alternative country. "Annie's Song" che nel 1974 arrivòfino alla numero uno della classifica americana e di quella canadese sarà invece ripresa dal chitarrista Brett Dennen
Colpisce però soprattutto la presenza di alcune star della scena rock come Dave Matthews che apre il disco con la sua cover di  "Take Me to Tomorrow" brano che dava il titolo all'album di Denver del 1970.  Anche "Sunshine on My Shoulders"raggiunse la vetta della classifica di Billboard e qui sarà interpre…

Biagio Antonacci canta Giorgio Gaber

Conterrà anche una cover di una canzone di Giorgio Gaber la nuova versione di "Sapessi Dire No", l'album di Biagio Anmtonacci con il quale il cantautore milanese ha già conquaistato il disco di platino.
L'album pubblicato nell'aprile di quest'anno, torna nei negozi di dischi il prossimo 20 novembre con una Special Edition arricchita da un secondo CD contenente materiale nuovo e inedito, oltre ad un rinnovato packeging che valorizza ulteriormente il lavoro realizzato dal grande Milo Manara che ha firmato la copertina.
La canzone che Antonacci ha scelto per rendere omaggio al grande artista milanese scomparso nel 2003 è la  bella  "I Soli" .La versione origiale del brano - che porta la firma di Giorgio Gaber e Sandro Luporini - era stata pubblicata nel 1987 come brano di apertura dell'album "Piccoli Spostamenti Del Cuore". Brano che poi Gaber ha molte volte interpretato dal vivo in particolare nel corso dello spettacolo "Il Teatro …

Matteo Brancaleoni: nel nuovo album anche un omaggio a Lady Gaga

Ci sono sei cover, oltre a cinque brani inediti, nel nuovo album di Matteo Brancaleoni, giovane crooner milanese  stimato da personaggi come Renzo Arbore, Maurizio Costanzo, Fiorello e Michael Bublè. Il disco, il terzo nella carriera del cantante, si intitola New Life ed ha debuttato direttamente nella Top 10 Jazz di iTunes.
Fra le cover contenute nell'album sorprende soprattutto la presenza di "Bad Romance" il singolo de Lady Gaga che nel 2009 ha conquistato le prime posizioni nelle classifiche di mezzo mondo e che Matteo propone in una curiosa e divertente versione swingata, un po' come aveva fatto prima di lui anche Caro Emerald lo scorso anno.
"How Am I Supposed To Live Without You " è invece un brano portato per la prima volta al successo da Laura Baningan nel 1983 ma celebre soprattutto per la versione realizzata da Michael Bolton che nel 1990 arrivò fino alla numero uno della classifica USA. Brancaleoni la propone con grande eleganza in versione bos…

Macy Gray: tributo a Stevie Wonder

Il 28 ottobre del 1972 Stevie Wonder pubblicava il suo primo capolavoro, l'album "Talking Book". Un disco che contene dieci tracce meravigliose e che il geniale musicista americano pubblica dopo il tour con i Rolling Stones che lo aveva portato a scoprire nuove sonorità rock. Album grazie al quale Wonder conquistò ben 3 Grammy Awards, i primi della sua straordinaria carriera e che la critica però ha sempre considerato - forse ingiustamente - un gradino al di sotto rispetto ai più acclamati "Songs in the key of life" e "Innervision".
Oggi in occasione del quarantesimo anniversario dell'uscita del disco, a rendere omaggio a quel meraviglioso album ci pensa Macy Gray, certamente una delle voci più interessanti della nuova scena R'n B.
La cantante americana ha infatti ricantato tutte e dieci le tracce del disco del quale ha anche mantenuto il titolo originale. Il "Talking Book" di Macy Gray sarà pubblicato il prossimo 30 ottobre dalla 4…

Rolling Stones: il live di Parigi inizia con una cover

E' stata la cover di "Route 66" ad aprire il concerto dei Rolling Stones di Parigi di ieri sera. La band si è esibita a sorpresa presso il Le Trabendo, piccola sala da concerti di Parc de la Villette,  nel 19esimo Arrondissement della capitale francese, davanti a 350 forunati spettatori. Lo show, blindatissimo, era stato annunciato solo poche ore prima e sono state vietate foto e riprese video.
Per la band inglese si è trattato di un ritorno sulle scene visto che l'ultimo concerto del gruppo risaliva al 2007.
Solo dodici le canzoni che Mick Jagger e compagni hanno eseguito sul palco e tra queste due le cover. La già citata Route 66 che ha aperto lo show è un classico scritto da Bobby Troup e portato per la prima volta al successo da Nat King Cole nel 1946. Gli Stones pubblicarono una loro versione del brano nel 1964 ispirandosi però alla cover che qualche anno prima aveva realizzato Chuck Berry.
La seconda cover proposta è stata "Champagne & reefer" , …

Tributo a Jimi Hendrix per i Quintorigo

E' un omaggio alla musica di Jimi Hendrix il nuovo album dei Quintorigo, la band romagnola che da sempre si è distinta per l'originalità del proprio stile musicale. 
Il disco si intitola “Quintorigo Experience”  e sarà nei negozi  il 27 Novembre 2012. Conterrà quattordici brani dal repertorio di Jimi Hendrix e la sua Experience fra i quali le celebri "Foxy lady" ,"Hey Joe” e “Voodoo Child".
Nato come progetto dal vivo nel giugno 2012, “Quintorigo Experience” continuerà anche dopo l´uscita del disco a girare l´Italia con un live che fin da ora si annuncia denso di blues, abrasività elettrica e ovviamente archi.
Ad accompagnarli in quest´opera coraggiosa, che dimostra ancora una volta l´indole musicalmente inquieta della band, le voci di Moris Pradella (vocalist ufficiale nella parte live del progetto), Eric Mingus (singer americano figlio di Charles) e Vincenzo Vasi ( che ha suonato anche per Vinicio Capossela), che oltre alla voce porta il suo fan…

Genesis Revisited II: nuovo album di Steve Hackett con il figlio di Phil Collins

Steve Hackett torna a interpretare le canzoni dei Genesis e lo fa nel suo nuovo album intitolato non a caso Genesis Revisited II.  Si tratta di un doppio CD (pubblicato in versione vinile in un monumentale box di 4 LP) contenente 21 brani, gran parte dei quali presi dal repertorio della band nel periodo nel quale il chitarrista fece parte del gruppo che va dal 1971 al 1977.
Canzoni che Hackett ha quindi contribuito a comporre e che facevano parte degli album Nursery Cryme (1971) Foxtrot (1972) Selling England by the Pound (1973) The Lamb Lies Down on Broadway (1974) A Trick of the Tail (1976) Wind & Wuthering (1977).
I brani dei Genesis sono intervallati da composizioni che Hackett ha negli anni inserito nei suoi album da solista ma che aveva composto negli anni di militanza nel gruppo.
Il "due" nel titolo della raccolta fa invece riferimento al fatto che il chitarrista aveva già pubblicato nel  1996 un progetto simile dal titolo Watcher of The Skies: Genesis Revisited.…

Il Natale dei Lady Antebellum

Album di canzoni natalizie in arrivo anche per i Lady Antebellum, la country band americana capace di sbancare le classifiche con il singolo Need You Now e con tre album di grande successo nelle classifiche USA.
Il quarto album del gruppo capitanato da Charles Kelley si intitola On This Winter's Night e contiene 12 classici del Natale, sei dei quali però erano già stati pubblicati nel 2010 all'interno dell'EP "A merry little Christmas".
La scaletta ovviamente non brilla per originalità ma si distingue per la mancanza di alcuni tradizionali come Jingle Bells o Silent Night. La band di Nashville ha invece preferito dare più spazio a qualche nuovo classico del genere come la celebre "All I Want For Christmas Is You" portata al successo nel 1994 da Mariah Carey e da allora diventato un vero e proprio standard natalizio. Arrangiamente interessante e voce di Hillary Scott che non fa rimpiangere l'originale.
Non male anche la cover di  "Christmas (Ba…

Peppe Servillo canta i classici della canzone napoletana

Si intitola "Spassiunatamente", il nuovo album di Peppe Servillo & Solis String Quartet. L'album, prodotto dallo stesso Servillo, prima di essere un progetto discografico e' un concerto, eseguito nei migliori teatri italiani per tutto il 2012, ed un omaggio alla cultura e alla canzone d'autore napoletana.
Una rilettura raffinata, e al contempo popolare, di brani classici che vanno da Raffaele Viviani a Libero Bovio, da E.A.Mario fino a Renato Carosone.
Tra i brani pù celebri inseriti in scaletta da segnalare "Dove Sta Zazà" scritta nel 1944 da Raffaele Cutolo e Giuseppe Gioffi e "Dicitencello vuje "  scritta nel 1930 da Rodolfo Falvo ed Enzo Fusco.

"L'idea è nata da una mia personale necessità di mettere mano al repertorio della musica napoletana",  ha spiegato Servillo a Rockol, " una necessità che sentivano anche i Solis, omaggiando quelli che sono alcuni dei maggiori esponenti della cultura popolare partenop…

Due cover nel nuovo album di Carlo Alberto

Si intitola "Controvento" il disco di debutto di Carlo Alberto, giovane rivealzione della passata edizione di Amici. L'album che arriverà nei negozi di dischi dal prossimo 30 ottobre contiene solo 8 brani uno dei quali è il singolo "Il Sole Cade" scritto per lui dal cantautore inglese Ed Sheeran. Due invece le cover inserite nel disco. La prima è "Aanother Day In Paradise" hit di Phil Collins del 1989 con la quale l'ex Genesis raggiunse la numero uno delle classifiche di mezzo mondo, compresa la classifica di Billboard. Cosa che da lì in avanti non gli è più capitata visto che il singolo resta ad oggi la suoa ultima Numero Uno nelle classifiche USA.
La seconda cover inserita nel disco è invece la celebre "Crazy" dei Gnarls Barkley, brano che nel 2006 impose all'attenzione del grande pubblico la singolare voce di Cee-Lo Green e che vinse anche un Grammy come "miglior brano urban" dell'anno.
Carlo Alberto Di Micco - 20 a…

X Factor 6: le cover della prima serata

Queste le cover proposte nel corso della prima serata di X Factor 6:

ICS (Over)  “Sex Machine” di James Brown.
Nicola (Under Uomini)  “Io Vivrò Senza Te” di Lucio Battisti.
Cixi ( Under Donne) “You’ve Got The Love” di Florence+The Machine.
Gli Akmè (gruppo vocale) My Kind Of Love di Emeli Sandé.
Daniele (Under Uomini)  “Strange World” di Ké.
Chiara (Over) “Purple Rain” di Prince.
Donatella (gruppo vocale)  “Time Bomb” di Kylie Minogue.
Yendry (Under Donne) “Per Sempre” di Nina Zilli.
Romina (gruppo Over)  “Duel” dei Propaganda.
Davide (Under Uomini)  “A Chi Mi Dice” dei Blue.
Frères Chaos (gruppo vocale)  “Somebody That I Used To Know” di Gotye.
Nice (Under Donne)  “L’Ultima Occasione” di Mina.

Nella esibizione a cappella Nicola ha cantato  I’m Outta Love di Anastacia e Yendry At Last di Etta James

Nella sfida conclusiva per rimanere nel programma, Nicola (che ha cantato “When I Get You Alone” di Thicke) è stato eliminato da Yendry (che ha cantato “Blue Jeans” di Lana Del Rey).

Nulla…

Irene Grandi e Stefano Bollani: la cover di Costruire

E' la cover di "Costruire" di Niccolò Fabi il primo singolo estratto dal nuovo album realizzato insieme da Irene Grandi e Stefano Bollani, uno dei progetti musicali più attesi di questa stagione musicale.
La versione originale del brano era stata pubblicata dal cantautore romano nel 2005 anticipando di qualche mese l'uscita dell'album Novo Mesto
La stessa Irene Grandi ha commentato così su Facebook, la scelta del brano “Amo questa canzone, fa riflettere sul presente, su come viverlo, facendo. Le aspettative e i ricordi sono belle immagini, ma costruire nella propria vita è un atto coraggioso e importante e in questa canzone ne prendiamo coscienza. Grazie Niccolò Fabi per le tue belle parole!“.
L'album uscirà martedì 23 ottobre su etichetta e distribuzione Carosello Records.
I due artisti hanno anche pensato a un’iniziativa originale legata al pre order del disco: chi infatti invierà la ricevuta di iTunes all’indirizzo grandibollani@carosellorecords.com ,…

Mick Hucknall: il singolo nuovo è una cover degli anni 60

A Mick Hucknall le cover sono sempre piaciute. E proprio alle cover il rosso cantante dei Simply Red deve gran parte del suo successo. Come nel caso di "Money's too tight (to mention)" che nel 1985 portò la band in vetta alle classifiche e che era stato un dimenticato singolo dei Valantine Brothers qualche anno prima. Ma anche le celebri "Hoding back the years", "If You Don't Love Me By Now", "It's only love" e "Angel" sono tutti brani che Mick e compagni sono andati a riprendere dal repertorio della musica soul del passato. Nel 2008 poi il debutto come solita con un album tributo dedicato al bluesman Bobby Bland.
Ora Mick torna con un nuovo album intitolato "American Soul" che da venerdì 19 sarà anticipato dal singolo "That's How Strong My Love Is" brano che porta la firma di Roosevelt Jamison e che nel 1964 fu portato al successo da "O. V." Wright, raggiungendo le prime posizione della c…

Zucchero: il nuovo singolo è la cover di Guantanamera

E' la cover di "Guantanemera", grande classico della musica popolare cubana, il nuovo singolo di Zucchero. Il brano sarà trasmesso in radio a partire da venerdì 19 ottobre e anticipa l'uscita del nuovo album "La Sesion Cubana" interamente registrato all’Avana con i più importanti musicisti cubani.
Zucchero ha così commentato sul suo sito ufficiale:
"La mia musica, come la maggior parte delle persona sa, proviene dal blues, dal soul, dal gospel. Questo progetto è un viaggio da New Orleans fino a Cuba passando per il New Mexico. I suoni e i ritmi latini, cubani, tex-mex si fondono insieme per danzare. ‘Hasta l’asta siempre." 
"Guantanemera " è certamente uno dei brani più celebri della musica latina ma anche uno dei più controversi. La Corte Suprema di Cuba nel 1993 stabilì che la paternità della musica della canzone appartiene a Joseíto Fernández popolare conduttore radiofonico cubano degli anni 30. Il testo della canzone è invece di…

James Taylor: una cover dei Beatles nel nuovo album

Il nuovo album di James Taylor conterrà anche una bella cover di "Here comes the sun" dei Beatles. Il disco in realtà non è un lavoro nuovo ma la ristampa di  "James Taylor at Christmas" un album di canzoni natalizie pubblicato nel 2006, con l'aggiunta di due nuove tracce non contenute nell' edizione originale.

La prima delle extra track è la trascurabile  "Mon beau sapin", versione francese di "Oh Christmas tree",
Decisamente più interessante e molto meno natalizia invece, la cover di "Here comes the sun" capolavoro di George Harrison che faceva parte dell'album Abbey Road che i Beatles pubblicarono nel 1969.  Nella cover il 64enne chitarrista americano è accompagnato dal violoncellista cinese Yo-Yo Ma, vincitore di molti Grammy e da anni residente negli USA. Non si tratta di una cover inedita visto che faceva parte nell'album di YoYo Ma del 1998  Songs of Joy & Peace e da tempo circola su Youtube. Merita comunque…

Placebo: nel nuovo EP una cover dei Minxus

I Placebo tornano sul mercato con un nuovo EP intitolato B3 contenete cinque nuove canzono. Una di queste è una cover. Si intitola "I Know You Want To Stop" e la versione originale faceva parte del primo (e unico) album dei Minux, pubblicato nel 1995. Disco che nonostante gli scarsi risultati in termini di vendite ottenne un buon successo di critica: il sito Allmusic, per esempio, gli assegno 4 stelle.
Brian Molko e compagni avevano già proposto il brano dal vivo durante i concerti di questa estate.
La cover è è piuttosto fedele alla versione originale e conferma il ritorno della band a sonorità più dure dopo gli arrangiamenti orchestrali dell'album Battle For The Sun che non erano stati accolti con particolare entusiasmo dai fan del gruppo.


Anastacia: la tracklist del nuovo album

Dieci cover scelte dal repertorio di grandi rock band, dai Rolling Stones agli Oasis, dai Led Zeppelin agli U2. E' questo il contenuto del nuovo album di Anastacia intitolato “It’s a man world" in uscita il prossimo 9 novembre. La cantante americana ha ufficializzato la copertina e la tracklist del nuovo lavoro che anticiperà di qualche mese la pubblicazione di una album di inediti previsto per il prossimo anno.
Per la 44enne cantante di Chicago si tratta di un ritorno sulle scene a 4 anni di distanza da "Heavy rotation", disco che ottenne deludenti risultati in termini di critica e di vendite. il nuovo album sarà prodotto dall’esperto Glen Ballard, noto in Italia soprattutto per aver scritto e prodotto l'album d'esordio di Alanis Morrisette.
Il titolo della raccolta è un ironico riferimento al fatto che Anastacia si cimenta con canzoni che sono tutte quante in origine state cantate da uomini.
I puristi possono cominciare già a storcere il naso sulla fiduc…

Anche De Gregori nella serata del Tenco dedicata a Woody Guthrie

Anche il Club Tenco festeggia il centenario della nascita di Woody Guthrie, il grande cantautore nato in un piccolo paese dell'Oklahoma il 14 Luglio del 1912. La prima delle due serate della Rassegna di quest'anno in programma a Sanremo il 16 e 17 novembre, sarà infatti dedicata al ricordo del folk-singer americano con ospititi di altissimo livello come Francesco De Gregori e Luigi Grechi accompagnati dall'Orchestra Popolare Italiana di Ambrogio Sparagna, la nipote di Woody Sarah Lee Guthrie, The Klezmatics, Giovanna Marini, Davide Van De Sfroos. La serata avrà per titolo “Da qualche parte lungo la strada”, da un verso della canzone che Bob Dylan dedicò a Guthrie “Song to Woody”, canzone che aprirà lo spettacolo nell’esecuzione di un gruppo di nuovissima generazione, King Of The Opera.
Nell'occasione verranno consegnati due Premi Tenco: a Frank London & The Klezmatics, eccezionale gruppo newyorkese, il più importante al mondo di musica klezmer, che ha musicato un…

Tutte le cover di Celentano all'Arena di Verona

Molte cover nelle scalette di Rock Economy, i due attesissimi concerti di Adriano Celentano trasmessi in diretta su Canale 5. Anche se si è trattato spesso di brani che l'ex molleggiato aveva già interpretato in passato. Come nel caso di "Pregherò" che è stata proposta in entrambe le serate in versioni leggermente differenti. Celentano la incise nel 1962 grazie a Ricky Gianco che con Don Backy tradusse in italiano "Stand By Me", scritta da Benjamin Earl Nelson, in arte Ben E. King, per anni cantante dei Drifters. A dire il vero in un primo momento il singolo riportava solo le firme degli autori italiani, ma dopo qualche mese gli editori americani della Aberbach intervennero con decisione.
Nel 1999 secondo la BMI (la SIAE americana) Stand by Me era la quarta canzone più suonata di sempre nella storia delle radio americane con oltre 7 milioni di passaggi radiofonici.
Anche "Scende La Piogga" che nel corso della prima serata è stata cantata con l'…

Music is Love: tributo a Crosby, Stills, Nash & Young

L'etichetta italiana Route 61, in collaborazione con la label svedese Hemifran, ha pubblicato un album tributo alla musica di Crosby, Stills, Nash & Young, con sguardo alle carriere soliste e alle varie combinazioni. Un singer-songwriters tribute dedicato all'impressionante catalogo che i quattro musicisti hanno accumulato in quarant'anni e più di carriera, saltando con eleganza ed efficacia tra progetti "solo" e incroci a due, tre, quattro strade.
Un doppio cd - intitolato Music Is Love - prodotto da Peter Holmstedt, Ermanno Labianca e Francesco Lucarelli, che include i loro successi riletti da 27 cantautori statunitensi, inglesi, irlandesi e australiani.
In particolare spicca il nome di Judy Collins, negli anni d'oro compagna di Stills e ispiratrice di "Suite Judy Blue Eyes, che interpreta con la sua consueta eleganza un brano scritto proprio dalla sua ex fiamma, intitolato Helpless Hoping.
Gli appassionati di rock americano apprezzerann…

Tributo a Caetano Veloso con Beck e Chrissie Hynde

Lo scorso 7 Agosto Caetano Veloso ha compiuto 70 anni, 25 dei quali dedicati alla musica con oltre 50 album al suo attivo che lo hanno fatto diventare senza ombra di dubbio uno dei più autorevoli esponenti della musica brasiliana.
Il prossimo 22 Ottobre esce per la Emarcy Records "A tribute to Caetano Veloso", un omaggio musicale al quale hanno aderito nomi illustri come Beck, Devendra Banhart, Magic Numbers, Momo e Chrissie Hynde dei Pretenders.
Per Beck e Devendra non è una novità cimentarsi con le melodie agro-dolci di Veloso, visto che  lo scorso anno suonarono insieme durante la cena annuale della Fondazione del Museo di Arte Contemporanea di Los Angeles.
Beck in particolare ha scelto di interpretare il brano che Veloso dedicò al regista italiano Michelangelo Antonioni, con il quale il chitarrista brasiliano era legato da una profonda amicizia.
Gli inglesi Magic Numbers hanno invece ripreso la bella "You don't know me" che nel 1972 apriva l'album Tra…

Gary Moore: il live tributo a Jimi Hendrix

Gary Moore ha sempre indicato Jimi Hendrix come uno delle suoi principali riferimenti musicali, soprattutto nella sua adolescenza. Ma nel corso della sua lunga carriera in chitarrista irlandese non aveva mai pubblicato ufficialmente cover di brani scritti dal geniale mancino di Seattle.
La sera del 25 ottobre del 2007 Gary Moore sale sul palco del London Hippodrome accompagnato da Dave Bronze al basso e da Darrin Mooney alla batteria ed interpreta alcune tra le canzoni più famose tratte dal repertorio del funambolico chitarrista americano.
Il tutto fu ripreso dalle telecamere della Eagle Rock Entertainment, che ora a distanza di qualche anno pubblica la registrazione integrale di quel magico concerto in formato CD e DVD. Il disco si intitola Blues For Jini e contiene dodici classici del repertorio di Hendrix, probabilmente i più conosciuti anche al grande pubblico, interpretati con grande rispetto degli originali ma anche con grande trasporto e incredibile perizia tecnica.
A rendere…

Doppio album tributo ai Talk Talk con Arcade Fire e White Lies

I Talk Talk sono stati uno di gruppi più interessanti degli anni 80. La band, nata delle ceneri di una formazione punk, ha raggiunto il grande successo grazie a singoli come It's My Life e Such a Shame, per poi virare decisamente verso sonorità vicine alla musica classica e al post-rock, apprezzati dalla critica ma dimenticati dal grande pubblico.
Ora in occasione del trentesimo anniversario della pubblicazione del loro primo album e anche del ventesimo anniversario dello scioglimento della band, arriva nei negozi un doppio album tributo pubblicato dalla etichetta Fierce Panda. Il progetto intitolato Spirit Of Talk Talk è stato curato da Alan Wilder, ex tastierista dei Depeche Mode e grande fan del gruppo di Mark Hollis, presente nella scaletta con i suoi Recoil accompagnati dalla voce di Shara Worden.
Sono trenta in totale gli artisti che hanno preso parte al tributo fra i quali spiccano i nomi di Richard Reed Perry degli Arcade Fire, dei White Lies e di Sean Carey dei Bon Iver.

Miley Cyrus: la cover di "What They’ve Done to My Song”

"What They’ve Done to My Song, Ma” non è un brano molto popolare in Italia. Nel 1970 fu inciso dalla cantante americana Melanie, una delle regine delal scena folk newyorchese degli anni 60, celebre soprattutto per brani come "Lay Down" e "Band New Key".
La canzone rischia ora di diventare popolare presso il pubblico più giovane grazie alla cover realizzata da Miley Cyrus e che circola in rete da qualche giorno grazie ad un video di YouTube. Vista l'ottima qualità audio e video in molti hanno pensato ad una cover autorizzata ufficialmente dalla stessa cantante americana anche se non è stata postata sul suo canale ufficiale.
I fan più attenti hanno invece notato che la pettinatura della cantante di Nashville non è la più recente e che quindi potrebbe trattarsi di un video girato qualche mese fa.
Un'ultima curiosità riguarda il titolo del brano che nel video vine riportato come Look What They’ve Done to My Song. Non si tratta di un errore ma del titolo …

Susan Boyle: tutte le cover del nuovo album

C'è anche un classico degli Abba come "The Winner Takes it All" tra le canzoni scelte da Susan Boyle per il suo quarto album. Il disco si intitolerà Standing Ovation: The Greatest Songs from the Stage e conterrà in totale 11 canzoni che la cantante scozzese ha selezionato personalmente.
"Questo album è una compilation di alcune delle mie canzoni preferite” ha scritto la Boyle nell'annuncio pubblicato sul sito ufficiale dell'artista "non riesco ancora a credere di essere arrivata al mio quarto album".
Nella tracklist spiccano brani come "Memory" dal musical Cats e "Over The Rainbow" dalla colonna sonora del film "Il Mago di Oz".
Non è stata ancora ufficializzata la data di uscita ma è molto probabile che l'album arrivi in tempo per il Natale.

Tracklist

1. “Somewhere Over the Rainbow”
2. “The Winner Takes it All”
3. “Send in the Clowns”
4. “The Music of the Night” featuring Michael Crawford
5. “Bring Him Home”
6. “…

Mumford & Sons: la cover di The Boxer

La versione deluxe di Babel, il nuovo album dei Mumford & Sons contiene un omaggio alla musica di Simon & Garfunkel. Il brano che la band ha scelto è "The Boxer" uno dei capolavori del repertorio del duo americano, da molti considerato il vertice del lirismo di Paul Simon. Una storia che parla di eroi sconfitti, che hanno cercato inutilmente di sfondare le porte del successo. La versione originale è del 1968 e oltre a essere pubblicata come singolo fu inerita nell'ultimo album del duo "Bridge Over Troubled Water". Se negli anni in molti hanno sottolineato il valore poetico del brano, vale forse la pena di ricordare che anche dal punto di vista musicale rappresenta un capolavoro assoluto, con alcuni accorgimenti tecnici che hanno fatto scuola. Come il particolare suono della batteria ideato dal produttore Roy Halee e che divenne molto popolare negli anni 70 e 80. Garfunkel raccontò che loro lo avevano soprannominato "il sound della porta che si chi…

Irene Grandi e Stefano Bollani: la tracklist del nuovo album

Arriverà nei negozi il prossimo 23 ottobre il nuovo album di Irene Grandi e Stefano Bollani,attesissimo progetto discografico che vede per la prima volta ufficialmente insieme una delle voci più belle della musica pop italiana e il talentuoso pianista jazz. Il disco intitolato “Irene Grandi & Stefano Bollani” è composto da 11 cover ricercate e mai banali, che spaziano dai suoni del Brasile, all’Europa, da grandi classici del passato a quelli più moderni di autori contemporanei. Il disco contiene anche due inediti, uno dei quali scritto da Cristina Donà.
Tra le cover si passa con disinvoltura da Rita Pavone ai Radiohead, da Pino Daniele a Stevie Wonder.
Irene Grandi e Stefano Bollani saranno anche impegnati con una tournèe che prenderà il via a novembre.
E' già possibile prenotare il disco su iTunes

Questa la tracklist

1 Viva La Pappa Col Pomodoro (Rita Pavone)
2 Olhos nos olhos (Occhi negli occhi) (Chico Buarque)
3 Dream a Little Dream of Me (Mamas and Papas)
4 Costruire (Nic…

Giuni Russo: anche una cover dei Beatles nel nuovo album

Il 14 settembre del 2004 moriva Giuni Russo. Per ricordare la cantante siciliana il prossimo novembre uscirà una interessante raccolta intitolata Para Siempre curata e prodotto da Maria Antonietta Sisini. In molti hanno sottolineato la presenza nel disco di un brano inedito, che è quello che dà il titolo al disco. Ma la raccolta include soprattutto molte riletture di classici della musica interpreteti della indimenticata pop star,  e mai pubblicati in precedenza.
La tracklist completa non è stata amcora svelata ma è ufficiale che nel disco troveranno spazio due classici di Umberto Bindi: la celebre “Il nostro Concerto” del 1960  e "Il mio mondo" scritta inseme a Gino Paoli nel 1963.
 “Un’anima tra le mani”, “Io che amo solo te” sono invece omaggi al repertorio di Sergio Endrigo.
Nel disco troveranno anche sspazio alcuni grandi a classici internazionali come “My Way”, “People”, e “Cry”, tratti dal repertorio di mostri sacri come Frank Sinatra,  Barbra Streisand e Ra…