Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2013

E' morto Franco Califano

Franco Califano, per tutti Er Califfo, è scomparso ieri nella sua casa di Acilia a 74 anni, a causa di una crisi respiratoria. Era nato a Tripoli, il 14 settembre del 1938.
Fra le sue canzoni più celebri certamente "Tutto il resto è noia" portata al successo nel 1976, "Minuetto", scritta con Dario Baldan Bembo per Mia Martini, ma anche "E la chiamano estate" con Bruno Martino o Un grande amore e niente più per Peppino di Capri con cui vinse il festival di Sanremo nel 1973.
Nonostante la grande popolarità di molti suoi brani, non molte le cover di altri artisti. Forse anche perché interpretare un brano come "Tutto il resto è noia" non è affatto semplice e si rischia di cadere nella parodia. Poche anche le cover presenti nel suo repertorio. Vale però la pena ricordare la curiosa storia musicale di "Un'Estate Fa". Califano curò l'adattamento in italiano del brano Une belle histoire, canzone scritta e interpretata da Michel Fug…

Addio a Enzo Jannacci

Si è spento a 77 anni il grande Enzo Jannacci. Era de tempo malato di cancro.
è stato uno dei principali protagonisti della scena musicale del secondo dopoguerra. Certamente unico nel suo saper coniugare intelligenza e satira, analisi della realtà e inesauribile gusto del paradosso.
Nella sua lunga carriera anche qualche cover di rilevo come la bella versione di "Bartali" di Paolo Conte e una intensa "Via del Campo" cantata in occasione del concerto tributo a De André e pubblicata su Faber Amico Fragile.
Ci ha lasciato soprattutto molte canzoni indimenticabili, spesso meravigliose anche nelle versioni ricantate da altri artisti.
Come nel caso di "Messico e Nuvole", perla scritta da Vito Pallavicini, Giorgio Conte e Michele Virano che Jannacci incise nel 1970.


Due cover nel nuovo album di Antonella Lo Coco

Ci sono anche due interessanti cover tra le tracce del nuovo album di Antonella Lo Coco, giovane cantante che si fece notare nel corso della quinta edizione del talent X Factor. Il disco intitolato Geisha è stato pubblicato lo scorso 19 marzo dalla Sony Music e per la cantante siciliana rappresenta il vero e proprio debutto, dopo il mini album pubblicato lo scorso anni che conteneva il meglio dei brani che le avano consentito di raggiungere la finale di X Factor.
Il disco è frutto della scintilla scoccata fra la giovane e grintosa artista e un team di produttori artistici di tutto rispetto, formato da Luca Vicini e Max Casacci e da Marco Baroni, Domenico Canu, Sergio Della Monica e Alessandro Neri.
Due le cover presenti nell'album. La prima "Solo Quando Piove", versione italiana di "Only happy when it rains” dei Garbage. Per la band di Shirley Manson fu il primo importante successo in carriera: il brano entrò nella Top 40 in UK e nella Top 100 negli USA e contribu…

Noel Gallagher, Damon Albarn e Paul Weller cantano Tender

Pensare di vedere cantere sullo stesso palco Damon Albarn e Noel Gallagher sarabbe stato fino alcuni anni fa assolutamente inimmaginabile. Ed invece è quanto è accaduto l'altra sera alla Royal Albert Hall di Londra nel corso del concerto benefico a favore del “Teenage Cancer Trust".
Gallagher ha infatti raggiunto Albarn e soci per esibirsi in un’inedita versione di ‘Tender’, brano che i Blur portarono al successo nel 1999.  Davanti ad un pubblico quasi attonito Damon Albarn ha chiamato “Noel? Noel?” e qualche secondo dopo l’ex Oasis è salito sul sul palco insieme ai “rivali” di sempre.
Imbracciata la sua chitarra, Noel ha suonato con i Blur la stessa canzone che il giorno prima – durante un’intervista rilasciata al NME – aveva ironicamente chiesto di fare perchè “facile” da suonare con la chitarra.
A rendere ancora più indimenticabile l'esibizione la presenza alla batteria di Paul Weller, lo storico leader dei The Jam e degli  Style Council.
L'esibizione non è piaciu…

Petula Clark la cover di Crazy dei Gnarls Barkley

La già lunga lista di cover ufficiali di "Crazy" degli Gnarls Barkley si arricchisce di una nuova presenza di grande rilievo. A ricantare il celebre brano che fece conoscere in tutto il mondo la voce di Cee Lo Green è stata Petula Clark, celebre cantante inglese che con i suoi 70 milioni di dischi venduti nel mondo è considerata in patria una vera leggenda musicale, con una carriera che ha attraversato sette decadi.
La Clark ha infatti festeggiato il suo 80esimo compleanno con un nuovo album intitolato Lost In You che arriva a 57 anni dal suo debutto uscito nel lontano 1967. Il nuovo album contiene 12 canzoni, numerose cover interessanti, alcuni brani scritti per l'occasione e una nuova versione di "Downtown"  il brano più celebre della sua straordinaria carriera.
Se non sorprende la presenza in scaletta di classici come "Love Me Tender" dell'amico Elvis Presley,  della celeberrima "Imagine" di John Lennon e di un evergreen come "H…

Dino Lenny: la cover di West End Girl

Il dj Dino Lenny ha realizzato una cover di "West End Girls", celebre hit dei Pet Shop Boys, che sta funzionando molto bene nelle discoteche d'oltremanica. Si tratta in realtà di una serie di cover differenti con vari remix che il dj e produttore italo inglese ha inserito nel progetto "Strictly Rhythm".
Il brano - accompagnato da un divertente video in stile western - è stato pubblicato in Italia dalla d:vision records ed ha iniziato in questi giorni il suo airplay radiofonico. Rispetto all'originale il brano è stato completamente "destrutturato" , il celebre ritornello compare solo una volta ed in evidenza è tata messa è la "strofa". Ma il risultato funziona.
La canzone ha anche una curiosa storia alle spalle. la prima versione fu pubblicata dai Pet Shop Boys nel 1984. Ebbe un discreto successo nei club di Los Angeles e San Francisco ma fu completamente ignorato in patria. Nel 1985 il brano fu ri-pubblicato in una nuova versione prodot…

Velvet: nel nuovo disco una cover di Luca Carboni

Il nuovo disco dei Velvet in uscita per la fine del mese di Aprile conterrà anche la cover di un brano  di Luca Carboni. Si tratta di "Le Case D'Inverno" brano che il cantautore incise nel 1989 ed inserì nel suo quarto disco "Persone Silenziose". Si tratta di una scelta non casuale da parte del gruppo romano, visto che il brano, delicato e intimista, non è di sicuro tra i più celebri tra quelli scritti dal cantautore bolognese.
Curioso invece il fatto che ad annunciare la cover sia stato lo stesso Carboni attraverso il suo account Twitter. Immediata è arrivata la risposta da parte della band romana affidata anche in questo caso ad un tweet: "ci abbiamo lavorato con enorme rispetto pur osando molto... felicissimi che ti sia piaciuta. È un brano meraviglioso!". I Velvet hanno spesso regalato ai loro fans cover interessanti e originali: non solo la celebre versione di "Una Settimana Un Giorno" di Bennato ma anche un omaggio a  Iggy Pop con la …

Jeff Healey: cover di Springsteen e Seger nel disco postumo

E' la cover di "Adam Raised A Cain" di Bruce Springsteen la traccia più interessante contenuta in House On Fire, album postumo contenete rarità e inediti di Jeff Healey. Il disco contiene materiale registrato dal compianto chitarrista canadese tra il 1992 e il 1998. Il livello qualitativo è un po' discontinuo soprattutto per quanto riguarda le composizioni inedite, abbastanza chiaramente scarti di registrazione. Interessanti invece le cover, visto che il chitarrista ha costruito buona parte della sua reputazione proprio sull'abilità dimostrata nella rilettura di classici del rock.
La versione originale di "Adam Raised A Cain" fu pubblicata dal Boss nel 1978 nell'album Darkness On The Edge Of Town. Nonostante non sia mai stata pubblicata come singolo, il brano è entrato presto nel cuore dei fan di Springsteen. Testo autobiografico, che con riferimenti biblici racconta il difficile rapporto tra padre e figlio.
Interessante e inedita anche la cover di…

Bastille: la cover di Blue Jeans di Lana Del Rey

I Bastille sono uno dei gruppi del momento. Il loro album di debutto "Bad Blood" ha subito conquistato la vetta della classifica inglese e il singolo "Pompeii" sta funzionando molto mene anche nelle radio italiane.
Spunta ora anche una bella cover di "Blue Jeans" di Lana Del Ray e pubblicata all'interno della compilation The Saturday Session 2013, che raccoglie il meglio del materiale trasmesso dalla popolare trasmissione radiofonica di Dermot O'Leary trasmessa dalla BBC Radio 2. Il programma è una sorta di "Live Lounge" in onda alla domenica pomeriggio nel quale ampio spazio viene dato alla musica dal vivo e alle band emergenti. "Blue Jeans" è uno dei singoli contenuti in "Born To Diee" l'album del 2012 di Lana Del Rey che ha consentito alla cantante americana di entrare nell'Olimpo della musica pop.  La versione realizzata dalla band londinese è distante dall'originale, molto rallentata e con un ipnotic…

Alice Cooper: in arrivo un album di cover

Il nuovo album di Alice Cooper sarà un tributo alla musica di alcuni suoi grandi amici, un album di cover per salutare un manipolo di grandi della musica ormai passati a miglior vita. E' stato lo stesso rocker ad annunciarlo in una intervista a Rolling Stone, ricordando gli anni trascorsi con quelli che lui chiamava gli Hollywood Vampire, il drinking club che includeva personaggi come Kieth Moon, John Lennon, Harry Nilsson, Micky Dolenz.
La scaletta del disco non è stata ancora definita ma è probabile che tra i brani possano esserci versioni di ‘Break on through’ dei Doors , ‘Revolution’ dei Beatles, 'Jump into the Fire' di Harry Nillson, ‘My generation’ degli Who e ‘Foxy Lady’ di Jimi Hendrix. Tutti brani che da qualche tempo fanno parte delle dei concerti del rocker di Detroit. Le altre canzoni del lavoro saranno scelte tre quelle pubblicate tra il '73 e il '74, in quella che Cooper (che da 30 anni ha dichiarato di non essere sempre più schiavo dell'alcool)…

Billy Bragg: nel nuovo album una cover di Woody Guthrie

"Tooth and nail" è il nuovo album di Billy Bragg il disco vede il ritorno del cantautore britannico sulle scene discografiche per la prima volta dal 2008, quando venne distribuito sul mercato il suo ultimo album di inediti in studio, "Mr Love & Justice".
Tra le 12 tracce del nuovo album anche una cover, un omaggio a Woody Guthrie, da sempre uno dei riferimenti musicali del folksinger inglese. Si tratta di "I ain't got no home" brano che il grande cantautore americano incise nel 1940 basandosi su un antico canto gospel, Anche se non si tratta di uno dei suoi brani più conosciuti è una canzone che vanta comunque alcune cover di grande livello come quella realizzata da Bob Dylan nel 1972 e quella più recente di Bruce Springsteen del 1988.
La cover di Bragg ricorda forse più la versione del Boss che quella originale, e merita sicuramente un ascolto.
L'album "Tooth and nail" è stato registrato in California in soli cinque giorni e uscirà…

Bugo: una cover per il compleanno di Ligabue

Bugo continua a regalare ai suoi fan cover interessanti attraverso la sua pagina su Soundcloud. Dopo aver festeggiato a suo modo il compleanno di Vasco Rossi (postando una versione di Colpa D'Alfredo) e quello dell'amico Dente (con la cover di Chiedo) in occasione del compleanno di Luciano Ligabue il cantautore ha reso disponibile gratuitamente la cover di "Non E' Tempo Per Noi". La versione originale del brano era contenuta nell'album di debutto del rocker emiliano uscito nel 1990. Per il brano fu anche realizzato un video per il quale fu utilizzata una versione leggermente diversa della canzone con suoni più rock.
Si tratta di una registrazione casalinga, con il solo accompagnamento della chitarra. Non impeccabile dal punto di vista tecnico ma con qualche interessante "divagazione" rispetto alla versione originale.
Bugo si trova in questi giorni in India, dove risiede quando non è in tour, e lì sta scrivendo i brani per il nuovo album, il seguito…

Tuamadre Plays The Beatles

Rendere omaggio ai Beatles in modo divertente, giocare con alcune delle canzoni più note dei Fab 4 ma senza mancare di rispetto ai capolavori. Ci sono riusciti i Tuamadre, formazione genovese all'attivo dal 2008 e che negli anni ha saputo farsi apprezzare per le proprie esibizioni dal vivo, fatte di costumi folli, surprese sul palco e un mix spiazzante di generi musicali, dal jazz al rock, dallo ska al reggae,
Il nuovo disco della band si intitola Tuamadre Plays The Beatles ed è "figlio" del successo ottenuto dall'omonimo spettacolo teatrale realizzato nel 2010 in occasione del 40esimo anniversario dello scioglimento dei Beatles.
Il disco contiene 8 cover, tutte impeccabili dal punto di vista tecnico ma davvero destabilizzanti, con "snippet" presi da altri brani, e arrangiamenti decisamente inusuali.
La prima traccia è una breve e divertente citazione di "Hello Goodbye" con improbabile base house e divertente gag. Si passa poi a una versione ska …

Brunori Sas: la cover di "Amandoti" dei CCCP

"Amandoti" è probabilmente la canzone dei CCCP più conosciuta dal grande pubblico, E questo grazie alla cover realizzata da Gianna Nannini che nel 2004 inserì una sua versione del brano all'interno dell'album Perle. La versione originale del brano - che porta la firma di Giovanni Ferretti e Massimo Zamboni - era stata pubblicata nel 1990 all'interno dell'ultimo album ufficiale dei CCCP Epica Etica Etnica Pathos e sulla copertina del disco veniva indicata come "sedicente cover". La canzone era nata infatti qualche anno prima per lo spettacolo teatrale Allerghia. e la prima versione (rimasta inedita) era cantata da Annarella Giudici.
In questi giorni ha cominciato a circolare in rete una interessante cover del brano realizzata dal vivo dal cantautore calabrese Brunori Sas. La registrazione è di discreta qualità audio e video ed è stata realizzata lo scorso 14 Febbraio presso il Piccolo Teatro dell'Unical di Cosenza. Versione non migliore dell'…

Boz Scaggs: il nuovo singolo è un omaggio a Willy DeVille

E' uno omaggio al grande e sfortunato Willy DeVille il nuovo singolo di Boz Scaggs che ha scelto la bella e poco conosciuta "Mixed up, Shook up Girl" per ricordare il cantautore americano scomparso nel 2009. La versione originale del brano era contenuta in Cabretta, l'album di debutto dei Mink DeVille la formazione capitanata da Willy DeVille che era anche l'autore del brano.
La versione di Scaggs è intensa e originale, con un arrangiamento molto più soul rispetto alla versione di Willy DeVille, che era anche l'autore del brano. Il singolo anticipa l'uscita dell'album Memphis nel quale Scaggs alterna composizioni nuova ad omaggi ai suoi miti musicali. Come spesso era accaduto anche in passato ad accompagnare il musicista americano molti grandi nomi fra i quali spicca il chitarrista Ray Parker Jr., che prima di diventare celebre al grande pubblico con la colonna sonora di Ghosthbusters, aveva scritto pagine memorabili per gli appassionati di Adult Ori…

Edgar Wallace Jr: la cover di I Can't Go For That

Spesso l'importanza di un brano nella storia della musica si misura anche con il numero di cover che vengono realizzate e in base alla notorietà degli interpreti. Ma in qualche circostanza è forse più significativo controllare quanto il brano sia stato utilizzato negli anni per i sample, i "campionanenti" musicali che spesso costituiscono l'ossatura portante di una canzone.
E' il caso di "I Can't Go for That (No Can Do)" brano che Daryl Hall & John Oates scrissero insieme a Sara Allen e portarono al successo nel 1981. Nonostante il grande successo ottenuto dal brano che arrivò in vetta alla classifica di vendita negli USA e alla numero 1 della Billboard Hot R'nB e alla Hot Dance, la lista delle cover non è particolarmente lunga e con pochi artisti realmente di rilievo. Molto più interessante invece la lista dei brani nei quali sono stati utilizzati dei sample della canzone, che negli anni è stata fonte di ispirazione per i De La Soul di &qu…

A Savona Tributo ai Genesis

Tributo ai Genesis in programma Venerdì 8 marzo alle ore 21 al Teatro Nuovo di Valleggia. A proporre il repertorio della celebre banda inglese saranno i The Watch, band milanese nata nel 2001 e da anni apprezzata anche al di fuori dei confini nella nostra nazione. La band in questa occasione porterà sul palco uno spettacolo che per la prima volta ripropone gran parte dei brani di "Seconds Out", il disco dal vivo che i Genesis (già orfani di Peter Gabriel) pubblicarono nel 1977. A differenza di molte altre tribute band dedicate al gruppo inglese, i The Watch propongono anche il primo repertorio cantato da Phil Collins, interpretato da una voce che però ricorda molto da vicino quella di Gabriel.  Quella savonese è una delle poche date italiane del tour 2013, e l'unica in Liguria dove i The Watch non suonano da 7 anni. Dopo la tappa savonese il tour proseguirà in Germania, Belgio, Scozia, Francia e Inghilterra. La formazione della band comprende:  Giorgio Gabriel Chitarre,…

Ed Sheeran canta una hit di Taylor Swift

Ed Sheeran che rende omaggio a Taylor Swift. E' successo qualche giorno fa nel corso della trasmiussione radiofonica The Hamish & Andy Show condotta dal duo Hamish Blake e Andy Lee e trasmesso dal canale australiano Today Network. Il giovane cantante di Halifax che con il suo album di debutto ha conquistato lo scorso anno pubblico e critica, ha imbracciato la chitarra acustioca e ha proposto una bella versione unplugged di I Knew You Were Trouble, canzone che Taylory Swift ha portato al successo nel 2012.
In realtà non si tratta di una cover "completa" visto che la durata del brano è stata notevolmente ridotta e dai 3 minuti e 40 della versione originale si è passati a meno di 1 minuto e mezzo. Però la versione del rosso cantante inglese si fa apprezzare per l'originalità dell'arrangiamento "chitarra e voce" e per l'ottima qualità della registrazione.


Michael Bolton e Kelly Rowland come Marvin Gaye e Tammi Terrel

Il nuovo singolo di Michael Bolton è la cover di un classico della Motown e vede la star americana duettare, per la prima volta nella sua lunga e fortunata carriera, con Kelly Rowland. Il brano scelto è "Ain't No Mountain High Enough",  capolavoro scritto da Nicholas Ashford e Valerie Simpson nel 1996 e portata al successo da Marvin Gaye e Tammi Terrel che portarono il brano nella Top 20 della classifica USA l'anno succesivo. Il vero successo arriverà però solo qualche anno dopo grazie alla cover cantata da Diana Ross che raggiungerà la numero 1 della Classifica di Billboard, per la prima volta nella sua lunga carriera.
Bolton aveva già eseguito in passato il brano durante alcune esibizioni live ma non aveva mai pubblicato il brano. La cover sarà inserita nel suo nuovo album nel quale il cantante americano che in carriera ha venduto oltre 50 milioni di dischi, renderà omaggio alla musica della Motown, con classici di Stevie Vonder, Temptation e Marvin Gaye.
Tra gli …

4 Marzo: la scaletta del Tributo a Dalla

Oggi Lucio Dalla avrebbe compiuto 70 anni come ci ricorda una delle sue canzoni più famose, '4 marzo 1943'. Per ricordare il grande cantautore bolognese scomparso lo scorso anno la Rai ha organizzato una serata tributo che sarà trasmessa in diretta su Rai 1. Sul palco allestito in Piazza Maggiore a Bologna ci saranno molti artisti che con il cantautore hanno condiviso progetti e lavori: da Gianni Morandi, che presenterà lo show a Gaetano Curreri e gli Stadio, da Luca Carboni a Samuele Bersani, da Andrea Bocelli a Zucchero.
Nel caste della serata anche Mario Biondi, Andrea Bocelli, Pierdavide Carone, Pino Daniele, Gigi D’Alessio, Fiorella Mannoia, Marco Mengoni, Gianni Morandi, e ancora Giuliano Sangiorgi, Andrea Mariano e Emanuele Spedicato dei Negramaro con Paolo Fresu, Ron, Paolo Rossi, Ornella Vanoni e Chiara, Renato Zero, Zucchero.  La scaletta non è stata ancora ufficializzata ma qualcosa è trapelato: Renato Zero, che dovrebbe cantare 'Lu', un brano inedito s…

Madeleine Peyroux canta una cover di Buddy Holly

E' una cover di Buddy Holly il nuovo singolo di Madeleine Peyroux che anticipa l'uscita di The Blue Room, il settimo album nella brillante carriera della cantante americana.
Si tratta di "I'm Changing All Those Changes" brano che lo sfortunato rocker incise nel 1958 e pubblicò all'interno dell'album "That'll be the day". Non si tratta sicuramente di uno dei brani più celebri del repertorio di Holly e porta la firma di Jim Denny.  Il brano è stato riletto con un elegante arrangiamento jazz e la produzione è stata affidata a Larry Klein, che nella sua carriera ha lavorato per Joni Mitchell, Tracy Chapman, Herbie Hancock e che con la cantante aveva già collaborato per i precedenti tre album.
La Peyroux ha abbreviato il titolo in "Changing All Those Change" così come aveva già fatto chi prima di lei aveva ricantato il brano. Come ade esempio Nick Lowe che incise una sua versione nel 2011.L'album The Blue Room uscirà il prossimo 5 …

Bugo: la cover di Prisencolinensinainciusol

A Bugo piace cantare le cover e la sua pagina ufficiale su Soundcloud contiene molti files interessanti e sorprendenti. Come per esempio la cover di "Prisencolinensinainciusol", un classico di Adriano Celentano che da qualche giorno è stata resa disponibile gratuitamente per i fan. Si tratta di una registrazione effettuata durante le prove del tour 2008-2009 nel corso del quale Bugo (al secolo Cristiano Bugatti) proponeva dal vivo una sua rielaborazione del brano.
Nonostante si tratti di uno dei brani più famosi del repertorio di Celentano, il brano quando nel 1972 fu pubblicato come 45 non entrò nelle classifiche di vendita. Il successo arrivò solo due anni più tardi quando la canzone fu utilizzata nel corso del programma televisivo Milleluci. Con un po' di fantasia c'è (in Italia) chi sostiene che si tratti del primo brano rap della storia. Sulla sua pagina Bugo ha inserito anche omaggi a Hendrix, Vasco Rossi e recentemente anche all' amico Dente del quale ha…