Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2013

Un omaggio a Hendrix nel nuovo album live di Eugenio Finardi

C'è anche un tributo a Jimi Hendrix nel nuovo doppio album live di Eugenio Finardi. Si tratta della cover della celebre "Hey Joe" inserita come traccia conclusiva di "Musica Ribelle Live" nuovo album del cantautore milanese.
Si tratta di una lunga versione di quasi 8 minuti del brano reso celebre dal grande mancino di Seattle e che Finardi da molti anni propone nei suoi concerti.
Versione molto fedele a quella di Hendrix, che però - vale la pena ricordarlo - non è quella originale. Il brano infatti fu scritto da Billy Roberts e pubblicata per la prima volta dai The Leaves nel 1965 con il titolo di Hey Joe, Where You Gonna Go?
Ad accompagnare Finardi ci sono  Paolo Gambino (Piano), Paolo Zanetti(Chitarre), Claudio Arfinengo (Batteria), Marco Lamagna (Basso) e Giovanni Maggiore (Chitarre). “Suonare con ragazzi più giovani di alcune delle mie canzoni mi ha ridato la voglia e l’energia dei trent’anni“. ha raccontato il cantautore.
L'album contiene 23 brani, re…

Arcade Fire: un'anteprima della cover di Games Without Frontiers

Uscirà il prossimo 23 settembre il nuovo album di cover realizzato da Peter Gabriel. Si tratta del seguito di "Sctratch My Back" album che l'ex Genesis aveva pubblicato nel 2010 e nel quale aveva rivisto con arrangiamenti in chiave sinfonica brani di Lou Reed, Neil Young, David Bowie, Arcade Fire e molti altri. L'idea del progetto era quella di pubblicare nello stesso anno anche un disco "gemello" intitolato "I'll Scratch Yours" nel quale, in una sorta di scambio, gli artisti omaggiati rendevano a loro volta omaggio a Gabriel interpretando brani del suo repertorio. Il progetto ha però subito una serie di ritardi e di defezioni (tra le quali quella dei Radiohead e Neil Young) e vedrà la luce su etichetta Real World (di proprietà dello stesso Gabriel) il prossimo 23 settembre, anche se alcuni brani circolano già da tempo in versione digitale.
Tra le tracce più interessanti figura certamente la cover di "Games Without Frontiers" realiz…

Neil Young: un omaggio a Dylan nel concerto di Roma

Anche un tributo a Bob Dylan nel concerto romano di Neil Young e dei Crazy Horse, Oltre due ore di show durante il quale il grande cantautore canadese ha ripercorso molti grandi classici della sua storia musicale, da Heart Of Gold a Rockin' in The Free World fino alla conclusiva Cinnamon Girl.
Il numeroso pubblico delle Capannelle ha però particolarmente gradito anche la cover di "Blowin' in the wind" classico di Dylan che da molti anni Neil inserisce con una certa regolarità nelle setlist dei suoi show. La versione originale è del 1963. il menestrello di Duluth la pubblicò all'interno del suo secondo album The Freewheelin' Bob Dylan. Da allora è diventata un classico, simbolo di una generazione e manifesto della protesta pacifista. Secondo la "bibbia" delle cover Second Hand Songs ad oggi si contano ben 113 versioni "ufficiali" del brano, senza contare le centinaia di versioni live che circolano in rete. Neil Young incise una cover del b…

E' morto J.J. Cale, l'autore di Cocaine

E' morto a Los Angeles all'età di 74 anni JJ Cale, grande chitarrista e autore di brani che hanno segnato la storia del rock. Per gli appassionati di cover le sue canzoni hanno una importanza particolare. La sua "Cocaine" ha per esempio una storia a suo modo esemplare. Cale incise il brano nel settembre del 1976 ma il successo arrivò solo l'anno successivo grazie alla versione del suo amico Eric Clapton, che la inserì nell'album Slowhand.
La versione originale merita però di essere riscoperta. Fu pubblicata nell'album Troubadour e come 45 giri. Curiosamente però un grande classico come quello conta solo 9 cover ufficiali (ossia pubblicate su supporto fisico). E nessuna a dire il vero particolarmente interessante. A parte ovviamente quella di Clapton.


Nel nuovo album di Ornella Vanoni un omaggio a Dalla

Si intitola "Meticci” (Io mi fermo qui) il nuovo album di Ornella Vanoni. Il disco sarà nei negozi a partire dal prossimo 10 di settemre e arriva a 6 anni da “Una bellissima ragazza” (2007), e a 3 anni dal doppio album dal vivo “Live al Blue Note” (2010).
Tra le canzoni del disco nuovo della cantante spicca la presenza di un omaggio a Lucio Dallla con la cover di "4 Marzo '43" singolo che il cantautore bolognese pubblicò nel 1971 dopo averlo presentato con successo al Festival di Sanremo.
La Vanoni e Dalla avevano eseguito il brano insieme nel 2008 nel corso della trasmissione "Ancora più di me",  realizzato in occasione dei suoi 50 anni di carriera e in cui la cantante aveva duettato con alcuni dei più grandi artisti italiani




Blurred Line: la cover dei Vampire Weekend

Ancora una cover di "Blurred Lines", la hit di Robin Thicke che ha conquistato le classifiche di tutto il mondo. E ancora una volta la cover arriva dal programma Live Loinge della BBC Radio One, che già qualche settimana fa aveva fatto ascoltare una versione del medesimo brano ad opera di Josh Hommedel cantante dei Queens Of The Stone Age.
In questo caso la cover è stata realizzata dai Vampire Weekend, giovane gruppo americano che ha da poco pubblicato il suo terzo album. La band newyorchese capitanata da Ezra Koenig è stata ospite della puntata dello scorso 19 luglio ed ha eseguito una cover di Blurred Lines piuttosto fedele all'originale anche se in versione più "suonata". Certo che sulla carta il sound R'n B di Robin Thicke è molto distante dallo stile indie rock dei Vampire Weekend. Cover quindi, tutto sommato, divertente.

A Sanremo un Tributo agli U2 con i Red Sky

Tributo agli U2 in programma domenica 21 luglio a Sanremo, all’interno del calendario delle manifestazioni estive organizzate dal Comune matuziano Sul palco allestito in Piazzale Vesco nella zona del Porto Vecchio saliranno i Red Sky, formazione genovese nata dall'unione di 4 musicisti, con oltre venti anni di esperienze musicali alle spalle,  e uniti dalla comune passione per la musica della band di Bono Vox. Il repertorio della band comprende tutti i grandi successi degli U2 dal 1980 ad oggi, per un grande e  coinvolgente show di due ore, accompagnato da suggestive scenografie. La band è composta da Bum Cha alla voce ,che assolve in maniera egregia il difficile compito di interpretare ed eseguire le parti vocali di Bono Vox, ed in alcuni brani completa il tutto con chitarra ed armonica. Alla chitarra, ma soprattutto alla ricerca delle sonorità impiegate da The Edge, Adriano Arena con parti ritmiche ed assoli riproduce fedelmente le atmosfere uniche degli U2 . La sezione ritm…

Una cover "metal" per Get Lucky dei Daft Punk

La già lunga lista delle cover di "Get Lucky" dei Daft Punk si arricchisce di una nuova curiosa versione, la prima in chiave metal. A realizzarla sono stati il chitarrista peruiviano Charlie Parra del Riego, componente della band canadese  Kobra And The Lotus, e il cantante svedese  Tommy Karevik, meglio conosciuto con lo pseudonimo di PelleK, che intona i passaggi affidati nell'originale alla voce di Pharrell.
Si tratta ancora una volta di cover non "ufficiali" ossia non pubblicate su alcun supporto fisico, ma che stanno invadendo la rete atraverso YouTube e i social network.
La versione metal di "Get Lucky" non fa che ribadire quanto la hit dei Daft Punk sia davvero "trasversale", capace di mettere d'accordo appassionati di generi musicali molto differenti. Un po' come era capitoato qualche anno fa con "Crazy" degli Gnarls Barkley, che oltre al meritato successo in classifica aveva da subito fatto nascere una lunga ser…

The Killers: un omaggio ai Travis a T in the Park

La band americana dei The Killers ha chiuso l'edizione 2013 di T in The Park, il più imprtante festival musicale scozzese, che quest'anno si è svolto dall' 11 al 14 Luglio e ha visto la presenza tra gli altri di Rihanna, Mumford & Sons e The Script.
Nel corso della loro esibizione i The Killers hanno regalato al numerosissimo pubblico di Balado, una bella cover di "Silde" dei Travis, band di Glasgow e dumque amatissima dal pubblico "di casa".
Prima di eseguire il brano il cantante Brandon Flowers ha ricordato gli anni degli esordi, quando la band si esibiva in piccoli locali di Las Vegas. "Di solito ci esibivamo in concerti acustici - ha ricordato il cantante - Nel nostro priimo show suonammo  canzoni come 'Under The Gun', 'Mr Brightside' e anche una canzone di una band scozzese i Travis. Loro ci davano la speranza".
La versione originale di "Side" fu pubblicata dai Travis nel 2001 e faceva parte del loro terzo …

Al Priamar di Savona il tributo ai Genesis con i The Watch

Tributo ai Genesis in programma Mercoledì 17 luglio a Savona con il concerto dei The Watch, la band milanese nata nel 2001 e da anni apprezzata anche al di fuori dei confini nella nostra nazione.
Dopo il concerto dello scorso marzo nel quale il gruppo aveva riproposto in maniera integrale le canzoni del live Seconds Out, i The Watch tornano in Liguria con un tributo basato essenzialmente sull'album Selling England By The Pound, capolavoro che quest'anno festeggia i 40 anni. I Genesis lo pubblicarono nell'ottobre del 1973 e fu il brano che diede alla band il grande successo in patria, raggiungendo la numero 3 della classifica UK. Grazie a capolavori come The Cinema Show o Firth of Fifth è uno degli album più amati dai fan del gruppo inglese e lo stesso Steve Hackett lo considera il miglior disco dei Genesis. Il concerto è si terrà alla Fortezza del Priamar di Savona ed è organizzato dal Lions Club Savona Torretta con il contributo artistico di MusicArTeam.  L'attuale …

Murder By Death: la cover di What A Wonderful World

I Murder by Death sono una band americana di indie rock, non molto conosciuta in Italia, ma in circolazione già da una decina di anni e con all'attivo 6 album. Il loro ultimo lavoro è decisamente curioso: si intitola AS YOU WISH: Kickstarter Covers e contiene 15 cover che la band ha fatto scegliere direttamente ai propri fan, Che evidentemente hanno gusti variegati, o forse uno spiccato senso dell'umorismo, visto che il risultato finale mette insieme brani di artisti molo distanti, dagli INXS a Louis Armstrong, da Tom Waits ai Motorhead, da Kenny Rogers a Elliot Smith.
La band ha poi scelto le più votete e nello scorso mese di dicembre si è chiusa in studio di registrazione per 15 giorni per realizzare le cover, che sono state poi pubblicate solo in formato digitale e attraverso il sito ufficiale della band.
Il più curioso dei brani presenti è certamente "Hold On" delle Wilson Phillips, hit country pop del 1990 ma la versione dei Murder by Death non è particolarment…

Mario Biondi canta After The Love Has Gone

"After The Love Has Gone" è una delle canzoni più celebri del repertorio degli Earth Wind and Fire, e certamente una delle più belle. Una nuova versione del brano cantata dal nostro Mario Biondi sta per arrivare sul mercato discografico, anche se forse non è del tutto corretto catalogarla come cover, visto che farà parte del nuovo album del gruppo americano intitolato “Now, Then & Forever". Il disco, il primo primo in studio della band in 8 anni, arriverà nei negozi di dischi il prossimo 10 settembre. Sarà un doppio album contenente 10 brani inediti  e alcuni dei loro più celebri pezzi tra i quali è stato inserito il duetto con Mario Biondi.
Gli Earth Wind & Fire pubblicarono la versione originale del brano nel 1979 nell'album "I Am". Fu pubblicato anche come 45 giri, vendendo, solo negli USA) oltre oltre un milione di copie. Il brano porta la firma di David Foster, il musicista canadese vincitore di 18 Grammy Awards, e da anni produttore di gran…

La cover di "I Love It" cantata da Robin Thicke

Ancora una volta il programma radiofonico Live Lounge trasmesso dalla BBC Radio One ci regala una cover davvero interessante. Nella puntata trasmessa lo scorso 8 luglio l'ospite era il cantante americano Robin Thicke, che oltre a proporre il suo nuovo successo Blurred Lines in versione acustica, ha cantato una cover di una delle hit del momento, "I love It" degli Icona Pop.
Il cantante californiano fa davvero un gran bel lavoro trasformando il brano electro pop del gruppo svedese in una ballata soul cantata con grande intensità, accompagnato dal piano elettrico.
La versione originale di "I Love It" era stata pubblicata lo scorso anno per il solo mercato svedese. Il successo è cresciuto con il passare dei mesi grazie anche al fatto che il brano è stato utilizzato per il videogame Need For Speed Most Wanted, per la sigla di una trasmissione di MTV e soprattutto per la pubblicità del Galaxy 4 della Samsung. Ad oggi il singolo ha venduto oltre due milioni di copie…

Con il numero di Agosto della rivista Mojo un nuovo tributo ai Beatles

La rivista inglese Mojo torna a regalare ai propri lettori una interessante compilation tributo ai Beatles. Il numero di agosto ha infatti in allegato un CD che contiene l'intero secondo album dei Fab Four risuonato per l'occasione rispettando per intero la tracklist originale.  Come spesso capita nelle iniziative di questo genere il risultato è piuttosto discontinuo ma tutti i brani sono stati ripresi con una buona dose di originalità.  La compilation - giocando con il titolo originale del celebre album - è stata ribattezzata We’re with the Beatles.
Gran parte delle cover è stata realizzata da nuove leve della musica britannica ma non mancano le sorprese. In particolare spicca la presenza di Chris Difford, ex componente degli Squeeze e grande appassionato della musica dei Beatles. Insieme alla giovane band degli Arcelia ha ripreso in modo molto convincente uno dei brani più conosciuti di quel celebre album (che tra qualche mese festeggerà il 50esimo anniversario della pubbli…

"Caruso" di Lucio Dalla in versione dance

Le versioni di "Caruso" di Lucio Dalla certamente non mancano. Il classico che il cantautore bolognese incise nel per la prima volta nel 1986 per l'album Dallamericaruso è diventato negli anni una delle canzoni italiane più conosciute nel mondo, grazie anche alle tante cover realizzate da cantanti stranieri come Julio Iglesias, Lara Fabian o la band Il Divo.
Dalla la definì "una canzone carica di retorica, una risposta alle canzoni che avevano un epos quasi greco come Nuvolari o  Mille Miglia". Il cantautore ha raccontato di aver composto il brano di getto, in meno di 10 minuti, mentre si trovava a soggiornare nell'albergo Vittoria di Sorrento, nel quale aveva trascorso gli ultimi giorni di vita il grande tenore.
Ora arriva una versione destinata alle discoteche realizzata dai Matryoska 69, progetto musicale ideato da un gruppo di dj bolognesi di fama internazionale, su etichetta Mi. Ro. Produzioni.
Otre ad essere la prima cover dance della canzone, ha anc…

Under The Covers: il nuovo album di Gretchen Wilson

Gretchen Wilson non è molto conosciuta in Italia ma negli Stati Uniti è considerata da anni una delle grandi star della musica country. Il suo nuovo album è un omaggio alla musica rock e contiene 13 classici del passato riletti con grinta ed una certa eleganza, anche se non con molta originalità.
L'album si intitola "Under The Covers" e vede la cantante dell'Illinois accompagnata da Jeff Armstrong alle tastiere, Justin Caper ai fiati. Ron Gannaway alla batteria, Tony Obrohta alla chitarra e Jeff Lockerman al basso. La canzoni scelte dalla Wilsoon spaziano dal repertorio di Van Morrison a quello di Joe Walsh, da Billy Squier ai Foreigner, dai Led Zeppelin a Bob Segar con una certa predilezione per il rock anni 70.
La Wilson ha raccontato di aver chiesto ai ragazzi della sua band di scrivere le loro cinque canzoni di rock classico preferite. "Da quella lista di 30 o 40 canzoni, ho scelto quelle che pensavo di poter effettivamente tirare fuori. Sai, non ci sono mo…

Mondo Candido: la cover di Viva La Pappa Col Pomodoro

Viva La Pappa Col Pomodoro è uno dei brani più celebri del repertorio di Rita Pavone e uno dei classici della musica italiana degli anni 60. Faceva parte della colonna sonora dello sceneggiato televisivo “Giornalino di Gian Burrasca" tratto dal popolare romanzo per ragazzi di Vamba e diretto da Lina Wertmüller. La musica è stata scritta da Nino Rota con l'orchestrazione di Luis Bacalov, mentre il buffo testo era firmato dalla stessa regista..
Ora il brano è stato ripreso con una divertente versione dai Mondo Candido,  band fiorentina che dal 2002 si è fatta notare nel mondo della lounge italiana.
Il brano fa parte del nuovo album del gruppo intitolato Soda e vede la preziosa collaborazione di Gianni Cerone alla batteria e percussioni, Leonardo Pieri ai piani acustici ed elettrici, e Tiziano Borghi alle tastiere.
Inoltre l’album presenta la nuova cantante del gruppo, la frizzante Sara Ferrini. Già nel disco di debutto Mosca la band aveva reso omaggio a Rita Pavone proponendo…

La cover di "Get Lucky" cantata dal Presidente Obama

C'è una nuova incredibile cover di  "Get Lucky" dei Daft Punk che da qualche giorno sta facendo impazzire la rete. Si tratta di quella "cantata" nientepopodimeno che dal Presidente degli Stati Uniti d'America Barack Obama, che non ha saputo resistere al fascino della hit più trascinante di questa estate 2013.
In realtà si tratta di una divertente parodia realizzata con straordinaria bravura dai Barackdubs, che si sono divertiti a realizzare una cover del brano dei due dj parigini utilizzando frammenti di discorsi del Presidente Americano.
Il tutto è stato montato sulla base originale del brano e utilizzando gli spezzoni dei video originali di Obama.
Il risultato finale è assolutamnte perfetto dal punto di vista tecnico e veramente molto divertente. Il video è stato inserito nel canale Youtube del fantomatoco "gruppo" e in pochi giorni ha superato i 6 milioni di contatti.
La versione originale di "Get Lucky" vede la collaborazione dei D…