Passa ai contenuti principali

La scaletta di Sanremo Club, la serata del Festival dedicata alla musica d'autore

Il Festival di Sanremo renderà omaggio alla canzone d'autore con una serata - quella di Venerdì 21 - ribattezzata Sanremo Club.
Non mancano delle sorprese nella scaletta resa nota in queste ore, e molti sono sicuramente gli spunti interessanti. A partire da Cristiano De André che ha scelto di ricantare un classico del padre o Francesco Renga che renderà omaggio a Edoardo Bennato. Grande curiosità anche per il debutto come cantante per Riccardo Scamarcio e per il duetto tra Frankie hi-nrg mc e Fiorella Mannoia
Questa nel dettaglio la scaletta della serata.

Antonella Ruggiero canta i NEW TROLLS, “Una Miniera”
Singolo del 1969 dei New Trolls scritto dai componenti del gruppo (D’Adamo, De Scalzi e Di Palo) e prima dell’ingresso completo della band nella scena progressive italiana con lo storico album Concerto grosso. Nel 1969 i New Trolls approdarono al Festival di Sanremo con il brano Io che ho te, a cui seguirono altri due singoli di successo, Davanti agli occhi miei ed Una miniera. L’anno successivo fu pubblicato l’album New Trolls (Fonit Cetra 1970), che raccoglieva i singoli prodotti dal gruppo fino a quel momento.

Arisa con i Whomadewho canta FRANCO BATTIATO, “Cuccurucucu”
Tratta dall’album "La voce del padrone" del 1981 è una delle canzoni più note di Battiato che cita, solo nel ritornello, la canzone Cucurrucucú paloma, scritta dal cantautore messicano Tomás Méndez, nel 1954. La versione di Franco Battiato cita il proemio dell’Iliade e Il mondo è grigio/ il mondo è blu di Nicola Di Bari. Fra le altre canzoni nominate vi sono Lady Madonna e With a Little Help from My Friends dei Beatles.

Cristiano De André canta FABRIZIO DE ANDRÉ, “Verranno a chiederti del nostro amore”
Il brano è tratto dal sesto disco di Fabrizio De André Storia di un impiegato. La canzone venne composta dal cantautore ligure per la prima moglie (la madre di Cristiano) Enrica ‘Puny’ Rignon. Cristiano potè assistere, dal buco della serratura, alla prima esecuzione del brano appena completato, nel cuore della notte, da parte di Fabrizio alla consorte, visibilmente commossa.

Frankie hi-nrg mc con Fiorella Mannoia canta PAOLO CONTE, “Boogie”
È una canzone che Paolo Conte ha scritto nel 1981 ed è stata pubblicata nel quarto disco del pianista e compositore astigiano (Paris milonga, RCA 1981). È il primo album di Paolo Conte pubblicato anche all’estero e che accentua ancora di più la strada intrapresa con il disco precedente decisamente swing e jazz. Boogie verrà interpretata negli anni successivi da Ivano Fossati.

Francesco Renga canta EDOARDO BENNATO, “Un giorno credi”
Pubblicato nel 1973 nel primo disco di Edoardo Bennato "Non farti cadere le braccia" , Un giorno credi è stata scritta con Patrizio Trampetti, musicista e componente del gruppo Nuova Compagnia di Canto Popolare. La canzone fu riproposta anche nel disco successivo I buoni e i cattivi (Ricordi 1974).

Francesco Sarcina con Riccardo Scamarcio canta ZUCCHERO, “Diavolo in me”
Diavolo in me è una canzone di Zucchero estratta nel 1989 dall’album Oro, incenso e birra del 1989. È uno degli esperimenti più riusciti di rhythm’n’blues italiani e l’album che è stato primo in classifica in Italia e Svizzera è molto conosciuto all’estero. Al disco hanno collaborato tra gli altri Eric Clapton, Jimmy Smith, Francesco De Gregori, Ennio Morricone, James Taylor (UK).

Giuliano Palma canta PINO DANIELE, “I say i’ sto cca’”
È il brano di apertura del terzo album di Pino Daniele (Nero a metà, Emi 1980) il disco è quello dell’affermazione a livello nazionale del cantautore partenopeo che crea brani che vanno al di fuori degli schemi allegramente blueseggianti, cui il pubblico di Pino Daniele era ampiamente abituato. L’album è presente nella classifica dei cento dischi italiani più belli di sempre secondo Rolling Stone Italia.

Giusi Ferreri con Alessio Boni e Alessandro Haber canta ENRICO RUGGERI, “Il mare d’inverno”
Il brano Il mare d’inverno è stato scritto nel 1983 da Enrico Ruggeri nella città marchigiana di Marotta in provincia di Pesaro-Urbino, dove il cantautore trascorreva con la madre e le zie le sue vacanze da adolescente. Interpretata e portata al successo da Loredana Berté la canzone sarà registrata da Ruggeri nel 1984.

Noemi canta IVANO FOSSATI “La costruzione di un amore”
Scritta nel 1978 da Ivano fossati per Mia Martini che la inserì nel sul album Danza, la canzone compare per la prima volta nell’album di Fossati Panama e dintorni (RCA 1981). Ancora oggi, a più di trent’anni dalla sua prima incisione, la canzone viene riproposta e arrangiata da vari artisti. Il brano è considerato una delle più belle canzoni della musica d’autore italiana.

I Perturbazione con Viola cantano FRANCESCO DE GREGORI, “La donna cannone”
Scritta nel 1983 da Francesco De Gregori la canzone fu pubblicata lo stesso anno in un Qdisc di solo cinque tracce. La canzone è riconoscibile dal riff di pianoforte con le tre note iniziali, un preludio perfetto per un brano che è stato in vetta alla classifica dei singoli tanto da rendere questa una delle canzoni d’amore più belle della musica italiana.


Raphael Gualazzi e the Bloody Beetroots con Tommy Lee cantano DOMENICO MODUGNO“Nel blu dipinto di blu”
Conosciuta anche con la parola che apre il ritornello Volare è una delle canzoni italiane più famose al mondo. Scritta da Domenico Modugno e Franco Migliacci fu presentata per la prima volta al Festival di Sanremo del 1958 dallo stesso Modugno e da Johnny Dorelli vincitore di quell’edizione. Da quel momento il brano ottenne un successo planetario. La canzone ha partecipato anche all’Eurovision Song Contest 1958, classificandosi al terzo posto.

Renzo Rubino con Simona Molinari canta GIORGIO GABER, “Non arrossire”
È la canzone che nel 1960 ha portato al successo popolare Giorgio Gaber. Un ‘lento’ con il quale partecipa alla Sei giorni della canzone e segna per Gaber il passaggio dal rock’n’roll al teatro canzone. Morgan ha interpretato il brano nel 2003

Riccardo Sinigallia con Paola Turci, Marina Rei e Laura Arzilli canta CLAUDIO LOLLI, “Ho visto anche degli zingari felici”
È la canzone che da il titolo del quarto album del cantautore Claudio Lolli, pubblicato nel 1976 dalla EMI Italiana e considerato fondamentale per la storia della musica d’autore italiana. Il titolo è la citazione di quello di un vecchio film jugoslavo (Skupljaci perja 1967). Il brano, molto lungo, è stato scritto nel 1975 e nel disco è diviso in due parti. Sinigallia propone la seconda parte quella che chiudeva il disco. Anche Luca Carboni ha interpretato una cover del brano.

Ron canta LUCIO DALLA, “Cara”
Cara è una delle canzoni più intense di Lucio Dalla ed è tratta dal suo album Dalla  del 1980 un album registrato in studio che diventò il disco più venduto quell’anno. Nel disco altre canzoni di successo come Balla balla ballerino, Futura e Siamo dei, che ormai fanno parte della cultura musicale italiana. L’epitaffio sulla tomba di Lucio Dalla “Buonanotte anima mia, adesso spengo la luce e così sia… " è tratto proprio dal testo di Cara

Commenti

Post popolari in questo blog

Laura Xmas: il Natale di Laura Pausini

Da domani venerdì 4 novembre arriva nei negozi "Laura XMas" l'album di Natale di Laura Pausini. "Un sogno che da tempo tenevo chiuso nel mio cassetto " ha spiegato la cantante sulla sua pagina Facebook. Il disco è prodotto da Patrick Williams e dalla stessa Laura, pubblicato per Atlantic-Warner Music in versione italiana e spagnola e sarà distribuito in oltre 60 Paesi e presentato alla stampa mondiale il 24 novembre a Parigi, Disneyland Paris.
La tracklist sarà leggermente diversa a seconda dei paesi. La scelta dei brani è però caduta su grandi classici della tradizione natalizia, da "Jingle Bells" a "Adeste Fideles" , mentre il brano scelto per lanciare il disco è la celebre Santa Claus is coming to town, da domani in radio. Il brano è accompagnato da un videoclip girato al Teatro Comunale Ebe Stignani di Imola con il patrocinio del Comune di Imola, diretto dal regista Gaetano Morbioli,

Questa la tracklist del disco
1.         "It'…

Bob Dylan: un triplo album di cover

Bob Dylan ha annunciato a sorpresa l'uscita di un nuovo album per il prossimo 31 marzo. Un album triplo, il primo della sua vita, intitolato Triplicate interamente composto di cover version, prese dal repertorio dei grandi classici della musica americana, con una particolare attenzione alle canzoni rese celebri da Frank Sinatra.
L'album - il 38esimo in stidio nella carriera del cantautore sarà prodotto dallo stesso Dylan (con lo pseudonimo di Jack Frost) e uscirà in vari formati, tra cui triplo CD in digipak a otto pannelli, in digitale, cofanetto deluxe 3 LP in vinile a edizione limitata e confezione numerata.
Per il menestrello di Duluth sarà il terzo cover album in tre anni.

Erica Mou canta un classico di Nilla Pizzi

Dal 7 ottobre è in tutti i digital store e nelle radio il nuovo singolo di Erica Mou: la cover de “L’Edera”, per Godzillamarket e distribuita da Artist First. Erica Mou ha deciso di incidere questa perla della grande musica italiana e di realizzarne anche un videoclip, dopo aver vissuto un’intensa esperienza con gli adolescenti del Dynamo Camp. Infatti, “L’Edera” per Erica racconta sì un amore giovane con parole antiche, ma evoca anche il coraggio di crescere, il diritto di amare e capire l’amore, di arrampicarsi, di legarsi e di lasciarsi andare. E l’entusiasmo e la forza dei ragazzi del Dynamo Camp hanno ispirato l’ideazione del videoclip.
La versione originale della canzone – scritta da Saverio Seracini e Vincenzo D'Acquisto - risale al 1958. Fu presentata in gara al Festival di Sanremo nella doppia interpretazione di Nilla Pizzi e Tonina Torrielli. Per sua “sfortuna” la canzone dovette vedersela con la mitica “Nel blu dipinto di blu” e quindi non vinse l'edizione del 58&…

Norah Jones: le cover nel nuovo album "Day Breaks"

9 inediti e 3 cover nel nuovo album di Norah Jones. La cantautrice americana pubblica il 7 ottobre con il suo sesto album da solista che arriva a quattro anni di distanza dal precedente "Little broken hearts" e a tre dalla collaborazione con Billie Joe Armstrong per "Foreverly".
Il disco - prodotto dalla stessa Jones - si intitola "Day Breaks" e vede la presenza di molti ospiti d'eccezione come il sassofonista Wayne Shorter, l'organista Dr. lonnie Smith e il batterista Brian Blade.
Queste le cover contenute nell'album.
"Don't Be Denied" è un brano che Neil Young ha scritto nel 1973 per l'album Time Fades Away. Certamente non tra le canzoni più celebri del cantautore canadese, vanta però un discreto numero di cover tra le quali quella cantata da Nils Lofgren nel 2008.

"Fleurette africaine (African Flower)" è il rifacimento di "Les fleurs africaines" scritta da Duke Ellington e pubblicata nel 1962 all'i…

50 anni senza Luigi Tenco: 5 cover indimenticabili

Esattamente 50 anni nella notte tra il 26 e 27 gennaio del 1967 - moriva a Sanremo Luigi Tenco, uno dei più grandi e innovativi personaggi della storia della musica italiana. Aveva solo 28 anni ma con le sue canzoni aveva già segnato in modo indelebile la scena musicale.
In quei giorni Tenco stava partecipando alla 17esima edizione del "Festival della canzone italiana" di Sanremo con "Ciao Amore Ciao". La sera prima il brano era stato eliminato dalla giuria, ottenendo solamente 38 preferenze su 900
Oggi noi di My Way lo vogliamo ricordare con 5 cover da brividi.