Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2014

Paola Iezzi: la cover di "Friday I'm in Love" dei Cure

Dopo aver ufficializzato lo scorso anno lo scioglimento del sodalizio con la sorella Chiara, Paola Iezzi torna a far parlare di se grazie ad una interessante cover. La cantante ha infatti postato sulla sua pagina ufficiale di YouTube una originale rivisitazione di "Friday I'm In Love" dei Cure, brano che la band capitanata da Robert Smith aveva pubblicato nel 1992 all'interno dell'album Wish.
Si tratta di una versione acustica, molto rallentata rispetto all'originale, che la Iezzi ha realizzato con la collaborazione di Michele Monestiroli che ha curato l'arrangiamento.

Già lo scorso anno la cantante si era segnalata per una cover: la versione di "Se Perdo Te" di Patty Pravo che la Iezzi aveva pubblicato in un EP.
La cover di "Friday I'm in Love" invece non verrà pubblicata in maniera ufficiale:
"Non è nata per quello - ha raccontato Paola -  Forse la metterò sul mio podcast, così chi se la vorrà  mettere nell'ipod la pot…

Molte cover nel nuovo album di Aretha Franklin

Arriverà entro la fine del 2014 e conterrà molte cover il nuovo album di Aretha Franklin.
Secondo le prime indiscrezioni trapelate tra le canzoni che faranno parte del disco ci saranno ‘Midnight Train To Georgia‘ di Gladys Knight & the Pips, ‘People‘ di Barbra Streisand, ‘Last Dance‘ di Donna Summer e la celebre ‘What’s Love Got To Do With It’ di Tina Turner. E tra le quattro tracce in attesa di registrazione ci sarebbe anche ‘Rolling In The Deep‘ di Adele. Come dire che la grande Regina del Soul non ha certo paura del paragone con le sue colleghe più blasonate ed è pronta a dimostrare di essere ancora anche a 72 anni la Numero Uno.“Mi piacciono tutte le versioni originali - ha spiegato l’artista in una intervista a Billboard - Clive Davis ha proposto le canzoni e io davo o non davo la mia approvazione, ma è stato un disco facile da fare, perché mi piacciono tutte”.
L'ultimo lavoro della cantante risale al Maggio del 2011 e fu accolto a dire il vero con una certa freddezza dal…

Marvin: la cover di "Vento d'estate"

L'estate del 1998 fu segnata dal successo di "Vento D'estate" cantata insieme da Niccolò Fabi e da Max Gazzè. Il brano - scritto dallo stesso Gazzè e da Riccardo Sinigallia - fu uno dei più trasmessi dalle radio italiane e vinse l'edizione di quell'anno di "Un Disco Per L'Estate". Ora la canzone ritorna in radio con una nuova versione nata da una idea di Marvin, voce dello storico progetto dance Prezioso feat. Marvin e realizzata con la collaborazione di Rudeejay (uno dei produttori dance italiani più forti del momento) e Paolo Sandrini (uno dei produttori che ha fatto la storia della musica dance dagli anni ’90 ad oggi, per diverso tempo studio-partner di Gigi D’Agostino).
"La canzone ha il sapore delle gite al mare con i vecchi amici. - ha spiegato Marvin - Ha il profumo dei campi che si attraversano dalla periferia di Roma per arrivare a Fregene, Ostia…porta con sé l’odore dei pini…delle sere in cui si scappava ad una festa in spiaggia…

A Genova The Official Beatles Day 2

Il 26 giugno del 1965 i Beatles si esibirono dal vivo al Palasport di Genova, per quello che era il loro secondo concerto nel nostro paese dopo quello al Vigorelli di Milano. Per festeggiare il quarantanovesimo anniversario di quello storico evento, il capoluogo ligure omaggia i Fab Four con una serata intitolata The Official Beatles Day 2 in programma Venerdì 27 giugno presso il Cancello del Cinabro di Sampierdarena. Per l'occasione il locale di piazza del Monastero ospiterà Rolando Giambelli, presidente dei Beatlesiani associati d'Italia, nonché un concerto della prima cover band italiana dei Beatles, i Reunion, accompagnati dai quattro archi del Carlo Felice.
Le sorprese musicali non finiscono qui: ad imbracciare gli strumenti ci saranno anche i White Wings, band che da anni propone brani dei Beatles e pezzi solisti di Paul Mc Cartney.
Ospite d'onore della serata sarà Gary Gibson il sosia ufficiale di John Lennon.
Durante l'evento non mancheranno proiezioni di film…

Rudy Rotta: omaggio ai Beatles e ai Rolling Stones

Rudy Rotta è uno tra i bluesman italiani più conosciuti e apprezzati anche a livello internazionale, con all’attivo una decina di album dal 1990 ad oggi
Il suo nuovo lavoro si intitola "The Beatles vs. The Rolling Stones" e contiene undici interessanti riletture in chiave blues del repertorio delle due celebri band. Si tratta in realtà di 22 cover visto il curioso esperimento tentato da Rotta: ogni traccia è formata dall’unione di due brani, uno preso dal repertorio dei Fab 4 e uno da quello dei Glitter Twins.
Il risultato è davvero sorprendente: “Sympathy for the devil” si fonde con “Come together” e “Miss You” con “Rocky Raccoon” e la mitica “Satisfaction” con la celebre “Ob-la-di, Ob-la-da”.
Il disco esce per la Slang Music (distribuzione I.R.D.) ed è arricchito da ospiti come i Quintorigo (in "Lady Jane & Julia"), lo Gnu Quartet (in "Ruby Tuesday & Strawberry Fields Forever"), Ernesttico (percussioni), Laura Masotto (violino), Luca Degani (…

Tom Petty rende omaggio ai Byrds e ai Little Feat nel nuovo album live

In attesa dell'uscita del nuovo album di Tom Petty che arriverà nei negozi il prossimo 29 Luglio, gli iscritti al fan club che hanno ricevuto un escusivo album digitale che contiene 11 tracce registarate live nel corso del tour delle scorso anno.
Il disco si intitola semplicemente "Live 2013" e contiene anche alcune cover davvero interessanti. Come per esempio la traccia di apertura, la celebre “So You Want To Be a Rock’n Roll Star”dei Byrds,  brano di apertura del quarto album della band “Younger Than Yesterday”.
Fu scritto da Jim McGuinn e da Chris Hillman come attacco polemico al music business, in quegli anni impegnato nel lancio di band “prefabbricate” per il pubblico televisivo come i Monkees. Fu pubblicato come singolo nel gennaio del 1967 e raggiunse la 29esima posizione della classiflica di Billboard, ma non riuscì ad entrare nella cassifica UK. La tromba è suonata dal celebre musicista sudafricano Hugh Masekela, che la band invitò sul palco anche nel corso de…

Rolling Stones: le cover italiane

70 mila persone hanno salutato ieri sera il ritorno in Italia dei Rolling Stones, con l'attesissimo concerto al Circo Massimo di Roma. Molti i personaggi importanti dal mondo della musica presenti nella affollatissima Tribuna Vip, da Zucchero a Alex Britti da Edoardo Bennato a Paola Cortellesi.
Anche noi vogliamo rendere omaggio alla band di Mick Jagger, ricordando alcune delle cover "italiane" più memorabili. Come per esempio la celebre versione di "Paint it black" cantata da Caterina Caselli nel 1966 che in italiano divenne "Tutto Nero" con testo di Luciano Beretta. O la cover di "Lady Jane" realizzata lo stesso anno dai New Dada di Maurizio Arceri.
I primi a proporre una loro versione italiana della celeberrima "Satisfaction" furono invece nel 1966 I Ragazzi Del Sole, gruppo torinese specializzato in cover inglesi.
"Ruby Tuesday" in italiano divenne "Rubacuori" grazie ad una improbabile traduzione di Mogol e…

Elvis Sings: 23 cover cantate da Elvis

Ancora una compilation dedicata al Re del Rock. Non contiene materiale inedito, ma per gli appassionati di cover è comunque un disco interessante. L'album infatti si intitola ELVIS SINGS e contiene 23 tracce che spaziano tra blues, folk, country, rock’n’roll e soul scritte da grandissimi nomi della musica come Bob Dylan, Ray Charles, Muddy Waters, Kris Kristofferson, Glen Campbell, Neil Diamond.
Tra le oltre 300 cover interpretate da Elvis in carriera trovano spazio soprattutto quelle incise tra la fine degli anni 60 e l'inizio degli anni 70. Con la sola eccezione della mitica "I got a Woman" di Ray Charles che il Re pubblicò nel 1956 due anni dopo della versione originale. Il disco esce in occasione del 60° anniversario della prima "apparizione" radiofonica dei Elvis che avvenne nel luglio 1954.
Elvis Presley - Elvis Sings

Track list:

1. Promised Land (CHUCK BERRY) 1974
2. What’d I Say (RAY CHARLES) 1964 3. Early Mornin’ Rain (GORDON LIGHTFOOT) 1972 4. You…

Diana Krall: nel nuovo album omaggi a Dylan e Elton John

Il nuovo album di Diana Krall uscirà su etichetta Verve il prossimo 9 settembre ma cominciano a circolare interessanti indiscrezioni, soprattutto per gli appassionati di cover.
Il disco si intitolerà Wallflower e conterrà omaggi a Bob Dylan, Elton John e gli Eagles. La cantante canadese ha fatto anche sapere che il nuovo lavoro conterrà brani dagli anni 60 ai giorni nostri, compresa una nuova canzone scritta appositamente per lei da Paul McCartney.
Il disco sarà prodotto da David Foster, vincitore in carriera di ben 16 Grammy Awards, e che aveva già collaborato con la Krall nel 2001 per la colonna sonora di The Score.
Il produttore ha raccontato: "Le canzoni che abbiamo scelto sono quelle con le quali Diana è cresciuta, quelle che ascoltava alla radio o sui dischi in vinile. Ma quello che rende il disco davvero speciale è il suo modo di reinventare ogni singola melodia".
Diana Krall ha venduto in carriera oltre 15 milioni di copie di album in tutto il mondo. Il suo ultimo l…

John Mayer: la cover di "XO" di Beyonce

Lo scorso Aprile durante un concerto in Australia, John Mayer ha cantato a sorpresa una cover acustica di ‘XO’, una delle nuove canzoni di Beyoncè.
Grazie al successo riscosso, John Mayer ha deciso di registrarla e pubblicarla come singolo. Una vera e propria "instant cover" dunque visto che la versione originale è stata pubblicata dalla cantante americana solo sei mesi fa.
‘XO’ ha ora una doppia pelle, quella sensuale e avvolgente di Beyoncè e quella più introspettiva ed essenziale di John Mayer.
Il brano - che è stato scritto da Ryan Tedder dei One Republic insieme a Terius Nash e alla stessa Beyonce - non è andato benissimo nelle classifiche internazionali: si è fermato alla posizione numero 45 della classifica di Billboard e alla 22 di quella inglese. La cover di Mayer ha invece debuttato alla numero 90 della classifica USA e alla 13 della Billboard Hot Rock Songs.
John Mayer, che in carriera ha venduto oltre 20 milioni di dischi e ha vinto 7 Grammy Awards, aprirà il co…

Il dOnO: la cover di Waiting For The Sun dei Doors

"Waiting For The Sun" è uno dei grandi classici dei Doors. Eppure le cover "ufficiali" della canzone sono veramente pochissime. Il sito SecondHandSongs (vera bibbia del settore) ne ha catalogato soltanto una, realizzata nel 2002 dagli EDENautomatic passata assolutamente sotto silenzio.
Davvero strano visto sono moltissimi i tributi realizzati alla band di Jim Morrison e che il brano, pur non essendo certamente popolare quanto "Light My Fire" o "Roadhouse Blues", faceva parte di un album di grande successo come "Morrison Hotel" (e non del disco omonimo uscito l'anno prima).
Ora però va aggiunta questa grintosa versione realizzata dalla band iL dOnO, gruppo di Velletri attivo dal 1999
I componenti della band sono: Daniele Cedroni (voce, chitarra), Andrea Fatale (chitarre), Riccardo Marinelli (batteria, produzione). Da segnalare i nomi di Paolo Di Cori, che è stato il bassista originale della band oltre a Lorenzo Mancini (basso) e An…

Dai & The Ramblers: la cover di Iko Iko

I Dai & The Ramblers sono un curioso quartetto londinese che propone una divertente mix di musica folk, honky tonk e rhythm'n blues.
Il loro album di debutto "Dow Dow" è ricco di cover interessanti e sorprendenti con omaggi a da Big Joe Turner a Ray Charles e alla Band
Il disco si apre con un brano di Leiber and Stroler "The Chicken and The Hawks" che fu incisa per la prima volta nel 1965 da Joe Turner.
"The Weight" è invece un classico che porta la firma di Robbie Robertson che The Band incisero nel 1968 e negli anni ha avuto molte interpretazioni memorabili (Aretha Franklin, Joe Cocker).
Ma tra le tracce più interessanti del disco c'è la cover di "Iko Iko" brano che da noi in Italia è celebre soprattutto per la versione contenuta nella colonna sonora del film "Rain man" cantata dalle Belle Stars.
In realtà la canzone ha una storia davvero lunga e interessante: fu scritta e registrata all'inizio degli anni '50 a Ne…

Janelle Monáe: la cover di "Heroes" di David Bowie

"Heroes" di David Bowie non ha davvero bisogno di presentazioni. Dal 1977 ad oggi il capolavoro del Duca Bianco è stato interpretato da moltissimi artisti e la "bibbia" delle cover SecondHandSongs ha catalogato ben 47 versioni pubblicate ufficialmente.
Non appartiene a questa lista ma merita ugualmente una segnalazione la versione cantata da Janelle Monáe nel corso del Late Show di David Letterman.
La cantante aveva già inciso il brano qualche mese fa per la campagna pubblicitaria della Pepsi "Now Is What You Make It", ma la versione eseguita dal vivo nel corso del celebre programma della CBS ha un arrangiamento leggermente diverso, ma comunque sempre molto funky.
«Bowie è parte del mio DNA musicale», ha spiegato la Monáe alla rivista   Rolling Stone. «Ed "Heroes" è uno dei miei pezzi di Bowie preferiti. Quando ami una canzone, vuoi che una parte delle bellissime qualità dell'originale rimangano intatte. La cover è il nostro modo di reimmagin…

Al Carlo Felice di Genova Tributo a Chet Baker

Il Teatro Carlo Felice di Genova inaugura una una rassegna di "aperitivi jazz" con un tributo al grande Chet Baker, straordinario trombettista americano scomparso che nel corso della sua carriera trascorse molti anni in Italia (alcuni anche - purtroppo - anche nel carcere di Lucca).
Tempio della Lirica ma più che mai aperto ad accogliere tutta la musica, il Carlo Felice lancia una rassegna di aperitivi musicali all'insegna del Jazz con formazioni che proporranno il giovedì sera a partire dalle ore 19 repertori di grande appeal, a coronamento di un’offerta musicale a tutto tondo, con l’obiettivo sempre vivo di trasformare il Teatro in un luogo dove tutti possano trascorrere una piacevole serata coniugando cultura, divertimento e occasione d’incontro.
L'appuntamento in programma domani sera Giovedì 12 giugno è con il Felice Reggio Trio, composto da Felice Reggio alla tromba, Massimo Currò alla chitarra, Manuele Dechaud contrabbasso.

Chet Baker, considerato uno degl…

The Equalizers una nuova versione di "You" dei Ten Sharp

"You" dei Ten Sharp è uno dei più classici casi di "one shot" nel mondo della musica. Il duo olandese formato da Niels Hermes e da Ton Groen raggiunse infatti nel 1991 le prime posizioni proprio con quel brano, che rimase però un caso del tutto isolato nel corso della loro carriera (con 4 album in sutdio e un disco dal vivo).
Il brano all'epoca vendette oltre 18 milioni di copie arrivando alla numero uno nelle classifiche in Francia Norvegia e Svezia mentre curiosamente in patria dovette accontentarsi della terza posizione.
Oggi a dare una "nuova vita" alla canzone hanno pensato i The Equalizers, duo di elettronica molto attivo sulla scena Deep House e Nu Disco.
Pavlos Antoniadis aka Paul Anthony & Vassilis Koulianos hanno sempre suonato insieme come dj e nel 2006 hanno cominciato a produrre i loro primi progetti di musica house.Il remake del celebre successo vede la partecipazione degli stessi Ten Sharp che, vista la qualità del progetto in …

Cristiano Godano e Giancarlo Onorato: la cover di Perfect Day

“Perfect Day” è uno dei brani più celebri del repertorio di Lou Reed e certamente uno dei capolavori del compianto musicista di New York scomparso lo scorso anno. Alla lunga lista di cover che comprende nomi celebri come Duran Duran, Susan Boyle e Amanda Lear, si aggiunge ora una bella versione realizzata da Cristiano Godano dei Marlene Kuntz e da Giancarlo Onorato (ex Underground Life).
Il brano è stato scelto come il primo singolo estratto dall'album “EX live” che può essere considerato il resoconto su disco del tour che nei mesi scorsi ha visto protagonisti i due artisti italiani. Accanto a loro, sul palco, c’erano Guido Maria Grillo (chitarre e percussioni), Meg Russo (pianoforte, organo, tastiere e basso) e Alessio Russo (batteria). Il video della cover di “Perfect Day” è stato registrato dal vivo al MaM Recording Studio di Cavallermaggiore (Cuneo), lo scorso 2 aprile. “Perfect Day” è solo una tra le tante riletture contenute nell’album “EX live” fra le quali si segnalano b…

Robyn Hitchcock: la cover di "The Ghost in You"

Uscirà il prossimo 26 agosto il nuovo album di Robyn Hitchcock, il 61enne geniale cantautore britannico vincitore lo scorso anno del Premio Tenco. Il disco si intitolerà "The Man Upstairs" e conterrà molte cover interessanti e sorprendenti. La prima è stata già diffusa in rete ed è una bella versione di "The Ghost In You" dei Psychedelic Furs.
L'originale risale al 1984 e porta la firma dei fratelli Richard e Tim Butler, rispettivamente cantante e bassista della band. La canzone faceva parte dell'album Mirror Moves che conteneva la celebre Heaven e ottenne un discreto successo nelle classifiche inglesi e americane. Molte anche le cover degne di nota tra le quali quelle dei Counting Crows, quella di Duncan Sheik e soprattutto quella realizzata da Mark Mc Grath degli Sugar Ray per la colonna sonora del film "50 volte il primo bacio" con Adam Sandler e Drew Barrymore. La versione di Robyn Hitchcock è acustica e molto scarna, ma comunque davvero inte…

Moby: ascolta la cover di "Rio" dei Duran Duran

Moby ha realizzato una interessante cover di “Rio” dei Duran Duran. Lo ha fatto per la compilation dalla etichetta Manimal Vinyl che ha prodotto “Making Patterns Rhyme”, una raccolta di cover della band di Simon Le Bon Duran ricantate da gruppi e cantanti più o meno indie, tra cui Moby, Warpaint, Little Dragon, Austra, Crocodiles, Barbarian, Luxxury, e Soko.
Il disco non uscirà prima di luglio, ma la Manimal ha già diffuso online la versione di “Rio” realizzata da Moby. Il musicista newyorchese ha stravoto il brano, rallentando il ritmo, ed avvalendosi della brava vocalist Mindy Jones
 La versione originale di “Rio” risale al 1882. Dava il titolo al secondo fortunatissimo album della band e fu il quarto e ultimo singolo estratto dal disco, accompagnata da un celebre video firmato da Russell Mulcahy. Nonostante la grande popolarità della canzone la lista delle cover “ufficiali” non è particolarmente lunga: il sito SecondHandSongs ha catalogato versioni dei Godfinger e di Alexander Seie…

"Il tuffatore" la cover dei Fratelli di Soledad

E' la cover de "Il tuffatore" di Flavio Giurato il secondo singolo estratto dal nuovo lavoro dei Fratelli di Soledad "Salviamo il salvabile – Atto II", l'album con il quale la storica formazione di Torino è tornata sulle scene dopo quattro anni di assenza.
I disco  - pubblicato da Frank Family Records e distribuito da Goodfellas - è stato prodotto da Max Casacci e da Monte e contiene undici tracce scelte e rivisitate dal gruppo
"I Tuffatore" è un brano di culto, scritto da Flavio Giurato, fratello minore del noto giornalista Rai Luca Giurato, pubblicato dal cantautore nel 1982. La canzone dava il titolo all'omonimo album pubblicato nello stesso anno che non ebbe una particolare fortuna dal punto di vista commerciale, ma ottenne un ottimo successo di critica ed è stato recentemente inserito dalla rivista Rolling Stone nella classifica dei 100 album italiani più belli della storia.  La versione dei Fratelli di Soledad è in chiave reggae ed è st…