Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2014

Davide Pannozzo rende omaggio a Jimi Hendrix

Si intitola "A portrait of Jimi Hendrix" il nuovo album del giovane chitarrista romano Davide Pannozzo dedicato al geniale musicista di Seattle.
Chitarrista, cantante, compositore, Davide si è imposto sulla scena blues nazionale e internazionale dopo aver solcato per molti anni, sin da giovanissimo, i palchi dei maggiori club e festival blues in Italia e all’estero.
"A portrait of Jimi Hendrix" è stato realizzato in seno a un progetto analogico edito da Hemiolia Records, ed è stato pubblicato lo scorso 27 novembre, data nella quale nasceva il grande Jimi. Il disco contiene otto tracce, tra le quali le celebri Little Wing, Freedom, If six was nine, ma non mancano le sorprese. Ad aprire il tributo è - per esempio - la bella cover di "You Got Me Floating" brano certamente non tra i più noti nel repertorio hendrixiano. Faceva parte dell'album Axis: Bold As Love pubblicato nel dicembre del 1967 ed in passato è stato ripreso da Hiram Bullock, Eric Burdon…

Un Ep di cover per Paola Iezzi

Si intitola "i.Love" il nuovo lavoro di Paola Iezzi. Si tratta di un EP che contiene tre cover di brani molto noti, che in origine erano stati pensati per un progetto più ampio, di un intero album composto da brani rifatti.

Il brano d'apertura è una versione ammorbidita di "Get Lucky" la hit dei Daft Punk dello scorso anno, cantata da Pharrell Williams. Brano che in poco più di un anno vanta già un buon numero di cover ufficiali, oltre a innumerevoli versioni pubblicate solo via web e ad una buffa parodia ad opera di "Weird Al" Yankovic.
Per la sua versione Paola ha scelto un delicato arrangiamento curato da Michele Monestiroli (alias Cat Paradox) mentre il video, in bianco e nero, è girato dal fotografo di moda e regista Paolo Santambrogio per le strade di Soho, storico quartiere di Manhattan legato al mondo degli artisti e della moda. Nel video compare anche Roman Gorskiy, in arte “froz”, ballerino russo campione europeo 2013 di break dance.

"…

Leonard Cohen: un omaggio ai Drifters nel Live in Dublin

C’è anche la cover di “Save The Last Dance For Me” nel nuovo album dal vivo di Leonard Cohen. Il disco arriverò nei negozi il prossimo 1 dicembre e conterrà la registrazione dello show tenuto dal cantautore canadese alla O2 Arena di Dublino il 12 settembre 2013.
L’album si intitola "Leonard Cohen - Live In Dublin" ed è il primo e unico concerto integrale in HD dell’artista. Sarà disponibile in varie edizioni: 3CD+DVD, 3CD+Blu-ray e in formato digitale. "Leonard Cohen - Live In Dublin" documenta una tappa del tour mondiale che nel 2012-2013 ha registrato il tutto esaurito, nel quale Cohen ha presentato l’album Old Ideas insieme a molti brani del suo repertorio. Una delle sorprese dello show è stata proprio la scelta di eseguire una cover di “Save The Last Dance For Me” come canzone di chiusura, brano che Cohen non ha mai pubblicato si disco e che in passato non aveva mai eseguito dal vivo. La versione originale – che porta la firma di Doc Pomus and Mort Shuma…

Dionne Warwick: nel nuovo album duetti con Ne-Yo, Cyndi Lauper e Gladys Knight

Un repertorio di capolavori e molti ospiti straordinari per il nuovo album di Dionne Warwick. Il disco si intitola "Feels so good" e vede la settantatreenne cantante americana duettare con grandi personaggi della musica internazionale come Ne-Yo, Cyndi Lauper. Gladys Knight, Ziggy Marley e molti altri
Gran parte della scaletta è formata da classici del repertorio di Burt Bacharach e Hal Davis che Dionne ha già interpretato magistralmente in passato.

Ad aprire il disco la cover di "Close To You" cantata con Mya. La versione originale di Richard Chamberlain risale al 1963 ma il grande successo arrivò proprio grazie alla versione della Warwick dell'anno successivo.

La versione originale di "A House Is Not a Home" è del 1964 ed è cantata da Brook Benton. Quella della Warwick arrivò poche settimane dopo. Nel nuovo album è cantata con Ne-Yo ed è presente anche in versione extended.

"Raindrops Keep Falling On My Head" non ha davvero bisogno di pre…

Tiziano Ferro: la cover in spagnolo di Tanto di Jovanotti

Una versione con testo in spagnolo di “Tanto” di Jovanotti. E’ una delle sorprese contenute nella edizione deluxe di TZN - The Best of Tiziano Ferro. Nella cover compare anche la voce dello stesso Jovanotti. "Dice tantissimo di quello che è accaduto tra me e Lorenzo – ha raccontato Tiziano Ferro - Voleva farla uscire nel 2005 per il mercato latino". Il testo è la traduzione è praticamente la traduzione quasi letterale di quello italiano e Tiziano Ferro lo canta su quella che sembra essere a tutti gli effetti la base originale della canzone. E questo non giova al risultato finale, accentuando l’effetto “karaoke”.

La versione originale di (Tanto)³ risale al 2005. Il brano – firmato dallo stesso Jovanotti - fu scelto per il lancio dell’album “Buon Sangue” e fu accompagnato da un suggestivo video ambientato nel deserto. Il singolo si fermò alla quinta posizione della Hit Parade ma contribuì al successo di vendite dell’album, a lungo in vetta alla classifica italiana.


La canzone di Natale di Chiara Civello

Una cover natalizia anche per Chiara Civello. Si tratta della celeberrima "Have yourself a Merry Little Christmas”, che la sofisticata cantautrice propone in una versione delicata e di gran classe.
Il brano fu composto nel 1943 da da Hugh Martin e da Ralph Blane e la prima interpretazione fu quella di Judy Garland che l'anno successivo cantò il brano nella colonna sonora del film Incontriamoci a Saint Louis che ebbe un buon successo anche in Italia.
Da allora la canzone è diventata un vero e proprio standard natalizio con centinaia di versioni. Il sito SecondhandSongs ne ha catalogato ben 507, tra le quali quelle di Frank Sinatra, Barbra Streisand, Cliff Richard, Gloria Estefan e Whitney Houston. Ma anche il mondo del rock non è rimasto immune al fascino del brano: Bob Dylan, i Coldplay e Rod Stewart hanno pubblicato una loro versione della canzone.

Chiara Civello - reduce dal successo suo album di cover Canzoni - è attualmente in tour per presentare live il disco. Queste…

Aznavour, Sa Jeunesse album tributo a Charles Aznavour

La nuova scena musicale francese rende omaggio a Charles Aznavour. Arriva oggi nei negozi di dischi l’album “Aznavour, sa jeunesse" tributo dedicato all'amatissimo cantante transalpino, oggi novantenne. 15 le canzoni contenute nel disco, scelte fra le più note del suo repertorio, ma non mancano anche le sorprese. Non molto noti in Italia invece gli artisti che hanno preso parte al progetto, con l’eccezione di Ben L’Oncle Soul (che con la sua versione di Seven Nation Army ebbe un discreto successo) impegnato nella cover di “Désormais” (pubblicata da Aznavour nel 1968).
Ad aprire il disco una nuova versione di “Sa jeunesse “ che lo stesso Aznavour canta insieme ad alcuni dei protagonisti dell’album: Matt Houston, The Shady Brothers, Vitaa, Elisa Tovati, Soprano, Black M & Amel Bent. L'originale risale al lontano 1956.
Nel disco compare anche un inedito: la canzone "Mon fol amour" con un testo scritto dallo stesso Aznavour.
L'album esce in Francia per …

Simple Minds: la cover di Riders On The Storm

La versione deluxe del nuovo album dei Simple Minds regala alcune sorprese interessanti agli appassionati di cover, oltre che ai fan della band di Jim Kerr.
In particolare fra le sei tracce extra compare una versione di "Riders On The Storm" dei Doors.
L'originale faceva parte dell'album LA Woman pubblicato nell'aprile del 1971, l'ultimo prima della morte di Jim Morrison avvenuta pochi mesi dopo.
Il brano fu anche pubblicato come 45 giri in un versione "accorciata" di 4 minuti e mezzo rispetto agli oltre 7 della versione contenuta nell'album.
Si tratta anche dell'ultima canzone registrata in vita da Jim Morrison con i Doors: le session si svolsero nel dicembre del 1970.
La prima cover ufficiale della canzone arriverò solo nel 1983 grazie alla splendida voce di Annabel Lamb. Poi il brano è stato nuovamente a lungo ignorato dagli interpreti, ma negli ultimi anni le cover non sono mancate: Creed, Carlos Santana, Senor Coconut a cui ora si aggi…

Un album di cover della Motown per i Boyzone

Si intitola "Dublin to Detroit" il nuovo album dei Boyzone, il sesto in studio per la band irlandese particolarmente amata negli anni 90. Si tratta di un album di cover scelte - come suggerisce il titolo - dal repertorio migliore della Motown, dalle Supremes ai Temptation, da Stevie Wonder a Marvin Gaye.

Il disco - che arriva ad un anno dalla raccolta pubblicata per festeggiare il ventennale del gruppo - è stato prodotto da Brian Rawling, Paul Meehan e Matt Furmidge, ed esce oggi per il mercato irlandese e per il Nord Europa.

"Ci sentiamo molto fortunati ad aver avuto la possibilità di registrare una tale sorprendente collezione di canzoni per il nuovo album Dublin to Detroit. Speriamo ci sia qualcosa per tutti i gusti nelle scelte che abbiamo fatto. Ora proprio non vediamo l'ora di esibirci dal vivo per tutti i grandi fan dei Boyzone sparsi in tutto il mondo"

Ovviamente nessuno degli 11 brani riesce ad essere migliore della versione originale.

Questa la t…

Cristina D'Avena: nel nuovo album la cover di Hallelujah di Leonard Cohen

Contiene anche un omaggio a Leonard Cohen il nuovo album di Cristina D'Avena, la cantante diventata celebre negli anni 80 per aver cantato gran parte delle sigle più famose dei cartoni animati trasmessi dalla TV italiana.
Il brano compare nella deluxe edition dell'album "Magia di Natale", originariamente uscito nel 2009 e che ora viene ristampato con l'aggiunta di alcune tracce extra.
Tutti i brani del disco sono stati arrangiati dal Maestro Valeriano Chiaravalle.
Il CD, prodotto da RTI S.p.A. Divisione Musica e distribuito da Artist First, è in vendita nei negozi di dischi e sui principali digital store musicali.
Oltre alle 12 canzoni dell’album originale, che includono melodie intramontabili quali “Bianco Natale”, “All I Want for Christmas Is You” di Mariah Carey, “Happy Xmas (War Is Over)” di John Lennon e la versione italiana di “The Prayer”, in questa nuova edizione Cristina ha infatti voluto regalare al suo pubblico tre nuove incisioni: la versione r…

Le canzoni di Mogol e Battisti in versione rock

Arriva oggi nei negozi un curioso album tributo dedicato al repertorio di Lucio Battisti. Il progetto è stato curato da Mogol che ha selezionato 12 tra i brani scritti con e per Battisti, trasformandoli in brani rock. Il disco è stato prodotto proprio da Mogol che ha anche ricordato come, anche ai tempi del suo sodalizio con Lucio Battisti, il cantautore fosse un grande appassionato di rock.  L'album si intitola "Le canzoni di Mogol Battisti in versione Rock New Era"
“Lucio avrebbe certamente qualcosa da ridire di questo lavoro - ha spiegato Mogol - ma alla fine sarebbe d’accordo sull’idea di sperimentazione, di futuro. Lucio era futuro, era un precursore, un uomo di una cultura vastissima, che aveva il talento coraggioso di scrivere cose oltre il suo tempo. Io ho lavorato con tanti artisti, ma considero il connubio Battisti Mogol più della metà della mia vita" In una intervista a "Il Fatto Quotidiano" il celebre paroliere ha anche presentato i musicisti …

Band Aid 30 con One Direction, Bono e Chris Martin

Torna dopo 30 anni il progetto Band Aid sulle note del celeberrimo brano “Do They Know It’s Christmas?”. La nuova versione della canzone scritta nel 1984 da Midge Ure e Bob Gelgof è stata registrata negli Sarm West Studios di Londra lo scorso 15 novembre ed è già da oggi in vendita nei digital stores. A partecipare al progetto sono stati alcuni dei nomi più amati della scena musicali britannica, dai One Direction ai Bastille, da Ed Sheeran a Emeli Sandé. Alla registrazione ha preso parte anche Bono degli U2 che è così l’unico cantante ad aver contribuito a tutte e tre le edizioni del progetto Band Aid, quella originale del 1984, quella del 2004 e quella di quest’anno ribattezzata Band Aid 30, finalizzata alla raccolta di fondi per aiutare le popolazioni africane colpite dal virus Ebola.
Difficile immaginare che questa nuova versione possa avvicinarsi al risultato ottenuto dall'originale che vendette quasi 12 milioni di copie nel mondo e rimase per cinque settimane alla numero u…

Kiana Luna: la cover di O Sole Mio

E' senza dubbio la canzone napoletana più famosa nel mondo ed una delle melodie più interpetate nella storia della musica. Stiamo parlando di 'O Sole Mio, brano composto nel 1898 da Giovanni Capurro e da  Eduardo Di Capua.
Al già lunghissimo elenco di interpreti del brano, aggiungiamo ora anche quello di Kiana Luna, cantautrice hawaiana che ha cantato il grande classico in versione inglese,  ma con una nuova traduzionem con il titolo di “O Sole Mio / When the Sun is Waking”.
In realtà la prima verione inglese del testo fu realizzata nel 1901 con il titolo di "Beneath thy window". Ma nel 1960 fu realizzato un nuovo testo con una traduzione molto meno meno "letteraria" ad opera di Aaron Schroeder e Wally Gold. Si tratta della  celeberrima "It's now or never" portata al successo da Elvis Presley

Kiana Luna è nata e cresciuta in Giappone, ai piedi del monte Fuji, da padre Giapponese e madre Americana, attualmente vive alle Hawaii per approfond…

Peter Gabriel canta la cover di Heroes per i 25 anni della caduta del Muro

E' stata l'esibizione di Peter Gabriel uno dei momenti musicali più intensi all'interno delle celebrazioni per i 25 anni della caduta del Muro di Berlino. L'ex Genesis ha eseguito la cover di "Heroes" di David Bowie, brano che il Duca Bianco scrisse nel 1977 insieme a Brian Eno e che Gabriel aveva già inserito nel suo album del 2010 "Scratch My Back".
Heroes fu registrata da Bowie proprio negli Hansa Studios di Berlino, che si affacciavano sul celebre Muro. Bowie ha sempre raccontato di aver avuto l'ispirazione per il testo dopo aver visto una coppia di ragazzi che si baciavano proprio sotto il Muro. Ma c'è chi sostiene che in realtà, i due amanti cantati nel brano siano il produttore del disco Tony Visconti e la corista Antonia Maaß. Bowie, ai tempi, non svelò la vera storia del brano per non rovinare il matrimonio di Visconti con la cantante Mary Hopkin. Oltre che per il testo il brano è entrato nella leggenda del rock anche per il memor…

Bryan Ferry: nel nuovo album la cover di Johnny & Mary

Contiene anche un omaggio al compianto Robert Palmer il nuovo album di Bryan Ferry che arriverà nei negozi il prossimo 17 Novembre. Il disco - che arriva a distanza si due anni dal precedente The Jazz Age - sarà il quattordicesimo album in studio nella carriera da solista dell'ex voce dei Roxy Music e si intitolerà  "Avonmore". E' stato prodotto dallo stesso Ferry e Rhett Davies, collaboratore di lunga data del cantante inglese. All'album hanno collaborato nomi illustri come Nile Rogers, Mark Knopfler, Marcus Miller e Johnny Marr. L'ex chitarrista degli Smiths ha anche firmato una delle canzoni presenti nel disco.
In totale 10 tracce delle quali due sono cover version.
Si tratta di " Send in the Clowns" scritta nel 1973 da Stephen Sondheim e la ben più celebre "Johnny and Mary" che Robert Palmer portò al successo nel 1980. Il brano faceva parte dell'album Clues e divenne presto la canzone più celebre nel repertorio di Palmer nonostant…

Annie Lennox la cover di September in The Rain

E' la cover di "September in the rain" il nuovo singolo di Annie Lennox, il secondo estratto dall'album Nostalgia uscito lo scorso 21 ottobre.
La versione originale risale al 1935  quando la canzone comparve nella colonna sonora del film "Stars over Broadway". Da allora il brano - che porta la firma di Harry Warren e di Al Dubin - è diventato un vero e proprio standard grazie a decine di versione di successo, da Bing Crosby ai Platters, da Frankie Lane a Frank Sinatra. Anche i Beatles avevano il brano nel loro repertorio e lo suonarono durante la celebre audizione alla Decca nel 1962 quando furono clamorosamente scartati.
La versione dell'ex cantante degli Eurythmics si segnala come una delle più belle di sempre e come una delle tracce migliori dell'intero album Nostalgia. Un arrangiamento molto classico e la splendida voce della Lennox in grande evidenza.
L'album Nostalgia è uscito per la Blue Note Records ed è stato prodotto da Don Was, da qu…

Soundgarden: in arrivo un album di cover nel box Echo Of Miles

Buone notizie per i fan dei Soundgarden e per gli appassionati delle cover version. Uscirà il prossimo 24 di novembre l'atteso cofanetto "Echo Of Miles: Scattered Tracks Across The Path", un triplo Cd contenente rarità, materiale inedito e soprattutto un intero album di cover che la band di Cris Cornell ha spesso "nascosto" nelle B sides nel corso della carriera.
Nella tracklist dell'album spiccano gli omaggi ai Beatles e ai Rolling Stones, ma anche i brani presi dal repertorio di Sly & The Family Stone, Doors, Devo, Ramones e Howlin' Wolf.
Molte delle cover erano già state pubblicate in passato ma erano non facilmente reperibili (perlomeno in modo ufficiale) mentre erano inedite le interessanti cover realizzate per il Friday Rock Show della BBC fra le quali spiccano “Can You See Me?” di Jimi Hendrix e “Homicidal Suicidal” dei Budgie.
Le canzoni presenti nel box sono state selezionate dal chitarrista della band Kim Thayil: un totale di 50 canzoni …

Nuovo album di cover per Bette Midler

Si intitola It's the Girls! il nuovo album della cantante e attrice americana Bette Midler, nei negozi dallo scorso 4 novembre. L'album - il quattordicesimo nella lunga carriera della cantante - contiene solo cover scelte come suggerisce il titolo con un criterio particolare. Si tratta infatti di omaggi ai grandi gruppi vocali femminili del passato, dalle Ronettes alle TLC, dalle Supremes alle Shirelles xon un viaggio musicale che spazia per ben 7 decadi.
In totale 15 canzoni, che come di consueto diventano 17 nella versione deluxe.
Il disco è stato prodotto dall'esperto Marc Shaiman che già in passato aveva spesso lavorato con la Midler.
Per la 68enne cantante americana - che ha annunciato un tour negli USA per il prossimo anno - si tratta del primo lavoro in studio dal 2006.
Il singolo scelto per promuovere l'album è la cover di "Be My Baby" delle Ronettes, uno dei capolavori del Wall Of Sound di Phil Spector. Brian Wilson lo ha sempre considerato "il…

Il nuovo singolo di Gianna Nannini è la cover di Lontano Dagli Occhi

Arriva oggi nelle radio italiane il nuovo di Gianna Nannini. Si tratta della cover di "Lontano dagli occhi"  di Sergio Endrigo. La versione originale fu presentata in gara nel Festival di Sanremo del 1969 classificandosi al secondo posto dietro a "Zingara" di Iva Zanicchi e Bobby Solo. Il testo della canzone è opera di Sergio Bardotti.
Oltre che da Endrigo il brano fu pubblicato anche da Mary Hopkins, anche lei in gara in quell'edizione del Festival, la quale incise anche una versione in inglese intitolata "If Ever You Are Lonely" con un testo di Barry Manson (autore della celebre Delilah di Tom Jones). Ebbe un buon successo anche la versione realizzata - sempre nel 1969 - dagli Aphrodite's Child di Vangelis. Poi curiosamente il brano fu "dimenticato" dai grandi interpreti fino al 2007 quando fu ripreso prima da Adrea Mirò e poi da Gino Paoli. Di due anni dopo è invece la versione cantata da Morgan per il suo Italian Songbook.
La versio…

Il nuovo album di Stefano Bollani "Sheik Yer Zappa"

Il nuovo album di Stefano Bollani è un tributo alla musica del grande Frank Zappa, il geniale musicista americano scomparso nel dicembre del 1993. Il disco, registrato durante una serie di concerti nel 201, si intitola "Sheik yer Zappa" con un divertente riferimento all'album "Sheik Yerbouti" che a sua volta era un gioco di parole basato sull'assonanza con la canzone "Shake Your Booty", hit che imperversava in quel periodo.
Per la scelta delle canzoni all'interno dello sterminato repertorio del geniale musicista di Baltimora, Bollani ha dichiarato di essersi affidato alla memoria e di aver semplicemente scelto i brani che gli interessavano. E la scelta è cosi caduta su Cosmik Debris (1974) Bobby Brown Goes Down (1979) Blessed Relief (1972) Eat That Question (1972) Peaches En Regalia (1971) e Uncle Meat (1969)
"Ho iniziato ad ascoltare Zappa quando avevo 18 anni e avevo in mente questo progetto da tanti anni - ha spigato Bollani - Ma non…

First Aid Kit: la cover di Walk Unafraid dei REM

Una cover degli R.E.M. per le First Aid Kit, il duo folk svedese formato dalle sorelle Johanna Klara Söderberg. Si tratta di "Walk Unafraid”, brano che la band americana incise nel 1998, e che in questa nuova versione farà parte della colonna sonora del film Wild diretto da Jean-Marc Vallée con protagonista Reese Witherspoon, in arrivo nelle sale americane nel primo weekend di dicembre.
La colonna colonna sonora arriverà invece negli store già a partire dal prossimo 10 di Novembre e conterrà molti classici del passato presi dal repertorio di Simon & Garfunkel, Bruce Springsteen, Leonard Cohen e Wings.
La versione originale di “Walk Afraid” fu pubblicata dalla band di Michael Stripe all’interno dell’album UP. La cover delle First Aid Kit si distanzia parecchio da quella dei REM, con un delicato arrangiamento di archi e con atmosfere sognanti.
La cover deve essere piaciuta anche agli stessi componenti del guppo, visto che è stata segnalata con un tweet anche dal loro profilo …

Nathalie rende omaggio a Serge Gainsbourg

Serge Gainsbourg scrisse L'Anamour  nel 1969 e la pubblicò all'interno del celebre album realizzato insieme a Jane Birkin e che conteneva la popolarissima "Je t'aime... moi non plus".Ora il brano è stato coraggiosamente ripreso da Nathalie la giovane cantaurice che si era fatta notare nel 2010 con la vittoria ad X Factor.
Il brano farà parte della colonna sonora di Dirsi Addio, una serie d’autore multimediale che intende veicolare la letteratura attraverso il cinema e la musica per regalare al pubblico una nuova esperienza di fruizione. Un progetto made in Italy nato su terreni diversi ma complementari, al quale hanno lavorato professionisti di diversi ambiti artistici con l’unico fine di promuovere l’arte italiana.
Alcuni tra i più apprezzati autori italiani hanno scritto sette racconti: Ascanio Celestini, Marco Cubeddu, Paolo Di Paolo, Chiara Gamberale, Fabio Geda, Giorgio Vasta e Simona Vinci hanno interpretato, ognuno a seconda della propria sensibilità, il t…

Raiz e Mesolella vincono la Targa Tenco

Raiz & Fausto Mesolella hanno vinto la Targa Tenco 2014, nella categoria “interpreti di canzoni non proprie”
(sia cover che brani originali) con l'album "Dago Red".
Si tratta del più autorevole riconoscimento della musica italiana, organizzato dal 1984 dal Club Tenco e assegnato da una giuria composta da oltre 200 giornalisti (di gran lunga la più vasta e rappresentativa in Italia in campo musicale).
Gli altri finalisti erano Chiara Civello con “Canzoni”, Fiorella Mannoia con “A te”, Mirco Menna con “Io, Domenico e tu”, Alberto Patrucco e Andrea Mirò con “Segni (e) particolari”, Saluti da Saturno con “Shaloma locomotiva”.
L'almum "Dago Red" è stato pubblicato nel maggio di quest'aanno dalla etichetta Arealive e distribuzione CNI. Il titolo "Dago Red" si potrebbe tradurre approssimativamente "Rosso Terrone", intendendo cioè il vino "rosso" degli immigrati d'origine italiana, perchè Dago era uno dei molti modi in cu…

Una cover di Dylan per Jack Savoretti

Per Jack Savoretti la critica musicale ha scomodato paragoni ingombranti con Paul Simon e Bob Dylan. Ora il giovane cantautore inglese risponde con una bella cover proprio del grande Robert Zimmerman eseguita dal vivo per il canale web inglese OnT' Sofa.
Un'intensa versione di un brano non molto noto del repertorio del grande cantautore americano intitolato "Nobody 'Cept You"  e che Dylan compose nel 1973 durante le session per l'album Planet Waves. Il brano fu però pubblicato ufficialmente solo nel 1991 all'intreno della raccolta The Bootleg Series, Vol 1-3: Rare & Unreleased 1961-1991
Davvero splendida la versione realizzata dal giovane Jack, che a 31 anni sta ottenendo finalmente la giusta attenzione anche dal pubblico itlaliano. Oltre alla ruvida voce del cantante colpisce anche il delicato arrangiamento d'archi realizzato dal The Cosmopolitan Quartet.
Jack Savoretti - nato a Londra da padre genovese e madre tedesco-polacca - ha finora pubblic…

Cat Stevens: nel nuovo album una cover dei Procol Harum

Contiene anche un bel omaggio ai Procol Harum, il nuovo album di Cat Stevens pubblicato a nome Yusuf. Si tratta della cover di The Devil Came From Kansas, brano scritto da Gary Brooker e da Keith Reid che la band inglese pubblicò nel 1969 nell'album "A Salty Dog".
"I Procol Harum erano uno dei miei gruppi preferiti - ha spiegato il cantautore inglese - Scrivevano grandi pezzi e ho sempre voluto cantare qualcosa per rendere omaggio al loro repertorio. non so come mai, ma alla fine ho preso la decisione proprio mentre stavo viaggiando in Kansas. In un certo senso è stato molto appropriato e mi ha fatto tornare alla mente alcuni ricordi".
Il nuovo album di Yusuf/Cat Stevens è uscito lo scorso 27 ottobre per la Legacy Records ed arriva dopo una pausa artistica di 5 anni. Sulla copertina compare il disco è accreditato a Yusuf, il nome nuovo nome islamico che il cantautore ha adottato ufficialmente nel 1977, ma un adesivo sulla copertina ricorda che si tratta del n…

BBC Radio 1’s Live Lounge 2014 con Maroon 5 e Ed Sheeran

Nono volume della serie BBC Radio 1 Live Lounge che raccoglie il meglio della popolare trasmissione dalla emittente di stato britannica. Ancora una volta un doppio album per un totale di 39 canzoni registrate in presa diretta negli studi della BBC nel corso di questa stagione 2014 (il precedente volume risale al novembre dello scorso anno), Nel corso del programma condotto da Fearnie Cotton gli artisti si esibiscono in chiave acustica con il loro nuovo singolo e con una cover. E la tracklist prevede infatti non solo cover ma anche alcune interessanti hit in versione acustica come "Budapest" di George Ezra e "Rather Be" dei Clean Bandit.
Tra le cover spiccano invece "Stay With Me" rifatta da Ed Sheeran e la celebre "Happy" rifatta dai Maroon 5 di cui ci siamo già occupati in passato.
Il resto è invece un po' inferiore rispetto ai primi volumi della serie.

Disc One:
01. Ed Sheeran – Stay With Me (Originally by Sam Smith)
02. Ben Howard – Hid…