Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2015

Sleeping at Last: la cover di Chasing Cars per Grey's Anatomy

"Chasing Cars" è una delle canzoni più belle e più conosciute degli Snow Patrol. Una cover del brano è stata ora realizzata dalla band americana degli Sleeping At Last, formazione che ruota attorno alla figura del polistrumentista Ryan O'Neal e che ha ottenuto un buon seguito di pubblico grazie a quattro album pubblicati dal 2000 ad oggi.
Dopo un EP di cover uscito nel 2014 interamente dedicato agli anni 80, arriva ora questa versione di Chasing Cars, canzone che nel 2006 raggiunse la posizione numero 5 delle classifiche americane, grazie anche al fatto che venne utilizzata per la colonna sonora della puntata finale della seconda stagione del popolarissimo telefilm Grey's Anatomy. Curiosamente gli stessi Sleeping At Last sono spesso protagonisti in passato della colonna sonora della serie incentrata sulle vicende dalla dottoressa Meredith Grey e ora anche questa cover è stata utilizzata nella undicesima stagione attualmente in onda sia in USA che in Italia.
Versione…

Chiara Ragnini: la cover di "Fatti Avanti Amore" di Nek

La cantautrice ligure Chiara Ragnini prosegue il suo progetto ribattezzato “Homepley”, le cover acustiche nel focolare di casa. Dopo la cover natalizia di “Let It Snow”, la versione di “Giudizi Universali” di Samuele Bersani e il recente omaggio ai Maroon 5, arriva ora la cover del nuovo brano di Nek “Fatti Avanti Amore” . Per l’occasione Chiara si è addirittura “triplicata” – come si vede nel divertente video da lei stessa realizzata per accompagnare il brano - affrontando la canzone con grinta e originalità.
“Seguo Nek da sempre – ha spiegato Chiara - e sono molto felice del suo ottimo ritorno al grande pubblico, con una canzone che cattura sin dal primo accordo e ti resta appiccicata addosso fino alla fine”.
Scritto dallo stesso Nek insieme a Luca Chiaravalli, Andrea Bonomo e Gianluigi Fazio, il brano è stato presentato in gara alla 65esima edizione del Festival Di Sanremo, piazzandosi in seconda posizione nella classifica finale dietro al brano de Il Volo. La canzone ha però vin…

Elvis Costello saluta David Letterman con una cover di Nick Lowe

Manca meno di un mese al ritiro dalla scena televisiva di David Letternman che concluderà la sua lunga carriera con la puntata del 20 maggio, dopo ben 33 anni di trasmissioni.

Il popolare conduttore ha scelto di uscire di scena con il botto e con una serie di ospiti davvero straordinari per le ultime puntate del suo David Letterman The Late Show, come Michael J Fox,George Clooney, Robert Downey Jr, Bill Murray, Scarlett Johansson, Michael Keaton, Steve Martin, Julia Roberts, John Travolta, Bruce Willis, Tom Hanks e Oprah Winfrey.
Moltissimi anche i grandi nomi della musica che in queste settimane passeranno a salutare il grande show man che dalla prossima stagione, sarà sostituito da Stephen Colbert, che partirà con il suo show l'8 settembre.

Ospite musicale della puntata trasmessa il 24 aprile dalla CBS è stato Elvis Costello che ha eseguito dal vivo una bella cover di When I Write The Book, brano scritto dell'amico Nick Lowe (produttore dei primi 5 album della sua carriera)…

Johnny Marr: la cover di I Feel You per il Record Store Day

Il Record Store Day di quest’anno è stato davvero ricco di sorprese interessanti per gli appassionati di cover. Anche Johnny Marr ha partecipato alle iniziative dell’edizione 2015 con la pubblicazione di un 7” in edizione limitata contenente la sua interpretazione di “I Feel You” storica hit dei Depeche Mode.
L’ex chitarrista degli Smiths aveva eseguito il brano dal vivo nel corso del suo ultimo tour americano. La cover aveva iniziato a circolare in rete grazie ai fans, e ora arriva questa registrazione "ufficiale".
 "Sono rimasto molto sorpreso sentendo che aveva un sound così vicino al mio e a quello della mia band – ha raccontato Marr- Quando fai una cover di solito devi metterci qualcosa di tuo. Una sera la stavo strimpellando, nel camerino, e suonava proprio bene; ho iniziato a cantarla e ci abbiamo lavorato durante il soundcheck... E l'abbiamo suonata subito, la sera stessa, come bis".
La versione originale di “I Feel You” compare nell’album dei Depeche …

Kurt Cobain: la cover di And I Love Her dei Beatles

C’è anche la cover di un brano dei Beatles tra i brani che accompagnano il documentario Montage of Heck, diretto da Brett Morgen e dedicato alla vita di Kurt Cobain.
Circola da qualche ora in rete una versione inedita e acustica di And I love Her, incisa dal leader dei Nirvana.
La qualità audio della registrazione è decisamente scadente, ma si tratta comunque di materiale interessante per i fan della band di Seattle. Dal punto di vista strettamente “storico” per ora non è invece chiaro a quando risalga la registrazione.
La versione originale di “And I love Her” risale al 1964. Faceva parte dell’album “A Hard Day’s Night” e solo per il territorio americano fu anche pubblicata come singolo raggiungendo la 12esima posizione in classifica.
La canzone è opera in gran parte di Paul McCartney, anche se è ovviamente accreditata come Lennon – McCartney, mentre l’ntro iniziale di chitarra fu ideato da George Harrison.
Moltissime le cover degne di nota: da Diana Krall a Smokey Robinson, da…

Ad Imperia tributo ai Pink Floyd con i The Tea Set

Sabato 2 Maggio 2015, alle 21, al teatro Cavour di Imperia, va in scena il concerto tributo ai Pink Floyd dei "Tea Set" in collaborazione con VAMA service.
Per questa occasione "The Tea Set Pink Floyd tribute show" sosterrà il progetto "100% vacciniamoli tutti", campagna internazionale dell'UNICEF che mira a potenziare i programmi di vaccinazione in 8 Stati particolarmente vulnerabili, nei quali si concentra un quarto della mortalità infantile globale: Afghanistan, Angola, Ciad, Repubblica democratica del Congo, Nigeria, Pakistan, Sud Sudan e Yemen.
L'incasso sarà devoluto al Comitato Provinciale di Imperia per l'UNICEF, corso Italia 65, 18012 Bordighera.

"L'intento dei Tea Set è quello di ricreare attraverso le immagini, i giochi di luce e la musica,le suggestive atmosfere degli show "live" dei Pink Floyd... una band che ha scritto una delle pagine più importanti nella storia del rock mondiale e che da sempre ha saputo …

Una cover di Gaber nell'album di debutto dei Mollier

"Se ci fosse un uomo" è l'ultima canzone contenuta nell'ultimo CD pubblicato nella sua carriera da Giorgio Gaber, intitolato "Io Non Mi Sento Italiano" uscito nel gennaio del 2003, poche settimane dopo la sua scomparsa.
Ora il brano - che Gaber scrisse insieme all'inseparabile Sandro Luporini - è stato ripreso dalla indie band bolognese dei Mollier, ed inserito nel loro album di debutto "Meccaniche Razionali".
Prodotti da Creative Industry, i Mollier sono Luca Mazzamurro (voce e chitarre), Andrea Zannoni (tastiere, pianoforte), Tommaso Preda (basso) e Riccardo Capelli (batteria), e sono stati già più volte definiti autori di un genere "acustico noir".
La cover del brano di Gaber è intensa e originale, cantata con grande personalità e riarrangiata in modo interessante.
Ad accompagnare il brano un elegante video con la regia di Davide Rizzo di Elenfant Film, che circola in rete già da qualche mese.
Da seguire.



Stone Sour: omaggi a Metallica e KISS per il Record Store Day

In occasione del Record Store Day 2015 gli Stone Sour ha pubblicato un interessante EP di cover intitolato "Meanwhile in Burbank"
Il titolo deriva dal fatto che la band capitanata dall'ex Slipknot Corey Taylor, è stato registrato presso lo studio Room 237 a Burbank, in California.
L'EP si apre con la cover di "We Die Young" brano che gli Alice In Chains pubblicarono nel 1990 al'inizio della loro carriera.
"Heading out to the highway" è un brano dei Judas Priest del 1981 che fu pubblicato anche come 45 giri.
"Love Gun" è un brano dei KISS scritto da Paul Stanley che dava il titolo al loro album del 1977.
"Creeping death" è una canzone dei Metallica del 1984 che la band americana scelse come estratto dal loro secondo album "Ride The Lightning".
Il disco si chiude con un omaggio ai Black Sabbath con la cover di Children of the grave, che la band di Ozzy Osbourne incise nel 1971 per l'album Master Of Reality.

Gli…

Una cover di Drake per Lykke Li

Nel 2008 Drake aveva proposto una sua versione di Little Bit della allora pressoché sconosciuta Lykke Li, all'interno del suo Mixtape "So Far Gone". Ora la cantante svedese - che nel frattempo ha conquistato le classifiche internazionali con la hit "I Follow Rivers" del 2011 - gli ha restituito il favore incidendo una sua versione di “Hold On, We’re Going Home” brano che il rapper canadese aveva inserito nel suo album del 2013 Nothing Was the Same.Interessante cover, davvero distante dall'originale che vedeva la presenza di Majid Jordan, molto più lenta rispetto a quella di Drake e cantata con grande intensità.
Il brano era già stato interpretato in passato dagli Arctic Monkeys e dai Foster the People e la stessa cantante svedese lo aveva proposto dal vivo in alcuni suoi concerti.

Lykke Li si era fatta notare nel 2008 all'inizio della sua carriera proprio grazie ad una cover: quella di Knocked Up dei Kings of Leon.


Eels: l'omaggio a Elvis alla Royal Albert Hall

C'è anche un omaggio a Elvis Presley nel nuovo live degli Eels registrato alla Royal Albert Hall di Londra. Tra le 28 tracce contenute nel doppio CD registrato la sera del 30 giugno dello scorso anno, compare anche una bella versione della celeberrima "Can't Help Falling in Love" .
La band di Mr E aveva in realtà già inciso una suo versione del brano nel 2000 come b-side del singolo Souljacker.
Ad accompagnare Mark Everett quattro musicisti importanti come P-Boo (chitarra e tromba), Royal Al (contrabbasso), The Chet (chitarre) e l’ottimo percussionista Knuckles.
Ilo disco Royal Albert Hall è disponibile anche in formato DVD


“Can’t help falling in love” è una delle ballate più celebri del repertorio di Elvis. Il Re la incise nel 1961 per la colonna sonora del film Blue Hawaii. Il brano porta la firma del musicista George Weiss, che ha raccontato di come ne il produttore del film ne l’entourage di Presley fossero rimasti particolarmente impressionati dal demo della…

Calibro 35: omaggio ai Beastie Boys

I Calibro 35 non smettono di stupire. Il loro nuovo brano "Sabotaggio" è infatti un omaggio ai Beastie Boys, la storica formazione rap americana che ha segnato come poche altre il passaggio stilistico dagli anni 80 ai 90.
Si tratta di cover di "Sabotage" brano che il terzetto newyorchese aveva pubblicato nel 1994 e che era stato scelto come primo singolo estratto dall'album Ill Communication.
Ma forse "cover" in questo caso non è il termine più corretto. Si tratta infatti di una fusione perfetta tra le voci di Adrock, MCA e Mike D e il groove di Calibro 35. Un viaggio spazio temporale che parte dalla New York degli anni novanta per arrivare oggi ai Toe Rag Studios di Londra (gli stessi di “Elephant dei White Stripes) dove la band sta registrando in questi giorni il nuovo album in uscita nel 2016.
Il risultato è davvero potente e originale, accompagnato da un video che è una sorta di rimontaggio di quello originale, diretto da Spike Jonze, che era  om…

Celebreting The Who a Chicago

Appuntamento da non perdere per i fan degli Who il prossimo 14 maggio. Al Rosemont Theater di Chicago, si terrà la serata  "Celebrating the Who",  evento interamente dedicato alla celebre band inglese, che definire un semplice "tributo" è estremamente riduttivo. All'evento parteciperà infatti lo stesso Pete Townshend  che del gruppo è sempre stato il chitarrista e maggior compositore. Ad accompagnarlo una band straordinaria composta da Eddie Vedder (frontman dei Pearl Jam ) non nuovo a collaborazioni dal vivo con la formazione londinese, ma anche Simon Townshend, fratello di Pete e il bassista Pino Palladino,  uno dei session più apprezzati sul panorama mondiale, che prese il posto di John Entwistle dopo la sua scomparsa,  Sullo sgabello della batteria si siederà  Zak Starkey, figlio dell'ex Beatle Ringo Starr, già in passato ospite del gruppo. La serata servirà a raccogliere fondi per la Teen Cancer America, associazione benefica ideata dallo stesso Town…

Nel nuovo album di Donna Lewis omaggi a David Bowie e Neil Young

Si intitola "Brand New Day" il nuovo album di Donna Lewis, cantante gallese conosciuta soprattutto per la hit "I love you always forever" del 1996.
Molte le cover interessanti e anche in qualche modo sorprendenti contenute nel disco a partire dalla bella versione di "Bring Me The Disco Kings" brano di David Bowie contenuto nel suo disco "Reality" del 2003. Canzone che però il Duca Bianco aveva composto nei primi anni novanta e che fu esclusa sia all'album "Black Tie White Noise" che dal successivo "Earthling" prima di essere scelta dal produttore Tony Visconti per chiudere il 23esimo album di Bowie.
La versione della Lewis è bella e intensa, più breve rispetto a quella originale.
Tra le cover presenti nel disco da segnalare "Helpless" scritta da Neil Young e contenuta nel clebra album "Deja Vu" pubblicato nel 1970 insieme a Crosby Stills e Nash. Il disco contiene anche interessanti omaggi a Damien Ri…

Meryl Streep: nel suo nuovo film la sentiremo cantare Springsteen e Lady Gaga

Gli appassionati di cover sanno bene che gli attori più popolari spesso non sanno resistere alla tentazione di interpretare le loro canzoni preferite. Molte volte con risultati decisamente poco apprezzabili come per esempio nel caso di William Shatner, il celebre capitano Kirk di Star Track: la sua interpretazione di "Lucy In The Sky With Diamonds" ricevette il poco invidiabile titolo di "Peggior Cover Della Storia" in un sondaggio on line. Non andarono molto meglio le cose al suo collega Bruce Willis che tentò la carriera di cantante nel 1987 con l'album The Return Of Bruno, composto in gran parte da cover.
La critica non è stata molto generosa neppure con la bellissima Scarlett Johansson che nel 2008 pubblicò un album tributo a Tom Waits.
Le cose erano andate meglio a Meryl Streep che sempre nel 2008 avava dato sfoggio delle sue capacità vocali nella colonna sonora del film Mamma Mia. Ora la 65enne attrice americana ci riprova con un repertorio decisamente …

A MusiCares Tribute To Paul McCartney: il DVD

Il 10 Febbraio del 2012 Paul McCartney fu insignito del premio MusicCares Person Of The Year,  uno dei sei premi speciali consegnati in occasione dei  Grammy Award, assegnato annualmente ad artisti che si siano distinti per le loro attività umanitarie.
Nel corso della serata di Gala svoltasi a Los Angeles, l'ex Beatles salì sul palco accompagnato da una starordinarai serie di amici e colleghi per uno show nel quale grandi protagoniste furono le canzoni dei Fab Four.
Ora - finalmente - le immagini di quella esibizione davvero eccezionale sono state pubblicato in un DVD Blu Ray della durata di 60 minuti.
I proventi delle vendite andranno a finanziare l'attività di MusiCares che si propone di offrire assistenza medica ai musicisti in difficoltà economiche in tutto il mondo.
Tra gli ospiti della serata da sottolineare la presenza di Norah Jones (che canta una bella versione di Oh! Darling dei Beatles), Alicia Keys (alle prese con la celeberrima Blackbird) e Neil Young (che interp…

Album di cover per Ben Bridwell dei Band Of Horses e Sam Beam

Ben Bridwell dei Band Of Horses e il cantautore americano Sam Beam (meglio conosciuto con lo pseudonimo di Iron And Wine) hanno annunciato su Facebook la pubblicazione di un album di cover realizzato insieme.
Il disco si intitolerà  'Sing Into Your Mouth' e sarà pubblicato da Black Cricket Recording Co. / Brown Records / Caroline International. Decisamente variegata la scelta dei brani inseriti nella raccolta e non mancano le sorprese. Come per esempio la scelta di "Bulletproof Soul" brano che faceva parte dell'album Love Deluxe di Sade uscito nel 1992. Ad aprire il disco sarà "This Must Be the Place" dei Talking Heads, che David Byrne e compagni inserirono nel loro album del 1983 Speaking in Tongues.
In scaletta poi omaggi a John Cale, Spiritualized e Marshall Tucker Band. Il disco è stato registrato la scorsa estate agli Echo Mountain Studios di Asheville, North Carolina. Bridwell e Beam presenteranno il disco dal vivo al Festival di Newport del pross…

Nuovo album di cover per i Musica Nuda

Si intitola "Little Wonder" il nuovo album dei Musica Nuda, duo jazz composto da Petra Magoni e Ferruccio Spinetti. Un ritorno alle cover per il progetto musicale nato nel 2009 e che ha portato la cantante pisana ill contrabbassista casertano a ottenere riconoscimenti in tutta Europa e oltre mille concerti e ad esibirsi in oltre mille concerti.
Il nuovo album  - che sarà pubblicato in Francia dal prossimo 20 aprile - contiene omaggi alla musica di Bob Marley, di Stevie Wonder, di Paolo Conte, di Sting e di di Chico Buarque. Ma anche una sorprendente versione di "Sei Forte Papà" di Gianni Morandi, brano che rappresenta un vero e proprio tutto nei ricordi dell'infanzia. Il brano era infatti nel 1976 la sigla della trasmissione televisiva per ragazzi condotta dallo stesso Morandi.
Tra le tracce del disco anche una versione in francese della celebre "Stessa Spiaggia Stesso Mare" che diventa Tout s'arrange quand on s'aime e una cover del grande cl…

Ace Frehley: nel nuovo album cover di Beatles, Who e Stones

Dopo il grande successo ottenuto lo scorso anno dall'album "Space Invaders" c'è grande attesa per il nuovo album di Ace Frehley, che conterrà esclusivamente cover. E' stato lo stesso ex chitarrista dei Kiss a svelarlo in una intervista rilasciata alla rivista americana Billboard, nella quale ha annunciato che il disco arriverà nei negozi entro la fine dell'anno.
Il disco sarà incentrato sulle mie influenze musicali - ha raccontato Frehley- Probabilmente farò un brano dei Rolling Stones, uno degli Who, uno dei Led Zeppelin e forse uno dei Beatles. Canzoni di band con cui sono cresciuto e che mi hanno segnato. La tracklist dell'album non è stata ancora definita ma è probabile che nel disco compaiano anche un paio di canzoni dei Kiss per l'occasione cantate dal chitarrista. I brani scelti potrebbero essere "Cold gin" e "Parasite" che nelle versioni originali erano cantate da Gene Simmons con il quale da tempo i rapporti sono piutt…