Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2016

A Milano un Tributo ai Rush

Una Tribute Night dedicata alla musica dei Rush, la leggendaria rock band attiva dal lontano 1968.
È quella in programma al Legend di Milano il prossimo 4 di Novembre. A salire sul palco saranno i Limelight, formazione milanese che da circa un'anno si è concentrata sul repertorio della band di Geddy Lee, capace di mettere d'accordo gli appassionati del prgressive rock e gli amanti del hard rock.

La formazione del gruppo è la seguente:
Massimo Toncelli - voce e chitarra  Marco Spalletti - chitarra  Roberto Fabbris - basso  Massimo Romussi - batteria
Una lunga setlist di un'ora e mezza nel corso della quale troveranno posto i brani più conosciuti della band canadese, come Tom Sawyer, La Villa strangiato, Subdivisions, YYZ, Spirit of Radio, Bravado e ovviamente Limelight, la canzone del 1981 dalla quale la band ha preso il proprio nome
Il concerto si terrà il 4 novembre dalle 21 al Legend di Milano in viale Enrico Fermi, 98.

E' morto Pete Burns dei Dead Or Alive: le cover di You Spin Me Round

Il 2016 continua ad assere un anno funesto per la musica. E' di oggi la notizia della scomparsa di Pete Burns, cantante dei Dead Or Alive, band con la quale nel 1985 conquistò le classifiche mondiali con la hit "You Spin Me Round". Fu l'unico brano di successo nella carriera del gruppo: numero uno in UK con oltre 500 mila cpopie vendute e numero 3 in Italia.
Il brano era stato scritto dallo stesso Burns insieme agli altri componenti della band ed era prodotto da Stock Aitken Waterman, celebre trio di produttori responsabili di decine di successi dance negli anni 80. Nella sua autobiografia Burns raccontò che l'ispirazione per il brano arrivò dall'ascolto di due brani: I Wanted Your Love di Luther Vandross e 'See You 'Round Like a Record di Nell Campbell.
L'accompagnamento orchestrale degli archi, è basato sulla Cavalcata delle Valchirie di Richard Wagner.

Lost Frequencies: la cover di What Is Love

Nel 1993 Haddaway raggiunse la vetta delle classifiche internazionali con il suo singolo di debutto “What Is Love”. Ora il brano torna ad essere protagonista delle charts grazie alla cover realizzata da Lost Frequencies, pseudonimo dietro al quale si cela Felix De Laet, giovane dj e producer belga che ha recentemente pubblicato il suo primo album "Less Is More.
Il disco - pubblicato in Italia dalla Rise Records (Time Records) - contiene tutti i suoi successi come "Are You With Me", "Reality" Feat. Janieck Devy, "Beautiful Life" Feat. Sandro Cavazza, La cover in versione deep house di "What Is Love 2016" è il brano scelto come nuovo singolo e sarà da venerdì 28 ottobre in rotazione radiofonica. La canzone porta la firma di Dee Dee Halligan and Junior Torello, coppia di producer tedeschi, fondatori della Coconut Records. Pubblicata nel dicembre del 1992, la canzone raggiunse nel corso del 1993 la numero uno in 13 diverse nazioni, fra le qua…

Una cover di Leonard Cohen per i The Last Shadow Puppets

Il nuovo EP dei The Last Shadow Puppets conterrà anche la cover di un brano di Leonard Cohen. La band capitanata da Alex Turner degli Acrtic Monkeys ha infatti inciso una personale versione di “Is This What You Wanted” del grande cantautore canadese, e il video della cover è da qualche giorno disponibile sul canale YouTube del gruppo.
La canzone sarà inserita nell’EP The Dream Synopsis in uscita a Dicembre per la Domino Records: La versione originale del brano apriva l’album New Skin for the Old Ceremony del 1974. Nonostante faccia parte di uno dei dischi più belli di Cohen, la canzone non vanta molte cover di rilievo, fatta eccezione per quella realizzata nel 2007 da Gerald Collier.
Il gruppo di Alex Turner e Miles Kane si era già in passato fatto notare per aver interpretato delle cover non convenzionali, scelte dal repertorio meno conosciuto di David Bowie e Manfred Mann.
L’EP The Dream Synopsis conterrà anche una cover dei Fall, una cover del cantautore francese Jacques Dutronc, …

Say Yes! A Tribute to Elliott Smith

Quindici cover di Elliott Smith cantate da altrettanti artisti, fra i quali spiccano i nomi di Juliana Hatfield, Amanda Palmer, Jesu/Sun Kil Moon, Waxahatchee, Lou Barlow e J Mascis.  Faranno parte di "Say Yes! A Tribute To Elliott Smith" disco che arriva oggi 14 ottobre per la American Laundromat Records.

Si tratta dell'ennesimo album tributo (il sesto secondo il sito SecondHandSongs) dedicato al musicista americano morto nel 2003 in California a 34 anni, in circostanze mai del tutto chiarite. Il disco è già in pre order qui e sarà disponibile non solo in formato CD ma anche in versione vinile e nell'ormai decisamente inconsueto formato "cassetta" (al costo di 8 dollari),

Molti dei brani sono stati già resi disponibili su Soundcloud dalla stessa etichetta. Le cover sono tutte inedite, fatta eccezione per la versione di Needle In The Hay cantata da Juliana Hatfield, pubblicata nel 2014 nell'album I Saved Latin! A Tribute to Wes Anderson
Track List:
Bet…

Tenco 2016: tutti gli ospiti della terza serata

Da Morgan a Noemi, da Marina Rei a Ascanio Celestini: tanti grandi nomi per la serata conclusiva della quarantesima edizione del Premio Tenco, la Rassegna della canzone d'autore, in programma dal 20 al 22 ottobre al Teatro Ariston di Sanremo.

Tante le tonalità con cui il Club Tenco ha deciso di dipingere un ritratto del grande cantautore piemontese: si va dall'inventiva musicale di Morgan all'intensità interpretativa di Noemi, dal canto attoriale di Ascanio Celestini all'esuberanza di Roy Paci, dal rap di contenuti di Kento all'anima energica di Marina Rei. E ancora: il suono canadese di Bocephus King, la forza espressiva di Diego Mancino, la creatività de Gli Scontati, la personalità suggestiva di Alfina Scorza sino a una recente scoperta del Club che torna per la quarta volta consecutiva in una manifestazione del “Tenco”: Vanessa Tagliabue Yorke. Ciascun cantante eseguirà due brani di Tenco. Ma non basta: gli artisti saranno accompagnati dall'Orchestra Sinfon…

Placebo: la cover di Life's What You Make It

Il nuovo EP dei Placebo si intitola Life's What You Make It e si apre proprio con la cover del celebre brano dei Talk Talk del 1985. L'extended play è stato pubblicato dalla band di Brian Molko in abbinamento alla raccolta ‘A Place For Us To Dream’ con la quale il gruppo inglese ha celebrato i vent'anni carriera. Già in passato i Placebo non avevano fatto mistero della loro passione per la musica degli anni 80: nel 2003 pubblicarono l'EP "Covers" che conteneva classici come "Bigmouth Strikes Again" degli Smiths, "Running up That Hill" di Kate Bush e "Johnny and Mary" di Rober Palmer.
Ora arriva questo omaggio alla band di Mark Hollis, considerata dalla critica non solo come una delle formazioni più importanti della scena synth-pop ingelse ma anche uno dei gruppi in grado di anticipare il sound post-rock della fine del millennio. La versione originale di Life's What You Make It è contenuta nel terzo album del gruppo intitola…

Erica Mou canta un classico di Nilla Pizzi

Dal 7 ottobre è in tutti i digital store e nelle radio il nuovo singolo di Erica Mou: la cover de “L’Edera”, per Godzillamarket e distribuita da Artist First. Erica Mou ha deciso di incidere questa perla della grande musica italiana e di realizzarne anche un videoclip, dopo aver vissuto un’intensa esperienza con gli adolescenti del Dynamo Camp. Infatti, “L’Edera” per Erica racconta sì un amore giovane con parole antiche, ma evoca anche il coraggio di crescere, il diritto di amare e capire l’amore, di arrampicarsi, di legarsi e di lasciarsi andare. E l’entusiasmo e la forza dei ragazzi del Dynamo Camp hanno ispirato l’ideazione del videoclip.
La versione originale della canzone – scritta da Saverio Seracini e Vincenzo D'Acquisto - risale al 1958. Fu presentata in gara al Festival di Sanremo nella doppia interpretazione di Nilla Pizzi e Tonina Torrielli. Per sua “sfortuna” la canzone dovette vedersela con la mitica “Nel blu dipinto di blu” e quindi non vinse l'edizione del 58&…

"Blue & Lonesome" il nuovo album dei Rolling Stones

Uscirà il prossimo 2 dicembre e conterrà solo cover il nuovo album dei Rolling Stones. Il disco si intitola "Blue & Lonesome" e segna il ritorno della band alle origini e alla loro passione per il blues. Il progetto ha avuto una gestazione lunga, durata ben cinque decadi, ma è stato registrato nei British Grove Studios di Londra nel dicembre 2015 in solamente tre giorni.
Il disco è stato prodotto da Don Was e vede la presenza in due brani del grande Eric Clapton.
Nella tracklist spiccano le cover di artisti del calibro di Jimmy Reed, Willie Dixon, Eddie Taylor, Little Walter and Howlin’ Wolf.


Questa la tracklist:
Just Your Fool (Buddy Johnson 1953)
Commit A Crime (Hownin'Wolf 1971)
Blue And Lonesome (Little Walter 1965)
All Of Your Love (Magic Sam 1957)
I Gotta Go (Little Walter 1955)
Everybody Knows About My Good Thing (con Eric Clapton) (Little Johnny Taylor 1971)
Ride 'Em On Down (Eddie Taylor 1955)
Hate To See You Go (Little Walter 1955)
Hoo Doo Blues (Sonny…

Norah Jones: le cover nel nuovo album "Day Breaks"

9 inediti e 3 cover nel nuovo album di Norah Jones. La cantautrice americana pubblica il 7 ottobre con il suo sesto album da solista che arriva a quattro anni di distanza dal precedente "Little broken hearts" e a tre dalla collaborazione con Billie Joe Armstrong per "Foreverly".
Il disco - prodotto dalla stessa Jones - si intitola "Day Breaks" e vede la presenza di molti ospiti d'eccezione come il sassofonista Wayne Shorter, l'organista Dr. lonnie Smith e il batterista Brian Blade.
Queste le cover contenute nell'album.
"Don't Be Denied" è un brano che Neil Young ha scritto nel 1973 per l'album Time Fades Away. Certamente non tra le canzoni più celebri del cantautore canadese, vanta però un discreto numero di cover tra le quali quella cantata da Nils Lofgren nel 2008.

"Fleurette africaine (African Flower)" è il rifacimento di "Les fleurs africaines" scritta da Duke Ellington e pubblicata nel 1962 all'i…

Van Morrison: la cover di Share Your Love With Me nel nuovo album

In nuovo album di Van Morrison - il 36esimo in studio nella sua straordinaria carriera - si intitola "Keep me singing" e contiene anche una interessante cover. Si tratta di Share Your Love With Me, uno standard diventato celebre nel 1969 grazie alla versione cantata a Aretha Franklin, ma inciso per la prima volta nel 1963 da Bobby Bland. 
Il brano - che porta la firma di Al Braggs e di Don Robey (alias Deadric Malone) - è stato interpretato tra gli altri anche dalla Band, da Kenny Rogers e da Phoebe Snow.
La versione di Van The Man è però forse più simile proprio alla versione originale di Bobby "Blue" Bland che all'epoca arrivò alla numero 5 della U.S. Billboard Hot Rhythm & Blues Singles.Il nuovo album del 71enne musicista irlandese arriva a quattro anni da ”Born to sing: no plan b”, il suo ultimo album composto da inediti ed è stato prodotto dallo stesso Morrison.

Van Morrison - Share Your Love With Me