Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2018

Craig David canta il nuovo singolo di Dua Lipa

E' uscita da poche settimane e ha già una prima cover "ufficiale". Stiamo parlando di IDGAF il nuovo singolo di Dua Lipa, pubblicato lo scorso 12 gennaio e che presto darà il titolo al disco di debutto della cantante di origine albanese.
Del brano si è però subito accorto Craig David, che ha scelto di interpretarlo dal vivo nel corso del BBC Live Lounge, la popolare trasmissione della BBC Radio 1.
Cover piuttosto fedele all'originale, con la voce del cantante inglese in bella evidenza.
Il brano - il cui tutolo è l'acronimo di "I Don't Give a Fuck" espressione non proprio elegantissima - ha per ora  raggiunto la posizione numero 4 delle classifiche inglesi.
Come spesso capita negli ultimi tempi, la lista degli autori è piuttosto lunga e comprende oltre alla
stessa Dua Lipa, MNEK. Larzz Principato, Skyler Stonestreet e Whiskey Water

Steve Hackett: il nuovo album Wuthering Nights

Nel corso del 2017 Steve Hackett – ex chitarrista dei Genesis - ha festeggiato i 40 anni dell’album “Wind and Wuthering” con un acclamato tour mondiale. Ora il concerto tenuto il primo maggio alla Symphny Hall di Birmingham viene pubblicato ufficialmente in versione doppio CD, doppio DVD, Blu-ray e sulle piattaforme digitali.

L’album – uscito per l’etichetta Inside Out Music – si intitola “Wuthering Nights: Live In Birmingham” e contiene 19 tracce, molte delle quali prese proprio da quello che fu l’ultimo album pubblicato insieme a Genesis nel dicembre del 1979.

Ben 5 le canzoni di quel disco presenti nella scaletta ossia Eleventh Earl Of Mar, One For The Vine, Blood On The Rooftops, In That Quiet Earth e Afterglow, alle quail si aggiungono altri classici della band come Dance On A Volcano, Inside & Out, Firth Of Fifth, The Musical Box e Los Endos.

“Sono entusiasta per l’uscita di “Wuthering nights” – ha spiegato Hackett - E’ stato veramente speciale celebrare i 40 anni di “Wi…

A Milano il Tributo ai Rush con il Limelight

Torna al Legend di Milano l'appuntamento con il tributo ai Rush,  la storica formazione prog rock canadese attiva dal lontano 1968, che ha ispirato migliaia di band in tutto il mondo.
I protagonisti della serata saranno i Limelight, formazione milanese che da diversi anni si è concentrata sul repertorio della band di Geddy Lee, capace di mettere d'accordo gli appassionati del progressive rock e gli amanti del hard rock.

"La scaletta sarà più incentrata sulla seconda e terza fase artistica dei Rush, quella che ha ispirato la nostra passione musicale che resiste a distanza di 30 anni" ci ha raccontato il cantante della band Massimo Toncelli. Spazio dunque ad alcuni dei brani più famosi come Subdivisions, Big Money, Tom Sawyer, YYZ, La Villa Strangiato, Mission, Red Barchetta, The Spirit of Radio, ma senza disdegnare altre fasi artistiche con brani cari ai fan dei Rush quali Dreamline o Bravado. E ovviamente non potrà mancare "Limelight" il brano del 1981 da…

Squeeze: ascolta la cover di "Havana"

Ancora una cover sorprendente al Radio 2 Breakfast Show, il programma mattutino della BBC condotto da Chris Evans. Nel corso della puntata di ieri - venerdì 26 gennaio -  gli Squeeze hanno eseguito una versione live di "Havana" di Camila Cabello. Una cover che a dire il vero ha diviso in due il pubblico, con molti commenti non proprio entusiastici comparsi in rete.
La storica band formata da Chris Difford e Glenn Tilbrook ha da poco pubblicato il nuovo album The Knowledge, il quindicesimo in carriera. Scritta dalla stessa Cabello insieme a Brittany Hazzard, Ali Tamposi, Brian Lee, Andrew Watt, Pharrell Williams, Jeffery Lamar Williams, Adam Feeney e Louis Bell, "Havana" è il primo singolo estratto dal disco di debutto da solista della ex Fifth Harmony.
Numero uno in USA e in UK e numero due nelle classifiche italiane.
Secondo alcuni però "pericolosamente" simile a "Same Old Love" di Selena Gomez.


Addio a Hugh Masekela, leggenda del jazz sudafricano

Si è spento all'età di 78 anni il "padre del jazz sudafricano", il trombettista sudafricano di fama mondiale Hugh Masekela, vera e propria leggenda del jazz che con la sua musica ha lottato contro l’apartheid.
In cinquant'anni di carriera Masekela ha pubblicato oltre 40 album e ha lavorato con artisti diversi come Harry Belafonte, Dizzy Gillespie, The Byrds, Fela Kuti, Marvin Gaye, Herb Alpert, Paul Simon, Stevie Wonder e Miriam Makeba.
Queste sono 5 cover da ricordare eseguite dal grande trombettista
Steppin' Out

Il capolavoro di Joe Jackson riletto dal trombettista nel 1992 per l'album "Beatin' around de bush"



Californa Dreamin'
Il classico dei Mamas & Papas pubblicato quasi in contemporanea con l'originale nel 1966



You Keep Me Hangin' On

Il classico delle Supremes in una versione più lenta e sensuale. Pubblicata come singolo nel 1970



Ain't no mountain high enough

Altro classico della Motown. La versione strumentale del bran…

Jimi Hendrix: la cover di Mannish Boy

È la cover di "Mannish Boy" è il primo singolo estratto da Both Sides of the Sky, il nuovo album di Jimi Hendrix in uscita il 9 marzo. 
Scritta e portata al successo nel 1955 da Muddy Waters, "Mannish Boy", è uno standard blues basato su "I' m a man" di Bo Diddley. La rivista Rolling Stone ha inserito il brano nella lista delle 500 canzoni più belle di tutti i tempi e la Rock & Roll Hall Of Fame in quella delle 500 canzoni che hanno modellato il rock.
 Il brano  fu rielaborato in studio nel 1969 dal trio che sarebbe diventato poi noto come Band of Gypsys, ossia Jimi Hendrix assieme al bassista Billy Cox e al batterista Buddy Miles. Questa formazione si esibì in seguito in ben quattro concerti al Fillmore East nel 1969 e nel 1970, occasioni in cui furono registrati i due album live “Band of Gypsys” (1970) ed il famoso “Machine Gun” (2016). Both Sides of the Sky è il terzo volume di una trilogia che raccoglie le registrazioni in studio più belle e…

Prince: in arrivo il tribute show a due anni dalla morte

Il prossimo 21 aprile in occasione del secondo anniversario della scomparsa di Prince, è in programma a Minneapolis il Celebration 2018. Sarà un grande show commemorativo che farà rivivere la musica del principe con le esibizioni live di musicisti che hanno lavorato a lungo con Prince e quelli che gli organizzatori definiscono misteriosamente “alcuni ospiti molto speciali”.

L'evento si svolgerà per quattro giorni (dal 19 al 21 aprile) al Target Center di Minneapolis e prevede anche la proiezione del film film documentario Prince: Live on the Big Screen, un film-concerto con materiali video e audio “rimasterizzati e mai pubblicati.
I biglietti per l'evento sono già disponibili a prezzi sicuramente non economici: 549 dollari per il Celebration 2018 Pass, che nella versione VIP costa però 1049 dollari.

Jessie Ware: la cover di "Teardrops" di Womack & Womack

Continuano le cover "a sorpresa" nel corso del BBC Radio 2 Breakfast Show.
Nella puntata andata in onda oggi - venerdì 19 gennaio - Jessie Ware ha improvvisato un remake di "Teardrops" di Womack & Womack.
La versione originale del brano - scritto dagli stessi Cecil e Linda Womack, risale al 1988. Il songolo ebbe curiosamente maggior successo in Europa piuttosto che in America. Numero uno in Olanda, Numero due in Germania e numero tre in UK. Ma il brano ha continuato a vivere grazie soprattutto a molte cover di successo, da quella di Elton John e kd Lang del 1993, a quella delle Sugarbabes del 2009, dalla versione dei The xx (2009) a quella di Joss Stone (2012).
La cover di Jasse Ware merita un ascolto.
Curiosità: la versione originale era stata prodotta da Chris Blackwell, il leggendario fondatore dalla Island Records e responsabile del successo di artisti del calibro di Bo Marley, Steve Winwood e John Martyn.


Matt Bellamy dei Muse duetta con Paul Mc Cartney

Se sei una superstar della musica con una passione per le canzoni dei Beatles non puoi limitarti a suonarle in salotto.

È quello che deve aver pensato Matt Bellamy dei Muse, che da qualche mese ha deciso di mettere su un gruppo per suonare le canzoni dei Fab Four. Il nome scelto è tutto un programma: Dr. Pepper’s Jaded Hearts Club Band, parafrasando il titolo del più celebre album dei quattro di Liverpool.

Dopo alcune esibizioni al pub nell'ottobre dell'anno scorso, la band è stata reclutata dalla stilista Stella Mc Cartney (figlia di Paul) per la presentazione a Los Angeles della sua nuova linea di abbigliamento.


E a questo punto scatta il colpo di scena. Il papà di Stella è in prima a seguire lo spettacolo e sale sul palco insieme al resto del gruppo per duettare sulle note della celebre "Helter Skelter"-
Lo stesso Bellamy ha immortalato l'evento con un breve video sul suo profilo Instagram con il simpatico commento "Ho appena fatto Macca con il vero Macca…

Ermal Meta: ascolta la cover di Zombie

Tra i tanti che hanno voluto rendere omaggio in rete a Dolores O'Riordan, la cantante dei Cranberries scomparsa lo scorso 15 gennaio, da segnalare il tributo realizzato da Ermal Meta.
Il cantante ha imbracciato la sua chitarra e ha registrato una cover intima di "Zombie" la canzone più celebre della band irlandese. Il video - postato sui profili social del cantante poche ore dopo la diffusione della tragica notizia - è diventato immediatamente virale, con migliaia di condivisioni e commenti.Il brano, pubblicato il 12 settembre 1994, è una forte denuncia delle violenze avvenute in Irlanda del Nord a causa degli attentati dell'Ira ed è diventata una delle più celebri canzoni contro la guerra

"Zombie è stata ispirata dalla morte di un bambino. La vita gli è stata presa dalle braccia di sua madre." raccontò la stessa O'Riordan.

Nel testo è chiaro il riferimento al 20 marzo del 1993 quando in un attentato a Warrington, una cittadina nel nordovest dell'I…

Harry Styles: la cover di Wild Thoughts

Con un po' di ritardo la BBC si è decisa a rendere disponibile sul proprio canale YouTube l'esibizione di Harry Styles al BBC Live Lounge, la popolare trasmissione condotta da Clara Amfo. In quella occasione l'ex One Direction cantò la cover di "Wild Toughts" brano portato al successo lo scorso anno da DJ Khaled e cantato da Rihanna e da Bryson Tiller.
Brano che a sua volta non era del tutto "originale" visto che si basava su un sample di "Maria Maria" di Carlos Santana, citazione che è stata mantenuta anche nella versione "acustica" di Styles.
Cover interessante anche se forse il tecnico del suono ha esagerato con il riverbero sulla voce del cantante inglese, con il rischio di creare uno spiacevole "effetto karaoke".

Un album di grandi duetti per Tommy Emmanuel

Molti ospiti di alto livello e molte cover interessanti nel nuovo album di Tommy Emmanuel, in uscita il prossimo 17 gennaio.

Il grande chitarrista – considerato uno dei maestri del fingerpickering – ha chiamato a raccolta alcuni amici tra i quali spiccano i nomi di Mark Knopfler, Rodney Crowell, Jerry Douglas, Amanda Shires, Ricky Skaggs, J.D. Simo, David Grisman, Bryan Sutton, Suzy Bogguss e Jason Isbell per la realizzazione dell’album “Accomplice One”.

“E stato un onore suonare con alcuni dei migliori musicisti della scena attuale – ha spiegato il 62enne chitarrista australiano – volevo registrare un album di duetti che potesse rappresentare il mio amore per diversi stili musicali e la sfida a riarrangiare alcuni grandi classici”.

Tra i brani presenti in scaletta compaiono infatti alcuni standard blues come “Deep River Blues” di Willard Robison (1926) ma anche un omaggio a Jimi Hendrix con la cover di “Purple haze” e un tributo a Otis Redding con la celebre “Sitting on the dock …

È morta Dolores O’Riordan dei Cranberries

È morta improvvisamente a 46 anni Dolores O’Riordan, cantante dei Cranberries.
Era nata a Limerick, nel sud ovest dell’Irlanda nel 1971 e nel 1990 era diventata la xantante dei Cranberries, band con la quale ha pubblicato sette dischi, l’ultimo dei quali uscito nel 2017.
Nel 2007 debutta come solista con l'album "Are You Listening?" seguito nel 2009 da "No Baggage".
Verrà ricordata per successi come "Zombie", "Lingr" e "Just my imagination" dei quali era anche autrice.
Qui a MyWay la vogliamo ricordare con le cover, non molte a dire il vero, che hanno caratterizzato la sua carriera.

Nel 1994 la band partecipa al tributo ai Carpenters "If I Were a Carpenter" con una memorabile versione di "(They Long to Be) Close to You" celebre capolavoro di Burt Bacharach e Hal David




Nel 1998 i Cranberries partecipano all'album tributo ai Fleetwood Mac "Legacy" con la cover di "Go Your Own way"



Tra le…

Sigrid canta una hit di Ellie Goulding

Prima puntata del 2018 per il BBC Live Lounge, popolare e imitatissimo programma della BBC Radio 1 nel corso del quale gli ospiti propongono sempre - oltre al loro singolo più recente - anche la rilettura acustica di un brano famoso, spesso una hit del momento.
La prima protagonista del nuovo anno è stata la giovane Sigrid, la giovane cantante norvegese fresca vincitrice del premio BBC Sounf of 2018, l'annuale sondaggio condotto tra gli addetti ai lavori dell'industria musicale.
Con i suoi 21 anni Sigrid è una delle più giovani vincitrici nella storia del concorso, nel quale Adele trionfò nel 2008 a soli 19 anni. Oltre al suo nuovo singolo "Stranger" la cantante norvegese ha eseguito la cover di Anything Could Happen brano portato al successo nel 2012 da Ellie Goulding e contenuto nel suo secondo album Halcyon. Il singolo rimase per due settimane alla numero 5 delle classifiche UK e ottenne un discreto successo in Polonia Australia, e Repubblica Ceca.
In passato il…

Folli Voli il nuovo album di Grazia Di Michele

Un album di cover in italiano per Grazia Di Michele.
Il disco pubblicato da Egea Records, sarà disponibile dal 19 gennaio in tutti i negozi e digital store e si intitolerà Folli Voli, come e il primo singolo, cover di “Falling Slowly” di Glen Hansard e Markéta Irglová.
Tratta dal film Once, la canzone ha vinto l’Oscar nel 2008 per la migliore canzone originale.
La versione di Grazia Di Michele è stata realizzata con la collaborazione di Ivan Segreto.

Con l’aiuto di Alberto Zeppieri, produttore di respiro internazionale, con grande esperienza nell'adattamento creativo in italiano di canzoni nate in altre lingue, Grazia Di Michele ha scelto 11 brani di grande suggestione, con una forte anima popolare, riproponendoli in versioni del tutto nuove e soprattutto in lingua italiana. Ad accompagnare Grazia in questo viaggio intorno al mondo ci sono featuring d’eccezione: da Kayah, una delle più apprezzate interpreti polacche, che duetta  in Vele al vento (Embarcaçao), a Kaiti Garbi (che…

Joan Baez: un omaggio a Tom Waits nel nuovo album

Il nuovo album di Joan Baez si apre con un omaggio a Tom Waits.
Si tratta della cover di "Whistle down the wind" che da il titolo al nuovo album della cantante americana che ritorna sulle scene dopo dieci anni.
Il disco sarà pubblicato il 2 marzo, è prodotto da Joe Henry ed è stato registrato a Los Ageles. Curiosamente anche nel precedente album la Baez aveva inserito un omaggio a Tom Waits.
La cover di "Whistle down the wind" è delicata e struggente, con la voce della settantasettenne cantautrice newyorchese accompagnata dalla chotarra acustica.
La versione originale del brano venne pubblicata da Tom Waits nel 1992 con il titolo di "Whistle Down the Wind (for Tom Jans)". LLa canzone - contenuta nell'album Bone Machine - è dedicata al folk singer e chitarrista Tom Jans, scomparso nel 1984. Tom aveva stretto amicizia con lui e la moglie e a proposito del brano disse "è una canzone che avevo scritto per un altro amico. ma è una di quelle canzoni che…

Benji e Fede rendono omaggio a Ed Sheeran

Benji e Fede hanno registrato la cover di Perfect di Ed Sheeran per la nuova trasmissione di RTL 102.5 "Live Session".
Ogni mese un artista presenta tre brani in una performance acustica intima che vivrà sugli spazi del network radiofonico. I protagonisti del mese di gennaio 2018 sono il duo modenese composto da Benjamin Mascolo e Federico Rossi.
Il video è disponibile su tutte le piattaforme web, social e sul canale ufficiale YouTube di RTL 102.5.
Ed Sheeran ha definito Perfect "il brano migliore che abbia composto". È la canzone la più dolce del suo ultimo album "Divide" (dedicata alla fidanzata Cherry Seaborn), ed è stata pubblicata in duetto con Beyonce e in duetto con Andrea Bocelli. La versione di Benji e Fede è molto fedele all'originale, anche troppo. Il due non hanno mai nascosto la loro ammirazione per il cantante inglese e già lo scorso anno, in occasione della loro partecipazione a "Music" condotto da Paolo Bonolis, avevano ese…

Tributo ai Genesis al Blue Note di Milano

Get’em out si esibiranno Giovedì 11 gennaio al Blue Note di Milano tributo ai Genesis (The Gabriel Era). I Get’em out sono una tribute band dei Genesis che offre al pubblico uno spettacolo che ricrea la magica atmosfera della musica dei Genesis nel periodo in cui Peter Gabriel ne era la voce solista (1970-1975).
La meticolosa ricerca dei suoni e delle dinamiche, l’utilizzo di strumenti vintage e una incredibile mole di lavoro di trascrizione delle parti originali hanno portato i Get’em out a diventare in breve tempo una delle band italiane più apprezzate dagli amanti del genere.

Il repertorio proposto include tutti i più importanti lavori dei Genesis, presenti negli album Trespass, Nursery Crime, Foxtrot,Selling England by the Pound e The lamb lies down on Broadway, tra cui spiccano capolavori come The Musical Box, Supper's Ready, Firth of fifth e The Cinema Show.
La band è composta da Franco Giaffreda voce, flauto, cymbals; Dario D’Amore tastiere, chitarra 12 corde, voce; Renato …

Roberta Faccani: il nuovo album Matrioska italiana

Roberta Faccani – voce dei Matia Bazar dal 2004 al 2010 con i quali ha anche conquistato un terzo posto al Festival di Sanremo nella categoria gruppi nel 2005 – torna con un nuovo album di cover.
L’album si intitola “Matrioska italiana” e arriva a quattro anni di distanza dal precedente, “Stato di grazia; contiene 11 “classici” della musica italiana scelti nel repertorio degli artisti italiani più famosi in Russia, a cui si vanno a sommare i 3 inediti (“Ventiquattrore”, “L’altra metà di me”, “Non sai il mio nome”).
Da Riccardo Fogli a Zucchero, da Celentano a Toto Cutugno, da Pupo a Gianni Morandi, da Umberto Tozzi a Albano il disco vuole essere un tributo a tutti quegli artisti che hanno portato il pop melodico italiano in quella parte di mondo. Tutte versione a dire il vero molto fedeli agli originali.
“Ho voluto rispettare le canzoni per come sono nate all’epoca, senza stravolgimenti” spiega Roberta, che attualmente è in tour con Audio2 e Tony Esposito nel progetto live AUDIOBAZ…

Rodney Crowell rende omaggio a Elmore James

Il chitarrista americano Rodney Crowell ha registrato una interessante versione di Shake Your Moneymaker, classico scritto dal bluesman Elmore James nel 1961.Nonostante in Italia non sia particolarmente popolare "Shake Your Moneymaker" è una delle canzoni che hanno fatto la storia del rock. Non a caso nel 1995 la Rock And Roll Hall Of Fame la inserì nella (ampia) lista delle 500 Songs That Shaped Rock and Roll.
La cover del chitarrista texano fa parte dell'album tribute album Strange Angels: In Flight With Elmore James, prodotto da Marco Giovino (Robert Plant, Tom Jones, Norah Jones), e al quale hanno partecipato tra gli altri anche Tom Jones e Keb Mo'.
La versione originale di Shake Your Moneymaker" è un blues in 12 battute che James scrisse ispirandosi probabilmente su un brano intitolato "Roll Your Money Maker" un blues che circolava a Chicago qualche anno prima, ma non venne mai registrato,
Tra gli artisti che hanno inciso una cover del brano di J…

Il figlio di Malcolm Young canta con una tribute band degli AC/DC

I Thunderstruck sono solo una delle tante tribute band degli AC DC. Ma da qualche giorno il gruppo è balzato agli onori delle cronache, da quando ha iniziato a circolare in rete il video della loro esibizione dello scorso 16 dicembre in un Hotel australiano, durante il quale la condiviso il palco con Ross Young, figlio del compianto Malcolm Young, scomparso lo scorso 18 novembre a 64 anni.

Una esibizione forse non perfetta dal punto di vista tecnico ma che ha commosso il pubblico (a dire il vero non numerosissimo) del The Epping Hotel nel New South Wales.
Tra le canzoni cantate da Ross “She’s Got the Jack” e “Whole Lotta Rosie”.
Una esibizione che i Thunderstruck (che su Facebebook si autodefiniscono la migliore tribute band australiana degli ACDC) non dimenticheranno facilmente.
Malcolm Young aveva fondato gli AC/DC insieme al fratello Angus nel 1973. Si è spento lo scorso 18 novembre all'età di 64 anni dopo aver sofferto per anni di demenza senile.

Jessie Ware canta un classico di Duke Ellington

Con tre album al suo attivo (il più recente pubblicato pochi mesi fa) e una lunga serie di collaborazioni importanti con artisti come Nicki Minaj, Ed Sheeran e Disclosure, Jessie Ware è considerata una delle giovani cantautrici più interessanti della scena britannica.
Ospite del tradizionale appuntamento di Capodanno con il Jools Holland's Hootenanny trasmesso dalla BBC Two, la Ware ha anche dimostrato tutto il suo eclettismo, interpretando un classico di Duke Ellington del 1940.
Egregiamente accompagnata dallo stesso Jools Holland e dalla sua Rhythm & Blues Orchestra, la cantante londinese ha cantato una intensa versione di "Do Nothing till You Hear from Me" brano che negli anni è stato interpretato da tutti i più grandi personaggi della musica, da Nat King Cole a Billie Holiday, da Lous Armstrong a Ella Fitzgerald, da Bing Crosby a Sammy Davis Jr. E in tempi più recenti anche da Phil Collins, Robbie Williams e Diana Krall. La musica è di Duke Ellington mentre le …

Una cover di Dylan per Laura Marling

La già lunga lista di artisti che hanno interpretato la celebre A Hard Rain's a-Gonna Fall di Bob Dylan s arricchisce di un nuovo nome importante: quello della cantautrice britannica Laura Marling. La cover – registrata per la colonna sonora della serie televisiva Peaky Blinders - è da qualche giorno disponibile sul canale Youtube dell’artista. Dylan scrisse il brano nell 'estate del 1962 e fu inserita nel suo secondo album The Freewheelin' Bob Dylan pubblicato nel maggio dell’anno successivo.
Dylan suonò il brano per la prima volta il 22 settembre del 1962 alla Carnegie Hall, quasi 3 mesi prima della registrazione che avvenne il 2 Dicembre negli studi della Columbia con il produttore John Hammond.
Con i suoi quasi 7 minuti di durata è considerata non solo un capolavoro della musica folk ma una vera e propria rivoluzione artistica per il suo testo complesso e poetico, pacifista e antinucleare.
La struttura del testo è basata sulla tradizionale ballata inglese "…

Ed Sheeran: ascolta la cover di Layla di Eric Clapton

Ed Sheeran non smette di stupire i propri fan.
Ospite del tradizionale appuntamento con il "Jools' Annual Hootenanny" trasmesso dalla BBC 2 nella notte dell'ultimo dell'anno, il cantante ha regalato agli ascoltatori una sorprendente cover di "Layla" eseguita insieme al padrone di casa Jools Holland e la sua Rhythm & Blues Orchestra.
Scritta da Eric Clapton per Patty Boyd, moglie dell'amico George Harrison, la canzone fu pubblicata nel 1970 nell'album dei Derek and the Dominos, supergurppoo formato dal chitarrista inglese con Duane Allman, il tastierista Bobby Whitlock, il batterista James Beck "Jim" Gordon e il bassista Carl Radle.
Disperato perchè diviso tra l'amicizia con Harrison e l'amore per Patti, Clapton scrisse il brano di getto, dopo che l'amico scrittore Ian Dallas, prima di convertirsi all'islam, gli aveva raccontato la storia di Leyla e Majnun romanzo in versi del poeta persiano Neami. La protagonista è…