Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da 2019

Bob Dylan e Neil Young: una cover insieme dopo 25 anni

Una "cover" ha fatto riunire sullo stesso palco  Bob Dylan e Neil Young, dopo 25 anni. E' successo a sorpresa ieri sera sul palco del Nowlan Park, quando il menestrello americano è stato raggiunto dal cantautore canadese per una inedita cover di ‘Will The Circle Be Unbroken’ classico del folk portato al successo nel 1927 dalla Carter Family.
Dylan aveva in passato già cantato il brano nel 1967 inseme a The Band (compare nella raccolta The Bootleg Series Vol. 11: The Basement Tapes Complete del 2014).
Nel 1975 Dylan e Young avevano già cantato insieme il brano durante lo SNACK Benefit al Kezar STadium di San Francisco. Non si esibivano sullo stesso palco dal 1994.


Dave Matthews Band: ascolta il mash up con l'omaggio a AC/DC e Bee Gees

Il Summer Tour 2019 della Dave Matthews Band continua a regalare sorprese interessanti per gli appassionati di cover e per i fan della band. Dopo aver reso omaggio a Bob Dylan, a Peter Gabriel e a Willie Nelson il gruppo ha sorpteso il pubblico presente lo sorso 13 luglio al Saratoga Performing Arts Center di New York con un mash up davvero memorabile La coda della loro “Jimi Thing” è stata usata per lanciare l’indimenticabile riff di “Back in Black” degli AC/DC che a sua volta si è fusa con “Stayin’ Alive” dei Bee Gees che Dave ha cantato in falsetto sulle note del celebre riff di Angus Young. Il tutto si è concluso po con un omaggio alla Steve Miller Band con la cover di “Fly Like an Eagle” successo del 1977.
Molti gli utenti che hanno condiviso in rete le immagini del mash up, con qualità audio video ovviamente amatoriale. Questo forse il video migliore.

La voce di Beyoncé nel remake de Il Re Leone

E' cantata da Beyoncé la nuova versione di "Can You Feel The Love Tonight" contenuta nella colonna sonora di The Lion King, remake del film Diseny del 1994. Nella soundtrack originale il brano era cantato da Elton John autore della canzone insieme a Tim Rice.
Beyonce è anche una delle star chiamate a doppiare il film: alla cantante è stato affidata nella versione inglese del film la voce di Nala adulta (ma in Italia sentiremo la voce di Elisa). Tra i doppiatori del film figurano anche Donald Glover Billy Eichner e Seth Rogen che partecipano anche alla cover di "Can You Feel The Love Tonight".
Parlando della cover Donald Glover ha spiegato di non aver cantato "dal vivo" con Beyoncé : "No, ho chiesto di non essere in sua presenza. Non volevo guardare Beyoncé Knowles negli occhi mentre stavo cantando. Penso che giocare a basket con Michael Jordan sia in grado di intimidire meno se sei a casa e stai semplicemente lanciando dei pezzi di carta nel ce…

Paul McCartney pubblica il live Amoeba Gig

Buone notizie per i fan più sfegatati di Paul McCartney.
L’ex Beatles ha pubblicato un nuovo album live intitolato “Amoeba Gig” che contiene la registrazione completa del concerto gratuito tenuto il 27 Giugno del 2007 all'Amoeba Music Store di Hollywood. Molte cover nella tracklist, ma la più interessante per i collezionisti è probabilmente l’inedita versione di “Baby Face” di Jan Garber, brano che Paul ha eseguito dal vivo solamente in 12 occasioni, a partire dal 2002. Una cover di “Baby Face” era stata però registrata dai Wings nel 1974 per il film documentario “One Hand Clapping” (mai uscito) ed era circolata su bootleg prima di comparire come bonus track della ristampa di “Venus and Mars” uscita nel 2014.
È la prima volta che tutte le 21 canzoni eseguite in quella occasione vengono proposte su disco, anche se alcune erano già comparse nell’EP Amoeba’s Secret che nel 2008 ottenne anche una nomination ai Grammy. Nella scaletta completa del concerto figurano anche i classic…

Sarah Jane Morris: il nuovo album è un tributo a John Martyn

Il nuovo album di Sarah Jane Morris è un tributo alla musica di John Martyn, il compianto musicista scozzese scomparso dieci anni fa a soli 60 anni. Il disco – pubblicato dalla Fallen Angel Records – si intitola “Sweet Little Mystery. The songs of John Martyn”, e vede la rossa cantante britannica accompagnata dal chitarrista Tony Rémy, suo collaboratore di lunga data. Undici tracce in totale che spaziano nel vasto repertorio di Martyn, a partire dalla canzone che dà il titolo alla raccolta, quella Sweet Little Myster pubblicata nel 1980 nell’album Grace and Danger realizzato con la collaborazione dell’amico Phil Collins e considerato dalla critica uno dei punti più alti della sua carriera a dispetto dell'ostracismo della casa discografica che temporeggio a lungo prima di darlo alle stampe. Due invece le tracce prese da “Solid Air” uscito nel 1973 e unanimemente considerato il capolavoro del musicista scozzese: la title track (dedicata a Nick Drake) e la bella “Over The Hill”.
Non…

Auguri Ringo: 5 cover per festeggiare i 79 anni di Ringo Starr

Tanti auguri di buon compleanno a Ringo Starr, leggendario batterista dei Beatles dal 1962 al 1970.
Il 7 luglio del 1970 nasceva a Liverpool Richard Starsky, destinato a diventare uno dei Fab Four dopo l'allontanamento di Pete Best.
Per festeggiare i 79 anni del batterista che con il suo stile (non solo musicale) ha cambiato la storia del rock, abbiamo scelto 5 cover cantate da lui: non hanno cambiato la storia del rock (come nessuno dei sui 19 album da solista) ma meritano un ascolto!
Happy birthday Ringo!

Night And Day



Drowning In The Sea Of Love




Don't Be Cruel



Have I Told You Lately?


< /iframe>

Addio a João Gilberto: 5 cover di "Desafinado"

È morto a 88 anni João Gilberto, nome d'arte di João Gilberto Prado Pereira de Oliveira, considerato uno dei padri della bossa nova. A lui si deve nell'estate del 1962 la prima esecuzione pubblica di "Garota de Ipanema" insieme agli autori Antônio Carlos Jobim e Vinicius de Moraes. E soprattutto a lui si deve la prima versione della celebre "Desafinado" composta da Antônio Carlos Jobim e Newton Mendonça,
Il brano compare nell'album Chega de saudade, il disco che i critici di tutto il mondo considerano la base della bossa nova.
Noi vogliamo ricordare il grande musicista brasiliano con 5 cover indimenticabili di Desafinado.
Stan Gets


Gilberto Gil



Quincy Jones




Astrud Gilberto + George Michael




Ella Fitzgerald

Un classico dei Tears For Fears per i Lighthouse Family

Per promuovere l'uscita del nuovo album “Blue Sky In Your Head" i Lighthouse Family si sono esibiti dal vivo nel corso del Zoe Ball Breakfast Show trasmesso dalla BBC Radio 2. E per l'occasione hanno regalato al pubblico anche un'inedita versione di "Everybody wants to rule the world" dei Tears For Fears. Una cover "acustica" ridotta nella durata a meno di tre minuti con la voce del cantante Tunde Baiyewu in bella evidenza.
"I Tears For Fears saranno orgogliosi" il commento entusiasta del conduttore al termine della cover.
Per il due inglese l'album "Blue Sky In Your Head" rappresenta il ritorno sulle scene dopo una pausa di 18 anni.


La versione originale di "Everybody wants to rule the world" risale al 1985. La canzone compare nel secondo album della band "Songs from the big chair". Il brano porta la firma di Roland Orzabal, Ian Stanley e Chris Hughes (ma non di Curt Smith, cantante del gruppo). Fu i…

Vampire Weekend: una cover di Bruce Springsteen per Spotify

Ancora una cover interessante per i Vampire Weekend. La band newyorchese ha registrato la sua prima "Spotify Session" e ha voluto rendere omaggio a Bruce Springsteen con la cover di "I'm going down", Il gruppo aveva già da tempo il brano "in repertorio" e in rete sono facilmente reperibili numerose versioni live proposte già a partire dal 2010. La nuova versione è però più rallentata rispetto alle precedenti e con un arrangiamento quasi rockabilly che la rende piuttosto distante dall'originale, La cover è stata registrata nei leggendari Electric Lady Studios di New York, nel Greenwich Village.
Il risultato è davvero sorprendente!




La versione originale di "I'm going down" fa parte dell'album "Born in the USA" uscito nel 1984. Il brano era stato però registrato già nel 1982. Fu il sesto singolo estratto dall'album e nonostante fosse già passato un anno dall'uscita dell'album, raggiunse la posizione numero 9 d…

The Killers e Johnny Marr: la cover di "This Charming Man”

La straordinaria copertura che la BBC ha riservato anche quest’anno al Festival di Glastonbury, ci permette di continuare la nostra “caccia” alle cover più interessanti eseguite nel corso del raduno musicale che si è svolto dal 26 al 30 giugno. Gli headliner della gionata di Sabato 29 sono stati i The Killers e nel corso del loro show sul mitico Pyramid Stage non sono mancate le sorprese. In particolare durante i bis, quando la band di Brandon Flowers ha invitato sul palco prima i Pet Shop Boys (per una cover di “Always on My Mind” e una inedita versione di “Human”) e subito dopo Johnny Marr. Il leggendario chitarrista degli Smiths ha accompagnato il gruppo per una versione di “This Charming Man” che ha infiammato il pubblico.



La versione originale di “This Charming Man” risale al 1983. La sua realizzazione non fu affatto semplice. La prima versione venne registrata il 21 settembre del 1983, presso i Maida Vale Studios della BBC per lo show radiofonico di John Peel. Verrà pubblicat…

Miley Cyrus rende omaggio a Amy Winehouse

Molte cover nella scaletta dell’attesissimo concerto di Miley Cyrus al Festival di Glastonbury. L’ex stellina della Disney si è esibita ieri pomeriggio sul leggendario Pyramid Stage prima dei Vampire Weekend e dei Cure, nel corso della giornata conclusiva del celebre raduno, e ha regalato non poche sorprese ai suoi fan. La più apprezzata. è stata la cover di “Back To Black” di Amy Winehouse, per l’occasione eseguita insieme a Mark Ronson, autore e produttore della versione originale.
Il brano – che la Cyrus non aveva mai ufficialmente cantato dal vivo in precedenza – è stato eseguito in medley con la sua Nothing Breaks Like a Heart, realizzata proprio insieme al produttore inglese. Durante la sua esibizione Miley ha anche salire sul palco anche suo papà Billy Ray Cyrus, star del country statunitense, per una inedita versione di del singolo "Old town road”. Nello show erano presenti anche i tributi a Dolly Parton (con la cover di Jolene) ai Nine Inch Nails (con la cover di Head L…

Glastonbury 2019: l'omaggio a Barry White

Il Festival di Glastonbury ha reso omaggio alla musica di Barry White. Ieri - sabato 29 giugno - sul Park Stage del celebre raduno estivo è salita la versione "aggiornata" della celebre band che per anni ha accompagnato il grande cantante americano, per l'occasione ribattezzata "The Love Unlimited Synth Orchestra" e diretta da celebre Charles Hazlewood .
Sul palco il superguuppo era formato da Gruff Rhys, Nadine Shah, Eno Williams (Ibibio Sound Machine), Larry Heard and YolanDa Brown insieme ad alcuni ospiti a sorpresa come Clive Deamer (Radiohead) e Adrian Utley (dei Portishead).
A completare la line uo alcuni componenti della British Paraorchestra  e della Army of Generals.
"Tutti conoscono i successi di Barry White - ha spegato Hazelwood - stiamo parlando di uno dei più grandi autori del 20esimo secolo. Il nostro vuole essere un sincero omaggio, un mix tra tecnologia e grande talento musicale.!
Questa è la cover della indimenticabile "Let The Musi…

Willie Nelson canta un classico di Billy Joel

Willie Nelson non si risparmia, neppure a 86 anni. Solo nove mesi fa il leggendario musicista americano aveva dato alle stampe l'album "My Way" nel quale rendeva omaggio alla musica di Frank Sinatra. Ma lo scorso 21 giugno è già uscito il suo nuovo lavoro intitolato Ride Me Back Home
Il disco - pubblicato dalla Legacy Recordings - contiene 11 tracce: un mix di canzoni che Willie ha scritto con Buddy Cannon e brani scritti da cantautori e artisti pop e country.
La più interessante è probabilmente la cover di "Just the Way You Are”, classico di Billy Joel del 1977. Per la sua versione Nelson cambia completamente l'arrangiamento, rende il brano più veloce, sostituisce il piano con la steel guitar e trasforma l'assolo di sassofono con un assolo di armonica. Il resto lo fa la magica voce del leggendario musicista americano.
Il risultato è davvero notevole.


La versione originale di "Just The Way You Are" compare nell'album "The Stranger", …

Bastille: la cover di "bad guy" di Billie Eilish

Dopo la cover di "when the party's over" cantata da Lewis Capaldi di cui vi abbiamo parlato la scorsa settimana, ancora un omaggio a Billie Eilish, la nuova stella dell'indie pop statunitense. E' la cover di "bad guy" che i Bastille hanno eseuguito dal vivo negli studi della BBC Radio 1 in Madia Vale.
La particolarità della versione realizzata da Dan Smith e compagni è nel curioso arrangiamento in stile surf rock, ma soprattutto nella presenza di numerosi "snippet" a sorpresa: si tratta nell'ordiene di ‘Miserlou’  di Dick Dale (dalla colonna sonora di Pulp Fiction) di ‘Bad Decisions’ (degli stessi Bastille) di ‘Bad Romance’ di Lady Gaga e di ‘Bad Blood’ di Taylor Swift. Insomma: una serie di omaggi in chiave "bad".






 Bad Guy è il quinto singolo estratto dell'album di debutto di Billie Eilish, WHEN WE ALL FALL ASLEEP, WHERE DO WE GO?.  Il brano è arrivato a sfiorare la vetta della classifica USA: è stato infatti uno dei 6 sin…

Emeli Sandé rende omaggio a Whitney Houston

Emeli Sandé ha reso omaggio a Whitney Houston con la cover di "My Love is your love". La cantante scozzese ha eseguito il brano per la trasmissione della BBC Radio 2 Piano Room condotta da Ken Bruce. Una delicata versione con la voce di Emeli accompagnata dia pianoforte donato da Elton John.
Per la cantante - che ha da poco pubblicato il nuovo singolo "Sparrow" che farà parte del suo terzo album "Real Life" in arrivo a settembre - si è trattato del primo "tributo ufficiale" alla grande star americana scomparsa nel 2012.




La versione originale di "My Love Is Your Love" è contenuta nell'omonimo album del 1998, il quarto nella carriera della Houston,
La canzone è scritta e prodotta da Wyclef Jean e da Jerry Duplessis. Il singolo raggiunse la posizione numero 2 in UK e la numero 4 negli USA.
Tra le cover degne di nota, la versione "country" di Trisha Yearwood e quella realizzata per il telefilm Glee.


Cheap Trick: l'omaggio a Harry Nilsson

I Cheap Trick hanno reso omaggio a Harry Nilsson con la cover di "Ambush".
La band americana ha registrato il brano per il secondo capitolo della compilation "This Is The Town A Tribute To Nilsson" pubblicata ufficialmente oggi (venerdì 21 giugno).
Non è la prima volta che i Cheap Trick rendono omaggio al songwititer statunitense (celebre per le hit "Everybody's Talkin'" e "Without You" e per la sua amicizia con John Lennon. Già nel 2017 avevano registrato la cover di "Remember (Christmas)" per il loro album natalizio e nel 1993 il frontman del gruppo Robin Zander aveva inciso una sua versione di "Jump into the Fire".
Il primo volume di This Is the Town venne pubblicato nel 2014 per celebrare i 20 anni della scomparsa di Nilsson.



La versione originale di "Ambush" compare nell'album del 1972 Son of Schmilsson.
Quella dei Cheap Trick è la prima cover di rilievo del brano, scritto dallo stesso Nilsson.

Happy birthday sir Paul: 5 cover per i suoi 77 anni

Oggi sir Paul compie 77 anni.
Il 18 giugno 1942 al Walton Road Hospital di Liverpool nasceva rifatti James Paul McCartney, primogenito di Mary Mohin e James McCartney.
Alla faccia delle teorie complottistiche che circolano da decenni, secondo cui il vero McCartney sarebbe morto negli anni 60, noi festeggiamo il compleanno del baronetto di Liverpool, con 5 cover prese dal suo repertorio da solista, non sempre al livello di quello dei Fab4, ma comunque capace di segnare picchi creativi di straordinaria qualità.
Happy Birthday Paul!

Guns N' Roses - Live and Let Die




Dave Grohl and Norah Jones – Maybe I’m Amazed



Patty Austin – Let ‘Em In



Robert Smith - C Moon




Semisonic - Jet


Vampire Weekend: la cover di 'Don't Dream It's Over'

I Vampire Weekend continuano a regalare interessanti sorprese ai loro fan e agli appassionati di cover. Dopo aver reso omaggio a Bob Dylan (con la cover di Jockerman) e a Laura Braningan (con la cover di Gloria di Umberto Tozzi) la band newyorchese ha interpretato la celebre “Don’t dream it’s over” dei Crowded House. E’ successo sul palco del Jacobs Pavilion di Cleveland, durante i bis del concerto dello scorso 14 giugno, quando la band ha preso la divertente abitudine di accontenterei le richieste dei fan estraendo a sorte un biglettino dal cappello. La band non aveva mai eseguito in precedenza il brano che in Italia è conosciuto soprattutto grazie alla cover di Antonello Venditti.
Il tuor americano prosegue: ci saranno altre sorprese?



La versione originale del brano risale al 1986 e porta la firma di Neil Finn. Fu il quarto singolo estratto dal disco d’esordio della band neozelandese ed è il brano più famoso del gruppo: raggiunse la seconda posizione della Billboard Hot 100 e la ve…

Da Mina a Paolo Conte: tutte le cover dei Marlene Kuntz

I Marlene Kuntz festeggiano i 30 anni di carriera, con un tour celebrativo e con la doppia raccolta “MK30” , composta dal cofanetto (triplo CD) “Best & Beautiful” e dal doppio vinile “Covers & Rarities” ,

Tra le cover spicca la versione di “Karma Police” realizzata per la trasmissione King Kong di Radio 1 e mai pubblicata ufficialmente prima d’ora. Le altre cover in molti casi erano ormai difficili da reperire ufficialmente: la cover di "Monnalisa" era stata pubblicata nel 2012 nel "Tributo a Ivan Graziani " pubblicato dalla Sony, l'omaggio a Mina con "Non gioco più" risale al 2004 e la cover di "Siberia" era contenuta in una compilation tributo ai Diaframma del 2008
MK30 - Best & Beautiful / Covers & Rarities pubblicata da Ala Bianca Records sarà disponibile dal prossimo 28 giugno,


Questa la tracklist di Covers, Vol. 1
LATO A

1. Karma police (Radiohead)
2. Impressioni di settembre (PFM)
3. Monnalisa (Ivan Graziani)
4. Alle…

Una cover di Billie Eilish per la Spotify Session di Lewis Capaldi

Dopo aver sorpreso la critica musicale con il suo album d'esordo, Billie Eilish conquista anche i colleghi che sempre più spesso interpretano le sue canzoni. Come nel caso di Lewis Capaldi, anche lui al debutto in questo 2019 sulla "lunga distanza" con l'album "Divinely Uninspired to a Hellish Extent". Dopo il successo ottenuto con i singoli "Grace" e "Someone you loved" per il 25enne cantautore scozzese è arrivato il momento di una "Spotify Session", le pubblicazioni live pubblicate in esclusiva dal popolare canale di streaming musicale.
Nella session acustica registrata negli Spotify Studios di New York, Lewis ha registrato due brani: una versione piano e voce del singolo nuovo "Hold Me While You Wait" e una bella cover di "when the party's over".
Una bella versione acustica, che si allontana dall'arrangiamento della versione originale e che mette in mostra le interessanti doti vocali del giovane …

Karen O e Danger Mouse: la cover di Perfect Day

Karen O e Danger Mouse hanno registrato una loro versione di “Perfect Day” di Lou Reed La cantante degli Yeah Yeah Yeahs e il produttore statunitense hanno proposto il brano nel corso della trasmissione SiriusXMU Sessions condotta da Julia Cunningham. Karen O e Danger Mouse avevano già collaborato quest’anno per l’LP Lux Prima.
Una versione con un arrangiamento molto essenziale, con solo la chitarra e la tastiera ad accompagnare la eterea voce della cantante.



La versione originale di “Perfect Day” è contenuta nell’album “Transformer” pubblicato nel 1972. Comparve anche come B side del 45 giri “Walk on the wild side”. Il brano – scritto dallo stesso Lou Reed - venne prodotto da David Bowie e Mick Ronson, autore anche dell'arrangiamento e dell'accompagnamento al piano. Tra le tante cover, quella di maggiore successo è quella pubblicata dai Duran Duran nel 1995. Ma da segnalare anche la bella versione “corale” del 1997 con ospiti Bono Vox, Elton John, David Bowie e lo stess…

La cover di "Don't Go" è il nuovo singolo di Francesca Monte

Francesca Monte, cantautrice salernitana con alle spalle due esperienze nei talent "The voice" e "X factor" , ha realizzato la cover di “Don’t go”, in collaborazione con il giovanissimo e talentuoso dj producer Kevs noto tra i club più rinomati della scena musicale italiana e internazionale e per aver pubblicato il singolo “The Flow” (Fonk) suonato dai più importanti dj di fama internazionale.  Il singolo “Don’t go” nasce dall’idea di far rivivere un pezzo cult degli anni 80 degli Yazoo, ridandogli nuova linfa vitale con la contemporaneità musicale che contraddistingue i due giovani artisti, allo stesso tempo lasciando incontaminata la natura del brano originale. I due artisti non escludono ulteriori future collaborazioni, dopo l’uscita del primo singolo “Don’t go”, collaborazione nata dalla condivisione di stesse idee e passione incondizionata per la musica. Francesca in autunno pubblicherà il suo nuovo concept ep, 5 tracce inedite in inglese.


La versione origina…

Una cover dei Buzzcocks per Bob Mould

Bob Mould ha reso omaggio ai Buzzcocks con la cover di “I Don’t Mind” brano che la band inglese pubblicò nel 1978 nell'album Another Music In A Different Kitchen.
 “Quando ero al secondo anno del liceo – ha spiegato il leggendario leader degli Hüsker Dü – duo concerti hanno avuto un particolare impatto su di me. Il primo è stato il concerto dei Gang of Four e dei Buzzcocks al Longhorn di Minneapolis”. Show che per la cronaca si tenne nel leggendario locale del Minnesota il 10 settembre del 1979 e che Mould ricorda così: “sono rimasto davanti al palco per tutto il set dei Buzzcocks, per osservare il cantante e chitarrista Pete Shelley, e osservare ogni sua mossa. Secondo la leggenda la band si esibì sotto l’effetto dell’LSD. Non so se sia vero, però mi ricordo che Pete per diverse volte si chinò e lontano dal microfono mi gridò gli accordi di chitarra. Rimasi molto impressionato e mi appassionai ancora di più al repertorio della band”. La cover di Bob Mould – che ha annunciato una…

Johnny Depp canta "Heroes" di Bowie con gli Hollywood Vampires

E’ la cover di “Heroes” cantata da Johnny Depp il nuovo singolo degli Hollywood Vampires, il supergruppo che vede il celebre attore americano affiancato da Joe Perry e Alice Cooper. Il brano registrato lo scorso anno nei leggendari Hansa Studios di Berlino, gli stessi che ospitarono le session originarie di Bowie e vede il terzetto affiancato da Glen Sobel (batterista di Alice Cooper) s, Chris Wyse (bassista dei Cult) e Buck Johnson (tastierista degli Aerosmith) La canzone fa parte dell’album Rise che contiene anche omaggi a Jim Carroll e Johnny Thunders.



La versione originale di "Heroes" risale al 1977 e porta la firma dello dallo stesso Bowie e di Brian Eno, Gli "eroi" raccontati nella canzone sono due amanti così determinati a rimanere insieme, da incontrarsi tutti i giorni nei pressi del Muro di Berlino. I due protagonisti in realtà sono il produttore del disco Tony Visconti e la corista Antonia Maaß. Bowie, ai tempi, non svelò la vera storia del brano per …

Irene Grandi: nel nuovo album la cover di "Time is on my side"

C'è anche una bella cover di "Time is on my side" nel nuovo album di Irene Grandi. Il brano è stato cantato in duetto con Sananda Maitreya (alias Terence Trent D'Arby) ed è una delle sorprese contenute nella raccolta "Grandissimo" con la quale la cantante toscana celebra i 25 anni di carriera musicale.
"Me l’ha proposta lui - ha spiegato Irene a Repubblica - e mi è piaciuta anche solo per il titolo, che mi faceva impazzire in una raccolta sui 25 anni di carriera. Perché rovesciava il senso del brano: gli Stones dicevano di avere tutta la vita davanti, io lo dico dopo un’esperienza di musica di 25 anni, come dire che ho questa esperienza che mi sostiene. Una decina di anni fa con Terence ci trovammo a cantare uno accanto all’altra, forse Oh Happy Day, in un programma televisivo sul Natale: non mi sembrava vero poter ascoltare la sua voce incredibile. Ci siamo scambiati i numeri ma non ci siamo sentiti per anni, poi ecco arrivato il momento di realizza…

Addio a Dr. John: le sue cover più belle

Addio a Dr, John, leggenda del blues bianco. Il grande pianista e cantante americano è scomparso ieri - giovedì 6 giugno - all'età di 77 anni, a causa di un attacco cardiaco.
Dr. John, al secolo Malcolm John Rebennack, era nato a New Orleans nel 1941. Nel corso della sua sua carriera ha suonato con artisti del calibro di Frank Zappa, Van Morrison, Rolling Stones, Johnny Winter B.B.King, Aretha Franklin e Bruce Springsteen, ha conquistato sei Grammy Awards e nel 2011 è stato inserito nella Rock and Roll Hall of Fame. Oltre a successi come Right Place Wrong Time, Such a Night e I Walk on Guilded Splinters. la sua carriera è stata cateterizzata da molte cover memorabili Queste alcune delle sue interpretazioni migliori

Iko Iko
Cover del brano di Sugar Boy pubblicata da Dr. John nel 1972




Season Of The Witch
Cover del brano di Donovan pubblicata nel 1997 per la colonna sonora del film Blues Brothers 2000




What A Wonderful World 
Cover realizzata con Nicholas Payton e i The Blind Boys of…

Un supergruppo con Todd Rundgren e Christopher Cross per celebrare il White Album dei Beatles

Lo scorso anno il "White Album" dei Beatles ha festeggiato i 50 anni. Per celebrare il mezzo secolo di vita di uno dei dischi più amati del rock arriva ora (un po’ in ritardo a dire il vero) un tour americano realizzato da Todd Rundgren, Micky Dolenz batterista dei Monkees , Christopher Cross, Jason Scheff dei Chicago e Joey Molland chitarrista dei Badfinger. Un “supergruppo” con molti legami con i Fab4, visto che i Badfingers furono il primo gruppo ad essere messo sotto contratto dalla Apple, Rundgren aveva fatto parte della Ringo Starr’s All Starr Band e i Monkees erano considerati la risposta americana ai Beatles.

Il Tour “It was fifty years ago today” prenderà il via il 21 settembre da Atlantic City e proseguirà fino al mese di dicembre. Gli organizzatori hanno però chiaramente specificato che il tour celebrativo non è in alcun modo “autorizzato” dagli ex componenti dei Beatles.

La cover di "Blackbird" che ha stregato Paul McCartney

Anche Sir Paul McCarteny è rimasto affascinato dalla cover di "Blackbird" cantata da Emma Stevens, una ragazzina canadese che ha condiviso su YouTube una versione cantata nella lingua Mi'kmaq, un idioma di nativi americani. La cover è diventata virale sui social network e anche Paul McCartney, autore del brano, ha dichiarato di aver apprezzato la versione della 16 cantante canadese.

"È una versione incredibile" , ha detto il musicista durante un concerto a Lexington, nel Kentucky, el il video della sua dichiarazione ha fatto rapidamente il giro del web grazie a Twitter.

Carter Chiasson , l'insegnante di musica del liceo di Eskasoni, in Nuova Scozia frequentato da Emma, che ha organizzato la registrazione è anche un fan dei Beatles. "Non avrei mai pensato che la mia vita si sarebbe incrociata con quella di Paul, ha ascoltato la nostra versione della sua canzone, gli è piaciuto e poi ha detto ai suoi fan che era" incredibile ". Per me, questo …

Erykah Badu: la cover di "Tempted" degli Squeeze

È arrivata anche on line la cover di “Tempted” degli Squeeze che Erykah Badu ha realizzato insieme a James Poyser dei The Roots. Il brano era stato pubblicato su vinile lo scorso 13 aprile in occasione del Record Store Day 2019 ed è ora disponibile (anche in versione strumentale) su Spotify. Una bella versione con un arrangiamento “jazzy” che mette in evidenzia la voce della cantante texana, che manca va dalle scene dal 2015 (quando uscì il mixtape But You Caint Use My Phone ) Alla cover hanno partecipato il batterista Ali Jackson, Thundercat e il bassista Derrick Hodge. L’ immagine usata per la “copertina” del brano è invece un omaggio alla copertina della raccolta 45's and Under che la band pubblicò nel 1982.



“Tempted” venne pubblicata dagli Squeeze nel luglio del 1981 come secondo singolo estratto dall’album “East Side Story” il quarto nella carriera della band inglese (uscito due mesi prima). Il brano – scritto da Glenn Tilbrook e Chris Difford ma cantato dal tastierista Pa…

Christina Aguilera: l'omaggio a Whitney Houston nello show a Las Vegas

Christina Aguilera ha reso omaggio a Whitney Houston nel corso della prima data al al Zappos Theatre del Planet Hollywood di Las Vegas il primo show della nuova residency dal titolo “The Xperience“. Lo ha fatto con la cover di "I Love The Lord" brano del 1996 e che la Agulera non aveva mai cantato in precedenza. Già nel 2017 invece la star americana aveva voluto omaggiare la sfortunata collega nel corso della cerimonia per la consegna degli American Music Awards, in occasione del trentennale della pubblicazione di The Bodyguard.
La cover di "I Love The Lored" (molto fedele all'originale ma senza il coro conclusivo) è stata preceduta da un lungo e toccante ricordo della collega e amica.




La versione originale di "I Love The Lord" compare nella colonna sonora del film The Preacher's Wife , l'album gospel più venduto nella storia della musica.
La canzone non fu uno dei singoli estratti dall'album e porta la firma di Mervyn Warren e della ste…

Susan Boyle: il nuovo singolo è un duetto con Michael Ball

E’ la cover di "A Million Dreams" dalla colonna sonora del film “The Greatest Showman” il nuovo singolo di Susan Boyle, la cantante scozzese lanciata nel 2009 dalla trasmissione televisiva inglese Britain's Got Talent. Il brano – cantato in duetto con Michael Ball - fa parte del nuovo album della Boyle intitolato “Ten”, l’ottavo nella sua fortunata carriera discografica. Si tratta di una raccolta che contiene 13 brani portati al successo in questi dieci anni dalla cantane e quattro nuove incisioni. Ad accompagnare la Boyle e Ball nella cover di “A Million Dreams” il Rock Choir, formazione molto popolare nel Regno Unito che con i suoi 25 mila componenti è entrato nel Guiness dei primati come “coro più numeroso della storia”.




La vesione originale di “A Million Dreams" fa parte della colonna sonora del film del 2017 di Hugh Jackman e Michelle Williams The Greatest Showman ed è cantata da Ziv Zaifman. Il brano porta la firma del duo di compositori statunitensi Benj Pas…

Chromatics: una cover delle Hole per il film The Perfection

I Chromatics hanno registrato una cover delle Hole per la colonna sonora del film The Perfection, thriller/horror firmato da Richard Shepard e disponibile su Netflix in streaming dal 24 maggio.
Il brano scelto dalla band di Portland è "Petals" che la band di Courtney Love pubblicò nel 1998.
Una versione molto più "eterea" rispetto all'originale e che mette in luce le buone doti vocali della affascinante Ruth Radelet, superiori di certo a quelle della vedova Cobain.
I Chromatics torneranno a suonare dal vivo in Italia il prossimo autunno per Club To Club 2019, in programma a Torino da 30 ottobre al 3 novembre.



"Petals" è la canzone che chiude il terzo album delle Hole "Celebrity Skin"
La canzone porta (anche) la firma di Billy Corgan.
Quella dei Chromatics è la prima cover rilevante del brano.

Bono Vox a sorpresa canta One con gli Snow Patrol

Un'incredibile sorpresa per i fan degli Snow Patrol che sabato scorso – 25 maggio – assistevano al concerto della band di Gary Lightbod. Una esibizione “in casa” visto che lo show si teneva al Ward Park di Bangor, città di origine del gruppo nord irlandese. Poco prima della conclusione è salito a sorpresa sul palco Bono Vox per una inedita versione insieme di “One”. L’apparizione del cantante è stata accolta da una vera e propria ovazione del pubblico. "No them, there is only us" ha cantato Bono dal palco, nel corso di una esibizione che in molti hanno letto come un tributo all’unità dell’Irlanda. Gli Snow Patrol avevano già in passato reso omaggio agli U2 con la cover cover di “Mysterious Ways” comparsa nel 2011 nella compilation “(Ǎhk-to͝ong Bāy-bi) Covered”.
La band non aveva invece mai eseguito in precedenza la cover di “One”.




La versione originale di "One" risale al 1991. Gli U2 la pubblicarono nell'album "Achtung baby" e come singolo nel …

Level 42: la cover di "Missing" degli EBTG

Prima uscita ufficiale dei Level 42 dopo la tragica notizia della scomparsa di Boon Gould, storico chitarrista della band di cui era stato anche un membro fondatore insieme al cantante e bassista Mark King.
Il gruppo è stato ospite della trasmissione BBC Radio 2 Zoe Ball Breakfast Show, della quale ci siamo spesso occupati in queste pagine per le cover proposte in diretta, Nel corso della puntata dello scorso venerdì 24 maggio, i Level 42 hanno regalato al pubblico una inedita versione di "Missing" degli Everything But The Girl.
Forse non perfetta la prestazione vocale del cantante Nathan King, ma il groove del fratello Mark è sempre da applausi.



Gli Everything But The Girl pubblicarono la versione originale nel 1994 per l'album "Amplified Heart". Il successo però arriverò grazie alla versione remix firmata da Todd Terry, che consentì al singolo di raggiungere la vetta della classifica in Canada, Germania e Italia, la numero 3 in UK e la numero 2 negli USA.
C…

Una cover degli America per Rickie Lee Jones

Il nuovo singolo di Rickie Lee Jones è la cover di Lonely People” degli America
La canzone farà parte dell'album "Kicks" per The Other Side e Thirty Tigers, in uscita il prossimo 7 giugno 2019
Kicks conterrà in totale 10 cover - da Mack the Knife a Bad Company, da My Father's Gun di Elton John a You're Nobody 'Til Somebody Loves You di James Arthur.
Gli arrangiamenti del disco sono stati curati dal produttore Michael Napolitano (già al lavoro con Ani DiFranco).
Già nel 1991 la cantautrice aveva pubblicato un album interamente composta da cover, il consigliatissimo "Pop Pop".




La versione originale di "Lonely People" venne pubblicata dagli America nel 1974 nell'album "Holiday" prodotto da George Martin (il leggendario produttore dei Beatles).
Il brano, scritto da Dan Peek e da Catherine Peek, raggiunse la posizione numero 5 della classifica di Bullboard.

Lana Del Rey: il nuovo singolo è la cover di "Doin' Time"

Lana Del Rey ha registrato una cover di "Doin' Time", brano originariamente pubblicato nel 1996 dai Sublime. La cover dell'artista statunitense apparirà nella colonna sonora di "Sublime", il documentario diretto dal premio Oscar Bill Guttentag e incentrato sulla carriera dell'iconica band californiana.

“Non passa giorno in cui non ascolto almeno una canzone dei Sublime”, ha detto Lana Del Rey in un comunicato. “Hanno incarnato l’atmosfera SoCal e hanno creato un genere e un suono totalmente loro”.

Il batterista della band Bud Gaugh ha dichiarato a proposito della cover: "Siamo entusiasti di collaborare con Lana a questo progetto. Il timbro fumoso e sensuale della sua voce dà nuova vita a uno dei nostri singoli preferiti". Troy Dendekker, la vedova di Bradley Nowell (cantante del gruppo), ha aggiunto: "La cover di Lana di Doin’ Time è magica e inquietante. Che onore avere il suo talento che dà il suo contributo alla storia dei Sublime”. L…

Una cover dei Grateful Dead per l'ex Black Crowes Jackie Greene

Jackie Grenee non ha mai fatto mistero della sua passione per i Grateful Dead. L’ex chitarrista dei Black Crowes ha molte volte proposto dal vivo brani presi dal repertorio della band di Jerry Garcia. E’ successo anche nel corso del suo concerto al City Winery di Boston, nel corso del quale ha aggiunto una nuova cover al pianoforte al suo songbook. Dopo aver eseguito la cover di They Love Each Other (brano spesso presente nei suoi concerti) si è rivolto al pubblico annunciando “una cosa che non avete mai sentito prima” e ha suonato al piano una bella versione di “So Many Roads”. Per l’occasione Greene era accompagnato da Nathan Dale.
Nel corso del concerto l’ex Black Crows ha reso omaggio anche a Bob Dylan, Tom Petty e a Paul Simon.



Scritta da Jerry Garcia e Robert Hunter, “So Many Roads” non è certamente una delle canzoni più conosciute della band americana. Venne eseguita dal vivo dai Dead per la prima volta nel febbraio del 1992 e poi riproposta in oltre 50 concerti. Compare nel …

The Strokes: l'omaggio agli Erasure e a Prince

Le cover che amiamo di più qui a MyWay sono quelle inaspettate. Come, per esempio, quella eseguita dai The Strokes al Wiltern Theatre di Los Angeles. In occasione del loro primo concerto dopo una pausa di due anni, la band di Julian Casablancas ha stupito il pubblico con la cover di “A Little Respect” degli Erasure. Una curiosa versione molto distante dall’originale, con anche un breve snippet di “Nothing Compares 2 U” di Sinéad O’Connor (ma come noto scritta da Prince). La band non aveva mai in passato eseguito il brano dal vivo, ma evidentemente è stata soddisfatta del risultato visto che la cover è stata riproposta anche nel successivo concerto andato in scena due giorni dopo a Toronto.



Gli Erasure pubblicarono la versione originale di “A Little Respect” nel 1988. Il 45 giri raggiunse la numero 4 nella classifica UK e divenne la loro seconda hit consecutiva ad entrare nella top 20 della classifica USA: numero 14 nella Billboard Hot 100 e addirittura numero 2 nella US Hot Dance Clu…

Nuovo album per Jimmy Webb con omaggi a Beatles, Stones e Billy Joel

Si intitola “Slip Cover” il nuovo album di Jimmy Webb, pluripremiato compositore e musicista americano celebre soprattutto per aver firmato capolavori come By the Time I Get to Phoenix (1967), Wichita Lineman (1968) e MacArthur Park (1969). L’album – pubblicato lo scorso 17 maggio May 17 per la S-Curve Records/BMG - è un omaggio ad repertorio migliore di alcuni amici di Webb come Joni Mitchell, Randy Newman, Stevie Wonder, Paul McCartney e Billy Joel per un totale di 11 tracce. “Slip cover” è il primo album strumentale nella lunga carriera del musicista statunitense iniziata nel lontano 1965 e rappresenta anche il suo ritorno sulle scene dopo una pausa di 5 anni.
Tutti i brani so stati ri arrangiati ed eseguiti al piano dallo stesso Webb.

Questa la tracklist
Moonlight Mile (Mick Jagger & Keith Richards)
God Only Knows (Brian Wilson)
Accidentally Like a Martyr (Warren Zevon)
Marie (Randy Newman)
Lullabye (Goodnight, My Angel) (Billy Joel)
All In Love Is Fair (Stevie Wonder)
The…

Un cover di Dylan per i Vampire Weekend

I Vampire Weekend hanno reso omaggio a Bob Dylan con la cover di "Jokerman". Lo hanno fatto nel corso della puntata dalle scorso 10 maggio del programma Jimmy Kimmel Live trasmesso dalla ABC.
Per la band newyorchese si è trattato della prima cover "ufficiale" di un brano di Dylan, che però il gruppo aveva già eseguito dal vivo qualche giorno prima nel corso di due date del nuovo tour.
Una lunga versione, con un curioso intermezzo di synth che farà forse storcere il naso a qualche fan del menestrello di Duluth.
Il gruppo di Ezra Koenig tornerà in Italia questa estate dopo una lunghissima pausa, per promuovere il suo nuovo album, “Father of the Bride”.





La versione originale di "Jockerman" compare nell'album Infidels del 1984.
Nel brano compaiono Robbie Shakespeare al basso Sly Dunbar alla batteria e Mark Knopfler alla chitarra. Il chitarrista dei Dire Straits è anche il produttore del disco (insieme allo stesso Dylan).
La canzone venne anche pubblicat…

Eric Clapton: la cover live di Purple Rain di Prince

In una intervista del 2017 Eric Clapton aveva annunciato il ritiro dalle scene: per fortuna ha cambiato idea e nel corso del 2019 è tornato a esibirsi alla Royal Albert Hall di Londra, dove in totale ha tenuto in carriera oltre 200 concerti (tra cui i 7 concerti nel 2013 per celebrare i 50 anni di carriera musicale e i 7 nel 2015 per festeggiare il suo 70° compleanno).
Nel corso dei bis di due delle date londinesi, Mr. Slowhand ha voluto - per la prima volta in carriera - omaggiare Prince con la cover di "Purple Rain", il celebre capolavoro che dava il titolo all'album del 1984 del Principe di Minneapolis.
Pochi giorni dopo la morte di Prince, Clapton aveva espresso su Facebook la sua grande ammirazione per il chitarrista e per la sua musica: "Un vero genio e una grande fonte di ispirazione. Negli anni 80 ero in una spirale di droga e alcool, ero in Canada e andai al cinema a vedere Purple Rain. Fu come un fulmine! Mi aiutò ad uscire dalla depressione".
Clapto…

Metallica: la cover di "El Diablo" dei Litfiba

I fan dei Metallica sono ormai abituati alle cover a sorpresa nel corso dei loro concerti, tradizionale omaggio ai musicsti locali. Ieri sera la band americana ha deciso di salutare il pubblico dell'Ippodromo di San Siro eseguendo per la prima volta la cover di "El Diablo" dei Litfiba! "Tanx ragazzacci", ha commentato Piero Pelù su Facebook. Una cover che è stata particolarmente apprezzata dai 47mila presenti (record per la band in Italia) al’Ippodromo di San Siro, spazio ormai consacrato al grande rock. Nel corso del precedente tour, i Metallica (nelle tappe italiane) avevano reso omaggio a Vasco Rossi, Domenico Modugno e Lucio Dalla.


Scritta da Piero Pelù e da Ghigo Renzulli. “El Diablo” è considerato il brano che nel 1990 che fece conoscere i Litfiba al grande pubblico, ed è tuttora uno dei loro cavalli di battaglia. Dà il titolo al quinto album della band fiorentina che, proprio grazie al successo del singolo, vendette oltre 400 mila copie.

Lighthouse Family: la cover di "Your Song"

"Your Song" di Elton John non ha bisogno di molte presentazioni. Oltre ad essere uno dei classici del cantante inglese e è anche di gran lunga il brano più coverizzato del suo repertorio. Ora la già lunga lista si allunga ancora grazie alla bella versione cantata dai Lighthouse Family, il duo inglese tornato recentemente sulle scene dopo una pausa di oltre 18 anni-
La band sta per tornare con l’album “Blue Sky In Your Head” che sarà disponibile dal prossimo 5 luglio, e per l'occasione si è esibita alla trasmissione Piano Room della BBC Radio. Oltre alla versione acustica di "High" il cantante Tunde Baiyewu e il tastierista Paul Tucker hanno proposto al pubblico anche la loro versione del grande classico di Sir Elton John.
Il risultato è convincente anche se non particolarmente originale.



Scritta insieme al fido paroliere Bernie Taupin, Your Song è stata il primo grande successo nella carriera di Elton John. Venne pubblicata all'interno del secondo album de…