Passa ai contenuti principali

Post

Andre 3000: una cover dei Beatles per il Record Store Day

Anche Andre 3000 partecipa al Record Store Day 2017, la giornata internazionale che celebra i negozi indipendenti di musica con pubblicazioni esclusive e che quest'anno si terrà il prossimo 22 aprile. Il rapper di Atlanta ha scelto di aderire all'iniziativa pubblicando uno speciale vinile 7" contenente la cover di "All Together Now" dei Beatles. Andre 3000 aveva realizzato il brano nel 2010 per una pubblicità della Nike con protagonista Kobe Bryant, ma non era mai stato pubblicato ufficialmente. Il 45 giri sarà stampato in edizione limitata (5 mila copie) e conterrà sulla facciata B la versione strumentale della canzone.
La versione originale di "All Together Now" fu pubblicata dai Beatles nel gennaio del 1969 nell'album Yellow Submarine, colonna sonora dell'omonimo film a cartoni animati. La canzone è stata scritta da Paul (che curò anche la produzione del brano al posto di George Martin) ma John contribuì al middle eight. Il brano fu presto …
Post recenti

Green Day: la cover live di Johnny B.Goode

Anche i Green Day hanno voluto rendere omaggio a Chuck Berry, il leggendario musicista americano scomparso per cause naturali all'età di 90 anni sabato scorso. Lo hanno fatto nel corso del loro tenuto a London, cittadina dell'Ontario lo scorso 19 marzo, presso il Budweiser Gardens. La scelta è caduta . con a dire il vero poca originalità - sulla più celebre delle canzoni del chitarrista ossia Johnny B. Goode.
Berry scrisse il brano nel 1955 ma lo pubblicò solo nel 1958.
Nonostante si tratti di uno dei classici della storia del rock. il singolo non raggiunse all'epocai la numero uno in nessuna classifica importante. Ma nel 2008 la rivista Rolling Stone la piazzò in vetta alla sua classifica delle migliori "guitar songs" di tutti i tempi.
Lunghissima la lista degli artisti che hanno inciso una loro versione del brano: dai Beatles ai Beach Boys, da Peter Tosh a Jimi Hedrix, dai Sex Pistols a Elton John.
La versione dei Green Day non aggiunge nulla ma è un omaggio …

A Genova Tenco Canta Ancora

Cristiano De Andrè, Alberto Fortis, Vittorio De Scalzi, Davide Van De Sfroos, Michele Maisano, Francesco Baccini, Ricky Gianco, Gianfranco Reverberi e Mauro Ermanno Giovanardi.
Sono gli artisti che- parteciperanno a " Tenco canta ancora” grande evento in programma stasera -lunedì 20 marzo - alle 21 alla Sala Chiamata del Porto, a due passi dalla Lanterna.
L’evento, pensato e condotto da Ezio Guaitamacchi, è a ingresso libero ed è stato organizzato dall’Autorità Portuale di Genova e Savona e dalla Culmv, Compagnia Unica Lavoratori Merci Varie. Un appuntamento per omaggiare il cantautore, nato in Piemonte e adottato da Genova, proprio a cinquant’anni dalla sua scomparsa avvenuta il 27 gennaio del 1967 durante una tragica edizione del Festival di Sanremo. Ma anche un modo per "festeggiare" il compleanno del cantautore che era nato a Cassine in provincia di Alessandria il 21 marzo del 1938

Una misteriosa voce del web rende omaggio a Mango

"Il dicembre degli aranci" è un brano di Mango uscito nel 2005 nel suo album "Ti Amo Così" e che il compianto musicista lucano cantava in coppia con la moglie Laura Valente.
Ora i brano è stato ripreso da Cleò, misteriosa voce del web che non vuole rivelare ne' eta' ne' sesso, e pubblicato sul suo canale You Tube.
Cleò che considera Mango "il Demetrio Stratos della canzone d'autore italiana" è accompagnata al piano da Daniel Bestonzo, già tastierista di Red Canzian dei Pooh, Annalisa Scarrone e Andrea Mirò
Nella sua versione Cleò impiega contemporaneamente il registro vocale maschile e quello femminile, duettando sostanzialmente con se stesso.
In attesa del suo primo singolo inedito, atteso per maggio e pubblicato per l'etichetta indipendente 'Capogiro Records/Gianni Rodo Edizioni', Cleo' si fara' sentire con altri due omaggi a grandi della musica italiana.

Gene Simmons rende omaggio a Chuck Berry

Come era facilmente immaginabile, la rete comincia a popolarsi di tributi a Chuck Berry, il leggendario chitarrista americano morto nella notte di sabato 18 marzo all’età di 90 annni. Uno dei primi a rendergli omaggio è stato Gene Simmons, ex bassista dei Kiss che nel corso del suo concerto di Cleveland in programma la sera stessa, ha eseguito una cover di Johnny B. Goode, il brano più celebre del repertorio di Berry. Poche parole per introdurre il brano “Oggi è un giorno molto triste. Se ne è andato un dei padri del rock. Senza Chuck Berry non ci sarebbe mai stato il rock’n’ roll” prima di eseguire una sguaiata versione della canzone che il chitarrista americano portò al successo nel 1958. Per l’occasione Simmons era accompagnato da Phil Shouse alla chitarra, Jarred Pope alla batteria e dalle chitarre di Jeremy Asbrock e Ryan Una cover certamente non impeccabile. Nei prossimi giorni sentiremo di meglio.

Addio a Chuck Berry: 5 cover indimenticabili

Si è spento a 90 anni nel Missouri il grande Chuck Berry, da sempre considerato uno dei padri del rock 'n' roll. Il suo stile chitarristico e la sua presenza scenica hanno influenzato generazioni di musicisti a partire dai Beatles e dai Rolling Stones. Oltre a prendere "in prestito" le sue canzoni, molti hanno anche cercato di imitare il suo leggendario "duck walk".
Berry è stato anche il primo a inserire nei suoi testi tematiche riguardanti gli adolescenti e la rivolta che stava interessando loro tra la fine degli anni ’50 e l’inizio degli anni ’60.
Nel 2012 aveva annunciato il suo ritiro dalle scene.
Chuck era nato il 18 ottobre del 1926 a St. Lousi nel Missouri, e nel corso della sua carriera ha pubblicato 18 album in studio e 45 singoli di successo.
La più bella definizione della sua musica la diede John Lennon:
"Se volessi dare un altro nome al rock and roll, lo potresti chiamare Chuck Berry".
Noi lo vogliamo ricordare con cinque cover passa…

Laurence Juber: la cover di And Your Bird Can Sing

Si apre con la cover di "And Your Bird Can Sing" il nuovo album di Laurence Juber, chitarrista inglese che dal 1978 al 1980 ha suonato nei Wings di Paul McCartney.
Il disco si intitola "LJ Can't Stop Playing the Beatles!" e contiene le cover strumentali di 14 classici del repertorio dei Fab Four, eseguite con il solo utilizzo della chitarra acustica, per la precisione un modello in palissandro del Guatemala che la CF Martin ha dedicato al musicista, ribattezzandola OM 21 Juber Signature.
I Beatles pubblicarono "And Your Bird Can Sing" nel 1966 all'interno dell'album Revolver, uno dei loro capolavori assoluti. Il brano - scritto quasi esclusivamente dai John per stessa ammissione di Paul -  è invece considerato uno dei più enigmatici nella storia del gruppo. Lennon non rivelò mai il vero soggetto della canzone: secondo alcuni porebbe essere la moglie Cynthia che gli aveva regalato un uccellino che finì in gabbia, ma c'è chi ha letto nel b…