Passa ai contenuti principali

Post

Billie Joe Armstrong e Susanna Hoffs: la cover di "Manic Monday"

Billie Joe Armstrong dei Green Day continua il suo appuntamento con il “No Fun Mondays” . Dopo la cover di "I Think We're Alone Now" e quella di "You Can't Put Your Arms Around A Memory" è ora il turno di Manic Monday delle Bangles , suonata insieme alla chitarrista della band Susanna Hoffs. Il duo ha trasformato la hit scritta da Prince in un brano power pop, sostituendo i sintetizzatori dell’originale con le chitarre: Armstrong suona direttamente dal suo salotto, mentre la Hoffs è in collegata dal suo studio casalingo.
Il cantante ha annunciato la sua partecipazione a One World: Together at Home l'eveto organizzato da Lady Gaga, a cui aderiranno anche Paul McCartney, Stevie Wonder, Eddie Vedder, John Legend, Lizzo e Billie Eilish.




La versione originale di "Manic Monday" fu pubblicata dalle Bangles nel gennaio del 1986.
Il brano porta la firma di Prince, che appare con lo pseudonimo di "Christopher" (il nome del suo personaggio ne…
Post recenti

Paul Simon e Edie Brickell cantano una cover degli Everly Brothers

Anche Paul Simon ha regalato una cover "casalinga" in queste giornate di quarantena forzata. Insieme alla moglie Edie Brickell ha eseguito una bella versione acustica di “I Wonder If I Care As Much.” classico degli Everly Brothers del 1957. Già qualche i due insieme alla figlia Lulu avevano eseguito "All I have to do is dream" altro classico dei fratelli Evelry, in occasione del festival Luck Reunion organizzato da Willie Nelson (in versione virtuale per l'emergenza coronavirus).
Simon d'altronde non ha mai nascosto la sua ammirazione per la musica del duo americano: nell'album "Bridge over Troubled Waters" compare la cover di "Bye Bye Love" mentre nel leggendario "Live In Central Park" fu inserita in scaletta la celebre "Wake Up Little Susie". La cover di “I Wonder If I Care As Much.” non era mai stata eseguita in ufficialmente da Simon.
Una semplice versione chitarra e voce, impreziosita da belle armonizzazion…

Toquinho canta 'Il mondo' di Jimmy Fontana

Dopo il video messaggio di Gilberto Gil dal Brasile arriva un altra cover commuovente. E' la versione di "Il Mondo" di Jimmy Fontana cantata da Toquinho, il chitarrista e cantante brasiliano famoso nel nostro paese soprattutto per le sue collaborazioni con Ornella Vanoni, Sergio Endrigo, Ennio Morricone e Paola Turci.
La cover stato pubblicata sulla pagina Twitter del Console Generale d'Italia a San Paolo, Filippo La Rosa, visto che il musicista non ha una sua pagina social.
"Amici miei italiani, io come voi sono qui, a casa però insieme a voi nel cuore e nella sofferenza. Un bacio per tutti", dice il cantante, in italiano, al termine della canzone.

Toquinho - vero nome Antonio Pecci Filho - ha origini italiane e parla molto bene la nostra lingua. Il nonno paterno era infatti nato in Molise[1], e la nonna paterna era nata in Calabria; i nonni materni venivano invece da Mantova.
Un altro craque della musica brasiliana, Antonio Pecci Filho, in arte Toquinh…

Gilberto Gil canta "Volare" per salutare l'Italia

Dopo i video messaggi di Bono Vox, Patti Smith, Joan Baez e dei Pearl Jam, anche Gilberto Gil, ha voluto salutare gli amici italiani con una canzone.

Il 78 enne cantautore brasiliano, maestro del Tropicalismo e ex ministro della Cultura nel primo governo Lula, ha cantato 'Nel blu dipinto di blu' duettando con la piccola nipotina Flor e ha postato il video su Twitter. Al termine del brano eseguito con l'accompagnamento della chitarra acustica , Gil e la nipotina hanno salutato con un perentorio : 'Noi siamo Italia!".





"Nel Blu Dipinto di Blu" fu cantata per la prima volta da il 31 Gennaio del 1958 nel corso del Festival Di Sanremo, portata in gara (con doppia esecuzione) da Domenico Modugno e da Johnny Dorelli.

L'esibizione al Teatro del Casino di Sanremo fu un vero trionfo per Modugno che rivoluzionò il modo di esibirsi sul palcoscenico, aprendo le braccia anziché portarle al cuore secondo quelle che erano le consuetudini dei cantanti dell’epoca. S…

Addio a Bill Withers leggenda della musica soul

È morto oggi all'età di 81 anni Bill Withers, leggenda della musica soul e autore di classici come Lean on Me, Ain’t No Sunshine e Lovely Day.
La sua carriera musicale era iniziata solo nel 1971: dopo aver trascorso 9 anni nella Marina Militare, aver lavorato per la IBM e per la Ford si trasferisce a Los Angeles dove incontra Booker T. Jones che produrrà il suo album d'esordio,  che conteneva la celebre "Ain't no sunshine".
Dopo aver pubblicato solamente 8 album (e solo uno negli anni 80) Withers si era ritirato dalle scene musicali. Nel corso della sua carriera ha conquistato tre Grammy Awards e ha ottenuto altre quattro nomination.  Nel 2015 era entrato a far parte della Rock'n Roll Hall Of Fame.
I familiari hanno fatto sapere che la morte è stata causata da un attacco cardiaco. Per ricordarlo abbiamo scelto 5 cover indimenticabili delle sue canzoni
Sting - Ain't No Sunshine




Diana Ross - Lovely day




Mick Jagger & Lenny Kravitz - Use Me




Regina Belle, St…

Surf Mesa: “Ily (I Love You Baby)” è un omaggio a Frankie Valli

Ennesima versione per l'intramontabile "Can't Take My Eyes Off You".
A riportare in classifica il brano che Frankie Valli condusse al successo nel 1967, è il giovane produttore californiano Surf Mesa in collaborazione con Emilee per la parte vocale. Il brano - che della versione originale riprende solo il ritornello -  è diventato “Ily (I Love You Baby)” e in poche settimane ha scalato le classifiche di tutto il mondo e ad oggi conta oltre 11.6 milioni di ascolti solo su Spotify. A livello globale è presente in 35 playlist virali con alti posizionamenti (tra cui #4 nella Global Viral 50 e #9 nella Italy Viral 50) e continua senza sosta a cumulare stream.





La versione originale di Can't Take My Eyes Off You fu pubblicata nel Maggio del 1967 da Franke Valli e divenne uno dei maggiori successi della sua carriera da solista. La canzone porta la firma di Bob Crewe (autore anche di "Lady Marmalade") e di Bob Gaudio, (compagno di Valli nei Four Seasons). Il s…

Adam Levine dei Maroon 5 canta un classico di Peter Gabriel

Le due migliori canzoni della storia della musica? Secondo Adam Levine sono "God Only Know" dei Beach Boys e "In Your Eys" di Peter Gabriel. Il cantante dei Maroon 5 lo ha raccontato ad Howard Stern nel corso della puntata di ieri del popolare show radiofonico trasmesso dal network SiriusXM.
Una versione "casalinga" del programma con i protagonisti collegati da casa e che - a causa del diverso fuso orario - ha costretto il cantante californiano ad alzarsi alle 5 del mattino e a presentarsi in collegamento in accappatoio.
Dopo aver motivato la sua scelta Adam ha imbracciato la chitarra acustica e a proposto una sua rilettura del classico di Gabriel.
Intonazione non proprio perfetta, ma vista l'ora in parte perdonato.




La versione originale di "In Your Eyes" è contenuta nell'album "So" di Peter Gabriel uscito nel 1986.
Fu pubblicato come singolo per il mercato americano (e non in UK) arrivando alla numero uno della Billboard Ma…