Passa ai contenuti principali

Post

Marilyn Manson: il nuovo singolo è un classico del folk

Ancora una cover per Marilyn Manson. Il nuovo singolo del “Reverendo” è infatti una rielaborazione di ‘God’s Gonna Cut You Down’, un classico del folk americano. La cover è stata prodotta da Tyler Bates. con il quale Manson aveva già lavorato per gli album"The Pale Emperor" e "Heaven Upside Down".
Manson aveva già pubblicato il brano nel 2017, per la colonna sonora del film “24 Hours to Live” con Ethan Hawk. Ora il brano è accompagnato da un suggestivo video,  con la regia di Tim Mattia, girato in bianco e nero nel deserto di Joshua Tree in California.
"God’s Gonna Cut You Down" è un traditional interpretato negli anni anche da Johnny Cash, Elvis Presley e Tom Jones. Il testo mette in guardia i peccatori, che non potranno in alcun modo evitare il giudizio di Dio.

Post recenti

I The Script cantano Heart Of Glass (e Debbie Harry li applaude)

I The Script hanno ricevuto anche i complimenti di Debby Harry per la loro cover di "Heart Of Glass" celeberrima hit dei Blondie, che la band irlandese ha eseguito dal vivo nel corso della puntata di venerdì 18 ottobre della trasmissione The Zoe Ball Breakfast Show in onda sulla BBC Radio 2.
Si è trattato in realtà di un improvvisato mash up, visto che Danny O'Donoghue e compagni hanno aggiunto anche nel finale uno snippet di "The Tide is High" brano composto da John Holt nel 1967 e portato al successo mondiale dai Blondie nel 1980.
"Ci siamo svegliati alle quattro del mattino per provarla!" ha scherzato il cantante del gruppo al termine del brano, visibilmente emozionato per i complimenti ricevuti dalla Harry.
I The Script stanno per pubblicare “Sunsets & Full Moons”, in uscita il prossimo 8 novembre e già disponibile in pre-order.


La versione originale di "Heart Of Glass" compare nell'album Parallel Lines pubblicato dai Blondie ne…

Dall'Ungheria una cover "corale" di Personal Jesus

Potremmo chiamarla la “risposta ungherese” a Rockin'1000, il supergruppo nato da un’idea di Fabio Zaffagnini e che nel 2014 unì 350 chitarristi, 250 cantanti, 250 batteristi e 150 bassisti per la registrazione di Learn to Fly dei Foo Fighters. Loro si definiscono “la più grande rock band dell’Ungheria” e nelle ultime settimane hanno pubblicato su YouTube una serie di cover “collettive” di classici degli anni 80 a e 90 L’ultimo della serie, è la versione di “Personal Jesus” dei Depeche Mode alla quale hanno partecipato 500 musicisti. Chissà se l’iniziativa arriverà alle orecchie di Dave Gahan e compagni.



Personal Jesus ha da poco festeggiato i 30 anni. Venne pubblicata come singolo il 29 agosto del 1989, antcipando di sei mesi l'uscita del settimo album dei Depeche Mode "Violator". La canzone "nasce" in Italia: la band inizia a registrarla nei Logic Studios di Milano dei fratelli La Bionda nel maggio di quell'anno, in compagnia del produttore Flood. Ma…

Ringo e Paul: ascolta la cover di "Grow old with me" di John Lennon

E' arrivata on line con qualche giorno d'anticipo rispetto all'uscita dell'album What’s My Name, la tanto attesa cover di "Grow Old With Me" di John Lennon,  registrata da Ringo Starr e da Paul McCartney.
Il brano fa parte del 20esimo album in studio dell'ex Beatle,  l'ultimo di una serie di dischi che Ringo ha prodotto nello studio della sua casa di Beverly Hills, con un cast d'eccezione di musicisti che oltre a sir Paul comprende anche gli amici Joe Walsh, Edgar Winter, Dave Stewart, Benmont Tench, Steve Lukather, Nathan East, Colin Hay, Richard Page, Warren Ham, Windy Wagner e Kari Kimmel.
"Grow old with me" è una delle ultime canzoni registrate da Lennon. Fa parte dei cosiddetti "Bermuda Tapes" i nastri registrati nel 1980 con il produttore Jack Douglas. Ringo ha raccontato di aver deciso di incidere la cover del brano dopo che Douglas gli ha fatto ascoltare il demo originale nella quale si sente Lennon che afferma "…

Kelly Clarkson: la cover di Wrecking Ball di Miley Cyrus

Continua con successo la stagione del The Kelly Clarkson Show, il programma televisivo condotto dalla 37enne cantante americana sulla rete NBC. Tutte le puntate dello show si sono aprono con una cover dal vivo scelta dal pubblico: dopo cantato Bad Romance di Lady Gaga, Love Me Like You Do di Ellie Goulding e Blow Your Mind di Dua Lipa la Clarkson ha inaugurato la puntata numero 25 con un altro omaggio ad una sua celebre collega: Miley Cyrus. Una cover live di “Wrecking ball” eseguita in acustico con il solo accompagnamento della chitarra, che non ha fatto rimpiangere la versione originale. Nel corso della stessa puntata la Clarkson ha anche cantato “Make you feel my love” di Bob Dylan insieme all’attore Ben Platt.



La versione originale di Wrecking Ball è stata pubblicata da Miley Cyrus nell’agosto del 2013. Il brano – che compare nell’abum Bangerz - è stato scritto da Lukasz Gottwald, Maureen Anne McDonald, Stephan Moccio, Sacha Skarbek e Henry Russell Walter. In origine era stat…

Note Di Viaggio: l'album tributo a Francesco Guccini

Manuel Agnelli, Malika Ayane, Samuele Bersani, Brunori Sas, Luca Carboni, Carmen Consoli, Elisa, Francesco Gabbani, Ligabue, Giuliano Sangiorgi, Margherita Vicario e Nina Zilli. Sono alcuni degli artisti che hanno partecipato all'album tributo a Francesco Guccini in uscita il prossimo prossimo 15 novembre. Le canzoni del maestro di Pavana sono state arrangiate e prodotte Mauro Pagani.
Il disco - da oggi già in pre-order - si intitolerà "Note di viaggio - Capitolo 1: venite avanti…" ed è stato interamente realizzato nello storico studio di registrazione di Mauro Pagani, le Officine Meccaniche di Milano: è il primo capitolo di un progetto che si completerà nel 2020 e sarà disponibile in versione cd, cd edizione limitata, vinile, vinile in edizione limitata, oltre che in digitale.

«Questo disco non è un semplice tributo a un gigante della musica e della nostra cultura – racconta Dino Stewart, Managing Director di BMG che pubblica l'album – ma è un progetto unico propri…

Lucy Dacus: la cover di "In The Air Tonight" di Phil Collins

Lucy Dacusha registrato una cover di "In The Air Tonight" di Phil Collins, Il brano farà parte del prossimo EP della cantautrice in uscita il prossimo 8 Novembre per la Matador Records. Una versione decisamente "dark" del brano, nella quale però viene mantenuta la celebre parte di batteria con il "gated reverb" diventato negli anni un vero marchio di fabbrica dell'ex cantante dei Genesis.
La cover è stata pubblicata in rete pochi giorni dopo il concerto di Phil Collins al Madison Square Garden di New York. Quest' anno la cantautrice statunitense aveva già regalato ai suoi fan numerose cover a sorpresa: una versione di "Dancing in The Dark" di Bruce Springsteen (in occasione del suo 70esimo compleanno) la cover di "La Vie en rose"  per San Valentino e la cover di "My Mother & I" per la festa della mamma.



"In The Air Tonight" è stato il primo singolo da solista di Phil Collins, batterista e poi cantante de…