Passa ai contenuti principali

Post

Willie Nelson canta un classico di Billy Joel

Willie Nelson non si risparmia, neppure a 86 anni. Solo nove mesi fa il leggendario musicista americano aveva dato alle stampe l'album "My Way" nel quale rendeva omaggio alla musica di Frank Sinatra. Ma lo scorso 21 giugno è già uscito il suo nuovo lavoro intitolato Ride Me Back Home
Il disco - pubblicato dalla Legacy Recordings - contiene 11 tracce: un mix di canzoni che Willie ha scritto con Buddy Cannon e brani scritti da cantautori e artisti pop e country.
La più interessante è probabilmente la cover di "Just the Way You Are”, classico di Billy Joel del 1977. Per la sua versione Nelson cambia completamente l'arrangiamento, rende il brano più veloce, sostituisce il piano con la steel guitar e trasforma l'assolo di sassofono con un assolo di armonica. Il resto lo fa la magica voce del leggendario musicista americano.
Il risultato è davvero notevole.


La versione originale di "Just The Way You Are" compare nell'album "The Stranger", …
Post recenti

Bastille: la cover di "bad guy" di Billie Eilish

Dopo la cover di "when the party's over" cantata da Lewis Capaldi di cui vi abbiamo parlato la scorsa settimana, ancora un omaggio a Billie Eilish, la nuova stella dell'indie pop statunitense. E' la cover di "bad guy" che i Bastille hanno eseuguito dal vivo negli studi della BBC Radio 1 in Madia Vale.
La particolarità della versione realizzata da Dan Smith e compagni è nel curioso arrangiamento in stile surf rock, ma soprattutto nella presenza di numerosi "snippet" a sorpresa: si tratta nell'ordiene di ‘Miserlou’  di Dick Dale (dalla colonna sonora di Pulp Fiction) di ‘Bad Decisions’ (degli stessi Bastille) di ‘Bad Romance’ di Lady Gaga e di ‘Bad Blood’ di Taylor Swift. Insomma: una serie di omaggi in chiave "bad".






 Bad Guy è il quinto singolo estratto dell'album di debutto di Billie Eilish, WHEN WE ALL FALL ASLEEP, WHERE DO WE GO?.  Il brano è arrivato a sfiorare la vetta della classifica USA: è stato infatti uno dei 6 sin…

Emeli Sandé rende omaggio a Whitney Houston

Emeli Sandé ha reso omaggio a Whitney Houston con la cover di "My Love is your love". La cantante scozzese ha eseguito il brano per la trasmissione della BBC Radio 2 Piano Room condotta da Ken Bruce. Una delicata versione con la voce di Emeli accompagnata dia pianoforte donato da Elton John.
Per la cantante - che ha da poco pubblicato il nuovo singolo "Sparrow" che farà parte del suo terzo album "Real Life" in arrivo a settembre - si è trattato del primo "tributo ufficiale" alla grande star americana scomparsa nel 2012.




La versione originale di "My Love Is Your Love" è contenuta nell'omonimo album del 1998, il quarto nella carriera della Houston,
La canzone è scritta e prodotta da Wyclef Jean e da Jerry Duplessis. Il singolo raggiunse la posizione numero 2 in UK e la numero 4 negli USA.
Tra le cover degne di nota, la versione "country" di Trisha Yearwood e quella realizzata per il telefilm Glee.


Cheap Trick: l'omaggio a Harry Nilsson

I Cheap Trick hanno reso omaggio a Harry Nilsson con la cover di "Ambush".
La band americana ha registrato il brano per il secondo capitolo della compilation "This Is The Town A Tribute To Nilsson" pubblicata ufficialmente oggi (venerdì 21 giugno).
Non è la prima volta che i Cheap Trick rendono omaggio al songwititer statunitense (celebre per le hit "Everybody's Talkin'" e "Without You" e per la sua amicizia con John Lennon. Già nel 2017 avevano registrato la cover di "Remember (Christmas)" per il loro album natalizio e nel 1993 il frontman del gruppo Robin Zander aveva inciso una sua versione di "Jump into the Fire".
Il primo volume di This Is the Town venne pubblicato nel 2014 per celebrare i 20 anni della scomparsa di Nilsson.



La versione originale di "Ambush" compare nell'album del 1972 Son of Schmilsson.
Quella dei Cheap Trick è la prima cover di rilievo del brano, scritto dallo stesso Nilsson.

Happy birthday sir Paul: 5 cover per i suoi 77 anni

Oggi sir Paul compie 77 anni.
Il 18 giugno 1942 al Walton Road Hospital di Liverpool nasceva rifatti James Paul McCartney, primogenito di Mary Mohin e James McCartney.
Alla faccia delle teorie complottistiche che circolano da decenni, secondo cui il vero McCartney sarebbe morto negli anni 60, noi festeggiamo il compleanno del baronetto di Liverpool, con 5 cover prese dal suo repertorio da solista, non sempre al livello di quello dei Fab4, ma comunque capace di segnare picchi creativi di straordinaria qualità.
Happy Birthday Paul!

Guns N' Roses - Live and Let Die




Dave Grohl and Norah Jones – Maybe I’m Amazed



Patty Austin – Let ‘Em In



Robert Smith - C Moon




Semisonic - Jet


Vampire Weekend: la cover di 'Don't Dream It's Over'

I Vampire Weekend continuano a regalare interessanti sorprese ai loro fan e agli appassionati di cover. Dopo aver reso omaggio a Bob Dylan (con la cover di Jockerman) e a Laura Braningan (con la cover di Gloria di Umberto Tozzi) la band newyorchese ha interpretato la celebre “Don’t dream it’s over” dei Crowded House. E’ successo sul palco del Jacobs Pavilion di Cleveland, durante i bis del concerto dello scorso 14 giugno, quando la band ha preso la divertente abitudine di accontenterei le richieste dei fan estraendo a sorte un biglettino dal cappello. La band non aveva mai eseguito in precedenza il brano che in Italia è conosciuto soprattutto grazie alla cover di Antonello Venditti.
Il tuor americano prosegue: ci saranno altre sorprese?



La versione originale del brano risale al 1986 e porta la firma di Neil Finn. Fu il quarto singolo estratto dal disco d’esordio della band neozelandese ed è il brano più famoso del gruppo: raggiunse la seconda posizione della Billboard Hot 100 e la ve…

Da Mina a Paolo Conte: tutte le cover dei Marlene Kuntz

I Marlene Kuntz festeggiano i 30 anni di carriera, con un tour celebrativo e con la doppia raccolta “MK30” , composta dal cofanetto (triplo CD) “Best & Beautiful” e dal doppio vinile “Covers & Rarities” ,

Tra le cover spicca la versione di “Karma Police” realizzata per la trasmissione King Kong di Radio 1 e mai pubblicata ufficialmente prima d’ora. Le altre cover in molti casi erano ormai difficili da reperire ufficialmente: la cover di "Monnalisa" era stata pubblicata nel 2012 nel "Tributo a Ivan Graziani " pubblicato dalla Sony, l'omaggio a Mina con "Non gioco più" risale al 2004 e la cover di "Siberia" era contenuta in una compilation tributo ai Diaframma del 2008
MK30 - Best & Beautiful / Covers & Rarities pubblicata da Ala Bianca Records sarà disponibile dal prossimo 28 giugno,


Questa la tracklist di Covers, Vol. 1
LATO A

1. Karma police (Radiohead)
2. Impressioni di settembre (PFM)
3. Monnalisa (Ivan Graziani)
4. Alle…