Passa ai contenuti principali

Post

Sanremo 2023: le cover e i duetti della serata di Venerdi

Dopo le indiscrezioni circolate nei giorni scorsi, sono stati annunciati ufficialmente questa mattina i duetti e le cover che saranno eseguite nella serata del venerdì del Festival di Sanremo. Molte conferme ma anche qualche sorpesa per quanto riguarda la lista dei nomi. Per quel che riguarda le canzoni, spesso non si tratterà di vere e proprie cover ma di brani presi dal repertorio del passato di uno degli artisti che saliranno sul palco dell'Ariston. Anna Oxa con iLjard Shava -  'Un'emozione da poco' di Anna Oxa Ariete con Sangiovanni  - 'Centro di gravità permanente' di Franco Battiato Articolo 31 con Fedez  - medley degli Articolo 31 Colapesce Dimartino con Carla Brun i  - 'Azzurro' di Adriano Celentano Colla Zio con Ditonellapiaga -  'Salirò' di Daniele Silvestri Coma_Cose con i Baustelle - 'Sarà perché ti amo' dei Ricchi e Poveri Elodie con BigMama '- American Woman' dei Guess Who Gianluca Grignani con Arisa - 'Desti
Post recenti

Postmodern Jukebox: la cover di "Nothing Else Matters" dei Metallica

Anche i Postmodern Jukebox, il collettivo musicale ideato dal pianista newyorchese Scott Bradlee, hanno pubblicato una loro rilettura di "Nothing Elese Matters" dei Metallica, brano che negli ultimi mesi si segnala tra i più "coverizzati" in assoluto. La loro versioni si segnala come una delle più originali: un arrangiamento coraggioso che trasforma il brano in una ballad soul con in primo piano la bella voce di Tia Simone Per i PMJ avevano già pubblicato una cover di "Nothing else matters" nel 2017 con un'latra cantante e un arrangiamento più vicino al jazz. Oltre all'immancabile Scott Bradlee, gli altri musicisti impegnati nella cover sono J.P. Floyd (Trombone), Adam Kubota (Basso), Kyle Morgan (Sax tenore) Anthony Castagna (chitarra) e Dave Tedeschi (batteria) La versione originale di "Nothing Else Matters" compare nel "Black Album" dei Metallica uscito nel 1992; la scrisse il chitarrista James Hatfield per una sua vecchia

Inhaler: una cover di Miley Cyrus per la band del figlio di Bono

Debutto al BBC Live Lounge per gli Inhaler , la band capitanata da Elijah Hewson il figlio di Bono Vox degli U2. Il gruppo ha eseguito la cover di Flowers di Myley Cyrus in una rilettura molto simile all'originale. Ma la loro cover contiene anche un "omaggio" a ”Brooklyn Bridge To Chorus” degli Strokes, canzone contenuta nell'album "The New Abnormal". La band - che il prossimo 17 febbraio farà uscire il secondo album ‘Cuts & Bruises’ - ha anche suonato il nuovo singolo ‘Love Will Get You There’. Gli Inhaler arriveranno in Italia con tre date del loro nuovo tour: il 13 maggio a Bologna, il 14 maggio a Roma e il 16 a Milano.   "Flowers" è  stato pubblicato come singolo da Miley Cyrus il 12 gennaio del 2023. Il brano ha raggiunto la prima posizione in classifica negli USA e in UK ed è firmato dalla stessa Cyrus insieme a Gregory Aldae Hein e Michael Pollack. Il testo racconta il divorzio della cantante dall'attore australiano Liam Hemswort

Rickie Lee Jones: il nuovo singolo è la cover di 'Just in Time'

Il nuovo album di Rickie Lee Jones uscirà il prossimo 23 aprile 2023 e si intitolerà Pieces of Treasure. Una delle tracce del disco è già on line: si tratta della cover di "Just in Time", standard jazz portato al successo tra gli altri da Dean Martin, Judy Garland e Nina Simone. A proposito della sua interpretazione la cantautrice ha ironicamente dichiarato: "Quando stavamo registrando, quest'altra donna si è avvicinata al microfono e ha iniziato a cantare. Era come se stesse aspettando che compissi 69 anni per farsi viva" Per la cantautrice di Chicago il nuovo album rappresenta una reunion con Russ Titelman, amico di lunga data e acclamato coproduttore del suo album di debutto del 1980 (vincitore di un Grammy) e del suo capolavoro "Pirates" del 1981. Se avete in programma un viaggio nella Grande Mela, il 6, 7 e 8 aprile 2023, Rickie Lee Jones suonerà il disco in anteprima al Birdland di New York, supportata da Russell Malone, Rob Mounsey, Mark McCl

Ligabue canta "Auschwitz" di Guccini per il Giorno della Memoria (VIDEO)

Luciano Ligabue ha voluto celebrare il Giorno della Memoria, condividendo sui suoi canali social la cover di "Auschwitz – Canzone del bambino nel vento" di Francesco Guccini. Una breve clip  di meno i un minuto per una versione chitarra e voce molto intensa. Ligabue aveva già più volte in passato ha cantato il brano senza però mai pubblicarlo ufficialmente. Il cantautore di Correggio non ha mai nascosto il suo amore per la musica di Guccini che venne chiamato dal Liga a interpretare un cameo nel film "Radio Freccia". Visualizza questo post su Instagram Un post condiviso da Luciano Ligabue (@ligabue_official) La versione originale di "Auschwitz " venne pubblicata dall' Equipe 84 nel 1966 e compare come B side del 45 giri "Bang Bang". Sulla copertina il brano è attribuito a Lunero Tommy Scott e Maurizio Vandelli. In realtà è firmato da Francesco Guccini che però all'epoca non è ancora iscritto alla SIAE e si affida a de

Dave Gahan dei Depeche Mode ha cantato una cover dei Raveonettes

In attesa del nuovo album dei Depeche Mode "Memento Mori" in uscita prossimo 17 marzo, arriva una piacevole sorpresa per i fan della band inglese. Dave Gahan ha pubblicato una cover di "Chains", brano dei danesi Raveonette. Una versione in chiave "industrial" che il cantante ha realizzato insieme a Kurt Uenala, producer e stretto collaboratore della band La cover sarà contenuta nel prossimo mini album dei Raveonettes, Rip It Off, nel quale la band ha chiamato una serie di artisti a rivisitare i brani del loro primo EP. Sune Rose Wagner, cantante e chitarrista dei Raveonettes ha scritto sui social:  «Le persone spesso misurano il successo in termine di vendite o di posizionamento in classifica, ma per il successo è sognare in grande, credere in se stessi e in ciò che si fa. Avere Dave Gahan a reinterpretare una nostra canzone per me è un successo! È un onore e dimostra che sognare ad occhi aperti da bambino è qualcosa di buono e creativo anche se questo fa

Van Morrison: il nuovo singolo è una cover di "Worried Man Blues"

Il nuovo singolo di Van Morrison è la cover del traditional "Worried Man Blues". La canzone farà parte del nuovo album del musicista irlandese intitolato "Moving On Skiffle" la cui uscita è prevista per il prossimo 10 marzo. Morrison aveva in realtà già pubblicato una sua versione del brano ma con il titolo di "It Takes a Worried Man". La canzone compare  nell'album "The Skiffle Sessions - Live in Belfast 1998" pubblicato da Van The Man nel 2000 insieme a Lonnie Donegan e Chris Barber. In questa nuova rilettura però l'arrangiamento è molto diverso e soprattutto la voce di Van è in primo piano. In "Moving On Skiffle" Van the Man si riappropria di uno stile tipico inglese che esplose in Gran Bretagna a metà degli anni Cinquanta e infonderlo con un livello di raffinatezza e di soul che non aveva mai avuto. L'album va al cuore della musica che Van Morrison ha abitato fin da quando, a sei anni, frequentava i fumosi locali dell