Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Agosto, 2020

Una cover di Post Malone per Rick Astley

Rick Astley - star della musica pop inglese degli anni 80 - ha condiviso suoi suoi canali social una cover di "Better Now" di Post Malone. Il cantante di "Never Gonna Give You Up" ha registrato il brano nel suo studio casalingo, accompagnandosi con la chitarra acustica. "Ci sono un sacco di parole in questa canzone" ha scherzato il cantante "non credo di conoscerle tutte. Però mi piace!". La cover fa parte di una serie di video casalinghi che il cantante ha inaugurato nei giorni del lockdown proponendo hit come "Titanium" di David Guetta ma anche "Everlong" dei Foo Fightres. A Marzo il cantante ha annunciato l'intenzione di tenere un concerto per i medici e lo staff del servizio sanitario nazionale impegnati nell'emergenza sanitaria, che dovrebbe tenersi a Manchester il prossimo 28 ottobre.


La versione originale di "Better Now" è contenuta nell'album Beerbongs & Bentleys è il secondo disco di  Post Malo…

Mika e Michele Bravi cantano la cover di 'Bella d'estate'

Ancora una cover italiana in questa estate del 2020. Dopo il non proprio riuscitissimo esperimento di "I Love My Radio" arriva ora un'omaggio a Mango con la versione di "Bella D'Estate" cantata da Mika e Michele Bravi.
Al suo fianco in questa impresa, il cantante ha voluto una sua personale scoperta musicale. Michele Bravi, suo pupillo (e vincitore) durante la settima edizione di XFactor, lo affianca con la sua voce graffiate e la sua innata e profonda sensibilità.
I due artisti si sono conosciuti a X Factor nel 2013 dove Mika debuttava come giudice, mentre Michele era concorrente e poi vincitore di quella edizione grazie proprio alla felice intuizione del cantante libanese.
Mika ha raccontato : "Ho riscoperto Bella d'Estate quasi per caso, senza pianificazione, mi è venuta l'idea di cantarla. E’ una cover nata per amore della canzone stessa, per amore di Mango, ma anche di Lucio Dalla, che ha scritto il testo e di cui sono un grande ammiratore. …

Antonello Venditti e Francesco De Gregori cantano “Canzone” di Lucio Dalla

Francesco De Gregori e Antonello Venditti hanno pubblicato a sorpresa una cover di Canzone, celebre successo di Lucio Dalla. Per De Gregori non si tratta di una novità assoluta, visto che avava già cantato il brano con lo stesso Dalla nell'album dal vivo "Work In Progress" del 2010.Una cover con suoni molto diversi rispetto all'originale, e con l'aggiunta dell'armonica a bocca suonata da De Gregori e della steel guitar.
Questa nuova versione è stata prodotta da Alessandro Canini.
De Gregori e Venditti  hanno rinviato al prossimo anno l'atteso show allo Stadio Olimpico di Roma per il 17 luglio 2021. I biglietti già acquistati per lo show , inizialmente previsto per il 5 settembre , 5 settembre 2020 rimangono validi per lo show di sabato 17 luglio.

La versione originale di "Canzone" compare nell'album "Canzoni" pubblicato da Lucio Dalla nel 1996. La musica  è dello stesso Dalla mentre il testo è firmato con Samuele Bersani.


Neil Young canta "The Times They Are a Changin'" di Bob Dylan

La scorsa settimana su Rockol abbiamo pubblicato la lista delle cover ufficialmente pubblicate da Neil Young nel corso della sua lunga carriera. Ora l'elenco va aggiornato con una nuova canzone, visto che il cantautore canadese ha pubblicato sul suo sito una rilettura della celebre "The Times They Are a Changin'".Una versione acustica che Young ha interpretato in solitaria lo scorso 23 giugno, accompagnandosi come di consueto con la chitarra acustica e l'armonica a bocca.
Il cantautore canadese ha più volte omaggiato Dylan nel corso della sua carriera con le cover di "All Along the Watchtower", "Blowin' in the Wind" e di "Girl from the North Country", ma aveva interpretato The Times They Are a Changin solo una volta dal vivo nel 1988.Per ora la cover è disponibile solo qui.
Bob Dylan scrisse il brano nel 1963 nel tentativo di farne un inno dei cambiamenti che avvenivano in quel momento storico. Il brano venne pubblicato come sing…

CRISPIE x Ilra: la cover di My Heart Goes Boom

Il nuovo singolo del collettivo di produttori tedeschi Crispie realizzato con la cantante Ilira è la cover di una hit degli anni 2000 dei French Affair,
Il brano sarà in radio da venerdì 28 agosto e si intitola "Ladida (My Heart Goes Boom)"

Lanciata all'inizio di luglio, questa nuova versione di ILIRA (reduce dal recente singolo collaborativo con Tiësto "Lose You") e CRISPIE sta facendo scintille. In rotazione persino sulle emittenti francesi NRJ e Fun Radio, il brano “LADIDA (MY HEART GOES BOOM)” conta oltre 8.9 milioni di stream su Spotify ed è entrato nella Top 10 di Shazam Francia.


La versione originale di My Heart Goes Boom compare nell' album "Desire" (2000), e ha ottenuto un buon successo internazionale, raggiungendo la Top 5 in Danimarca, Francia, Spagna, Svizzera e Italia e la vetta delle classifiche in Germania ed Austria.
La canzone è firmata da
Barbara Alcindor
Torsten Dreyer
Karsten Dreyer, componenti del gruppo French Affair

La cover di "Live and Let Die" con Evanescence, Iron Maiden e Whitesnake

La chitarrista degli Evanescence Jen Majura ha pubblicato sul suo canale Youtube la cover del classico dei Wings "Live and Let Die". Il brano fa parte della serie che il musicista ha ribattezzato "One Minute Jam" e dura infatti poco più di 60 secondi. Alla cover hanno partecipato in collegamento "virtuale" Nicko McBrain batterista degli Iron Maiden e il chitarrista dei Whitesnales Joel Hoekstra.
Majura ha gia realizzato due album da solista ma in questi giorni gli Evanescence stanno per pubblicare un nuovo album intitolato "The Bitter Truth", il primo di inediti dopo una lunga pausa di quasi 10 anni.


La versione originale di "Live and Let Die" venne pubblicata dai Wings nel 1973 per la colonna sonora del film James BondAgente 007 - Vivi e lascia morire.
Il brano è prodotto da George Martin ed è stato scritto da Paul e Linda McCartney.
Nel 1991 il brano tornò in classifica grazie alla cover dei Guns'n'Roses.

U2 e Elton John: ascolta la cover di “Bang A Gong (Get It On)"

In attesa dell'uscita dell'album tributo a Marc Bolan “AngelHeaded Hipster: The Songs Of Marc Bolan and T. Rex” è stata svelata la cover di “Bang A Gong (Get It On)” dove sono presenti gli U2 e Elton John.

Non è la prima volta che la band irlandese rende omaggio al Bolan: nel 2001 Bono registrò una cover di Children of The Revolution, per la colonna sonora di “Moulin Rouge“ insieme a Gavin Friday, proponendola poi in due occasioni dal vivo.
La cover di Bang A Gong (Get It On) è stata registrata a New Orleans, durante il The Joshua Tree Tour 2017.
L’album AngelHeaded Hipster è stato realizzato sotto la direzione di Hal Willner, un veterano con la fama di saper creare l’alchimia con i diversi artisti con cui ha collaborato, che ci ha lasciato il 7 aprile colpito da COVID-19. Al disco partecipano tra gli altri anche Joan Jett, Todd Rundgren, Nick Cave, Peaches, Lucinda Williams e Marc Almond

Oltre all’album tributo, che dovrebbe uscire in un doppio cd e in vinile, è previsto anche un…

The Sword: una cover dei Rush per il nuovo EP

I The Sword hanno pubblicato una nuovo cover per il loro EP Conquest Of Quarantine, Dopo aver reso omaggio a Marc Boland e aver registrato una nuova versione di una loro hit, la band metal ha reso omaggio ai Rush con la cover di i “Working Man” registrata durante il lockdown.Per la band texana si tratta della prima reunion ufficiale dopo lo scioglimento nel 2018. Il ritorno sulle scene è stato rimandato al prossimo anno




La versione originale di "Working Man" compare come traccia conclusiva nell'album di debutto dei Rush, che la band canadese pubblica nel 1974

Crêuza de mä pe Zêna, il brano di De Andrè per il nuovo ponte di Genova

L'inaugurazione del Ponte Genova San Giorgio è stata accompagnata dalla nuova versione di Crêuza de mä di Fabrizio De André: Una cover voluta da Dori Ghezzi che ha radunato 18 grandi nomi della scena musicale italiana Mina, Zucchero, Gianna Nannini, Mauro Pagani, Vinicio Capossela, Vasco Rossi, Antonella Ruggiero, Francesco Guccini, Ivano Fossati, Ornella Vanoni, Giuliano Sangiorgi, Paolo Fresu, Diodato, Vittorio De Scalzi, Jack Savoretti e Cristiano De André.
A cui si aggiunge la voce inconfondibile di Faber che è stata mantenuta per il celebre attacco del brano, scritto da De Andrè insieme a Mauro Pagani che ha così raccontato a Radio Popolare
"Tranne pochi amici che sono venuti in studio, tutti hanno cantato da casa. Le righe erano quelle che erano, ma abbiamo cercato di dare spazio a tutti per fare in modo che si esprimessero. E devo dire che il genovese non è una lingua facile. Io sono un bresciano esportato, ma quello di cui mi posso vantare sono i 15 anni di tour con F…

Anohni: la cover di "It’s All Over Now, Baby Blue" di Bob Dylan

Anohni ha registrato la cover di un classico di Bob Dylan. La cantante che fino al 2015 era nota al pubblico come voce degli Antony and the Johnsons, ha reso disponibile online la sua cover di "It’s All Over Now, Baby Blue" che verrà pubblicata come 7 " solo il prossimo 2 ottobre per la Secretly Canadian. Sulla B side sarà presente un'altra cover: 'Be My Husband' di Nina Simone.
"Ho registrato It’s All Over Now, Baby Blue con il chitarrista Kevin Barker un paio di anni fa - ha spiegato l'artista - "L'ho ascoltato di recente e mi ha fatto provare una nausea di nostalgia per la sofferenza del presente o persino del futuro"

Anohni ha anche raccontato di avere registrato all'epoca anche altre canzoni di Dylan, incoraggiato dal produttore Hal Willner scomparso ad aprile a causa del coronavirus.



La versione originale del brano compare nell'album di Bob Dylan Bringing It All Back Home del 1965.Tra le tante cover, spiccano quelle di Joan…

Una cover di Bonnie Raitt per i Bombay Bicycle Club

I Bombay Bicycle Club hanno reso omaggio a Bonnie Raitt con una interessante cover di "Two Lives". La indie band londinese ha inserito il brano nell'omonimo EP in vendita sul loro sito con la formula del "Pay-what-you-want download".
Il cantante del gruppo Jack Steadman ha spiegato nelle note:
"Mio padre mi ha fatto conoscere questa bellissima canzone durante uno dei nostri lunghi viaggi in auto e mi sono innamorato all'istante. Ci è sembrati anche il titolo perfetto per il nostro EP che racconta le "due vite" delle nostre canzoni, quella con l'arrangiamento completo e quella acustica" .L'EP è stato registrato dalla band durante i giorni del lockdown.



La versione originale di "Two Lives" compare nell'album Sweet Forgiveness di Bonnie Raitt uscito nel 1977. La canzone porta la firma del pianista Mark Jordan.


Sting: su Rockol lo speciale di My Way con le sue cover migliori

E' Sting il protagonista di questa settimana del nostro speciale "My Way"  sulle pagine di Rockol.Dai Beatles, a Gershwin, dagli Squeeze a Bill Withers sono davvero tante le cover che il cantante inglese ha pubblicato nel corso della sua lunga carriera. Compresa la celebre rilettura di "Little Wings" di Jimi Hendix contenuta nel suo secondo album da solista "... Nothinng Like The Sun" realizzata con Gil Evans e la sua orchestra. Forse non la migliore cover del brano, ma certamente la più famosa. La prossima settimana lo speciale sarà dedicato agli Who,