Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2022

Calibro 35: in arrivo un disco tributo a Morricone

Il nuovo album dei Calibro 35 si intitolerà "Scacco al maestro - Volume 1" e sarà uno omaggio al grande Ennio Morricone, Il disco uscirà il 10 giugno e sarà disponibile in preorder dal 3 maggio in formato LP, CD, digitale standard e HD e Dolby Atmos. La band proporrà dal vivo la cover di "La classe operaia va in paradiso", in anteprima live durante la propria performance al concerto del 1 maggio di Taranto. Per il momento la band milanese ha svelato sui social la copertina del disco: per il resto dovremo attendere ancora qualche giorno.

Shaggy: il nuovo album sarà un tributo a Sinatra prodotto da Sting

Su queste pagine non ci occupiamo abitualmente di dischi non ancora pubblicati, ma in questo caso facciamo un'eccezione vista la stranezza del progetto. Il nuovo album di Shaggy sarà un tributo reggae alla musica di Frank Sinatra e sarà prodotto dall'amico Sting, con il quale il cantante giamaicano aveva già collaborato nel 2018. Ad annunciare il curioso tributo sono stati i due diretti interessati con un simpatico video pubblicato dal magazine DancehallMag. Una sorta di video intervista nel corso della quale il cantante di "Boombastic" ha spiegato: “Sono sempre stato un fan di Sinatra. Da bambino, la musica di Frank suonava spesso a casa nostra e la domenica tutte le stazioni radio giamaicane suonavano i grandi: Sinatra, Bing Crosby, Nat King Cole, ecc. È fantastico lavorare di nuovo con Sting. È il fratello di cui non sapevo di aver bisogno!" Il disco si intitolerà simpaticamente "Com Fly Wid Mi", conterrà 17 canzoni del repertorio di "The Voice

Strange As Angels: Marc Collin dei Nouvelle Vague reinventa i classici dei Cure

Esce in versione deluxe con tre tracce aggiuntive l'album tributo ai Cure realizzato dal progetto Strange As Angels , formato da Marc Collin dei Nouvelle Vague e dalla cantautrice, modella, attrice americana Chrystabell, affascinante musa di David Lynch. 16 cover con le quali il duo esplora quasi tutta l’intera discografia della band di Robert Smith in ordine cronologico, riproponendo classici come “Just Like Heaven”, “Drowning Man”, “Charlotte Sometimes”, “Friday I’m In Love”, “A Forest” e “Lullaby”, e catturando tutta la gamma emotiva della band, dall’ottimismo alla malinconia, dall’oscurità alla gioia, dalla profondità alla leggerezza. Marc Collin ha spiegato: "I Cure sono stati il primo gruppo di cui ero fan quando ero giovane. Chrystabell ha scelto di imparare ogni sfumatura di Robert Smith, prima di reinterpretarlo. Il risultato è una pura devozione alla melodia – racconta Collin -. Questo progetto per me è stata una visione: mi sono immaginato Chrystabell da sola sul p

T4FUN: la cover di "Flash In The Night" dei Secret Service

Tanta voglia di anni '80 nella musica di oggi non solo con il recupero dei suoni di quel decennio, ma anche con moltissime cover uscite negli ultimi mesi. A quarant'anni dalla versione originale, viene recuperata una delle hit "one shot" di quella stagione di pop elettronico: "Flash in the night" degli svedesi Secret Service, Il brano è stato ripreso in versione dance sai T4Fun, pseudonimo sotto il quale si celano due importanti DJ e produttori italiani, Claudio Tozzo e Graziano Fanelli con all'attivo numerosissimi remix per artisti internazionali. Da anni alla consolle delle più importanti discoteche e club in Italia e Europa, negli ultimi tempi sono molto noti a Ibiza dove sono stati Guest in locali come il Privilege - Hi Ibiza - Ushuaia, i T4Fun si erano già fatti notare lo scorso anno per una cover dance di "Terra Promessa" di Eros Ramazzotti. La versione originale di "Flash in the night" è stata pubblicata nel 1982 dagli svedes

Cat Power canta un classico dei The Pogues

Il nuovo singolo di Cat Power è la cover di ‘A Pair Of Brown Eyes’ dei The Pogues. Il brano è accompagnato da un bel video che porta la firma di Jim Jarmusch, che in passato aveva già curato la regia per i videoclip di Talking Heads, Neil Young e Big Audio Dynamite. A proposito della collaborazione, Jarmush ha raccontato: "Come persona che ama profondamente la musica di Cat Power, collaborare con lei per questo video è stato come un sogno che si avvera. È così stimolante per me, ovviamente come artista, ma è anche una persona davvero straordinaria". Un bel video in tema con le atmosfere sognanti della cover, una delle tracce migliori dell'album "Covers" pubblicato all'inizio del 2022. La versione originale di "A Pair of Brown Eyes" venne pubblicata dai The Pogues nel 1985 e fu il primo singolo del gruppo ad entrare nella UK Top 100. Il brano porta la firma del cantante della band Shane MacGowan, ma la melodia è simile al traditional “Wild Mount

Bryan Ferry canta (per la prima volta) un classico di Burt Bacharach

Dopo la bella versione di "Love Letters" Bryan Ferry ha pubblicato un nuova cover che anticipa l'uscita di un EP in arrivo il prossimo 6 maggio. In questo caso il leggendario cantante inglese si è cimentato in un classico del repertorio di Burt Bacharach e Hal David, la celebre "I Just Don’t Know What to Do with Myself”. Una cover nella quale Ferry rallenta considerevolmente il ritmo della canzone e sfrutta con classe una sezione di archi delicata e raffinata. La voce del cantante dei Roxy è quasi sussurrata ma il risultato è comunque emozionante. Una rilettura che si aggiunge ai tanti capolavori cantati in carriera da Ferry che proprio nel 1973 con il suo album di debutto T hese Foolish Things dimostrò alla critica come anche un album interamente composto da cover potesse essere un vero capolavoro. Ma nel corso della sua carriera non aveva mai interpretato un brano di Bacharach. Le altre due canzoni dell'EP saranno omaggi al repertorio di Billie Holiday e d

Awolnation: la cover di "Material Girl" di Madonna

Dopo la bella cover di "Beds are burning", Awolnation ha pubblicato in rete un'altra anteprima del nuovo album “My Echo, My Shadow, My Covers And Me” in uscita il 6 maggio per Better Noise Music. Si tratta della rilettura della celebre "Material Girl" di Madonna registrata con il contributo di Taylor Hanson, ex cantante degli Hanson. Una versione abbastanza fedele nei suoni e nell'arrangiamento alla versione originale della Regina del Pop. L'album nuovo del progetto di Aaron Bruno in in pre order qui e vedrà le collaborazioni di artisti del calibro di Beck, Brandon Boyd (Incubul), Tim McIlrath (Rise Against), Jewel, Portugal. The Man, Conor Mason (Nothing But Thieves) e molti altri. La versione originale di "Material Girl" è contenuta nel secondo album di Madonna "Like a Virgin" pubblicato nel 1984. Il brano porta la firma di Peter Brown e Robert Rans ed è prodotto da Nile Rodgers. Il singolo raggiunse la numero due nella classif

Norah Jones: un omaggio a Ray Charles nella ristampa del suo album di debutto

Dopo più di vent'anni Norah Jones ha finalmente scelto di pubblicare ufficialmente la cover di "Hallelujah, I Love Her So" di Ray Charles. La cantante newyorchese aveva registrato il brano nel 2000, nel corso delle sue prime session alla Blue Note Records. Ora la cover verrà inserita nella ristampa del suo album di debutto che celebra il 20° anniversario del disco che all'epoca vendette oltre 20 milioni di copie nel mondo. Una edizione deluxe che conterrà 21 brani rari e inediti tra i quali anche omaggi a Ella Fitzgerald , Nat King Cole e Lou Rawls. La cover di "Hallelujah, I Love Her So" è una demo con solo il contrabbasso, l'armonica e il tamburello, ma la voce della Jones rende il tutto delizioso. L'album "Come Away With Me: 20th Anniversary Super Deluxe Edition" esce il prossimo 29 aprile. La versione originale di "Hallelujah I Love Her So" venne pubblicata da Ray Charles nel 1956 e l'anno successivo darà il titolo al su

Una cover cantata da Taylor Hawkins nel nuovo album di Edgar Winter

Esce oggi il nuovo album di Edgar Winter : si intitola ‘Brother Johnny’ ed è un tributo al fratello maggiore, il leggendario Johnny scomparso nel 2014. Lunghissima la lista degli ospiti che partecipano al progetto: Joe Bonamassa, Doyle Bramhall II, John McFee, Robben Ford, Billy Gibbons, David Grissom, Taylor Hawkins, Warren Haynes, Steve Lukather, Michael McDonald, Keb Mo, Doug Rappoport, Bobby Rush, Kenny Wayne Shepherd, Ringo Starr, Derek Trucks, Waddy Wachtel, Joe Walsh, Phil X and Gregg Bissonette. In totale 17 tracce, accuratamente selezionate da Edgar e dal produttore Ross Hogarth per rappresentare l'evoluzione di Johnny Winter come artista. Edgar ha anche inserito nel disco due inediti dedicati al fratello "Lone Star Blues" e" End of the Line" . Tra le tracce migliori del disco, la cover di Guess I'll Go Away cantata dal compianto  Taylor Hawkins, batterista dei Foo Fighters. A tutti gli effetti la sua prima pubblicazione postuma. La versione

I Black Crowes: un EP di cover per celebrare il 1972

I The Black Crowes hanno annunciato l'uscita di un nuovo EP in esclusiva per Amazon Music. Si tratta di tributo al 50° anniversario di alcuni classici della musica, giustamente intitolato "1972". Il disco è stato registrato al Sunset Sound di Los Angeles nel gennaio 2022 ed è una raccolta di sei canzoni che sono state appositamente selezionate attraverso una collaborazione tra la band e Amazon Music.  "Il 1972 è stato un momento spartiacque, alcune delle più grandi canzoni rock 'n' roll mai realizzate sono uscite da quell'anno", ha detto Chris Robinson “ Questo disco parla di amore e devozione a qualcosa che ci fa sentire bene. Speriamo che faccia sentire allo stesso modo i fan di tutto il mondo”.  Il primo singolo è la una cover soul di "Papa Was a Rollin' Stone" dei The Temptations. L'EP sarà in vendita su Amazon Music a partire dal 4 maggio. Questa la tracklist 1. "Rocks Off" (The Rolling Stones) 2. "The Slider&quo

Madonna canta «Your Song» per la pace in Ucraina

Anche Madonna ha dato il suo contributo all'iniziativa #StandUpForUkraine. La cantante ha pubblicato sulla sua pagina Instagram la cover di «Your song» di Elton John cantata con il figlio David Banda, di 16 anni. Madonna ha aperto il video spiegando:  «La musica fa incontrare le persone. Come ha detto in modo eloquente il presidente Zelensky la scorsa settimana ai Grammy; quindi io e mio figlio David Banda vorremmo offrirvi in dono questa canzone — una delle nostre canzoni preferite — nella speranza di poter ispirare le persone di tutto il mondo ad alzarsi in piedi e sostenere il popolo ucraino. Nel corso della sua carriera Madonna non aveva mai cantato in precedenza un brano di Elton John. Una versione molto "scolastica" del classico di Elton John ma in questi casi la componente "artistica" passa in secondo piano.  Molti gli artisti che hanno aderito all'iniziativa tra i quali U2, i Pink Floyd, i Red Hot Chili Peppers, Alanis Morisette, Billie Eilish, Bill

Una cover di Madonna per i Manic Street Preachers

È una delle cover più sorprendenti di questo 2022 e qui a MyWay le sorprese piacciono sempre molto. I Manic Street Preachers sono stati tra i protagonisti del 6 Music Festival organizzato a Cardiff dall'omonimo canale radio della BBC. La band capitanata da James Dean Bradfield ha regalato al pubblico anche una cover di "Borderline" di Madonna. Niente synth e spazio alle ruvide chitarre e alla voce di Bradfield che riesce agevolmente a non far rimpiangere la regina del pop. Nel corso della sua carriera la band gallese ha spesso proposto cover inaspettate, dagli Wham a Art Gartfunkel, dai Clash a John Lennon fino alla celebre rilettura colonna sonora di M.A.S.H. La versione originale di "Borderline" compare nell'album di debutto di Madonna pubblicato nel 1983. Il brano, scritto e prodotto da Reggie Lucas, autore delle hit "Never Knew Love Like This Before" di Stephanie Mills e di The Closer I Get To You"di Roberta Flack. Il brano fu poi remixa

Daryl Hall: la cover di "Here Comes The Rain Again" con Dave Stewart

Sono molte le sorprese interessanti contenute nel nuovo album di Daryl Hall "Before After". Nel doppio album che ripercorre la carriera solista del cantante statunitense sono state infatti aggiunte sei tracce inedite prese dallo show Live From Daryl’s House, una serie di performance casalinghe con ospiti e soprese, trasmesse sul web e in televisione. Tra le tracce migliori spicca l'omaggio agli Eurythmics con la cover della celebre "Here Comes The Rain Again" che vede il leader degli Hall & Oats accompagnato alla chitarra dallo stesso Dave Stewart. Una versione acustica con in primo piano la splendida voce di Daryl Hall davvero in gran forma.  Nel disco sono presenti anche omaggi a Paul Butterfield e a Gladys Knight & the Pips. La versione originale di  Here Comes the Rain Again  compare nel terzo album degli Eurythmics "Touch" p ubblicato nel 1984. Dave Stewart ha raccontato di aver composto il brano con Annie Lennox durante un soggiorno al