Passa ai contenuti principali

Una cover di Bruce Springsteen nella ristampa del disco di Waxahatchee

C'è anche la cover di "Street of Philadelphia" di Bruce Springsteen nella versione deluxe di "Saint Cloud" l'album di Katie Crutchfield in arte Waxahatchee. Per festeggiare il primo "compleanno" del disco uscito il 27 marzo dello scorso anno, la cantautrice statunitense lo ha ripubblicato con il titolo di "Saint Cloud +3" e l'aggiunta di tre cover inedite. La più interessante è certamente la rilettura del classico di Springsteen, riletta con un nuovo arrangiamento e cantata con buona personalità, ma meritano un ascolto anche le cover di "Fruits of My Labour" di Lucinda Williams e "Light of a Clear Blue Morning" di Dolly Parton.
L'album Saint Cloud è il quinto lavoro nella carriera della cantautrice dell'Alabama ed è stato inserito nelle classifiche dei migliori dischi del 2020 dalle principali riviste del settore, da Rolling Stone a Consequence of Sound, da Stereogum a Pitchfork (che lo ha addirittura messo in seconda posizione assoluta).


"Street of Philadelphia" è uno dei brani più popolari di Bruce Springsteen.
Fa parte della colonna sonora del film "Philadelphia" di Jonathan Demme, arrivato nelle sale americane nel dicembre del 1993 e vincitore l'anno successivo di due Premi Oscar, tra i quali proprio quello per la miglior colonna sonora originale. La canzone conquistò anche 4 Grammy Awards e il Golden Globe e dieci anni più tardi venne inserita dalla AFI nella classifica delle 100 Migliori canzoni della storia del Cinema.
Demme aveva commissionato un brano della colonna sonora all'amico Neil Young, ma la sua "Philadphia" era perfetta per i titoli di coda ma non per l'inizio della pellicola. Il registra scelse allora di contattare Springsteen, che aveva conosciuto nel 1985 in occasione delle riprese del video di Sun City, per chiedergli un pezzo rock. Il Boss utilizzo un testo scritto per un amico morto qualche tempo prima, ma le parole non si adattavano ad un ritmo rock. Scelse di inviare lo stesso la registrazione al regista che si innamorò della canzone e la scelse per la memorabile scena di apertura del film, girata con una telecamera rallentata in una strada di periferia di Philadelphia.
Per ironia della sorte "Streets of Philadelphia" vinse l'Oscar battendo proprio "Philadelphia" di Neil Young che aveva ottenuto anch'essa la Nomination.
Il brano - il primo scritto da Springsteen per una colonna sonora - ebbe un grande successo soprattutto in Europa: numero uno in Germania, Francia e Italia, numero 2 in UK, mentre negli USA si fermò alla posizione numero 9 della Billboard Hot 100. La versione del singolo dura poco più di 3 minuti, quasi un minuto meno di quella inserita nella colonna sonora. Se la versione del video vi sembra diversa è perché la voce di Springsteen venne incisa dal vivo durante le riprese utilizzando un microfono nascosto.
Tra le cover degne di nota quella pubblicata da Richie Havens nel 1997, quella cantata da Elton John nel 2004,  quella dei The Fray del 2012 e quella di David Gray del 2007.


Commenti

Post popolari in questo blog

Elisa: la cover di Mare Mare di Luca Carboni (VIDEO)

Elisa canta la cover di “Mare Mare”, una delle canzoni più famose di Luca Carboni, per "I love my radio", l’importante progetto che unisce per la prima volta le emittenti radiofoniche italiane - RTL 102.5, RDS 100% Grandi Successi, Radio Deejay, Radio Italia solomusicaitaliana, Radio 105, Radio Kiss Kiss, Virgin Radio, Rai Radio 2, Radio 24, R101, Radio Subasio, m2o, Radio Capital, Radio Monte Carlo, Radiofreccia, Radio Norba, Radio Zeta, Radio Bruno - per festeggiare i 45 anni del sistema radio. Dopo più di un anno di successi, le emittenti scelgono Elisa per dare il via alla messa on air di 10 cover straordinarie interpretate da grandi artisti tra i successi dell'airplay degli ultimi 45 anni. La traccia, che sarà ascoltabile esclusivamente in radio da oggi, lunedì 1’ giugno, vede Elisa dare una versione inedita del brano di Luca Carboni. Elisa oggi veste di nuova elettronica il pezzo, generando un campionario di suoni e sensazioni che portano sempre con sé l'o

Tiziano Ferro: la cover di "Bella D'Estate" di Mango (VIDEO)

Dopo Elisa, Giorgia, Gianna Nannini, Eros Ramazzotti e Biagio Antonacci, arriva anche la cover cantata da Tiziano Ferro per "I Love My Radio", il progetto lanciato questa estate che unisce per la prima volta le emittenti radiofoniche italiane – RTL 102.5, RDS 100% Grandi Successi, Radio Deejay, Radio Italia solomusicaitaliana, Radio 105, Radio Kiss Kiss, Virgin Radio, Rai Radio 2, Radio 24, R101, Radio Subasio, m2o, Radio Ca-pital, Radio Monte Carlo, Radiofreccia, Radio Norba, Radio Zeta, Radio Bruno – per festeggiare i 45 anni del sistema radiofonico italiano. E' stato lo stesso cantante di Latina ad annunciare oggi sui suoi canali social l'arrivo della cover di "Bella d'estate" di Mango, “Il dolore di un addio, la fine dell’estate. Ho sempre voluto rendere omaggio a questa perla dell´incommensurabile Mango, scritta insieme al Maestro Lucio Dalla. Grazie a Laura Valente per l’amore e il supporto incondizionato. Provo a riprendere in mano questo

Brunori Sas: la cover di "Amandoti" dei CCCP

"Amandoti" è probabilmente la canzone dei CCCP più conosciuta dal grande pubblico. Questo grazie alla cover realizzata da Gianna Nannini che nel 2004 inserì una sua versione del brano all'interno dell'album Perle. La versione originale del brano - che porta la firma di Giovanni Ferretti e Massimo Zamboni - era stata pubblicata nel 1990 all'interno dell'ultimo album ufficiale dei CCCP Epica Etica Etnica Patho s e sulla copertina del disco veniva indicata come "sedicente cover". La canzone era nata infatti qualche anno prima per lo spettacolo teatrale Allerghia . e la prima versione (rimasta inedita) era cantata da Annarella Giudici. In questi giorni ha cominciato a circolare in rete una interessante cover del brano realizzata dal vivo dal cantautore calabrese Brunori Sas. La registrazione è di discreta qualità audio e video ed è stata realizzata lo scorso 14 Febbraio presso il Piccolo Teatro dell'Unical di Cosenza. Versione non migliore del

Giorgia canta Non Sono Una Signora della Bertè (VIDEO)

Arriva da oggi 29 giugno in radio la cover di "Non sono una signora" cantata da Giorgia in esclusiva per I Love My Radio, che riunisce i più importanti network nazionali. Da venerdì 3 luglio il brano sarà disponibile anche sulle piattaforme streaming e in digital download. I protagonisti delle cover delle prossime settimane saranno: Biagio Antonacci Tiziano Ferro e Massimo Ranieri J-Ax Jovanotti Negramaro 📻 Eccola la quinta cover di #ilovemyradio !⁠ 🎶 La voce è quella di @Giorgia , la canzone - indimenticabile - è #NonSonoUnaSignora di @LoredanaBerte .⁠ 👉 Scoprite di più sul pezzo: https://t.co/V46rqYWK6h 👉 Votate su https://t.co/TnarJOJalD pic.twitter.com/XL4BC5aaR4 — RDS (@RDS_official) June 29, 2020 Scritta da Ivano Fossati “Non sono una signora” uscì nell'estate del 1982 diventando il brano più famoso nella carriera di Loredana Bertè. Trionfò anche al Festivalbar (con tanto di indimenticabile esibizione in abito da sposa all'Arena di

Negramaro: la cover di "Sei nell'anima" di Gianna Nannini (VIDEO)

È "Sei nell'anima" cantata dai Negramaro la sesta cover del progetto “I love my radio” ’iniziativa è nata per scegliere la canzone della nostra vita tra i 45 brani, uno per ogni anno dal 1975 al 2019, selezionati dai direttori artistici delle emittenti radiofoniche promotrici. La canzone di Gianna Nanniniè stata riproposta in veste completamente nuova, grazie ad un arrangiamento inedito che spazia tra sonorità elettroniche e orchestrali e che vede alla produzione Andro, il tastierista della band. In attesa di conoscere nuove indiscrezioni sul nuovo album in lavorazione, i Negramaro partecipano al progetto “I love my radio” poche settimane dopo l’uscita del singolo “Better Days – Giorni Migliori”, in collaborazione con gli One Republic. Visualizza questo post su Instagram #SeiNellAnima da lunedì 6 luglio in tutte le radio... e solo nelle radio! ❤️ @officialnannini @ilovemyradio2020 #ilovemyradio2020 #ilovemyradi