Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2017

De André canta De André volume 3

Mentre prosegue con successo il suo tour nei teatri italiani, Cristiano De Andrè pubblicai il terzo volume del suo progetto con il quale il cantautore reinterpreta i successi tratti dal celebre repertorio di suo padre. Dopo i primi due capitoli De André canta De André – Vol. 1, pubblicato nel 2009, e De André canta De André – Vol. 2, pubblicato nel 2010, esce ora De André canta De André – Vol. 3 su etichetta Rea e distribuito da Universal.
Il disco è stato registrato da Giancarlo Pierozzi con la produzione artistica di Cristiano ed è stato mixato e masterizzato da Paolo Iafelice per Adesiva Discografica Milano.
Dodici le canzoni scelte per questo nuovo capitolo, tra le quali spicca una versione della celebre “La guerra di Piero” con un nuovo arrangiamento che il cantautore genovese ha definito “alla Radiohead”.
“Dei tre volumi, credo che questo sia il disco migliore, sono molto soddisfatto – ha raccontato Cristiano a Repubblica - Coi miei musicisti ho cercato di contaminare le c…

Nat King Cole & Me: il nuovo album di Gregory Porter

Gregory Porter rende omaggio alla musica di Nat King Cole con il suo nuovo album, interamente dedicato al repertorio del grande cantante e pianista americano.
Il disco si intitola ‘Nat King Cole & Me’ e contiene dodici tracce (che diventano quindici nella versione deluxe) tra le quali spiccano i grandi classici Smile’, ‘L-O-V-E’ e ‘Nature Boy’.
Registrato agli AIR Studios di Londra con l’aiuto del produttore Vince Mendoza il disco contiene anche una nuova versione di ‘When Love Was King’ brano che Porter aveva inserito nel suo album di debutto.
Per Gregory Porter - che ha già collezionato in carriera due Grammy Awards – si tratta del quinto album in carriera.

Tracklist:

01. Mona Lisa 04:18
02. Smile 04:17
03. Nature Boy 03:44
04. L-O-V-E 02:08
05. Quizas, Quizas, Quizas 04:29
06. Miss Otis Regrets 04:31
07. Pick Yourself Up 03:11
08. When Love Was King 07:45
09. The Lonely One 04:33
10. Ballerina 02:49
11. I Wonder Who My Daddy Is 03:47
12. But Beautiful 04:31
13. Sweet…

Una cover di Paola Turci per Chiara Ragnini

Ancora una cover interessante per la cantautrice ligure Chiara Ragnini.
Un omaggio a Paola Turci che fa parte della rosa di ricompense per tutti coloro che hanno partecipato alla mia campagna di crowdfunding per realizzare l'album il suo nuovo album.
Si tratta della cover acustica di Ti amerò lo stesso, canzone che la cantautrice romana incise nel 1989 nel suo secondo album.
"Ho scelto di realizzare il mio secondo album, La Differenza, grazie all'ausilio del crowdfunding e di Musicraiser, la prima piattaforma in Italia che si occupa esclusivamente di progetti musicali in questo ambito. - ha spiegato la Ragnini - 
Fra le ricompense che ho proposto, vi è Sfida all'ultima nota: mi impegno a interpretare e riarrangiare, in chiave acustica, una cover, ossia una canzone di un altro artista, non necessariamente famoso, e a realizzarne un videoclip. Giulio Montinari ha scelto questa ricompensa e ha chiesto che interpretassi la splendida Ti amerò lo stesso di Paola Turci. 

Seg…

Addio al Fats Domino, uno dei padri del Rock'n' Roll

Dopo Chuck Berry, in questo 2017 dobbiamo dire addio ad un altro padre del rock'n'roll.
E' morto a 89 anni il grande Fats Domino
Il suo vero nome era Antoine Dominique Domino ed era nato a New Orleans, in Louisiana, il 26 febbraio 1928.
Nella sua carriera ha venduto oltre 100 milioni di dischi, segnando in modo indelebile la storia della musica.
Noi di MyWay lo ricordiamo con 5 cover davvero indimenticabili, in attesa delle tante che arriveranno nei prossimi giorni.


John Lennon - Ain't that a shame

Uno dei classici scritti da Fats Domino. Lennon gli rese omaggio nell'album Rock'n' roll del 1975. Qualche anno più tardi anche Paul McCartney pubblicherà una sua versione



Tom Petty and the Heartbreakers - I'm Walking

L'originale è del 1957. La versione di Tom Petty risale al 2007 ed era contenuta nel'album tributo Goin' Home






The Flamin' Groovies - My Girl Josephine

Fats portò al successo la canzone nel 1960. La versione dei Flamin' Groovie…

Queens of the Stone Age: la cover di Bad Boy

I Queens of the Stone Age sono stati i protagonisti della puntata di ieri - lunedì 24 ottobre - del BBC Live Lounge.
La band americana, che partecipava per la terza volta al celebre programma condotto da Clara Amfo, ha scelto di rendere omaggio a Marty Wilde, vera leggenda del rock'n' roll inglese, oltre che papà della celebre Kim.
Josh Homme e Dean Fertita hanno eseguito una cover di "Bad Boy" canzone che Wilde scrisse e portò al successo nel lontano 1959.
Una versione piano e voce, delicata e elegante che ha sorpreso anche i fan più accaniti.
Brano poco noto al pubblico italiano, e forse neppure troppo a quello inglese visto che entrò nella Top 50 solamente negli USA.
In più dell'originale: la voce di Josh
In meno dell'originale: la ritmica rock'n'roll

Le Haim suonano una cover degli Strokes

Anche le Haim hanno partecipato al programma radiofonico della BBC, Radio 2's Piano Room, la trasmissione condotta da Huw Stephens che negli ultimi mesi ha spesso regalato momenti interessanti agli appassionati di cover.
Nel corso della puntata dello scorso 23 ottobre, le tre sorelle americane hanno reso omaggio agli Strokes, con la cover di" I'll Try Anything Once", brano che la band di Julian Casablancas aveva pubblicato nel 2006 come b side del singolo Heart Of Cage. La canzone è in realtà la demo version della più celebre "You Only Live Once" contenuta nel loro terzo album, con un testo differente e con
Nick Valensi al piano.
All'inizio della sua carriera Danielle aveva collaborato proprio con Julian Casablancas e la band aveva suonato in occasione dei alcune date del suo primo tour da solista.
Cover intensa e delicata: anche con le cover le Haim dimostrano di essere una formazione da tenere d'occhio,

Billy Corgan canta dal vivo un brano di Miley Cyrus

Già in passato Billy Corgan aveva avuto, nel corso di alcune interviste, parole di ammirazione nei confronti di Miley Cyrus. Ora il leader degli Smashing Pumpkins ha voluto rendere omaggio alla cantante americana eseguendo dal vivo la cover della sua “Wrecking Ball”. Lo ha fatto durante il suo concerto dello scorso 20 ottobre a Toronto, presso il Queen Elisabeth Theatre. Dopo aver eseguito le canzoni del suo primo album da solista Ogilala , Corgan ha aperto il bis eseguendo una versione chitarra e voce del brano. Una cover intensa e minimale della hit del 2013 della Cyrus, che compare nell’album Bangerz. Nel corso dello stesso show Corgan ha anche suonato un classico di Neil Young (After the gold rush) e “If I was a carpenter” di Tim Hardin, oltre che molti brani del repertorio degli Smashing Pumpkins. La cover di “Wreking ball” è comparsa in rete, anche se si tratta di una registrazione audio piuttosto scadente.

Piero Pelù canta Satisfaction dei Rolling Stones

Delude le attese anche la seconda puntata di Celebration, il nuovo show del sabato sera di Rai 1 condotto da Serena Rossi e Neri Marcoré dall'Auditorium del Foro Italico.
Anche la serata dedicata ai "miti del rock" ha regalato poche emozioni, con molte cover fotocopia dell'originale. Tra le poche cose degne di nota la versione di Satisfaction dei Rolling Stones, cantata in modo come sempre grintoso da Piero Pelù. Nulla di straordinario, ma all'ex leader dei Litfiba va riconosciuto il merito di aver affrontato il grande classico di Jagger e Richards senza cadere nella becera imitazione.
La versione originale non ha bisogno di presentazioni: non solo è il brano più famoso degli Stones ma anche uno dei più celebri dell'intera storia del rock. Secondo la rivista Rolling Stone alla numero due della classifica delle migliori canzoni della si sempre, dietro solo a "Like a Rolling Stones" di Dylan. Fu pubblicata il 6 giugno del 1965. Secondo la leggenda …

Ryan Adams, Sara Bareilles e Cyndi Lauper rendono omaggio a Tegan and Sara

Spiccano i nomi di Ryan Adams, Sara Bareilles e Cyndi Lauper nella tracklist dell'album che celebra i dieci anni di "The Con", il quinto album di Tegan and Sara.  Pubblicato nel luglio del 2017 per la Sire Records, l'album raggiunse la posizione numero 4 nelle classifiche canadesi e la numero 34 in quelle americane, ottenendo unanimi consensi di critica e  imponendo all'attenzione del pubblico le due gemelle canadesi. In occasione del decimo anniversario del disco esce ora questo interessante Tegan and Sara Present The Con X: Covers i cuo proventi andranno alla loro fondazione a favore dei diritti LGBTQIA. Questa la tracklist che ripropone le 14 tracce del disco originale più numerose bonus
1. Ruth B. – I Was Married [01:32]
2. Muna – Relief Next to Me [02:54]
3. Shura – The Con [04:23]
4. Mykki Blanco – Knife Going In [03:18]
5. PVRIS – Are You Ten Years Ago [04:38]
6. Ryan Adams – Back in Your Head [03:08]
7. City and Colour – Hop a Plane [02:39]
8. Kelly Lee Owens – …

Raphael Gualazzi: la cover di Imagine di John Lennon

Un flop non solo di ascolti per Celebration, il nuovo programma del sabato sera di Rai 1 condotto da Neri Marcorè e Serena Rossi. Davvero poche dal punto di vista musicale le cose interessanti viste nel corso della prima puntata dello show, con la regia di Duccio Forzano, dedicata ai “re del pop”. Molte cover eseguite senza alcuna originalità, appiattite dall'orchestra diretta dal maestro Adriano Pennino, e spesso cantate in un inglese davvero approssimativo. Il risultato è parso un mix tra “Tale e Quale” e “Music” di Paolo Bonolis (ma con risultati molto peggiori).
Tra le poche interpretazioni degne di nota, una rilettura di “Imagine” cantata da Raphael Gualazzi. Si tratta però di una cover che il pianista marchigiano ha da tempo in repertorio e ha spesso eseguito con il medesimo “coraggioso” arrangiamento nel corso delle sue esibizioni live.

La versione originale di "Imagine" risale al 1971 e non ha bisogno di molte presentazioni, essendo una delle canzoni di pace pi…

Shed Seven: ascolta la cover di Don't Get Me Wrong

Con quattro album pubblicati in carriera (di cui i primi tre entrati nella Top 20 in UK) gli Shed Seven hanno avuto un ruolo di rilievo nella scena Brit Pop degli anni 90, nonostante lo scarso successo ottenuto in Italia.Ora la band di York sta per tornare con un nuovo album intitolato "Instant Pleasures" che arriva a 16 anni dal precedente lavoro in studio, e da un tour che partirà nel prossimo Dicembre.
Introitato il gruppo ha cominciato a "scaldarsi" con una partecipazione al
Radio 2 Breakfast Show, la trasmissione condotta da Chris Evans. Nel corso della puntata andata in onda venerdì scorso - 13 ottobre - Rick Witter e compagni hanno eseguito una cover di "Don't get me wrong" dei Pretenders datata 1986.
Scritta da Chrissie Hynde, la canzone divenne il maggior successo commerciale della band arrivando nel numero 10 sia nella classifica UK che in quella USA. La cantante ha raccontato alla VH1 di aver avuto l'idea della melodia durante un vol…

John Denver: una cover inedita a 20 anni dalla morte

Per celebrare il 20 esimo anniversario della scomparsa di John Denver, è stata pubblicata una cover si The Blizzard di Judy Collins che il celebre cantante country aveva registrato come "demo" nei primi anni Novanta.
«È una tipica versione alla John Denver – ha dichiarato a Billboard Brian Schwartz, responsabile del John Denver Estate – ci fa piacere onorare la sua memoria pubblicando questo brano che abbiamo trovate nei suoi archivi. L’abbiamo mixato e masterizzato. I fan di Denver sono quasi dei fanatici e impazziranno nel sentirla».
Nota anche come "The Blizzard (The Colorado Song)" la versione originale della canzone fu pubblicata dalla Collins nel suo album "Fires of Eden" del 1990.
John Denver - che nel corso della sua carriera ha venduto oltre 33 milioni di dischi - inviò una demo del brano alla cantante, poco prima della sua tragica scomparsa avvenuta il 12 Ottobre del 1997. La cover di The Blizzard sarà inserita nell'album John Denver: The W…

Gary Barlow: la cover di She's On My Mind

Anche Gary Barlow si è seduto al piano di Elton John per il programma radiofonico della BBC
Radio 2's Piano Room. L'ex Take That - che ha in questi giorni annunciato un nuoco tour da solista di 34 date per il prossimo anno - ha eseguito una cover dal vivo di "She's On My Mind", il singolo nuovo del giovane collega JP Cooper.
Scritta insieme a Teemu Brunila, Benjamin McIldowie e Jon Cobbe Hume, la canzone fa parte del disco di debutto del 33enne cantante di Manchester intitolato "Raised Under Grey Skies".

Nel corso della trasmissione condotta da Ken Bruce, Barlow ha anche cantato un classico dei Take That, la celebre "Back For Good".
Non la migliore puntata della stagione. Cover eseguita in modo dignitoso, con il solo ausilio del pianoforte (come suggerito dal titolo della trasmissione).

Robert Plant: nel nuovo album un duetto con Chrissie Hynde

C’è anche una cover tra le tracce del nuovo album di Robert Plant. Si tratta di “Bluebirds Over the Mountain” un classico rockabilly scritto da Ersel Hickey nel 1957 che qui compare in una interessante versione dai suoni trip hop cantata in coppia con Chrissie Hynde dei Pretenders. La versione originale raggiunse solamente la posizione 75 della classifica di Billboard, ma i seguito venne ripresa con successo da Richie Valens e dai Beach Boys, che pubblicarono il brano nel 1969 in un singolo passato alla storia soprattutto per la B Side "Never Learn Not to Love" scritta da Charles Manson.
Esiste anche una  "versione italiana" del brano: venne pubblicata nel 1971 da Dori Ghezzi con il titolo di "Gli occhi di quella" e un testo in italiano di Paolo Limiti.

L’album “Carry Fire” – undicesimo lavoro da solista nella carriera dell’ex voce dei Led Zeppelin- verrà ufficialmente pubblicato domani Venerdi 13 Ottobre. Alla faccia della scaramanzia.

Mauro Ermanno Giovanardi: la cover di Baby Dull

Dopo "Aspettando il sole" di Neffa, è “Baby Dull” degli Üstmamò il nuovo singolo
di Mauro Ermanno Giovanardi.
La cover è stata realizzata con la partecipazione di Rachele Bastreghi dei Baustelle e fa parte dell'album “La Mia Generazione”, dieco nel quale Giovanardi interpreta alla sua maniera alcune delle migliori canzoni della scena indie italiana degli anni 90. «Era necessario farsi capire - ha spiegato a Rolling Stone l'ex La Crus - Scrivere in italiano ed essere credibili. Fu un momento importantissimo, una congiunzione astrale unica. Le major intuirono che valeva la pena investire in quel sottobosco musicale» .
La versione originale di "Baby Dull" fu pubblicata nel 1996 e fu il maggior successo nella carriera della band emiliana scoperta da Giovanni Lindo Ferretti e da Massimo Zamboni.
Il testo della canone era firmato da Mara Redeghieri, cantante del gruppo.
La canzone - che faceva parte del terzo album del gruppo Üst prodotto da Roberto Vernetti…

Christmas with Elvis: Natale con il Re del Rock

Un regalo di Natale per i fan di Elvis.
Dopo il successo ottenuto nel 2015 dall'album If I Can Dream, e nell 2016 da The Wonder Of You la RCA e la Legacy Recordings hanno scelto di puntare nuovamente sul binomio Elvis Preslsey & Royal Philharmonic Orchestra.
Lo scorso 6 Ottobre - con la supervisione artistica di Priscilla Presley - è infatti uscito l'album Christmas with Elvis and the Royal Philharmonic Orchestra.Il disco contiene 13 classici della tradizione natalizia che il Re del Rock aveva cantato per gli album Christmas Album (1957) e Elvis Sings the Wonderful World of Christmas (1971) in un nuovo arrangiamento eseguito dalla prestigiosa orchestra londinese con la produzione di Nick Patrick e di Don Reedman, Le registrazioni si sono svolte nei leggendari Abbey Road Studios.
La Royal Philharmonic Orchestra eseguirà i brani dal vivo nel corso del mese di Novembre, in sei esibizioni in programma a Glasgow, Leeds, Newcastle, Birmingham, Manchester e Londra.

Consigliato…

A-ha: la cover di The Killing Moon

"Ogni volta che canto The Killing Moon mi rendo conto che nessuna band al mondo ha in repertorio una canzone che si possa avvicinare a quella".
Così dichiarò - con la sua solita modestia - qualche anno fa Ian McCulloch a proposito della sua canzone più famosa.
Quando nel 1984 gli Echo & The Bunnumen pubblicarono il singolo "The Killing Moon" gli A-ha non avevano ancora pubblicato il loro fortunosissimo album di debutto ed erano semplicemente dei fan norvegesi della band di Liverpool.
Il brano raggiunse la numero 9 delle classifiche inglesi diventando il maggiore successo nella carriera di Ian Mc Culloch e compagni.
Oggi il gruppo di Morten Harket ha scelto di rendere omaggio alla canzone, inserendola nella tracklist del nuovo album live MTV Unplugged - Summer Solstice Il disco - registrato dal vivo lo scorso giugno - contiene tutti i classici degli anni 80 della formazione norvegese ma anche alcuni ospiti a sorpresa come Alison Moyer, Lissie e Ian McCulloch. …

Liam Gallagher canta un classico di Bob Marley

Liam Gallagher e la "cover" che davvero non ti aspetti da lui.
E' quello che è successo nella puntata odierna del BBC Radio 2 Breakfast Show, la trasmissione condotta da Chirs Evans della quale ci siamo già occupati in passato, visto che spesso ci regala delle piacevoli sorprese.
L'ex voce degli Oasis ha cantato in diretta una originale rilettura di Natural Mystic di Bob Marley. Cover eseguita in modo non del tutto impeccabile dal punto di vista vocale, ma vista l'ora non proprio abituale per le esibizione delle rockstar, la cosa non è rara nel corso del programma. Magari Liam aveva freddo, visti che nonostante l'esibizione in studio, non ha rinunciato al suo classico abbigliamento "da concerto" con tanto di parka verde. La versione originale di "Natural Mystic" apriva l'album "Exodus" che Marley pubblicò nel 1977.
Il brano dava anche il titolo ad una delle tante raccolte pubblicate postume, pubblicata nel 1995 con il titolo…

Carla Bruni: esce French Touch, tutte le cover

Arriva oggi venerdì 6 ottobre in tutti i negozi tradizionali e in digitale il nuovo album di Carla Bruni “French Touch” (Verve Records / Barclay / Universal Music France), una raccolta di cover in lingua inglese prodotte dal leggendario compositore e musicista David Foster.
Dopo i  singoli "Enjoy the Silence" (Depeche Mode) e "Miss You" (Rolling Stones), l'ex Première Dame di Francia  ha scelto di rileggere classici come "Highway To Hell" (AC/DC), "Jimmy Jazz" (Clash),  e "Perfect Day" (Lou Reed). La cover di "Crazy" degli Aerosmith è impreziosita dalla voce di Willie Nelson.
Tra i brani anche alcuni evergreen come la colonna "Moon River" dal film Colazione da Tiffany e "Love Letters".
Il quinto album della cantante conferma il significato del suo titolo: riccamente melodico, caloroso seppur minimale, giustamente giocoso. Tutte le cover raccolte in questo album sono state “ritoccate” con quel French t…

St. Vincent: una cover dei Beatles per Tiffany

E' da qualche giorno arrivato anche sugli schermi italiani lo spot del nuovo profumo del marchio Tiffany & Co ed ha subito destato la curiosità degli appassionati di musica.  Per la campagna pubblicitaria è stata infatti utilizzata una cover di "All You Need Is Love" dei Beatles. in una versione decisamente coraggiosa cantata da St. Vincent. La musicista americana - che il prossimo 13 ottobre pubblicherà il nuovo album Masseduction - aveva già eseguito il brano dal vivo in passato.
I Beatles eseguirono la versione originale di "All You Need Is Love" il 26 giugno del 1967 in occasione della prima diretta televisiva via satellite nel corso del programma Our World, e con un pubblico di oltre 350 milioni di persone. Scritta e cantata da John Lenno, la canzone vede la presenza ai cori degli amici Mick Jagger, Keith Moon, Eric Clapton, Keith Richards, Grahm Nash e molti altri. Il brano è stato ricantato in decine di versioni, compresa una cover in italiano dei S…

Chris Rea: la cover di Ain't No Sunshine per la BBC

La trasmissione Radio 2's Piano Room della BBC Radio 2 continua a regalare cover interessanti.
Ospite della puntata di oggi - martedì 3 ottobre - è stato Chris Rea . Il chitarrista inglese oltre a presentare il nuovo album "Road songs for lover", ha deliziato i propri fan con una inedita versione di "Ain't no sunshine" di Bill Withers.
Una intensa cover acustica, quasi blues, eseguita con il solo accompagnamento del piano e con in primo piano la  voce del musicista inglese che in carriera ha venduto oltre 30 milioni di copie. Il pianoforte utilizzato nel corso delle session della trasmissione è quello di Elton John.

La versione originale di "Ain't no sunshine" risale al 1971 e fu il primo successo nella carriera di Bill Withers che quando compose il brano lavorava ancora in una azienda che produceva componenti per i bagni dei Boeing 747, dopo essere stato per 9 anni in Marina. La fortuna di Withers fu quella di incontrare Booker T Jones ed in…

Addio a Tom Petty: cinque cover da ricordare

E’ scomparso all’età di 66 anni Tom Petty leggendario chitarrista e produttore americano. Domenica scorsa era stato colpito da un arresto cardiaco,
Petty – che dal 2002 faceva parte della Rock'n'roll Hall of Fame – era nato in Florida nel 1950 ed aveva debuttato con gli Heartbreakers nel 1976. Da allora una lunga carriera di successo con oltre 80 milioni di dischi venduti, anche se l’unico suo album a raggiungere la vetta della classifica di Billboard fu Hypnotic Eye, il suo ultimo lavoro in studio pubblicato nel 2014.
Qui a My way lo ricordiamo alla nostra maniera. Con 5 cover memorabili.

Johnny Cash incise una meravigliosa versione di “I wan’t back down” nel 2000. La cover compare nell’album American III: Solitary Man La versione originale era del 1989 e faceva parte di Full Moon Fever.



Nel 2009 la allora giovanissima Taylor Swift incise la sua versione di American Girl, che Petty aveva portato al successo nel 1976



Free Fallin' è stato uno dei grandi successi di Petty e…