Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2014

Nina Moric canta la cover di "I Love Rock 'n Roll"

Nina Moric ha scelto la trasmissione di Barbara D'Urso "Domenica Live" per annunciare la "svolta" musicale della sua carriera e fare ascoltare la cover di "I love Rock'n Roll".
E' successo nel corso della puntata trasmessa ieri da Canale 5.
La modella croata ha anche annunciato l'uscita di un intero progetto discografico che dovrebbe intitolarsi Arrivederci e sarà composto da 14 canzoni.
L'ex moglie di Corona ha dichiarato che nel disco sarà presente anche Jermaine Jackson, fratello di Michael Jackson. "Lui me l’ha chiesto e io gli ho risposto: “Va bene Jermaine Jackson, puoi entrare nel mio disco!” Nel corso del programma la modella ha anche eseguito - rigorosamente in playback - la cover di "I Love Rock'n Roll", brano reso celebre nel 1982 da Joan Jett. Quella della cantante americana non è però la versione originale che fu incisa per la prima volta dagli inglesi Arrows nel 1975.
"Io sono rock, non sono mica un…

Negramaro: la cover di "Un amore così grande" per la Nazionale

Saranno i Negramaro a fare da colonna sonora alle prossime partite di calcio della Nazionale italiana.
La band salentina ha per l'occasione realizzato la cover di "Un amore così grande", brano in origine scritto da Guido Maria Ferilli, compositore e cantante di origine leccese.
Il brano, in origine, era stato scritto su espressa richiesta del maestro Detto Mariano, che ne curò l'orchestrazione per Mario Del Monaco, che lo incise nel 1976.
Celebre anche la versione del "reuccio" Claudio Villa che portò la canzone "fuori gara" al Festival di Sanremo del 1984.
Luciano Pavarotti fece conoscere il bramo agli americani grazie ad una versione riarrangiata dal grande Henry Mancini eseguita nel suo concerto al Metropolitan di New York del 1988.
Nel 2008 anche Andrea Bocelli incise una cover del brano e l'anno successivo Francesco Renga inserì la canzone nell'album "Orchestra e Voce".
La versione dei Negramaro è stata ribattezzata &…

Punk Goes 90's in arrivo il Volume 2

Arriverà nei negozi il primo di Aprile  il secondo volume della compilation Punk Goes 90's, fortunata serie creata dalla Fearless Records all'inizio del nuovo millennio.
Dodici i brani che compongono questo secondo capitolo interpretati da altrettanti protagonisti della nuova scena punk a stelle e strisce. Fra i nomi selezionati dall'etichetta californiana spicca quello degli Yellowcad, certamente una delle band punk più popolari degli ultimi anni. Il gruppo di Jacsonville ha interpretato alla sua maniera "Today" dagli Smashing Pumpkins. Oltre alla band di Billy Corgan nella compilation trovano spazio altri omaggi al rock degli anni 90 con brani dei Bush, Nine Inch Nails e Foo Fighters, che però sono affiancati da scelte pop, con brani portati al successo da Natalie Imbruglia e da Coolio.

La fortunata serie Punk Goes ... fu inaugurata dalla Fearless Rec nel maggio del 2000 con la compilation Punk Goes Metal.  Il primo volume di Punk Goes 90's fu invece pubbl…

Ed Sheeran: la cover di "Candle In The Wind"

"Candle In The Wind"  non è solo uno dei capolavori più conosciuti del repertorio di Elton John. E' anche il singolo più venduto di tutti i tempi. Per precisione lo è nella versione ricantata e riadattata nel 1997 in occasione del funerale di Lady Diana.
Curiosamente però il brano non è stato molto ripreso da altri artisti. Solo 19 le cover ufficiali catalogate dal sito SecondHandSongs e quasi tutte di personaggi di secondo piano ad esclusione di Kate Bush che cantò una sua versione nel 1991.
Merita quindi attenzione la cover realizzata da Ed Sheeran, che è stata inserita nella ristampa dell'album Goodbye Yellow Brick Road che nella versione deluxe contiene un bonus Cd con 9 tracce ricantate da alcuni dei protagonisti più interessanti della nuova scena musicale.
Cover interessante anche perché il giovane cantautore inglese ha scelto di eseguire la canzone accompagnandosi con la chitarra e non con il pianoforte. Il tutto con l'approvazione di Sir Elton che lo sco…

Metallica: ascolta l'omaggio a Ronnie James Dio

Anche i Metallica hanno partecipato a "This is your life", ’album tributo a Ronnie James Dio, storico cantante dei Rainbow e dei Black Sabbath scomparso nel maggio del 2010 per un tumore allo stomaco.
La band americana ha registrato uno speciale medley composto da quattro brani dei Rainbow: "A light in the black," "Tarot woman," "Stargazer" e "Kill the king" e che è stato intitolato Ronnie rising medley.
"La sua musica", ha spiegato Lars Ulrich "è molto presente nel DNA dei Metallica. E' stato piuttosto facile per noi assemblare questo brano, perché è qualcosa che avevamo tutti nel nostro un background musicale”.
Il brano è stato postato in anteprima dalla rivista Rolling Stone, attraverso il profilo Soundcloud dei Metallica e anticipa l’uscita dell’album che uscirà il prossimo 1 Aprile per la Rhino.
Alla rivista americana Ulrich ha anche raccontato come tutto sia nato dalla cover di "Stargazer" brano che …

Sophie Ellis-Bextor canta la cover di "Nobody Does It Better"

Gli ascoltatori della trasmissione Breakfast Show condotta da Chris Evan sulla  BBC Radio 2 hanno hanno potuto assistere qualche giorno fa ad una bella versione live di "Nobody Does It Better" cantata da Sophie Ellis-Bextor.
Ad accompagnare la cantante inglese che ha da poco pubblicato il nuovo album Wonderlust era presente al pianoforte il bravo Ed Harcourt, non molto conosciuto in Italia ma molto apprezzato in patria da critica e pubblico.
La versione originale della canzone era stata inserita nel 1977 nella colonna sonora del film "007 La spia che mi amava". E' uno dei pochi casi in cui però il brano che fa da teme ad una pellicola di James Bond non porta lo stesso titolo del film anche se la frase "the spy who loved me" (che è poi il titolo originale) è stata inserita nel testo della canzone.
Il singolo cantato da Carly Simon ebbe un grandissimo successo: oltre un milione di copie vedute sono negli USA.
Lunghissima e molto "trasversale"…

Nuovo album per Roger Daltrey con una cover di Bob Dylan

Roger Daltrey - leggendaria voce degli Who - torna sulle scene con un nuovo album realizzato
insieme a Wilko Johnson, chitarrista dei Dr Feelgood.
Il disco si intitola Going Back Home e contiene anche una cover di Bob Dylan. Si tratta della bella Can You Please Crawl Out Your Window, brano che il grande cantautore americano pubblicò come singolo nel 1965. Il 45 giri ottenne un buon successo nelle classifiche internazionali arrivando fino alla numero 58 della classifica USA e fino alla 17 di quella inglese.  Wilko Johnsonre aveva già pubblicato una cover del brano nel suo album del 1981 "Ice on the Motorway". Questa versione è però decisamente più bella.
Una curiosità sulla canzone: è una delle preferite dallo scrittore inglese Nick Hornby che l'ha inserita nel suo libro "31 Songs".
L'album Going Back Home contiene in totale 11 tracce. Anche le altre dieci sono in qualche modo delle cover visto che si tratta di brani presi dal repertorio di Wilko Johnson, si…

Una cover degli INXS nel Trailer di Game of Thrones 4

I London Grammar hanno realizzato una cover di "Devil Inside" degli INXS. Per ora peò è possibile ascoltare solo un breve "snippet" della versione realizzata dalla formazione inglese, che è stato utilizzato dall'emittente americana HBO per il primo trailer della nuova stagione di Game Of Thrones, popolare serie TV nota da noi con il titolo di Il Trono Di Spade.
La quarta stagione di Game of Thrones verrà trasmessa dal 6 aprile negli Stati Uniti e dal 18 aprile in Italia su Sky Atlantic, e secondo il suo creatore David Benioff sarà la più «intensa» di tutte con sangue, colpi di scena, draghi giganti e piramidi mastodontiche.
Per ora l'emittente americana HBO ha cominciato a trasmettere il trailer della nuova stagione, che contiene alcuni secondi della cover realizzata dai London Grammar, band che lo scorso anno grazie all'album di debutto "If You Wait" ha conquistato le prime posizioni della classifica UK.
La versione originale di "Devi…

Una cover di Michael Jackson per i Tame Impala

Ancora una sorprendente cover per i Tame Impala, la band australiana diventata popolare anche da noi in Italia grazie all'album "Lonerism". Il gruppo capitanato dal Kevin Parker ha reso omaggio a Michael Jackson con la cover di "Sranger In Moscow", brano che il Re del Pop pubblicò come singolo nel 1996 e che faceva parte della raccolta HIStory. La canzone però era stata scritta nel 1993 quando il cantante americano era nell'occhio del ciclone per le accuse di pedofila e in molti considerarono il testo del brano come una risposta di Jackson agli avvenimenti reali succedutisi nella sua vita personale.
La versione dei Tame Impala - originale e molto psichedelica - è stata distribuita gratuitamente attraverso la su Soundcloud di Kevin Parker. Il gruppo ha presentato la cover ai fan confessando su Facebook la passione per il "Re del Pop" con un "MJ 4 eva" pubblicato sul loro profilo ufficiale. Voto alto.

Anche Violante Placido nella compilation omaggio al glam rock

C'è anche il nome della attrice Violante Placido tra gli artisti che hanno partecipato alla interessante compilation Well I’m Just a Modern Guy – A Seventies’ Rock Tribute with a Touch of Glam,  che si ispira e onora  il glam rock anni 70, da Marc Bolan a David Bowie da Alice Cooper a Lou Reed.
Non a caso il titolo della raccolta è preso dal testo della celebre "Lust For Life" di Iggy Pop, brano che però curiosamente non è stato inserito nel progetto che vede diciassette realtà musicali contemporanee provenienti dall'Emilia Romagna alle prese con altrettanti classici del rock pubblicati tra il 1970 e il 1976.
La voce di Violante Placido, celebre come attrice ma da sempre appassionata di musica e non nuova ad esperienze come cantante, compare nella cover di "Make Up" di Lou Reed, traccia conclusiva della compilation. Si tratta di una versione registrata dal vivo insieme ai Julie’s Haircut, sono un collettivo di sei musicisti emiliani attivi dal 1994.Il gru…

Miley Cyrus: una cover dei Beatles con i Flaming Lips

Ci sarà anche Miley Cyrus tra gli ospiti del nuovo album dei Flaming Lips. La band americana è al lavoro su un ambizioso progetto dedicato ai Beatles: il remake celebre album “Sgt Pepper’s Lonely Heart Club Band” da molti considerato il capolavoro assoluto dai Fab Four. Secondo quanto ha svelato Steve Drozd (chitarrista e tastierista dei Flaming Lips) il progetto è ancora in fase di sviluppo e l'intenzione della band sarebbe quella di coinvolgere molti nomi importanti per dare un alto profilo all'operazione. Tra questi ci sarebbe appunto Miley Cyrus che ha registrato insieme al cantante dei MGMTAndrew VanWyngarden la cover di "Lucy in the sky with diamonds". La cantante americana è una fan della band di Wayne Coyne: lo scorso febbraio ha stupito tutti eseguendola cover della loro “Yoshimi Battles The Pink Robots Part 1” e successivamenteduettando con loronel corso del concerto allo Staples Center di Los Angeles. E' stato lo stesso Coyne a svelare la collaborazi…

Symphonica il nuovo album di George Michael

Molte cover nel nuovo album di George Michael, il sesto nella sua carriera da solista. Il disco si intitola "Symphonica"  ed è stato prodotto da Phil Ramone insieme allo stesso Michael.
Ospite d'eccezione dei quattordici brani contenuti all'interno del disco  è la stessa orchestra che ha accompagnato il cantante inglese durante i concerti dell'omonimo tour a cavallo tra il 2011 e il 2012
Tra le cover presenti nel disco molte erano già state pubblicate in passato, come ad esempio la celebre "My Baby Just Cares For Me" e "The First Time Ever I Saw Your Face".
Non era mai stata pubblicata ufficialmente dal cantante inglese la cover di "Feeling Good" brano reso celebre da Nina Simone e che nel disco compare in una toccante versione orchestrale. La versione originale è del 1965 ma la lista degli interpreti è davvero lunga e variegata: da Frank Sinatra ai Muse, dai Traffic a John Coltrane.
Inedita anche la cover di "Idol" pre…

Chvrches: la cover di "Team" di Lorde

La trasmissione radiofonica Live Lounge trasmessa dalla BBC Radio 1 continua a regalare al pubblico degli appassionati cover interessanti. Nel corso della puntata dell'11 marzo i Chvrches hanno proposto una versione davvero originale di "Team" il nuovo singolo della giovanissima cantante neozelandese Lorde, arrivata in vetta alle classifiche con il singolo "Royals" e premiata con un Grammy Award a soli 17 anni.
La band scozzese - che lo scorso anno aveva sorpreso la critica con l'album di debutto "The Bones Of What You Believe"- ha riarrangiato il brano di Lorde in chiave elettronica, con un suono che ricorda il synth-pop degli anni 80. D'altronde la band non ha mai nascosto la propria ammirazione per Depeche Mode, Tubeway Army, Cocteau Twins e Kate Bush.
Il gruppo formato da Lauren Mayberry, Iain Cook e Martin Doherty ha recentemente interpretato anche cover prese dal repertorio di Arctic Monkeys, Bauhaus, East 17 e Whitney Houston. I comme…

Johnny Cash: ascolta la cover di She Used to Love Me a Lot

Il mito di Johnny Cash rivive con un nuovo album di materiale inedito intitolato Out Among The Stars che uscirà il prossimo 25 marzo e conterrà 13 interessanti registrazioni in studi.
Ad anticipare l'uscita del disco, la cover di "She Used to Love Me a Lot" brano che nel 1984 fu portato al successo nelle classifiche USA dal cantante country David Alan Coe. Tra gli autori figura anche Dennis Morgan che nel corso della carriera ha firmato canzoni di successo per Aretha Franklin, Eric Clapton e Faith Hill. Insieme a lui figurano come autori anche i meno noti Charles Quillen e Kye Fleming.
La versione di Coe raggiunse la numero 11 della classifica Country di Billboard e ottenne un buon successo anche in Canada e contribuì al successo dell'album Darlin', Darlin.
Cash incise una cover del brano nella prima metà degli anni 80 ma solo oggi le registrazioni di quelle session vedono la luce.

A Verona una serata per Lucio Dalla organizzata dal Club Tenco

Una serata tutta dedicata a Lucio Dalla questa sera Giovedì 13 Marzo alle 21.30 nello storico Teatro Ristori di Verona, a cura del Club Tenco, nell’ambito della rassegna organizzata dall’Università di Verona “Infinitamente. Festival di scienze e arti”. La scelta di Lucio Dalla è stata determinata dal tema assegnato quest’anno al festival: “Il cambiamento”; raramente come in Dalla, infatti, si sono riscontrati mutamenti di genere, di linguaggio, di scrittura: trasformazioni, scarti, deviazioni, passaggi imprevisti, voli da un fiore all’altro della musica e della poesia. La serata è appunto intitolata, con una citazione da una delle sue canzoni più belle, “Cambierò, cambierò, apriti cuore. I voli vertiginosi di Lucio Dalla”.
Questo il cast completo dello spettacolo. Voce narrante: Enrico de Angelis. Cantano Giuliana Bergamaschi, Grazia De Marchi, Laura Facci, Deborah Kooperman, Veronica Marchi, Karin Mensah, Ilaria Peretti, Alice Ronzani, Daria Toffali e Terry Veronesi. Arrangiamenti e…

Pink Martini: la cover di "Dream a Little Dream Of Me"

Nat King Cole, Frankie Laine, Dean Martin, Louis Armstrong, Tony Bennett e Ella Fitzgerald. Sono solo alcuni dei grandi nomi della musica che hanno inciso in carriera una versione di "Dream a little dream of me". Ma una delle versioni più popolari della canzone scritta nel 1931 da Fabian Andre e Wilbur Schwandt con testo di Gus Kahn, resta quella pubblicata dai Mamas and Papas nell'aprile del 1968 che raggiunse la numero 12 negli USA e la 11 nel Regno Unito.
Ora i Pink Martini hanno inciso una nuova versione del celebre brano che dà anche il titolo al nuovo album della "piccola orchestra" di Portland.
Il disco è stato pubblicato dalla Heink Record lo scorso 4 marzo e vede l'ensamble americano collaborare con alcuni componenti della famiglia Von Trapp, Sofia, Melanie, Amanda e August, nipoti della grande cantante Maria Von Trapp.
La versione dei Pink Martini è elegante ma tutto sommato non molto sorprendente: quello che ci si aspetta dalla band guidata da …

Rod Stewart: molte cover nel box set 'Live 1976-1998: Tonight's the night'

Saranno molte le cover - alcune delle quali del tutto inedite - contenute nel cofanetto 'Live 1976-1998: Tonight's the night' che Rod Stewart pubblicherà  ufficialmente il prossimo 17 marzo. Saranno 4 CD contenenti  ben 58 registrazioni live inedite per ripercorrere oltre 20 anni di carriera del cantante scozzese. Il primo CD conterrà le performance dei tour in Inghilterra nel 1976, nel secondo sono inclusi estratti dello show al Forum di Los Angeles del 1979 e da quello al Wembley Stadium dell'anno successivo. Il terzo album  parte comprende i concerti di San Diego del 1984 e quello del 1989 ai Meadowlands, New Jersey; l'ultimo CD è dedicato al periodo tra il 1991 e il 1998 con, tra le altre cose, il live a Wembley (1991) e quello al Greeek Theater di Los Angeles (1993). Tra le cover più interessanti figurano gli omaggi alle "nuove leve" della musica britannica come la cover di "Cigarettes And Alcohol” degli Oasis e quella di "Rocks" dei …

Arcade Fire: la cover live di "Controversy" di Prince

Gli Arcade Fire hanno reso omaggio a Prince nel corso del concerto tenuto a Minneapolis lo scorso 8 marzo. La band canadese ha eseguito una grintosa cover della celebre "Controversy", brano che il Principe di Minneapolis aveva inciso nel 1981 e che dava il titolo al suo quarto album in studio.
Un omaggio dunque al più celebre musicista della città,  con una scelta che ricorda quella fatta recentemente da Bruce Springsteen che nel corso della sua tournee australiana ha omaggiato Bee Gees, ACDC e Lorde.
Il cantante della band canadese Win Butler ha eseguito il brano indossando sulla testa una sorta di televisore a quattro facce, con schermi che riproducevano immagini di Prince.
Durante lo show che si è tenuto al Target Center ed è stato trasmesso dalla Minnesota Public Radio, la band ha inserito anche omaggi ai Guns'n Roses, agli Aerosmith, ai Black Eyed Peas e a Lady Gaga.


Fiorella Mannoia ripubblica il tributo a Dalla con cinque nuove cover

Torna nei negozi in una nuova versione con cinque tracce extra "A Te" l'album che Fiorella Mannoia ha dedicato all'amico Lucio Dalla.
Le nuove cover sono ‘Piazza Grande’ scritta con Ron nel 1972, ‘Tango’ del 1979, ‘Le Rondini’ e ‘Attenti al lupo’ (entrambe contenute nell'album Cambio) e ‘Il Parco della Luna’ del 1990. Le prime quattro sono state registrate durante le date live sold-out del 28 e 29 dicembre all’Auditorium Parco della Musica di Roma.

"Non è stata facile la scelta - ha raccontato la Mannoia nel corso della sua del programma Che Tempo Che Fa - Il patrimonio che Lucio ci ha lasciato è enorme". Nel corso del programma la cantante ha proposto la cover di "Tango" eseguita dal vivo.

Le 5 tracce extra si vanno ad aggiungere alle 11 presenti nel disco, registrate in presa diretta con l’Orchestra Sesto Armonico e sono state arrangiate dai celebri direttori d’orchestra come Peppe Vessicchio, Pippo Caruso, Stefano Zavattoni, Marcello Si…

The Raveonettes: la cover di The End dei Doors

Nonostante "The End" dei Doors sia indiscutibilmente considerato uno dei classici del rock e uno dei brani più amati del repertorio di Jim Morrison, la lista delle cover realizzate è veramente cortissima. Fino ad oggi solo dieci le cover "ufficiali" della canzone catalogate dalla "bibbia" del settore SecondHandSongs. Forse perché confrontarsi con un brano del genere non è certamente facile e il paragone con l'inarrivabile interpretazione del Re Lucertola ha probabilmente scoraggiato molti. In questi giorni si è aggiunta una undicesima versione realizzata dai The Raveonettes e contenuta nella compilation "A Psych Tribute to the Doors" realizzata dalla Cleopatra Records. La versione del duo danese è interessante e coraggiosa, anche se inevitabilmente inferiore rispetto all'inarrivabile originale, che la rivista Rolling Stone ha inserito tra le 500 migliori canzoni di sempre e la rivista Guitar World tra le migliori 100. Il brano era stato…

Euphonìa Pink Floyd Tribute Band: Tour 2014

Parte questa sera dalla provincia di Sondrio il nuovo Tour degli Euphonia, apprezzata Tribute Band dedicata ai Pink Floyd, attiva dal lontano 1997. Il primo appuntamento della stagione è in programma all' Auditoriun di  Morbegno (SO) in occasione del QM live festival ed è già sold out.
Le prossime date del tour saranno 03/05/2014 Brembilla (BG)- Festa AVIS
31/05/2014 Biassono (MB) - Festa campagnola  Il cammino musicale di Euphonía ha avuto inizio nel 1997 e, da Torino, ha ben presto raggiunto i palchi di tutta Italia sconfinando verso svariate località europee; una vicenda ricca di musica, di incontri interessanti, di prestigiosi riconoscimenti. Nel 2000 hanno vinto a Stoccolma di "Mtv Best Fan Carslberg Award" e nel 2007 sono stati la prima tribute band italiana dei Pink Floyd ad essere invitata a suonare a Barcellona in Spagna.
Lo show degli Euphonia presenta le caratteristiche principali che hanno dato lustro alla band inglese come la meticolosità nella ricerca di a…

Tributo a Lou Reed con Suzanne Vega, Sean Lennon e Spandau Ballet

Andrà in scena ad Austin in Texas il prossimo 14 marzo il primo concerto tributo in ricordo del Lou Reed, il grande chitarrista scomparso lo scorso 27 ottobre a 71 anni.
Il tributo, curato dall'ex frontman dei Bongos Richard Barone e da Alejandro Escovedo con la consulenza del celebre produttore  Hal Willner, si terrà al Paramount Theatre di Austin in occasione del SXSW (South by Southwest).
La line up dell'evento prevede la presenza di ben 22 artisti tra i quali spiccano i nomi di Suzanne Vega, Sean Lennon, Lucinda Williams, The Fleshtones e Garland Jeffreys. Ma colpisce molto anche la presenza degli Spandau Ballet, nome sul quale i fan di Lou Reed facilmente storceranno il naso. Per la band inglese, recentemente riformatasi, si tratterà della prima apparizione dal vivo in America dopo quasi 30 anni di assenza.
La house band della serata sarà composta da Lenny Kaye e Tony Shanahan del Patti Smith Group, dal batterista dei Blondie Clem Burke, dal chitarrista dei Voidoids Ivan …

Il nuovo album di Amanda Lear è un omaggio a Elvis

Il nuovo album di Amanda Lear arriverà nei negozi il prossimo 17 maggio e sarà un omaggio alla musica di Elvis Presley. Il disco - il 17esimo nella lunga carriera della cantante francese - si intitolerà "My Happiness" e conterrà tredici classici presi tra i più celebri dal repertorio del Re del Rock, come "It's Now or Never", "Suspicious Mind" e "Heartbreak Hotel", Da notare però anche la presenza di "Trouble" brano che Elvis portò al successo nel 1958 e che la Lear aveva già interpretato nel 1975, all'inizio della sua carriera. Nel suo primo album "I Am A Photograph" la cantante inserì anche una versione francese del brano intitolata "La bagarre".
"My Happiness" è stato prodotto da Alain Mendiburu (che ha lavorato con la Lear in tutti i suoi album dal 2005 a oggi) ed è stato realizzato con musicisti della Secession Orchestra di Parigi. Il disco uscirà su etichetta Boomlover/Universal.
Questa la t…

La cover di "Happy" di Pharrell Williams cantata da Foxes

Davvero interessante la cover di "Happy" di Pharrell Williams interpretata da Foxes, giovane cantante di Southempton che con ha pubblicato in questi giorni l'album di debutto "Glorious". La 24enne ha eseguito il brano nel corso della sua esibizione al BBC Live Lounge, trasmessa lo scorso 4 Marzo dalla Radio One della BBC.
La divertente hit di Pharrell viene completamente stravolta con un arrangiamento molto etereo e con un finale a sorpresa che contiene un delizioso "snippett" della canzone "Teardrop" dei Massive Attack, brano che la band inglese pubblicò nel 1998 nell'album "Mezzanine". "Happy" è invece singolo che ha anticipato (a Novembre) l'uscita del nuovo album di Pharrell Williams. Il brano - accompagnato da un incredibile video di 24 ore - è arrivato alla numero uno nelle classifiche di Stati Uniti, Canada, UK, Francia, Germania, Australia e (una volta tanto) anche in Italia. Foxes - il cui vero nome è Lo…

Bob Dylan: The 30th Anniversary Concert in versione Deluxe

Il 16 Ottobre del 1992 per festeggiare il 30esimo anno di carriera di Bob Dylan si riunirono al Madison Square Garden di New York alcuni grandi personaggi della musica internazionale, per uno straordinario omaggio alla musica del menestrello di Duluth.
Il concerto - che vide la presenza sul palco di Lou Reed, Geoge Harrison, Sienad O'Connor, Tracy Chapman, Johnny Winter, John Mellencamp, Stevie Wonder e molti altri, fu pubblicato su un doppio CD nell'estate del 1993 ottenendo un ottimo riscontro da parte della critica internazionale.
Oggi - a distanza di 22 anni - la Sony  Music pubblica per la prima volta lo show in formato DVD Blu-Ray e in un doppio CD audio rimasterizzato e con nuovo materiale fotografico.
Rispetto alla tracklist originale una sola novità di rilevo: la presenza della cover di "I Believe in You” cantata da Sinead O' Connor durante le prove. Restano invece fuori dal disco - ufficialmentr per problemi di durata - alcuni brani eseguiti nel corso del …

Alberto Patrucco e Andrea Mirò: un omaggio a Georges Brassens

Andrea Mirò e Alberto Patrucco hanno pubblicato un interessante omaggio alla musica di  da molti considerato il più raffinato e geniale cantautore francese del secolo scorso.
Il progetto porta il titolo di "Segni (e) Particolari" e si compone di tredici brani, per lo più mai tradotti in italiano prima d’ora e preservati nei loro contenuti da una traduzione accurata che ne ha salvaguardato poesia, sostanza e incisività, col consenso degli eredi di Brassens.
 I brani sono stati eseguiti coinvolgendo nell’interpretazione alcuni dei più significativi esponenti della canzone d'autore come Enrico Ruggeri, Eugenio Finardi, Ricky Gianco, del teatro canzone come Enzo Iacchetti e della comicità di classe (Ale e Franz).
Nell’intera produzione ha suonato un ampio gruppo di musicisti, da anni, tra i nomi più noti e assidui nell'ambito della canzone d’autore in Italia. Una pluralità di prestigiosi esecutori che, grazie ad arrangiamenti freschi e originali, interpretano i bra…

Bruce Springsteen: la cover di Stayin' Alive

Nel corso della sua carriera Bruce Spingsteen ha spesso regalato ai suoi fan delle cover inaspettate nel corso dei suoi concerti. E' successo anche nel corso del suo concerto australiano al Entertainment Centre di Brisbane dello scorso 26 febbraio, che il Boss ha aperto a sorpresa con un omaggio ai Bee Gees.
In occasione dell'ultima data del ramo australiano del suo tour attuale Bruce Sprinsgteen ha cantato una bella versione acustica di "Stayin' alive" grande classico della band dei fratelli Gibb che apriva la colonna sonora del film "La Febbre Del Sabato Sera".
La versione suonata da Springsteen e dalla E Street Band è davvero interessante con un originale arrangiamento di fiati e la tromba di Barry Danielian in primo piano. Era la prima volta che il Boss si cimentava in una cover di un brano dei Bee Gees. Prima di chiudere lo show il chitarrista ha reso omaggio ad un'altra amatissima band australiana con la cover di "Highway To Hell"…