Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da 2022

Metallica: una cover live di "Borderline" dei Thin Lizzy (VIDEO)

Per la prima volta nella loro lunga carriera i Metallica hanno reso omaggio ai Thin Lizzy. È successo lo sorso 16 dicembre al Microsoft Theatre di Los Angeles nel corso dell'annuale concerto benefico a favore della A ll Within My Hands Foundation associazione nata per volere della band nel 2017 con lo scopo di sostenere l'istruzione della forza lavoro nelle aree meno fortunate, lottare contro la fame nel mondo e creare altri servizi critici in località svantaggiate. Il brano della band di Phil Lynott è stato riletto con un arrangiamento fedele all'originale e con James Hetfield che ha cantato accompagnandosi con la chitarra acustica.  Il video della cover è ora stato pubblicato sulla pagina YouTube della band che nel corso della serata ha anche eseguito una inedita versione di It’s Killing Me degli UFO e ha invitato sul palco la cantautrice St. Vincent per una versione a due voci di “Nothing Else Matters.” La versione originale di "Borderline" è contenuta nel

Afghan Whigs: un doppio omaggio a Prince nella loro playlist di cover

Si apre con un omaggio a Prince la speciale playlist ci cover che gli Afghan Whigs hanno pubblicato sulle piattaforme natalizie come regalo di Natale per i fan. In totale sette canzoni altrui che la band di Greg Dulli ha riunito sotto il nome di " Ephemera " e che spaziano da Bob Dylan a Sting, da David Bowie a Sharon Van Etten. L'omaggio al Principe di Minneapolis era già comparso nell'estate del 2021 sul portale Bandcamp, ma non era ma stato pubblicato ufficialmente: è una "doppietta" che unisce due tracce dell'album "Purple Rain" rielette con un arrangiamento minimale ma molto efficace. "I Would Die 4 U" e "Baby I'm a star" sono rispettivamente la seconda e la terza canzone del lato B dell'album "Purple Rain" pubblicato da Prince nel 1984. In particolare la prima venne anche pubblicata come singolo arrivando fino alla posizione numero 8 nella classifica di Billboard. Lo stesso Prince ha spesso unito le

La miglior cover del 2022: per il sito il sito Cover Me è un tributo a Eminem

Il sito Cover Me ha stilato la sua consueta classifica di fine anno con le migliori cover del 2022. In totale 50 canzoni, molte delle quali hanno trovato spazio su queste pagine in questi mesi con nomi come Cat Power, Dr. John, Norah Jones e Cave In. Dobbiamo però fare pubblica ammenda per quanto riguarda la prima posizione che ci era sfuggita. Si tratta della bella rilettura di "Lose Yourself" di Eminem, cantata dalla cantautrice australiana Kasey Chambers, non molto nota al pubblico italiano ma capace in patria di conquistare nella sua ormai lunga carriera ben 12 ARIA Music Awards, i Grammy australiani. Una lunga versione live di oltre 8 minuti che la cantautrice ha eseguito lo scorso 18 giugno al Civic Theatre di Newcastle.  A mio giudizio non la "migliore cover dell'anno"; ma merita un'ascolto soprattutto nella seconda parte. La versione originale di "Lose Yourself" è stata pubblica da Eminem nel 2002 per la colonna sonora del film 8 Mile

Gazzelle: la cover di "Nessun Rimpianto" degli 883

Gazzelle ha scelto di regalare agli abbonati ad Apple Music una inedita cover di “Nessun Rimpianto” degli 883. Il cantautore romano è il primo musicista italiano protagonista di Apple Music Home Session, il format che dà la possibilità agli artisti di creare nuove versioni dei loro brani preferiti in piena libertà artistica. “Ho sempre voluto fare una cover di “Nessun rimpianto”, trovo che sia una canzone devastante per la sua sincera schiettezza. Da piccolo l’ho consumata più di quanto lei abbia consumato me, nel momento del bisogno, quando faceva male e così dannatamente bene, ascoltarla e riascoltarla. Grazie di averla scritta Max!” ha ​​racconta Gazzelle ad Apple Music.Flavio Pardini in arte Gazzelle il prossimo anno ha in programma il suo primo concerto in uno stadio: venerdì 9 giugno 2023 allo Stadio Olimpico di Roma, sarà l’unico concerto dell’anno. Una tappa importante per la carriera live dell’artista, partita nel 2017 e l’ha visto calcare tutti i palchi della sua città: dal

Dave Grohl e Greg Kurstin: la cover di "Spinning Wheel"

Anche quest'anno Dave Grohl e Greg Kurstin hanno scelto di celebrare in musica la festività ebraica di Hannukah. Un appuntamento quotidiano ribattezzato "Hanukkah Sessions” nel quale il leader dei Foo Fighters e il celebre produttore vincitore di ben 7 Grammy Awards, si divertono ad interpretare cover con modalità spesso non convenzionali. La serie quest'anno è iniziata con la rilettura della celebre "Spinning Wheel" dei Blood, Sweat & Tears. La cover, cantata dall’attore e comico Judd Apatow, è stata registrata lo scorso 5 dicembre durante lo show andato in scena al Largo At The Coronet di Los Angeles ed è disponibile in un video dallo stile che ricorda quello delle vecchie videocassette. Un ottima occasione per riscoprire un classico un po'dimenticato. La versione originale di "Spinning Wheel" venne pubblicata dai Blood Sweat & Tears nel 1968. Il brano compare nel secondo album della band, uscito all'indomani dell'abbandono del gr

È morto Terry Hall cantante degli Specials

È morto dopo una breve malattia Terry Hall, cantante della band The Specials e leader dei Fun Boy Three, dei Colourfield e dei Vegas. Nato nel 1959 a Coventry, poco fuori Birmingham, Terry Hall è stato uno dei pionieri della scena ska britannica e ha collaborato con i Gorillaz, il rapper Tricky e Lily Allen. Il suo ultimo lavoro resta l'album "Protest Songs" pubblicato con gli Specials lo scorso anno. "È con grande tristezza che annunciamo la scomparsa, dopo una breve malattia, di Terry, nostro meraviglioso amico, fratello e uno dei migliori cantanti, cantautori e parolieri che questo paese abbia mai prodotto” hanno scritto i sui compagni dui social. Noi di MyWay lo vogliamo salutare con 5 cover da ricordare. The Specials - Too Much Too Young The Colourfield - The Windmills of Your Mind    The Specials - Enjoy Yourself    Fun Boy Three - Summertime   The Specials -A Message to you Rudy  

Una cover dei Duran Duran per Adam Lambert dei Queen

Si intitola "High Drama" il nuovo album di Adam Lambert , attuale voce dei Queen. Per il 40enne cantante di Indianapolis che si era fatto conoscere partecipando al talent American Idol, si tratta del primo album di cover in carriera. Il disco uscirà il prossimo 24 febbraio e la prima anticipazione è la rilettura di "Ordinary World" dei Duran Duran, cover che Adam ha eseguito nel corso del programma The Voice in onda sulla NBC. L'album conterrà anche le cover di "Holding Out for a Hero" di Bonnie Tyler, "Chandelier" di Sia, "Getting Older" di Billie Eilish, "West Coast" di Lana Del Rey, "Sex on Fire" dei Kings of Leon, "Do you Really Want to Hurt me" dei Culture Club e "I Can't Stand the Rain" di Ann Peebles.  La versione originale di "Ordinary World" è stata pubblicata dai Duran Duran alla fine del 1992 e pi inserita nel "Wedding Album" dell'anno successivo. Il si

Alt-J: una cover dei Metronomy per la BBC Radio 6

Anche gli Alt-J hanno preso parte alle celebrazioni per il ventesimo compleanno della BBC Radio 6 Music, il canale dell'emittente britannica di stato dedicato all'indie rock e alla musica alternative. Per l'occasione agli artisti è stato chiesto di eseguire una cover di un brano pubblicato dopo il 2002, anno di debutto dei programmi della stazione. La band di Joe Newman ha scelto "Everything Goes My Way" dei Metronomy. Il risultato è molto interessante grazie ad un arrangiamento decisamente distante da quello originale. Nel 2022 gli Alt-J hanno pubblicato il loro quarto album "The dream" e il prossimo anno suoneranno in Italia venerdì 23 giugno Camaiore (Lucca) in occasione del Festival La Prima Estate La versione originale di Everything Goes My Way compare nell'album The English Riviera pubblicato dai Metronomy nel 2011 e che consenti alla band di aggiudicarsi il prestigioso Mercury Price. Il brano è firmato dal leader del gruppo Joseph Mount.

Una cover dei Guns N’ Roses per il cantante degli Skid Row

Il nuovo cantante degli Skid Row, Erik Grönwall, ha condiviso su Youtube una cover dei Guns N’ Roses, Il brano scelto è ‘You’re Crazy’, contenuta nel celebre “Appetite For Destruction” del 1987. Per l’occasione, il cantante svedese che da pochi mesi ha preso il posto che fu di Sebastian Bach e di Johnny Solinger, è accompagnato da Philip Näslund alla chitarra e da Dennis Holm alla batteria. La versione originale di You're Crazy è contenuta nell'album dei Guns N'Roses Appetite for Destruction, il primo album in studio della band pubblicato nel 1987. La canzone porta la firma di Axl Rose e Izzy Stradlin ed è considerata quella con il ritmo più veloce mai pubblicata dal gruppo.

Una cover di Charles Manson per i toscani Sinister Ghost

La band black metal dei  Sinister Ghost ha  pubblicato una cover  di “Sick City” di Charles Manson, il capo carismatico della cosiddetta a Manson Family. Oltre ad essere stato uno dei criminali più famosi della storia e il mandante dei massacri Tate-LaBianca, Manson ebbe anche un passato "artistico" come musicista e autore. Per un breve periodo negli anni ’60 frequentò Dennis Wilson, batterista dei Beach Boys al quale propose alcune sue canzoni. La sua "Cease to Exist" venne inserirla in un disco dei Beach Boys con il titolo "Never Learn Not to Love". Ciò provocò la rabbia di Manson che si sentì truffato e secondo alcune ricostruzioni l'episodio fu alla base della strage dell' "Helter Skelter". Tra il 1967 e il 1968 Manson registrò anche una manciata di canzoni che nel 1970 vennero pubblicate nell'album Lie: The Love and Terror Cult.  I Sinister Ghost sono un progetto prende fondato nel 2016, da due musicisti toscani: Asmort (can

Joss Stone: nel suo album di Natale anche un classico di Stevie Wonder

Joss Stone ha pubblicato il suo primo album di Natale. Il disco si intitola "Merry Christmas, Love ed è ispirato dalla musica di artisti quali Frank Sinatra, Nat King Cole, Bing Crosby e Michael Bublé. L'album - pubblicato per l'Italia da Virgin/ Universal Music - contiene sedici tracce: quattordici classici natalizi tra cui le celeberrime “Winter Wonderland”, “Let It Snow”, “Jingle Bells”, “Silent Night” e due brani inediti scritti da Joss, “If You Believe” e “Bring On Christmas Day”, una traccia che celebra l’amore perenne dell’artista per la gioia del Natale: “Volevo realizzare un album di Natale da tantissimi anni. Amo le festività natalizie alla follia!” – racconta Joss, che aggiunge anche di essere cresciuta ascoltando canzoni che utilizzavano un’orchestra e di aver voluto inserire quest’ultima in tutte le tracce di questo disco. Registrato a Nashville dove risiede ora Joss, “Merry Christmas, Love” arriva qualche settimana prima della nascita del suo secondo figlio.

The Musical Box: torna in Italia la tribute band ufficiale dei Genesis

The Musical Box , l’unica band autorizzata e supportata dai Genesis e e da Peter Gabriel, torna in Italia con cinque live a febbraio 2023 per presentare il nuovo spettacolo, The Lamb Lies Down on Broadway: un’occasione irripetibile per rivivere la magia di un’epoca storica in un’esperienza unica. "The Lamb Lies Down on Broadway", pubblicato nel 1974, è il sesto album in studio della band inglese, il primo doppio e l’unico concept. Incentrato su un racconto ideato e scritto da Peter Gabriel (che è anche autore di tutti i testi delle canzoni tranne la title track scritta da Mike Rutherford e Tony Banks) è stato collocato nella nona posizione dei 50 migliori album progressive dalla rivista Rolling Stone, nel 2015. The Musical Box, la band canadese famosa in tutto il mondo, dopo il grande successo del tour del 2019, porterà sul palco lo straordinario mondo dei Genesis ricreando nella sua unicità l’originale spettacolo del 1974-75, il cui successo dal vivo fu segnato anche dai tra

Eddie Vedder: due cover degli U2 al Kennedy Center Honors 2022

Eddie Vedder dei Pearl Jam ha cantato due cover degli U2 in occasione del gala annuale dei Kennedy Center Honors. I premi vengono assegnati dal Consiglio di fondazione del John F. Kennedy Center for Performing Arts, con sede a Washington per celebrare i successi nelle arti e nella cultura. Quest’anno il gala ha celebrato George Clooney, Gladys Knight, Amy Grant e la compositrice Tania León e gli U2 . La band irlandese avrebbe dovuto esibirsi insieme a Mary J. Blige che però ha dato forfait all’ultimo per un problema di salute. E’ stato così Vedder ha intervenire nel corso della serata per rendere omaggio alla band con le cover di “Elevetion” e di One”. Nel corso della serata la cantante ucraina Jamala ha duettato con Brandi Carlile sulle note di ‘Walk On.’ I premiati sono stati accolti dal presidente Biden nella East Room della Casa Bianca. Dopo l’evento formale, si è tenuta una cena in loro onore. La cerimonia sarà trasmessa il 28 dicembre dalla CBS e da Paramount +. Per il momento do

Harry Styles: il tributo live a Christine McVie

Lo scorso 30 novembre è scomparsa a 79 anni i Christine McVie, cantante, autrice e tastierista della band dei Fleetwood Mac. Uno dei primi a renderle omaggio è stato Harry Styles che nel corso del concerto del 1 dicembre allo Stadio bicentenario municipale di La Florida di Santiago del Cile ha cantato una cover di "Songbird" , uno dei brani più famosi scritti dalla musicista inglese per la band. L'ex One Direction non aveva mai cantato il brano in precedenza. La versione originale di compare nell'album "Rumours" pubblicato dal Fleetwood Mac nel 1977 e considerato il loro capolavoro. E' una delle quattro tracce del disco scritte da Christine McVie che nel brano canta e suona il piano accompagnata dalla chitarra di Lindsey Buckingham.

Last Christmas: la cover dei Backstreet Boys

Anche i Backstreet Boys hanno pubblicato il loro album di Natale. Si intitola A very backstreet Christmas è il decimo registrato in studio e arriva a tre anni dalla loro ultima pubblicazione, Tra le tracce scelte dall'ex teen band della Florida compare anche "Last Christmas" degli Wham! che è stata scelta come singolo e accompagnata da un video promozionale.L'album A Very Backstreet Christmas è stato registrato nella primavera del 2021 ma la sua uscita è stata rimandata a causa della pandemia.Tra i classici contenuti nel disco ci sono "White Christmas", "Winter Wonderland", " Feliz Navidad" di Jose Feliciano e "I'll Be Home for Christmas".    La versione originale di "Last Christmas" è stata pubblicata dagli Wham! nel 1984. Il brano è stato interamente scritto, suonato e prodotto da George Michael. Il contributo di Andrew Ridgely fu quello di apparire nella foto di copertina e nel celebre video (insieme alle co

Le Wilson Phillips tornano con una cover di Harry Styles

Vi ricordate delle Wilson Phillips il gruppo formato dalle sorelle Carnie e Wendy Wilson (figlie di Brian Wilson dei Beach Boys) e da Chynna Phillips (figlia di John e Michelle Phillips dei Mamas and Papas)? Ebbero un breve ma luminoso momento di popolarità nel 1990 con il loro album di debutto e con il singolo "Hold on" che ottenne 5 nomination ai Grammy. Ora - dopo un lunga pausa di dieci anni - sono tornate a sorpresa con una cover di "Boyfriend" di Harry Styles, canzone contenuta nel più recente album della star inglese. " Siamo tutti grandi fan di Harry Styles e siamo onorati di fare una cover di una canzone così ben scritta e registrata come "Boyfriends" -  ha dichiarato la band in una nota - Siamo così orgogliose di condividere oggi la nostra versione della sua già bellissima canzone con il mondo”. Il risultato non è affatto male grazie alle  belle armonizzazioni vocali . La versione originale di "Boyfriend" compare nell'al

"Thriller" di Michael Jackson compie 40 anni

È stato per 500 settimane nella classifica di Billboard, ha venduto oltre 100 milioni di copie in tutto il mondo, ha conquistato 8 Grammy Award. Stiamo parlando di "Thriller" di Michael Jackson che oggi compie 40 anni. Il capolavoro del Re del Pop arrivava nei negozi il 30 novembre del 1982 e avrebbe cambiato per sempre la storia della musica pop e della televisione.  Un album perfetto grazie anche alla produzione di Quincy Jones. Sette canzoni su nove furono pubblicate come singoli: “The Girl Is Mine” (un duetto con Paul McCartney), “Billie Jean”, “Beat It”, “Wanna Be Startin’ Somethin’”, “Human Nature” , “PYT (Pretty Young Thing)” e “Thriller”. Tutte arrivarono tra le prime 10 posizioni – “Billie Jean” e “Beat It” al primo posto – della Billboard Hot 100. Per celebrare i quarant'anni di Thriller abbiamo scelto 5 cover da ricordare  Chris Cornell - Billie Jean Señor Coconut and His Orchestra - Beat It    Miles Davis - Human Nature     Lou Rawls - The Lady in

Il nuovo album di Nick The Nightfly è un tributo a Burt Bacharach

Il nuovo disco di Nick The Nightfly è un omaggio al grande Burt Bacharach. L'album si intitola "Hey! Mr. Bacharach" ed esce su etichetta Incipit Records e distribuito da Egea Music. Il progetto a nome Nick The Nightfly Orchestra arriva nei negozi di dischi in formato CD e sulle piattaforme streaming e download e prossimamente anche in Vinile. Nick rende omaggio ad uno dei compositori più influenti ed amati di tutti i tempi. Una magnifica impresa musicale quella di unire il Pop raffinato di Bacharach con lo Swing della sua The Nightfly Orchestra composta da bravissimi musicisti che nel 2023 celebrerà 20 anni di storia. Arrangiato dal sassofonista e arrangiatore Gabriele Comeglio, il disco vede la partecipazione di una nuova voce femminile carica di swing che si unisce alla storica orchestra con un timbro pop soul e molto radiofonico: la giovane cantante italo scozzese Maggie Charlton. Tanti i brani di Bacharach affrontati nel disco ma la scelta della tracklist è ricaduta

Alicia Keys pubblica il suo primo album di Natale

Anche Alicia Keys ha pubblicato il suo album di canzoni natalizie. Si intitola "Santa Baby" ed (per ora) in esclusiva per gli utenti Apple Music. L'album contiene undici canzoni: quattro inediti e sette standard a tema natalizio che spaziano da "Please Come Home For Christmas" a "Christmas Time Is Here" passando per l'intramontabile "Happy Xmas war is over" di John Lennon . Come sempre in questi casi il risultato non è particolarmente originale ma piacerà ai fan della cantante newyorchese. La versione originale di Happy Xmas (War Is Over) fu pubblicata come singolo da John e Yoko nel dicembre del 1971 e da allora è diventato un vero e proprio standard natalizio. In Inghilterra e nel resto d'Europa uscì però solo l'anno successivo. Il brano fu pubblicato a nome Plastic Ono Band e porta la firma di John Lennon e Yoko Ono anche se la melodia si basa in realtà su di uno standard folk intitolato "Stewball". Innumerevoli le

Tom Petty: l'omaggio a J.J. Cale nel live al Fillmore del 1997

Tra il gennaio e il febbraio del 1997 Tom Petty - accompagnato dagli Heartbrakers - tenne ben venti concerti nel mitico Fillmore di San Francisco . Ora il meglio di quelle leggendarie serate viene riproposto in box set pubblicato in vari formati: doppio CD, triplo LP) e una corposa edizione deluxe (4 CD). Tra le tracce selezionate per ricordate il grande musicista scomparso il 2 ottobre 2017 all'età di 66 anni, molte sono cover eseguite solo in quelle eccezionali serate e rimaste fino ad oggi inedite. Omaggi a Chuck Berry, Rolling Stones, Kinks, Bill Withers e molti altri. Non si tratta a dire il vero sempre di riletture del tutto a fuoco. Ma tra le cover che meritano attenzione c'è sicuramente il bel tributo a J.J. Cale sulle note della splendida “Call Me the Breeze". Un brano che il rocker della Florida ha avuto in repertorio per molti anni a partire dal 1992 ma che non aveva mai pubblicato ufficialmente in nessun disco. Una cover davvero emozionante, nel ricordo di due

'I Beatles made in Italy' : il libro che racconta 132 cover dei Fab Four

Si intitola "I Beatles made in Italy. Tutte le cover italiane dei Fab Four" il libro che censisce e racconta tutte le canzoni della storica formazione di Liverpool tradotte ed eseguite in Italia. A realizzarlo sono stati i giornalisti Enzo Gentile e Italo Gnocchi che hanno censito 132 titoli, con interpreti persino imprevedibili, tutti ritrovati e restituiti con le copertine di quei 45 giri rari e da collezione, in gran parte andati subito dispersi al di fuori del circuito degli aficionados più devoti. A ognuno hanno riservato una pagina con le relative annotazioni, utili a inquadrarne la collocazione. Per ogni disco vengono riportati tutti gli ingredienti disponibili, compresi etichetta, date, autori: alcuni nomi suoneranno misteriosi ai più, altri, di quelli che si chiamavano «complessi», giustificheranno un sorriso. Si tratta della ricerca più completa finora realizzata, il censimento definitivo sulle canzoni dei Beatles realizzate nel pieno della loro storia artistica, tr

Antonella Ruggiero canta “Povera patria” di Franco Battiato

La celebre canzone di “Povera patria" di Franco Battiato del 1991 è stato ripresa da Antonella Ruggiero e dall’artista ucraino Oleksandr Iarmola . Una versione italo-ucraina, nata da un’idea del compositore Franco Eco, per dare un piccolo contributo in queste giornate di sofferenza a causa della guerra. Il brano è così diventato “Povera patria (O Zemle Maty)” con un testo riadattato da Iarmola insieme alla giornalista ucraina Iryna Panchenko che attualmente vive in Italia. Lei ha inviato la sua traduzione artistica del testo originale e su di essa l’artista ha creato il testo finale, fortemente influenzato dalla guerra in Ucraina. Franco Eco ha arrangiato e prodotto il brano. Mix e mastering sono stati affidati a Roberto Colombo, mentre Fabrizio De Masi si è occupato dell’artwork. Povera patria (O Zemle Maty) è disponibile sulle principali piattaforme di streaming. Il progetto è realizzato dal produttore e compositore di musica per film Franco Eco, che in passato ha scritto le

Rossana Casale: il nuovo album dedicato a Joni Mitchell

Il nuovo album di Rossana Casale è un omaggio a Joni Mitchell. Un disco intitolato semplicemente "Joni", realizzato in studio e cantato in diretta con i suoi musicisti, è un viaggio intenso e poetico di 70 minuti attraverso alcune delle canzoni più importanti della Mitchell. "Joni è sempre stata un mio idolo: rappresentava come artista tutto quello che avrei voluto essere - ci ha raccontato la Casale - Lei è stata la mia prima guida, il mio primissimo ascolto, insieme ai dischi di Jazz di mio padre. Mi chiudevo in salotto e mettevo i suoi album, soprattutto ‘Blue’ e mi lasciavo trasportare dalle parole dei suoi incredibili testi. Con ‘Woodstock’, suonato solo sui tasti neri del piano, a sedici anni ho passato l’ammissione di canto in Conservatorio a Milano. Da lei, per tutta la prima parte della mia carriera, ho tratto ispirazione per le mie scelte armoniche nella composizione e nei brani che scrivevano per me e sui quali io aggiungevo i testi che volevano sì raccontare

Kurt Vile: la sua canzone di Natale è un tributo a Bob Dylan

Kurt Vile ha pubblicato la cover di un classico di Natale. Si tratta di "Must Be Santa" un traditional non molto noto in Italia che nel 2009 era stato ricantato da Bob Dylan. E la versione di Vile, che vede la presenza ai cori delle sue due figlie, vuole proprio essere un omaggio al grande menestrello di Duluth, Nel comunicato stampa Vile spiega: "Quando mi è stato chiesto di partecipare a questa compilation natalizia, hanno detto 'puoi fare qualsiasi canzone natalizia tu voglia, a patto che non sia ripetuta da qualcun altro in questa serie.' gentile da parte loro invitarmi, ma non sapevo se sarei stato in grado di cantare una canzone di Natale! Poi la mia mente è tornata a quando John Agnello mi ha mostrato la versione di Bob Dylan di "Must Be Santa" mentre stavamo registrando il disco Smoke Ring. È un video davvero esilarante e mostra una turbolenta festa di Natale. Bob Dylan indossa una parrucca e qualcuno vola attraverso una finestra. E' stata u

Kelly Clarkson: la cover di 'Lady Marmalade'

Una nuova cover per la celebre "Lady Marmalade" delle Labelle. L'ha cantata Kelly Clarkson nel corso del suo Kellyoke, lo spazio dedicato alle cover all'interno del suo talk show quotidiano, “The Kelly Clarkson Show”, in onda da tempo sulla NBC. Una bella versione in chiave jazz, con la voce della 40enne cantante texana in gran spolvero e ottimamente assistita dalla sua big band, ribattezzata My Band Y'all. Merita un ascolto (senza pregiudizi). Scritta da Bob Crewe e Kenny Nolan, "Lady Marmalade" venne portata al successo nel 1974 dal gruppo R&B delle Labelle (formato da Patti LaBalle, Nona Hendryx e Sarah Dash). Il singolo raggiunse la prima posizione negli USA e la numero 17 in UK. Negli anni poi la canzone è tornata in classifica con le cover di Sabrina Salerno, All Saints e soprattutto con la versione di Christina Aguilera, Mya, Pink e Lil Kim per il film Moulin Rouge. La canzone è oggi conservata nel National Recording Registry dalla Library

Black Panther Wakanda Forever: la cover di "No Woman No cry"

C'è anche la cover di "No Woman, No cry" nella colonna sonora di Black Panther: Wakanda Forever, il film della Marvel che ha dominato la classifica del box office nell'ultimo fine settimana. A cantare il classico di Bob Marley è la 27 enne cantante nigeriana Tems, considerata una delle realtà più interessanti della nuova scena R'n'B. La cover - che compare anche nel trailer ufficiale del film è stata realizzata con con un campione di “Alright” di Kendrick Lamar ed è prodotto da Ludwig Göransson, che aveva già lavorato per la colonna sonora del primo capitolo della saga. "No Woman, No Cry" è uno dei brani più famosi di Bob Marley. Il Re del reggae lo registrò nel 1974 e venne inserito nell'album Natty Dread. Il successo arriverà però l'anno dopo quando venne pubblicata come singolo la versione dal vivo contenuta nell'album "Live!" registrato nel leggendario concerto al Lyceum Theatre di Londra. Marley - che era il vero autore d

I Crime and the City Solution tornano con una cover dei Doors

Dopo una pausa di nove anni tornano gli australiani Crime and the City Solution. La band capitanata da Simon Bonney ha pubblicato la cover della celebre "People Are Strange” dei Doors. Una versione interessante: la melodia è mantenuta inalterata ma l'arrangiamento è decisamente poco convenzionale. Nati a Sideny nel 1977, i   Crime & the City Solution hanno avuto un momento di popolarità a partire dal 1985, quando Bonney riformò la band a Londra insieme ad alcuni ex membri dei Birthday Party. Dopo lo scioglimento avvenuto nel 1991 il gruppo si era riformato nel 2012 e aveva pubblicato l'album "American Twilight".  La versione originale di "People are strange" compare nell'album dei Doors "Strange Days" pubblicato nel 1967. Il brano è stato uno dei maggiori successi commerciale della band di Jim Morrison: il singolo raggiunse la posizione numero 12 nella classifica di Billboard.  Il testo della canzone venne composto da Jim in un mom

Robert Fripp & Toyah: il tributo ai Cramps

Nonostante le critiche di qualche fan dei King Crimson, Robert Fripp non ha nessuna intenzione di interrompere il Sunday Lunch, la serie settimanale nata nel 2020 durante il lockdown e che si è trasformata in un appuntamento fisso. Ogni domenica mattina il celebre chitarrista accompagnato dalla moglie Toyah Wilcox eseguono una cover "domestica" di un grande classico del rock, Questa settimana la scelta è caduta su un brano davvero irriverente come Can Your Pussy Do The Dog dei Cramps. D'altronde lo stesso Fripp non ha nessuna intenzione di dare troppa importanza alle critiche come ha spiegato in una recente intervista al Telegraph. " La serie ha fatto arrabbiare qualche fan dei Crimson. A settantasei anni, dovrebbe fregarmene qualcosa? Questa è la mia vita. Amiamo farla e la vogliamo sviluppare ulteriormente. Come una linea di prodotti. Sarà tipo un Toyah and Robert TV." Come sempre da non perdere la "mise" di Toyah: anche lei a 64 anni non sembra mo

Olivia Rodrigo canta "You're so vain" di Carly Simon

Anche Carly Simon è entrata a far parte della Rock and Roll Hall of Fame. Nel corso della cerimonia di quest'anno che si è svolta lo scorso 5 novembre a Los Angeles, ad introdurla nell'Olimpo del rock sono state due giovani cantautrici come Olivia Rodrigo e Sara Bareilles, certamente cresciute con la sua musica. Entrambe le hanno voluto renderle omaggio con una cover anche se Carly non era presente in sala al Microsoft Theatre a causa di un recente lutto famigliare, Sara Bareilles ha cantato "Nobody Does It Better" brano che nel 1977 fu tema del film "007 La spia che mi amava (The Spy Who Loved Me)" . Olivia Rodrigo ha invece eseguito la cover della celeberrima "You're so vain" . La Sinon nel 1972 vinse il Granny Award come "Best New Artis" (premio che la Rodrigo ha conquistato esattamente 50 anni dopo). I diritti video della serata sono della HBO (che manderà in onda uno special il 19 novembre),  ma in rete circola qualche video am

Bruce Springsteen: la cover di "Don’t Play That Song"

Dopo “Do I Love You (Indeed I Do)” di Frank Wilson e "Nighttshift" dei Commodores, Bruce Springsteen ha condiviso un nuovo brano dall'album di cover "Only the Strong Survive" in uscita il prossimo 11 novembre. Si tratta della rilettura di “Don’t Play That Song (You Lied), brano del 1962 di Ben E. King. Una versione elegante ed emozionante accompagnata da un bel video in bianco e nero. L'album "Only the Strong Survive" conterrà 15 grandi successi soul e vedrà il Boss accompagnato dai The E Street Horns e dai cori di Soozie Tyrell, Lisa Lowell, Michelle Moore, Curtis King Jr., Dennis Collins e Fonzi Thornton. Realizzato al Thrill Hill Recording in New Jersey, il nuovo album è prodotto da Ron Aniello, con Rob Lebret come ingegnere del suono e Jon Landau come produttore esecutivo. Gli arrangiamenti degli archi sono di Rob Mathes . L’album sarà in vendita in versione CD e in Doppio LP. La versione originale di “Don’t Play That Song (You Lied)” è sta

Una cover di "I Put a Spell on You" (per gli appassionati di wrestling)

Farà la felicità degli appassionati di wrestling la cover di “I Put a spell on you" realizzata dal trio femminile Shotzi, Scarlett e Harley Cameron. Le tre avvenenti fanciulle sono ben note anche al pubblico italiano. Shotzi è una atleta di Smackdown, con un passato in NXT. Ha detenuto una volta il titolo della divisione tag team femminile del roster di NXT con Ember Moon. Scarlett Bordeaux è la valletta di Karrion Kross, impegnato in una rivalità con una top star della WWE come Drew McIntyre. Si è fatta conoscere al grande pubblico per essere alquanto “dark”, senza alcuna pietà verso i suoi avversari e gli abiti “stretch”. Harley Cameron ha un passato da lottatrice in AEW e attualmente risulta impegnata con l’atleta di NXT Xion Quinn. Il video dai toni decisamente gothic arriva giusto in tempo per Halloween. La versione originale di "I Put A Spell On You" fu composta da Screamin' Jay Hawkins nel 1955. A causa di alcuni dissidi con la casa discografica fu però pubb

È morto Jerry Lee Lewis: 5 cover per celebrare "The Killer"

È morto a 87 anni Jerry Lee Lewis l'ultimo dei grandi pionieri del rock 'n' roll. Era nato a Ferriday in Louisiana nel 1965 e aveva imparato da solo a 9 anni a suonare il pianoforte, quando i suoi genitori ipotecarono la fattoria di famiglia per pagargli lo strumento. "The killer" - come era soprannominato per il suo stile irruento - ha contribuito a rendere popolare il rockabilly e il rock and roll con una serie di successi nel 1957 e nel '58, tra cui "Whole Lotta Shakin' Goin' On", "Breathless", "High School Confidential" e soprattutto "Great Balls of Fire". Giovedì il sito di gossip TMZ aveva erroneamente annunciato la sua morte. Noi lo celebriamo con 5 cover memorabili. Brian Setzer - Great Balls Of Fire (Live)    Bruce Springsteen - High School Confidential X - Breathless Fleetwood Mac - Great Balls Of Fire - live  Dave Edmunds - Let' talk about us

Nina Hagen: nel nuovo album la cover di "16 Tons"

C'è anche la cover della celebre "16 Tons" tra le tracce del nuovo album di Nina Hagen , icona della scena punk / darkwave tedesca, che torna con un nuovo album dopo una lunga pausa artistica di 11 anni. Il nuovo disco si intitolerà ‘Unity’ e uscirà il 9 Dicembre 2022 per Grönland Records. Sarà composto da 12 nuove canzoni e vedrà tra gli ospiti il leggendario George Clinton. Per la 67enne cantante berlinese si tratta del sedicesimo album in una carriera iniziata con la Nina Hagen Band nel 1978. Il video di "16 Tons" è stato diretto da Sebastian Vogt. "16 tons" venne scritta da Merle Travis nel 1946. Il testo del brano affronta il problema delle condizione di lavoro estreme dei minatori statunitensi. Innumerevoli le cover: dai Platters a Tom Jones, da Johnny Cash a Bo Siddley. La versione cantata da Tennessee Ernie Ford è stata utilizzata come sigla del programma Dimartedì condotto da Govoni Floris su La7.